SERVIZIO CLIENTI 0541.628242 Lunedì - Venerdì / 8.30-17.30

Cerca nel Sito
Sconto 15%
Isee e prestazioni sociali   e socio-sanitarie

Isee e prestazioni sociali e socio-sanitarie

Autori Massimiliano Gioncada - Francesco Trebeschi - Paolo Achille Mirri - Alessandro Candido
Editore Maggioli Editore
Formato Cartaceo
Dimensione 17x24
Pagine 410
Pubblicazione Luglio 2015 (I Edizione)
ISBN / EAN 8838775413 / 9788838775413
Collana Servizi sociali e diritto

Compartecipazione, riparto degli oneri, contenzioso

Prezzo Online:

46,00 €

39,10 €

Spedizione Gratuita

Salutato come uno strumento efficiente, sostenibile, flessibile ed equo, in sede di verifica della capacità economica dei cittadini che chiedono prestazioni sociali agevolate, l’ISEE disegnato dal d.P.C.M. 5 dicembre 2013, n. 159, nei primi mesi di vita, ha già incontrato diversi ostacoli giudiziari e sollevato numerose critiche.
La complessità del testo normativo e quella applicativa non hanno certamente giovato ai destinatari, spesso disorientati da indicazioni discutibili e prassi giuridicamente insostenibili. Il presente volume, quindi, sulla scorta dell’esperienza forense e accademica degli autori, vuole portare il proprio contributo ad una miglior comprensione delle regole introdotte dal citato decreto, senza indugiare in inutili tecnicismi e dissertazioni che confondono, più che aiutano, l’interprete e l’operatore.

Introduzione
L’ISEE dopo le sentenze gemelle del T.A.R. Lazio: tutto da rifare?
Parte prima
Sanità e assistenza sociale: uno sguardo normativo d’insieme
Parte seconda
La compartecipazione dell’utenza al costo dei servizi socio-assistenziali e socio-sanitari
Parte terza
Il contenzioso sul rimborso degli oneri

Cd-Rom - Approfondimenti regionali
1. Regione Lombardia
2. Regione Toscana
3. Regione Piemonte
4. Regione Autonoma Sardegna
5. Regione Autonoma Friuli-Venezia Giulia
6. Regione Liguria
7. Provincia Autonoma di Trento
8. Provincia Autonoma di Bolzano
9. Regione Puglia

Massimiliano Gioncada
Avvocato del Foro di Piacenza. Formatore accreditato dal CNOAS
Francesco Trebeschi
Avvocato del Foro di Brescia
Paolo Achille Mirri
Avvocato del Foro di Cremona
Alessandro Candido
Avvocato del Foro di Piacenza
 

Requisiti di sistema
-  Sistema operativo Windows 98® o successivi
- Browser Internet
-  Programma capace di editare documenti in formato DOC (es. Microsoft Word) e di visualizzare documenti in formato PDF (es. Acrobat Reader)

L’ISEE dopo le sentenze gemelle del T.A.R. Lazio: tutto da rifare?
Alessandro Candido

Parte Prima
Sanità e assistenza sociale: uno sguardo normativo d’insieme

1. Tutela della salute, assistenza sociale e integrazione socio-sanitaria: nozio-ni essenziali
Alessandro Candido 
1.1. La tutela della salute: l’unico diritto “fondamentale”
1.2. Breve excursus sulla normativa essenziale in tema di tutela della salute 
1.3. Il diritto all’assistenza sociale 
1.4. L’integrazione socio-sanitaria  
1.5. I livelli essenziali di assistenza sanitaria. Cenni e rinvio .

