SERVIZIO CLIENTI 0541.628242 Lunedì - Venerdì / 8.30-17.30

LA NEGOZIAZIONE ASSISTITA NEL D.L. 132/2014 DOPO LA LEGGE 162/2014

LA NEGOZIAZIONE ASSISTITA NEL D.L. 132/2014 DOPO LA LEGGE 162/2014

Autori Elisabetta Mazzoli
Editore Maggioli Editore
Pagine 30
Pubblicazione Marzo 2015 ( Edizione)
ISBN / EAN / 9788891610300
Ebook in formato pdf

Prezzo Online:

5,90 €

Disponibilità: Disponibile

Con il decreto legge n. 132 del 12 settembre 2014, recante “Misure urgenti di degiurisdizionalizzazione ed altri interventi per la definizione dell’arretrato in materia di processo civile” pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 212 del 12 settembre 2014, successivamente convertito con legge 10 novembre 2014, n. 162 pubblicata nella Gazzetta Ufficiale in pari data, è stata data vita ad un nuovo istituto di risoluzione stragiudiziale delle controversie denominato procedura di negoziazione assistita da un avvocato (uno o più avvocati), in vigore dal 13 settembre 2014.

La normativa che ci si appresta ad analizzare, oltre a riconoscere il valore intrinseco del negoziato, è stata evidentemente ispirata dall’intento di deflazione del carico giudiziario ed al fine di fare confluire il maggior numero di controversie possibili verso tale strumento alternativo, ha anche prefigurato delle ipotesi di obbligatorietà, disponendo che decorsi novanta giorni dall’entrata in vigore della legge di conversione del decreto, l’esperimento del procedimento di negoziazione assistita sia condizione di procedibilità per le controversie in materia di risarcimento del danno da circolazione di veicoli e natanti e per le domande di pagamento a qualsiasi titolo di somme non eccedenti cinquantamila euro (al di fuori dei casi di mediazione obbligatoria), con esclusione delle controversie concernenti obbligazioni contrattuali derivanti da contratti conclusi tra professionisti e consumatori.

La novella legislativa coinvolge direttamente gli avvocati, che vengono formalmente investiti di un ruolo negoziale, di fatto già esistente, ma che oggi viene senza dubbio incentivato ed anche professionalizzato, che richiederà un perfezionamento delle tecniche di negoziazione al fine di trasformare il consueto atteggiamento antagonistico, orientato alla gestione del cliente ed alla preparazione della disputa in vista del giudizio, in uno più collaborativo e volto alla risoluzione dei problemi insieme all’altra parte, che renda produttiva la trattativa e che tuttavia non esponga il proprio cliente al rischio di essere sfruttato o di subire soluzioni che non condivida ovvero che non tengano conto degli interessi e delle esigenze dello stesso.

Introduzione

Capitolo 1 - La convenzione di negoziazione assistita da uno o più avvocati

Capitolo 2 - Tipologie di negoziazione assistita

1. La negoziazione assistita volontaria

2. Rapporti tra negoziazione assistita volontaria e mediazione volontaria

3. La negoziazione assistita obbligatoria

4. Esclusioni dalla negoziazione assistita obbligatoria

5. Rapporti tra negoziazione assistita obbligatoria e mediazione obbligatoria

Capitolo 3 - Effetti della convenzione

1. Invito a stipulare una convenzione di negoziazione assistita. Interruzione della prescrizione e della secadenza

2. Accordo raggiunto a seguito della convenzione di negoziazione

3. Obblighi dei difensori e riservatezza

Capitolo 4 - Procedure per separazione e divorzio

1. Negoziazione assistita per separazione personale, cessazione degli effetti civili o scioglimento del matrimonio e modifica delle condizioni di separazione e divorzio

2. Separazione e divorzio innanzi all’ufficiale dello stato civile

Capitolo 5 - Negoziazione assistita per le controverise relative ai diritti del prestatore di lavoro (disposizione soppressa in sede di conversione)

Capitolo 6 - Differenze tra negoziazione assistita ed arbitrato di cui all’art. 1 del d.l. n. 132/2014

Conclusioni


Scrivi la tua recensione

Solo gli utenti registrati possono scrivere recensioni. Accedi oppure Registrati

Prodotti consigliati

Back to top