SERVIZIO CLIENTI 0541.628242 Lunedì - Venerdì / 8.30-17.30

Cerca nel Sito
Sconto 20%
Database 
per il  fundraising

Database 
per il fundraising

Autori Gianluca Sordiglioni
Editore Maggioli Editore
Formato Cartaceo
Dimensione 17x24
Pagine 202
Pubblicazione Aprile 2017 (II Edizione)
ISBN / EAN 8891621221 / 9788891621221
Collana Philanthropy

Gestire 
efficacemente 
le informazioni 
per fare
 raccolta fondi

Prezzo Online:

26,00 €

20,80 €

Il database per le organizzazioni nonprofit è un efficace strumento di gestione interna. Per il fundraiser, l’utilizzo di un database è imprescindibile per mantenere proficui contatti con i donatori. 

Quali sono i criteri di scelta nel vasto panorama dei produttori? Come pianificare il proprio lavoro? Come gestire una campagna di raccolta fondi? Quali dati sono necessari? Quali informazioni si possono ottenere?

Questo volume risponde alle domande del fundraiser con un taglio informale, diretto, dettagliato e non tecnico, orientato allo studio di casi reali.
Viene posto l’accento sulla necessità di infondere una “cultura del dato” che passa attraverso il trattamento e il miglioramento delle informazioni che le organizzazioni raccolgono nello svolgimento delle proprie attività.

Questa nuova edizione espande le sezioni relative all’acquisizione di nuovi contatti e alla selezione dei potenziali donatori, aggiungendo i concetti di segmentazione del target e analisi dei dati. Sono stati introdotti, inoltre, nuovi esempi e numerosi consigli per consentire al lettore di coltivare autonomamente la propria base dati.

Il libro si rivolge a fundraiser e responsabili della raccolta fondi, membri del consiglio direttivo che desiderano migliorare i processi interni dell’organizzazione, presidenti e responsabili di gestione e, più in generale, a tutti coloro che sono interessati al fundraising.

Gianluca Sordiglioni è responsabile fundraising presso la Fondazione Grigioni per il Morbo di Parkinson e l’Associazione Italiana Parkinsoniani (AIP), due realtà fortemente attive nell’informazione e nella ricerca scientifica al fine di trovare una cura per la malattia di Parkinson. Da venti anni è legato all’AIP. È docente di Database e Analisi dei dati presso il Master in Fundraising dell’Università di Bologna, sede di Forlì. In passato ha progettato ed implementato servizi, sistemi e soluzioni per i settori delle telecomunicazioni, internet e sanità.

Prefazione
I destinatari del libro
Modalità di lettura

Capitolo 1 - Che cos’è un database?

Capitolo 2 - Per quale motivo i fundraiser hanno bisogno di un database?
2.1. Supportare il ciclo di fundraising
2.2. Efficienza ed efficacia
2.2.1. A che velocità?
2.2.2. Con quale efficienza?
2.2.3. Quanto completo?
2.3. Una giornata con il database
2.3.1. Un nuovo amico
2.3.2. Al telefono
2.3.3. Una nuova spedizione
2.3.4. L’appello speciale
2.3.5. Brainstorming

Capitolo 3 - Il progetto database
3.1. Pianificazione
3.2. Progettazione
3.2.1. Modalità di fruizione
3.2.2. Studio delle soluzioni
3.2.3. Criteri di scelta
3.2.4. Le soluzioni
3.2.5. Usare sistemi CRM per il fundraising
3.3. Implementazione
3.3.1. Organizzare il database: le tabelle principali
–– La tabella delle anagrafiche.
–– La tabella delle donazioni
–– La tabella spedizioni
–– Campagne e appelli
–– Registrazione di informazioni generali
–– Volontari
–– Donatori di alte somme di denaro e celebrità
–– Parlamentari, consiglieri regionali e comunali
–– Professionisti della Sanità e della Previdenza Sociale
–– Contatti con i media
–– Aziende
–– Società d’investimento
–– Enti statutari
–– Altre organizzazioni di supporto
–– Sezioni/gruppi locali
–– Indicatori di contatto
–– Relazioni e legami tra i contatti
3.3.2. Inserimento dei dati fondamentali
–– Nomi ed indirizzi postali
–– CAP
–– E-mail
–– Il codice fiscale
–– Le forme di saluto
–– Conversione e inserimento dei dati
–– Campi obbligatori, opzionali e valori di default
3.3.3. Predisporre il database per le fonti di dati
–– Bollettini
–– Bonifici bancari
–– SDD
–– Internet
–– Carte di credito e donazioni online
–– Codici a barre e QR Code
–– Sicurezza degli accessi
–– Obblighi di legge
3.3.4. Le ricerche
3.3.5. Documentare le procedure