2. Modelli di welfare a confronto: una prospettiva comparata
Alessandro Candido
2.1. Una comparazione tra alcuni sistemi di assistenza sanitaria
2.2. Il ruolo dell’Unione europea

3. Livelli essenziali e ripartizione delle competenze normative in materia di compartecipazione al costo delle prestazioni socio-sanitarie
 Alessandro Candido
3.1. La competenza esclusiva statale sui livelli essenziali delle prestazioni
3.1.1. Approfondimento: la giurisprudenza della crisi sui diritti socia-li e il progetto di riforma del Titolo V
3.2. I LEA nella giurisprudenza amministrativa e costituzionale sulla com-partecipazione al costo delle prestazioni socio-sanitarie
3.3. La Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità e gli ulteriori sviluppi giurisprudenziali precedenti all’entrata in vigore dell’ISEE
Bibliografia

Parte seconda
La compartecipazione dell’utenza al costo dei servizi socio-assistenziali e socio-sanitari.
Le prestazioni agevolate rivolte a minorenni, le prestazioni erogate nell’ambito del diritto allo studio universitario. Note sugli impatti del d.P.C.M. n. 159/2013 sugli enti erogatori

4. Dall’ISEE al nuovo ISEE
Francesco Trebeschi
4.1. La nascita dell’ISEE: il d.lgs. n. 109/1998 .
 4.1.1. La conclusione della sperimentazione: il d.lgs. n. 130/2000
 4.1.2. La delega per la riforma fiscale e assistenziale
 4.1.3. Il decreto “salva Italia” e la delega per un nuovo ISEE
 4.1.4. La delegificazione: il decreto “spending review”
 4.1.5. L’intervento della Corte costituzionale
 4.1.6. Il difficile accordo nell’ambito della Conferenza unificata
 4.1.7. I pareri delle Commissioni parlamentari
 4.1.8. Il d.P.C.M. 5 dicembre 2013, n. 159: il nuovo ISEE
4.1.9. Entrata in vigore
4.2. Il rapporto tra l’ISEE di cui al d.P.C.M. n. 159/2013 e legislazioni regionali
4.3. Definizioni: ISE, ISEE, DSU
 4.3.1. (Segue): beneficiario, dichiarante, richiedente
 4.3.2. (Segue): ente erogatore ed ente gestore
4.3.3. (Segue): persone con disabilità media, grave e non autosufficienti
 4.3.4. (Segue): prestazioni sociali, prestazioni sociali agevolate, pre-stazioni agevolate di natura socio-sanitaria, prestazioni agevo-late rivolte a minorenni (rinvio)
 4.3.4.1. (Segue): prestazioni sociali
 4.3.4.2. (Segue): prestazioni sociali agevolate
 4.3.4.3. I servizi a domanda individuale: obbligo di contribuzione ed eccezioni

5. Composizione dell’Indicatore della situazione economica equivalente: l’Indicatore della situazione reddituale (ISR)
 Francesco Trebeschi
5.1. Introduzione
 5.1.1. L’Indicatore della situazione reddituale (ISR)
 5.1.2. Formazione del reddito di ciascun componente (art. 4, co. 2 del d.P.C.M. 5 dicembre 2013, n. 159) 5.1.2.1. Il reddito IRPEF
5.1.2.2. I redditi soggetti a imposta sostitutiva o a ritenuta a titolo d’imposta e ogni altra componente reddituale esente da imposta, i redditi tassati all’estero, i proven-ti derivanti da attività agricole  5.1.2.3. Assegni per il mantenimento di figli effettivamente percepiti
 5.1.2.4. Trattamenti assistenziali, previdenziali e indennitari
5.1.2.5. I redditi figurativi delle attività finanziarie e i redditi fondiari relativi ai beni immobili non locati
 5.2. Il sistema di detrazioni e franchigie
5.2.1. Le detrazioni al reddito dei singoli componenti (art. 4, co. 3 del d.P.C.M. n. 159/2013)
5.2.1.1. Detrazioni e franchigie relative al nucleo familiare (art. 4, co. 4 del d.P.C.M. n. 159/2013): i costi dell’abitare » 173 5.2.1.2. Detrazioni e franchigie relative al nucleo familiare (art. 4, co. 4 del d.P.C.M. n. 159/2013): i costi della non au-tosufficienza

