Gli ordini effettuati dal 12 al 20 agosto 2017 saranno evasi a partire dal 21 agosto

SERVIZIO CLIENTI 0541.628242 Lunedì - Venerdì / 8.30-17.30

Cerca nel Sito
Sconto 15%
Guida ai Piani di Sicurezza 2.0

Guida ai Piani di Sicurezza 2.0

Autori Luca Lenzi, Carmine Moretti, Francesco Loro
Editore Maggioli Editore
Formato Cartaceo
Dimensione 21x29,7
Pagine 284
Pubblicazione 2016 (I Edizione)
ISBN / EAN 8891618702 / 9788891618702
Collana Ambiente Territorio Edilizia Urbanistica

Manuale per la Redazione,l'aggiornamento e la gestione di PSC, POS, PSS e del Fascicolo tecnico 

Aggiornato al decreto 25 maggio 2016, n. 183 (SINP)

- Percorso guidato per la realizzazione dei documenti
- Modelli e schede editabili e personalizzabili
- Strumenti per la gestione e la verifica del cantiere
- Utilizzo in cantiere delle nuove tecnologie
- Costi della sicurezza

 

Prezzo Online:

54,00 €

45,90 €

Se acquisti questo prodotto, ti mancano 3,10€ per avere la spedizione gratuita

La guida ai piani di sicurezza 2.0 fornisce un vero e proprio percorso guidato per la redazione del Piano di Sicurezza e Coordinamento (PSC), del Fascicolo Tecnico (FT), del Piano Operativo di Sicurezza (POS) e del Piano Sostitutivo di Sicurezza (PSS), accompagnando passo per passo il tecnico nella redazione, nell’organizzazione e nella gestione della documentazione.

Le schede delle lavorazioni sono state realizzate con una nuova impostazione grafica, con l’aggiunta di alcune funzionalità (quali la possibilità di spuntare direttamente sul file le caselle d’interesse del compilatore - è richiesto MS Word 2010) e aggiornate nei contenuti; inoltre è stata inserita la segnaletica relativa ai DPI necessari per il corretto svolgimento della lavorazione.

L’opera offre agli addetti ai lavori uno strumento operativo chiaro, comprensibile e preciso e risponde alle richieste degli enti di controllo, dato che negli ultimi anni si è ravvisata la tendenza a ricercare la modalità di realizzazione dei documenti presentata in questa guida.

Rivestono particolare importanza, inoltre, le indicazioni riguardanti la gestione dei documenti durante le fasi del cantiere, specialmente per quanto concerne le modalità di aggiornamento.

Sono presenti chiare istruzioni per esercitare correttamente il coordinamento e il controllo di cantiere, mediante verbali, moduli e aggiornamenti, non solo delle interferenze e delle lavorazioni, ma anche delle imprese e dei lavoratori autonomi, sia dal punto di vista dell’impresa affidataria e/o esecutrice che del coordinatore.

Un’altra novità di questa guida è rappresentata dall’inserimento di una sezione dedicata a tecnologie e applicazioni digitali, utili strumenti per la gestione e la verifica del cantiere.

La guida è aggiornata, per la parte relativa ai costi della sicurezza, al decreto 26 maggio 2016, n. 183 del Ministero del lavoro e delle politiche sociali, pubblicato in G.U. n. 226 del 27 settembre 2016, relativo al Regolamento recante regole tecniche per la realizzazione e il funzionamento del SINP, nonchè le regole per il trattamento dei dati, ai sensi dell'articolo 8, comma 4, del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81.

L’acquisto della guida include l’accesso al sito www.pianisicurezza.it contenente la modulistica completa ed editabile (richiesto MS Word 2010) per la redazione di PSC, POS, Fascicolo tecnico dell’opera e PSS personalizzabili.
Utilizzando il codice alfanumerico allegato in fondo al volume, è possibile consultare tutti gli eventuali aggiornamenti. All’interno del volume sono presenti le indicazioni per effettuare l’accesso alla pagina on line.

Luca Lenzi, ingegnere della sicurezza, è docente e coordinatore presso l’Istituto Professionale Lavoratori Edili della Provincia di Bologna e docente a contratto presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna nonché titolare dello studio di ingegneria omoni- mo. In ambito cantieristico vanta un’esperienza ventennale nel Coordinamento sia in Progettazione che in Esecuzione e segue come consulente o RSPP importanti imprese operanti in ambito edile e del restauro.
Carmine Moretti, ingegnere ambientale, è consulente aziendale e titolare dello studio TMA Srl di Bologna. Si occupa dal 2003 di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro e ambiente. È consulente per aziende con sedi dislocate in varie regioni del territorio nazionale. Negli ultimi anni ha realizzato e curato diverse pubblicazioni in materia di sicurezza sul lavoro.
Francesco Loro, ingegnere edile, è docente di progettazione, costruzioni, impianti e disegno tecnico presso istituti tecnici e professionali. Da sempre appassionato di modellazione dell’architettura, si occupa da anni di sicurezza aziendale e organizzazione del cantiere fornendo consulenza e collaborando con aziende e professionisti nell’ambito della progettazione e del cantiere.