Capitolo 4 - Costruire ed utilizzare un database di fundraising
4.1. Costruzione del caso
4.1.1. Campagne e progetti
4.1.2. N ominare le campagne/fondi
4.1.3. Gestione della campagna
4.1.4. Organizzare le campagne
4.2. La ricerca del target
4.2.1. Acquisire nuovi contatti
–– Database telefonico
–– Database elettorale
–– Raccogliere le email
–– Telefono
–– Lead generation
4.2.2. La selezione dei potenziali donatori
–– Segmentazione semplice
–– Demografia
–– Selezionare i capoluoghi di provincia con Excel
–– Segmentazione basata sulle donazioni passate
–– Analisi di Pareto
–– Analisi RFM
–– Un esempio di RFM con Excel
–– Metodi statistici
4.2.3. Selezione dal database
4.2.4. Liste civetta
4.2.5. Black List
4.3. La strategia
4.3.1. Prendere contatti tramite direct mail
–– Preparazione alla posta
–– Dalla selezione alla posta
–– Come costruire un bollettino postale
4.3.2. Notiziario
–– Fax
–– Utilizzare le email
–– Realizzare gli approcci tramite un contatto personale
–– Registrazione di contatti personali
–– Registrazione delle promesse di donazione
–– Lasciti
–– Proprietà dei contatti e sicurezza
4.3.3. Eventi
–– Gestione delle finanze
–– Reporting
–– Distinguere tra entrate degli eventi e donazioni
4.3.4. Face-to-face
4.3.5. Contenitori per la raccolta delle donazioni
–– Commercio ed ordini per corrispondenza
4.3.6. Dare ai donatori ciò che vogliono
4.4. Monitoraggio delle campagne
4.4.1. Lettere di ringraziamento
4.4.2. Registrazione della corrispondenza
4.4.3. Campagne email, newsletter, mailing list
4.4.4. Donazioni in memoria
4.4.5. Critiche/Lamentele
4.4.6. Rispondere alle richieste
4.4.7. Procedure per l’inserimento delle donazioni
4.4.8. Soci ed abbonati
4.4.9. Donazioni regolari – ordini permanenti
4.4.10. Donazioni regolari – SDD – addebitamento diretto
4.4.11. Piani di donazione mediante trattenute sullo stipendio
4.4.12. Donazioni aziendali
4.4.13. Sponsorizzazioni aziendali
4.4.14. Report

Capitolo 5 - Trasformare i dati in informazioni
5.1. Ottenere analisi di dati ed immagini visive
5.2. I cinque livelli di interattività
5.2.1. Report standard prodotti da database di fundraising
5.2.2. Cruscotti interattivi
5.2.3. Analisi avanzate
5.3. Consolidamento dei dati
5.4. Connessione con altri sistemi
5.5. Campagne con pochi dati
5.5.1. 5 per mille
5.5.2. SMS Solidale
5.5.3. Radio, televisione, giornali, riviste
5.4.4. Fonti inaspettate

Capitolo 6 - Amministrazione del database
–– Ripristino dei dati
–– Backup
–– Antivirus
–– Selezioni e report complessi
6.1. Le funzioni del supervisore
6.1.1. Gestione dei dati
6.1.2. Controlli di sicurezza
6.1.3. Controllo dei processi
6.1.4. Database disallineati
6.2. Operazioni periodiche
6.2.1. Importazione ed esportazione
6.2.2. Migliorare la qualità dei dati
6.2.3. Record duplicati
–– Casi di duplicazione
–– Un semplice metodo per trovare record doppi con Excel
6.2.4. Aggiornamenti globali

Capitolo 7 - Orientamenti futuri
7.1. Computer Telephony Integration (CTI)
7.2. Business Intelligence
7.3. Network Computer
7.4. Tablet
7.5. Integrazione dei sistemi
7.6. Database accessibili da web

Conclusioni

Appendice
A.1. Elenco delle province italiane
A.2. Questionario di valutazione del database

Indice analitico
Indice delle interviste
Indice delle figure
Indice delle tabelle


Scrivi la tua recensione

Solo gli utenti registrati possono scrivere recensioni. Accedi oppure Registrati

Prodotti consigliati

Back to top