6. L’Indicatore della situazione patrimoniale (ISP)
Francesco Trebeschi
6.1. Indicatore della situazione patrimoniale (ISP)
6.1.1. Il patrimonio immobiliare
 6.1.2. Il patrimonio immobiliare all’estero
 6.1.3. Il patrimonio mobiliare
6.1.4. Depositi e conti correnti bancari e postali
6.2. Altre forme di patrimonio mobiliare
 6.3. La franchigia per il patrimonio mobiliare

7. il coefficiente familiare
 Francesco Trebeschi, Massimiliano Gioncada, Andrea Francalanci
7.1. Nucleo familiare di riferimento e carico assistenziale
 7.1.1. Nucleo familiare rilevante
7.1.1.1. Il nucleo familiare come definito dall’art. 3 del d.P.C.M. n. 159/2013: i coniugi
 7.1.1.2. (Segue): i figli minorenni (art. 3, co. 4 del d.P.C.M. n. 159/2013)
7.1.1.3. (Segue): i figli maggiorenni a carico ai fini IRPEF (art. 3, co. 5 del d.P.C.M. n. 159/2013)
7.1.1.4. (Segue): le convivenze anagrafiche (art. 3, co. 6 del d.P.C.M. n. 159/2013)
7.2. La scala di equivalenza
 7.3. La discrezionalità degli enti erogatori: proporzionalità e limiti costituzionali
 7.3.1. Istruttoria e concertazione
7.3.2. Il progetto personalizzato ex art. 14 della l. n. 328/2000
 7.4. L’ISEE corrente

8. L’ISEE socio-sanitario
Francesco Trebeschi, Massimiliano Gioncada
8.1. Dall’ISEE agli ISEE: composizione del nucleo familiare per particolari prestazioni
 8.2. Dall’art. 3, co. 2-ter del d.lgs. n. 109/1998 all’art. 6 del d.P.C.M. 5 di-cembre 2013, n. 159
 8.2.1. L’ISEE socio-sanitario
 8.2.1.1. I presupposti per l’applicazione dell’ISEE socio-sani-tario: i requisiti oggettivi
8.2.1.2. (Segue): i requisiti soggettivi
 8.3. Prestazioni agevolate di natura socio-sanitaria in ambiente residen-ziale a ciclo continuativo (art. 6, co. 3 del d.P.C.M. n. 159/2013)
8.3.1. Esclusione delle detrazioni per badanti e rette (art. 6, co. 3, lett. a) del d.P.C.M. n. 159/2013)
8.3.2. Le donazioni di cespiti del patrimonio immobiliare del donan-te (art. 6, co. 3, lett. c) d.P.C.M. n. 159/2013)
 8.3.3. Il nucleo familiare allargato previsto per le prestazioni in am-biente residenziale a ciclo continuativo: l’elemento aggiuntivo (art. 6, co. 3, lett. b) del d.P.C.M. n. 159/2013)
 8.3.3.1. Eccezioni all’applicazione dell’elemento aggiuntivo: condizione di disabilità
 8.3.3.2. (Segue): estraneità in termini di rapporti affettivi ed economici. Attività del servizio sociale in raccordo con le previsioni deontologiche
8.4. Partecipazione al costo dei servizi, ISEE, obbligo alimentare e azioni di rivalsa nei confronti dei parenti
 8.4.1. ISEE e disciplina codicistica in tema di alimenti: il connubio impossibile
 8.4.2. L’ISEE e gli articoli 147, 337-septies, 315-bis e 230-bis c.c.
8.4.3. I tentativi di fondare la rivalsa su altre obbligazioni scaturenti dalla legge: il caso degli artt. 154 e 155 del r.d. n. 773/1931
 8.4.4. La rivalsa per le spese di spedalità e manicomiali: la l. 3 dicem-bre 1931, n. 1580 ed il suo difficile superamento

