SERVIZIO CLIENTI 0541.628242 Lunedì - Venerdì / 8.30-17.30

Sconto 15%
I derivati in bilancio

I derivati in bilancio

Autori A cura di Antonio Chirico
Editore Maggioli Editore
Formato Cartaceo
Dimensione 17x24
Pagine 302
Pubblicazione Aprile 2017 (I Edizione)
ISBN / EAN 8891621955 / 9788891621955
Collana Speciale Bilancio

VALUTAZIONE E RAPPRESENTAZIONE  

Aggiornato con il nuovo Principio Contabile 32
-  Definizione, tipologie e classificazione
-  I derivati di negoziazione e la rappresentazione in bilancio
-  I rischi aziendali e le operazioni di copertura
-  Le regole generali delle operazioni di copertura
-  Le regole di hedge accounting per la rappresentazione in bilancio
-  I titoli strutturati
-  I derivati nel rendiconto finanziario 

Prezzo Online:

32,00 €

27,20 €

Il volume è dedicato ad una delle più importanti novità introdotte dalla Direttiva UE 13/34, recepita in Italia dal D.Lgs. n. 139/2015, ovvero l’obbligatorietà della rappresentazione in bilancio degli strumenti finanziari derivati. 

Tale  adempimento sarà oggetto di prima applicazione sui bilanci chiusi al 31 dicembre 2016: appositamente l’OIC ha emanato in forma definitiva il 22 dicembre 2016 il Principio Contabile 32, che disciplina appunto tali prodotti finanziari. 

La trattazione, dopo una parte introduttiva sulla definizione, le tipologie ed i criteri di classificazione degli strumenti finanziari derivati, affronta il tema della loro valutazione e rappresentazione in bilancio, secondo i principali modelli di hedging, completando la disamina con le informazioni da inserire nel rendiconto finanziario e nella nota integrativa. 

A corredo dell’esposizione, vengono presentate alcune esemplificazioni pratiche di quanto esposto.

Antonio Chirico, Professore associato di Ragioneria presso il Dipartimento di Management e Diritto della Facoltà di Economia dell’Università degli studi di Roma “Tor Vergata”, dove insegna anche Managerial Accounting nei corsi specialistici in italiano e in lingua inglese. È Dottore di ricerca in Banca e Finanza. Attualmente è coordinatore del Corso di Laurea Magistrale in Economia e Management. È professore a contratto di Revisione, Deontologia e Tecnica Professionale presso la LUISS “Guido Carli” di Roma. Membro del Collegio dei docenti di vari Master della Facoltà di Economia di Roma “Tor Vergata”, svolge attività di ricerca su temi di contabilità, bilancio, cost accounting e controllo di gestione. Sugli stessi temi svolge attività di formazione presso imprese, enti pubblici e privati.

1 Gli strumenti finanziari derivati: definizione, tipologie e criteri di classificazione
1 Gli strumenti finanziari derivati
2 Finalità
3 Tipologie
4 Criteri di iscrizione in bilancio e valutazione degli strumenti finanziari derivati (cenni e rinvio)
5 I forward
6 I futures
7 I Forward Rate Agreement (FRA)
8 Gli swaps
9 Le options
10 Le opzioni sui tassi di interesse
2 I derivati di negoziazione: contabilizzazione e rappresentazione in bilancio
1 Considerazioni introduttive
2 La rilevazione iniziale degli strumenti finanziari derivati
3 La valutazione successiva degli strumenti finanziari derivati di negoziazione e la determinazione del fair value
4 I derivati di negoziazione: esempi di contabilizzazione e rappresentazione in bilancio
3 I rischi aziendali e le operazioni di copertura
1. Considerazioni introduttive
2. Il rischio generale d’impresa
3. Il sistema dei rischi specifici
4. Le problematiche di gestione dei rischi aziendali
5. Le operazioni di copertura: prime considerazioni
4 Le operazioni di copertura: caratteristiche generali
1 Considerazioni introduttive
2 Le operazioni di copertura: inquadramento generale
3 La classificazione delle operazioni di copertura
4 Profili teorici delle operazioni di copertura: i modelli di determinazione del reddito
4.1 Il reddito realizzato: i principi della competenza economica e della coerenza valutativa
4.2 Il reddito maturato
5 I modelli contabili di riferimento delle operazioni di copertura: gli elementi costitutivi
6 La valutazione delle performance delle operazioni di copertura
5 La rappresentazione in bilancio delle operazioni di copertura: le regole di hedge accounting
1 Considerazioni introduttive
2 Le regole di hedge accounting
3 Gli strumenti di copertura
4 Le posizioni coperte
5 Le tipologie di hedge accounting
5.1 La fair value hedge
5.2 La cash flow hedge
6 I requisiti per l’applicazione delle regole di hedge accounting
7 Il giudizio sull’efficacia delle coperture
7.1 Il giudizio sull’efficacia delle coperture (segue): l’indice di copertura
7.2 Il giudizio sull’efficacia delle coperture (segue): il timing per la valutazione
8 Il processo di revisione dello IAS 39: l’IFRS 9 e le tendenze del processo di riforma in atto
9 Gli strumenti finanziari derivati e la transizione alle nuove regole contabili: alcune considerazioni
10 Esempi di contabilizzazione di operazioni di copertura
11 Le informazioni sui derivati nella nota integrativa
6 I titoli strutturati
1 I titoli strutturati: definizioni e caratteristiche di base
2 I rischi dei prodotti strutturati
3 Le principali tipologie di titoli strutturati
3.1 Equity linked, Index linked, Commodity linked
3.2 Reverse convertible
3.3 Obbligazione trasformabile
3.4 Reverse floater
3.5 Obbligazioni drop-lock
3.6 Titoli callable
3.7 Titoli putable
3.8 Titoli capped (titoli a cedola massima) e titoli floored (titoli a cedola minima)
3.9 Average Linked Bond
3.10 Credit Linked Notes (CLN)
3.11 Obbligazioni Dual Currency
7 Le informazioni sui derivati nel rendiconto finanziario
1 Considerazioni introduttive
2 Il rendiconto finanziario: definizione, grandezza di riferimento e struttura
2.1 I flussi finanziari dell’attività operativa
2.2 I flussi finanziari dell’attività d’investimento
2.3 I flussi finanziari delle attività di finanziamento
3 La riclassificazione dei flussi di cassa afferenti agli strumenti finanziari derivati
4 Esempi di rappresentazione dei flussi di cassa derivanti da operazioni con i derivati


Scrivi la tua recensione

Solo gli utenti registrati possono scrivere recensioni. Accedi oppure Registrati

Prodotti consigliati

Back to top