SERVIZIO CLIENTI 0541.628242 Lunedì - Venerdì / 8.30-17.30

Sconto 15%
AC PUNTO ED A CAPO PER L’ARCHITETTURA

AC PUNTO ED A CAPO PER L’ARCHITETTURA

Autori Riccardo Canella - Davide Guido
Editore Maggioli Editore
Formato Cartaceo
Dimensione 21x21
Pagine 156
Pubblicazione Luglio 2017 (I Edizione)
ISBN / EAN 8891624079 / 9788891624079
Collana Politecnica

IL CASO ENA 1959-2009 
SCUOLE NAZIONALI  
D’ARTE A L’AVANA 

CRITICA OPERATIVA

RICCARDO CANELLA
DAVIDE GUIDO

CONTRIBUTI DI
PATRICIA BARONI, DAVID BIGELMAN, GIORGIO FIORESE, VITTORIO GARATTI, CLAUDIO PAVESI

Prezzo Online:

15,00 €

12,75 €

Questo quaderno collettivo avrebbe dovuto contenere, fin dalle premesse, un richiamo al suo essere tuttora in forma di brevi note. Non ancora un esito definitivo dacché non si tratta di una ricerca predisposta nella logica che oggi sottende alle pubblicazioni di architettura, ma si tratta piuttosto di portare a compimento una fase della ricerca dove ci si pone nuovi interrogativi. Reputiamo importante avvicinarsi a questa “pubblicazione rossa” nella prospettiva di un “processo” e non nell’ottica di un “esito” della ricerca. Sicché, per dare un contributo a questo lavoro di scavo ancora in corso – poiché l’oblio che sembrava annebbiare per un certo periodo di tempo il controverso caso delle ENA, sopravvenuta opportuna distanza storica, non ha potuto perdurare di fronte ai segni di riscoperta delle sue armature, ammalorate ma non perdute, ma soprattutto del significato storico-critico che ne costituisce la vera “ossatura” - abbiamo affiancato ai contributi dei tre autori le testimonianze degli autentici protagonisti internazionali di questa straordinaria esperienza, nel tentativo di restituire in tutta la sua complessità l’impresa delle Scuole Nazionali d’Arte al quartiere Cubanacán de L’Avana nel contesto di trasformazione della società “ammutinata” che ha inizio nel 1961, a due anni dall’affermazione della Rivoluzione fidelista-guevarista.

Riccardo Canella (1963)
Laureato con Enrico Mantero e Lucillo Stellario d’Angiolini alla Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano, dove ha insegnato Composizione architettonica dal 1997 (anno di fondazione) al 2015 (anno di chiusura) alla Facoltà di Architettura Civile del Politecnico di Milano Bovisa, in forza al Dipartimento di Progettazione dell’Architettura. Dal 2015 insegna Composizione architettonica alla Scuola di Architettura, Urbanistica e Ingegneria delle Costruzioni al Politecnico di Milano Leonardo.
Dal 1992 al 1996 è stato cultore della materia in Composizione architettonica presso il Dipartimento di Progettazione dell’Architettura. Dal 1993 al 1996 è stato redattore della rivista quadrimestrale Manocomete, diretta da Giancarlo Majorino. Dal 1994 al 1996 viene incaricato di insegnamento in Storia dell’arte e disegno al Civico Liceo Serale di via Marsala a Milano. Nel 1997 ottiene Borsa di studio del Consiglio Nazionale delle Ricerche per la tesi dal titolo Ambiente mediterraneo: migrazioni etniche e città di fondazione. Dal 2004 è dottore di ricerca in Composizione architettonica. Dal 2007 è ricercatore in Composizione architettonica. E’ stato membro del gruppo di ricerca Architettura e città (con i professori Guido Canella, Lucillo Stellario d’Angiolini, Antonio Acuto, Pellegrino Bonaretti, Enrico Bordogna, Marco Canesi, Vincenzo Donato), del quale gli interessi si sono rivolti alle figure e alle esperienze dell’architettura moderna e contemporanea, alle tipologie delle principali attività di vita associata, ai caratteri degli insediamenti, ad alcuni protagonisti dell’architettura italiana ed internazionale del Novecento e al rapporto tra architettura e fenomeni strutturali e congiunturali della società. Autore e coautore di testi di critica architettonica, di numerosi progetti di architettura e urbanistica eseguiti anche come allievo nei corsi universitari alla Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano, per autocommittenza, per le esposizioni a tema, proposti con fine dimostrativo nei corsi di composizione e nei laboratori di progettazione della Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano, proposti con fine dimostrativo in laboratori di altri seminari e facoltà. Ha partecipato e partecipa ai più importanti concorsi nazionali e internazionali di architettura come capogruppo.
Mostre collettive hanno illustrato l’opera realizzata e i progetti di concorso, con pubblicazione e critica in cataloghi e riviste.
Davide Guido (1973)
Laureato alla Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano, dove insegna dal 2007. Incaricato di insegnamento in Discipline architettoniche al Liceo Artistico di Monza dal 2007. Ottiene borsa di studio dal Fondo Sociale Europeo per una ricerca sull’opera di Ricardo Porro (2005). Dottorato di ricerca in Composizione architettonica (2006). Partecipa, con Vittorio Garatti e Riccardo Canella, alla Biennale di Architettura dell’Avana (2000, 2002, 2004). Per il Festival dell’Architettura di Parma cura, con Patricia Baroni e Claudio Pavesi, la mostra Garatti Gottardi Porro. Dal paesaggio del Country Club alle Scuole Nazionali d’Arte dell’Avana (2008). Dal 2000 svolge attività professionale alternando la collaborazione con lo studio Canella Achilli Architetti e lo studio Garatti Associati, partecipando a progetti per edifici pubblici e a concorsi d’architettura.


Scrivi la tua recensione

Solo gli utenti registrati possono scrivere recensioni. Accedi oppure Registrati

Prodotti consigliati

Back to top