9. Note sugli articoli 7, 8 e 13 del d.P.C.M. n. 159/2013: le prestazioni age-volate rivolte a minorenni, le prestazioni erogate nell’ambito del diritto al-lo studio universitario, l’assegno ai nuclei familiari con almeno tre figli mi-nori e l’assegno di maternità
 Ettore Vittorio Uccellini
9.1. Premessa
9.2. L’art. 7 del d.P.C.M. n. 159/2013 e le prestazioni sociali agevolate rivolte a minorenni
9.3. L’art. 8 del d.P.C.M. n. 159/2013 e le prestazioni erogate nell’ambito del diritto allo studio universitario
9.4. La revisione delle soglie: l’assegno ai nuclei familiari con almeno tre figli minori e l’assegno di maternità

10. Servizi a domanda individuale: note e considerazioni sull’applicazione del nuovo ISEE ai servizi di welfare locale destinati alle famiglie con minori
 Claudio Goatelli
10.1. Il nuovo ISEE, misura corretta del nostro welfare?
 10.2. L’indicatore non fa “politica”
 10.3. Le analisi di scenario
 10.3.1. La costruzione della base informativa
 10.3.2. L’impatto del nuovo ISEE sul reddito delle famiglie
 10.3.3. L’impatto del nuovo ISEE sul patrimonio delle famiglie
10.3.4. La riclassificazione dei beneficiari in base al nuovo ISEE
10.4. Conclusioni
Bibliografia

Parte terza
Il contenzioso sul rimborso degli oneri

11. Il contenzioso sul rimborso degli oneri: qualificazione delle prestazioni e identificazione del soggetto pubblico legittimato passivo
 Paolo Achille Mirri
11.1. La qualificazione della natura delle prestazioni
 11.2. La residenza di ingresso dell’ospite. Dall’istituto del c.d. domicilio di soccorso alla legge quadro per la realizzazione del sistema integra-to di interventi e servizi sociali

12. L’azione giudiziaria. Le eccezioni di giurisdizione e di incompetenza terri-toriale
Paolo Achille Mirri
12.1. Premessa
 12.2. Definizione di giurisdizione e sua evoluzione storica in materia di rimborso degli oneri sanitari e assistenziali
 12.3. Il riparto della giurisdizione “per materia” nel d.lgs. n. 80 del 1998 » 338
12.4. La decisione della Corte costituzionale n. 204/2004
 12.5. Il contrasto nella giurisprudenza delle Sezioni Unite della Corte di Cassazione e dell’Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato
12.6. Il codice del processo amministrativo
12.7. La soluzione delle questioni di giurisdizione. La c.d. translatio iudicii
12.7.1. Le regole della translatio di creazione giurisprudenziale
 12.7.2. La disciplina dettata dall’art. 59 della l. 18 giugno 2009, n. 69
12.8. La domanda di pagamento/rimborso delle rette inevase: l’attuale orientamento giurisprudenziale in tema di giurisdizione  
12.9. Alcune questioni in relazione alla competenza territoriale nel pro-cesso amministrativo e nel processo ordinario civile

13. L’esecuzione della sentenza
 Paolo Achille Mirri
13.1. La fase dell’esecuzione: cenni introduttivi
13.2. L’esecuzione avanti al giudice amministrativo. In particolare, il giu-dizio di ottemperanza secondo il nuovo codice del processo amministrativo
13.3. Aspetti problematici: tra limiti di contabilità pubblica ed esigenze di giustizia
 13.4. Rimedi alla mancata esecuzione del giudicato avanti al giudice am-ministrativo
 13.5. L’esecuzione avanti il giudice ordinario. Le limitazioni previste dal TUEL, di cui al d.lgs. n. 267/2000

14. Rapporti tra ente gestore e utenza
 Massimiliano Gioncada, Paolo Achille Mirri
14.1. I “contratti di inserimento”: è privatizzabile un rapporto pubblicistico?
 14.2. L’interruzione del rapporto: il recesso e le dimissioni dell’ospite
 14.3. Conclusioni


Scrivi la tua recensione

Only registered users can write reviews. Please, log in or register

Prodotti consigliati

Back to top