INTRODUZIONE
– Premessa
– Il Titolo IV del d.lgs. 81/2008: campo di applicazione
– Le figure in cantiere

1. IL PIANO DI SICUREZZA E COORDINAMENTO

INTRODUZIONE
– Premessa
– Il Titolo IV del d.lgs. 81/2008: campo di applicazione
– Le figure in cantiere
1. IL PIANO DI SICUREZZA E COORDINAMENTO
1.1. Aspetti normativi
1.2. Scopo e ambito di applicazione del PSC
1.3. Analisi puntuale dei contenuti minimi
1.4. PSC semplificato
1.5. Il modello proposto
– PSC come processo
– Fase conoscitiva
– Fase valutativa
– Fase programmatica
– Fase gestionale
– Le parti del documento
1.5.1. Frontespizio
– Esempio di copertina compilata
1.5.2. Quadro riepilogativo inerente gli obblighi di trasmissione
– Esempio di quadro riepilogativo inerente gli obblighi di trasmissione compilato
1.5.3. Organigramma di cantiere
– Esempio di organigramma di cantiere compilato
1.5.4. Descrizione degli interventi
1.5.5. Descrizione delle lavorazioni
– Esempio di descrizione delle lavorazioni compilata
1.5.6. Descrizione del contesto
– Inquadramento territoriale
– Esempio di inquadramento territoriale compilato
1.5.7. Individuazione, analisi e valutazione dei rischi relativi all’area di cantiere
– Esempio di individuazione analisi e valutazione dei rischi relativi all’area di cantiere compilato
1.5.8. Organizzazione del cantiere
– Esempio di organizzazione del cantiere compilato
1.5.9. Procedure
– Procedura di attuazione e aggiornamento del PSC
– Procedura di gestione delle imprese
– Procedure specifiche di cantiere
– Procedura di accesso al cantiere
– Procedura di accesso in quota
– Procedura di montaggio
– Procedura di demolizione
1.5.10. Rischi in riferimento alle lavorazioni
– Criterio di valutazione del rischio
– Esempio di scheda di lavorazione compilata
1.5.11. Organizzazione dei servizi di pronto soccorso, antincendio ed evacuazione dei lavoratori
– Piano di primo soccorso, antincendio e di gestione delle emergenze
1.5.12. Misure di coordinamento relative all’uso comune di apprestamenti, attrezzature, infrastrutture, mezzi e servizi di protezione collettiva
– Schede delle macchine e attrezzature
– Esempio di scheda delle macchine e attrezzature compilata
– Modulo PSC-04
– Esempio di modulo PSC-04 compilato
1.5.13. Modalità organizzative della cooperazione e del coordinamento
– Moduli di aggiornamento del PSC
– Permessi di lavoro
– Esempio di permesso di lavoro compilato
– Verbali di coordinamento e sopralluogo
– Esempio di coordinamento e sopralluogo compilato
1.5.14. Cronoprogramma
– Esempio di cronoprogramma compilato
– Stima dei costi della sicurezza
– Planimetria di cantiere

2. IL PIANO OPERATIVO DI SICUREZZA
2.1. Aspetti normativi
2.2. Scopo e ambito di applicazione del POS
2.3. Analisi puntuale dei contributi minimi
2.4. POS semplificato
2.5. Il modello proposto
– POS come processo
– Fase conoscitiva
– Fase valutativa
– Fase programmatica
– Fase gestionale
– Le parti del documento
2.5.1. Copertina
2.5.2. Premessa
2.5.3. Modalità di revisione del POS
2.5.4. Anagrafica di cantiere
2.5.5. Dati identificativi dell’impresa
2.5.6. Orario e turni di lavoro
2.5.7. Gestione dei subappalti
– Esempio di gestione dei subappalti compilata
2.5.8. Organigramma per la sicurezza dell’impresa
– Esempio 1 con nominativi
– Esempio 12 con foto cartellini
2.5.9. Organigramma del servizio di primo soccorso, antincendio ed evacuazione dei lavoratori
– Esempio 1 con nominativi
– Esempio 12 con foto cartellini
2.5.10. Numero, qualifica, mansione, esito della valutazione del rumore e formazione svolta dai lavoratori operanti in cantiere per conto dell’impresa
– Esempio 1 con nominativi
– Esempio 12 con foto cartellini
2.5.11. Mansionario per la sicurezza
2.5.12. Informazione e formazione
2.5.13. Dispositivi di protezione individuale forniti i lavoratori
2.5.14. Lavorazioni oggetto dell’appalto
2.5.15. Descrizione delle lavorazioni
– Esempio di descrizione delle lavorazioni compilata. »
2.5.16. Misure preventive e protettive integrative al PSC
– Sostanze e preparati pericolosi
2.5.17. Servizi e gestione del cantiere
2.5.18. Valutazione dei rischi e azioni di prevenzione e protezione
– Criterio di valutazione del rischio
2.5.19. Scheda mansione o Gruppo Omogeneo
2.5.20. Procedure esecutive per fasi lavorative
– Esempio di scheda di lavorazione compilata
– Esempio di procedura di lavoro prevalentemente grafica
2.5.21. Elenco delle attrezzature e delle macchine presenti in cantiere
2.5.22. Schede utensili, macchine
– Esempio di scheda utensili, macchine compilata
2.5.23. Elenco dei ponteggi, ponti su ruote a torre e di altre opere provvisionali presenti in cantiere
– Ponti su ruote a torre (Trabattelli)
– Opere provvisionali (Ponteggi)
2.5.24. Schede opere provvisionali
2.5.25. Organizzazione del servizio di pronto soccorso, antincendio ed evacuazione dei lavoratori
2.5.26. Piano di primo soccorso, antincendio e di gestione delle emergenze
– Tabella sintetica procedure emergenza
– Numeri di emergenza esterni
– Numeri di emergenza interni
– Schema per le chiamate d’emergenza
– Istruzioni di sicurezza
– Allegati
2.5.27. Esempio di procedura di lavoro prevalentemente grafica

