SERVIZIO CLIENTI 0541.628242 Lunedì - Venerdì / 8.30-17.30

Sconto 15%
Il danno psichico e la prova nel processo

Il danno psichico e la prova nel processo

Autori Francesca Toppetti
Editore Maggioli Editore
Formato Cartaceo
Dimensione 17x24
Pagine 230
Pubblicazione Ottobre 2016 (I Edizione)
ISBN / EAN 8891606723 / 9788891606723
Collana Collana Legale - L'Attualità del diritto

PROFILI SOSTANZIALI E PROCESSUALI DELL’ACCERTAMENTO

Prezzo Online:

28,00 €

23,80 €

Il volume esamina il danno psichico che deve esserein sede processuale – provato mediante l’oggettiva dimostrazione dell’esistenza di uno stato di compromissione di una qualsiasi delle funzioni psichiche dell’individuo e analizza nel dettaglio la fase di accertamento, nello specifico la documentazione da allegare, il ruolo del C.T.U. (poteri, doveri e limiti) e l’autonomia del giudice rispetto al C.T.U..

Attraverso un’ampia e recente rassegna giurisprudenziale, questo indispensabile strumento professionale, nella prima parte, ricostruisce le fattispecie più rilevanti: danno psichico da stalking, danno biologico terminale, lutto patologico, sequele psichiche del minore vittima di abusi, danno psichico e malpractice sanitaria, danno psichico da nascita indesiderata, mobbing, nonnismo, bullismo.

Approfondisce inoltre, il nuovo tema della compromissione dell’ambiente come causa di danno psichico, individuando una serie di circostanze connesse alla paura di ammalarsi del soggetto quali l’immissione di rumori molesti, l’inquinamento e i disastri ambientali.

La seconda parte del testo chiarisce il punto di vista tecnico specialistico e il ruolo dello psichiatra, indispensabile nella dimostrazione del nesso di causa e valutazione quantitativa del danno, con le patologie psichiatriche collegate.


Francesca Toppetti, 
Avvocato, esperta in assistenza e consulenza in materia di responsabilità professionale in ambito sanitario e di risarcimento del danno, esercita la professione a Roma. Autrice di numerosi saggi e monografie in materia di responsabilità civile, professionale e di tutela della persona. Relatrice, in qualità di consulente specialista, a numerosi convegni e congressi nazionali. Studia da sempre il danno alla persona nelle sue numerose sfaccettature, dedicandosi ora anche alla tutela della salute per problemi collegati agli agenti di inquinamento ambientale.
Massimo Di Giannatonio, Psichiatra, Direttore del Dipartimento di salute mentale della ASL 2 Abruzzo Lanciano-Vasto-Chieti, nonché Direttore della Scuola di specializzazione in psichiatria della Facoltà di Medicina dell’Università di Chieti. Fondatore e Direttore della Scuola di specializzazione di Psicoterapia psicoanalitica breve di Chieti. Redattore e membro del comitato scientifico di riviste scientifiche italiane ed estere. Volto televisivo nazionale di Rai Uno, come consulente del programma “La Vita in Diretta”.

Parte Prima - DEFINIZIONI E PROFILI GIURISPRUDENZIALI
Capitolo I – La prova del danno psichico
1. Introduzione
2. Il danno psichico come alterazione patologica dell’integrità mentale
3. La consulenza tecnica d’ufficio e la quantificazione del danno
3.1. La consulenza tecnica d’ufficio e l’accertamento del danno psichico
3.2. Il nesso di causalità
3.3. La scelta del consulente tecnico d’ufficio
3.4. Le norme procedimentali in tema di CTU
3.5. Il quesito
Capitolo II – La giurisprudenza italiana in tema di danno psichico
1. Il danno psichico da stalking
1.1. Un breve excursus
1.2. Il danno psichico da stalking è di più del “perdurante e grave stato di ansia o di paura”
2. La plurioffensività dell’evento-morte: il danno biologico terminale e il danno psichico da lutto patologico
2.1. Il danno biologico terminale
2.2. Il lutto patologico: i delicati confini tra danno morale e danno psichico
3. Le sequele psichiche sul minore abusato sessualmente
4. Il danno psichico per inesatta esecuzione di prestazione sanitaria
4.1. La sofferenza morale e il disturbo mentale derivanti da condotte di medical malpractice
4.2. Il danno psichico da wrongful birth
5. Il danno psichico prodotto a lavoratori, scolari, minori: vittime del mobbing nelle sue plurime forme
5.1. Il mobbing nel luogo di lavoro
5.2. Il nonnismo
5.3. Il bullismo
5.4. Il mobbing in famiglia. La sindrome da alienazione parentale
6. Compromissione dell’ambiente e danno psichico
6.1. Le immissioni di rumori molesti
6.2. Il danno da disastro ambientale e la paura di ammalarsi
6.3. Inquinamento e danno psichico
Parte Seconda - IL PUNTO DI VISTA DELLO PSICHIATRA
Capitolo III – Lo psichiatra e la prova del danno psichico
1. Definizione e classificazione
2. La prova del danno psichico: criteri e metodi
2.1. In che modo si possono dimostrare il nesso di causa e la valutazione quantitativa del danno?
3. Danno psichico e patologie psichiatriche
3.1 Disturbi d’ansia
3.2. Disturbi depressivi
Capitolo IV – Il danno biologico psichico nelle diverse sfaccettature applicative
1. Lo stalking o sindrome del molestatore assillante
1.1. Il profilo dello stalker e la sua pericolosità sociale
1.2. Il danno psichico nelle vittime di stalking
2. Il disturbo da lutto persistente complicato
3. Le sequele psichiche sul minore abusato sessualmente
4. Responsabilità professionale: il danno psichico da menomazione somatica
5. Il mobbing
5.1. Le vittime del mobbing nel luogo di lavoro
5.2. Quali conseguenze sul mobbizzato da un punto di vista clinico?
5.3. Il mobbing in ambiente familiare: la sindrome da alienazione parentale


Scrivi la tua recensione

Solo gli utenti registrati possono scrivere recensioni. Accedi oppure Registrati

Prodotti consigliati

Back to top