3. IL FASCICOLO TECNICO DELL’OPERA
3.1. Aspetti normativi e ambito di applicazione
3.2. Analisi puntuale dei contenuti minimi
3.3. FT semplificato
3.4. Il modello proposto
– Fase conoscitiva
– Fase valutativa
– Fase programmatica
– Fase gestionale
3.4.1. Copertina
– Esempio di copertina compilata
3.4.2. Quadro riepilogativo inerente gli obblighi di trasmissione
– Esempio del quadro riepilogativo inerente gli obblighi di trasmissione compilato
3.4.3. Individuazione delle imprese
– Esempio di tabella di individuazione delle imprese compilata
3.4.4. Modalità per la descrizione dell’opera e l’individuazione dei soggetti interessati
– Scheda I – 1 Descrizione sintetica della struttura
– Scheda I – 2 Individuazione dei soggetti con compiti di sicurezza
3.4.5. Individuazione dei rischi, delle misure preventive e
protettive in dotazione dell’opera e di quelle ausiliarie
– Esempio di scheda compilata
3.4.6. Indicazioni per la definizione dei riferimenti della documentazione di supporto esistente
– Esempio di scheda III-2 compilata
3.4.7. Procedure di accesso ai luoghi di lavoro
– Esempio di procedura di accesso ai luoghi di lavoro compilata
3.4.8. Procedure di lavoro
– Esempio di procedura di lavoro compilata
3.4.9. Modulo di aggiornamento del fascicolo tecnico

4. IL PIANO DI SICUREZZA SOSTITUTIVO
4.1. Aspetti normativi
4.2. Scopo e ambito di applicazione del PSS
4.3. Analisi puntuale dei contenuti minimi
4.4. PSS semplificato
4.5. Il modello proposto
– PSS come processo
– Fase conoscitiva
– Fase valutativa
– Fase programmatica
– Fase gestionale
– Le parti del documento

5. CALCOLO DEI COSTI DELLA SICUREZZA
5.1. Aspetti normativi
5.2. La stima dei costi della sicurezza
5.2.1. Costi aziendali
5.2.2. Costi della sicurezza
5.3. La liquidazione dei costi della sicurezza

6. GESTIONE DELLA DOCUMENTAZIONE DI CANTIERE E VERIFICHE
6.1. La notifica preliminare
6.2. Gli enti di controllo e ispezione
– Le aziende ASL
– L’Ispettorato del Lavoro
– L’INAIL
– I Vigili del Fuoco
– La contravvenzione e la sanzione
6.3. La valutazione di idoneità delle imprese e lavoratori autonomi
– Idoneità tecnica professionale
6.3.1. Autocertificazione All. XVII per impresa
6.3.2. Autocertificazione All. XVII per impresa familiare
6.3.3. Autocertificazione All. XVII per lavoratore autonomo
6.4. Il controllo del POS
– Check list di controllo del POS
6.5. La verifica della formazione del personale
– Modulo di ammissione in cantiere
– Esempio di check-list per la verifica del cantiere da parte dell’impresa
– Modulo di Consegna dei D.P.I.
6.6. Moduli e modelli

7. NUOVI STRUMENTI: I-AUDITOR, DROPBOX, WHATSAPP
7.1. L’utilizzo di nuovi strumenti per la gestione del cantiere
7.2. I-AUDITOR
– Verbale di sopralluogo
– Verbale di coordinamento
– Permesso di lavoro
– Programma delle lavorazioni
7.3. Dropbox
7.4. Whatsapp

  1. Utile e pratico Recensito da F.

    Il volume contiene tutte le informazioni e molti modelli per poter sviluppare i piani della sicurezza. Completa di numerose schede, non è solo una spiegazione dei documenti per il Coordinamento ma è soprattutto una guida pratica per redigere i propri. (pubblicato su 14/12/2016)

  2. La guida essenziale alla sicurezza. Recensito da Fabio

    Finalmente il libro che cercavo. Semplice e chiaro con modelli facilmente editabili. Ottimi spunti e idee sulla gestione del cantiere con strumenti elettronici. (pubblicato su 23/11/2016)


Scrivi la tua recensione

Solo gli utenti registrati possono scrivere recensioni. Accedi oppure Registrati

Prodotti consigliati

Back to top