SERVIZIO CLIENTI 0541.628242 Lunedì - Venerdì / 8.30-17.30

Sconto 22%
Le novità del decreto internazionalizzazione - Ebook versione Epub

Le novità del decreto internazionalizzazione - Ebook versione Epub

Autori Lelio Cacciapaglia, Giuseppe Mercurio, Marianna Annicchiarico
Editore Maggioli Editore
Dimensione digitale
Pagine 139
Pubblicazione Ottobre 2015 ( Edizione)
ISBN / EAN 8838784187 / 9788838784187

Incentivi, semplificazioni e razionalizzazioni
(d.lgs. 14 settembre 2015, n. 147)

Prezzo Online:

13,94 €

10,90 €

Disponibilità: Disponibile

Prezzo Online:

13,94 €

10,90 €

Disponibilità: Disponibile

Questo nuovissimo e-book analizza il decreto internazionalizzazione (4 settembre 2015, n. 147), uno dei più importanti conseguente la riforma del sistema fiscale, che introduce sia disposizioni indirizzate a soggetti che operano nei mercati internazionali, sia norme destinate alla generalità delle imprese che si traducono in oggettivi miglioramenti nella loro gestione.

Occorre riconoscere, va rilevato con soddisfazione, che l’intero decreto è volto a rendere più agevole l’operatività delle aziende eliminando le incertezze operative frutto di derive della giurisprudenza di legittimità o di interpretazioni di prassi non sempre condivisibili, nonché apportando correttivi a disposizioni che hanno sino ad oggi ostacolato la piena operatività di molte aziende.

In particolare, il testo esamina le tematiche che riguardano: • Perdite su crediti • Piani attestati e procedure non liquidatorie • Finanziamenti dei soci • Interessi passivi • Cessione d’azienda • Spese di rappresentanza • Interpelli • Rientro dei cervelli• Deducibilità costi da black list • Disciplina CFC • Credito imposte estere
• Stabile organizzazione • Consolidato • Valore normale • Ruling transnazionale • Trasferimento da/a l’estero

Sul versante interno, le modifiche sono rilevanti e numerose: viene introdotta una nozione normativa di società immobiliare ai fini della piena deducibilità degli interessi passivi concernenti finanziamenti contratti per acquistare o costruire immobili destinati alla locazione; riviste al rialzo le percentuali sui ricavi per il plafond di deducibilità delle spese di rappresentanza; decapitata la corrente giurisprudenziale che consentiva al fisco di accertare ai fini delle imposte sui redditi e Irap il

maggior valore degli immobili e della aziende sulla base del valore accertato ai fini dell’imposta di registro; decisamente migliorata l’intera gestione delle perdite su crediti e fornite puntualizzazioni in relazione all’ipotesi in cui il socio rinunci ad ottenere dalla società il rimborso del proprio credito; fornita continuità alla norma concernente il rientro dei “cervelli” in Italia; introdotto un specifico ruling per imprese di grandi dimensioni che intendono realizzare rilevanti investimenti con ricadute occupazionali.

Sul fronte internazionalizzazione vengono decisamente semplificate le prove da fornire per la deducibilità dei costi da black list fino al punto di non dover fornire alcuna prova se il costo è nei limite del valore normale; semplificata e razionalizzata la tassazione per trasparenza (CFC) dai paesi a fiscalità privilegiata; esteso il riporto in avanti e indietro del credito d’imposta non sfruttato nell’anno per la generalità di soggetti che dichiarano redditi all’estero; resa coerente e non penalizzante la tassazione delle stabili organizzazioni in Italia di soggetti non residenti e disciplinato in conformità agli orientamenti comunitari l’uscita e l’ingresso in Italia di aziende in base a codificati valori; modificato il ruling per imprese che intendono insediarsi Italia e desiderano chiarezza su come il loro business varrà tassato nel nostro paese.

 

Lelio Cacciapaglia, Dottore Commercialista. Revisore contabile.
Giuseppe Mercurio, Dottore Commercialista e revisore contabile.
Marianna Annicchiarico, Avvocato.

1. Interessi passivi - deducibilità in caso di mutui relativi ad immobili destinati alla locazione

1. Premessa

2. La norma originaria e le interpretazioni dell’Agenzia

3. Cosa cambia

4. La prassi dell’Agenzia da ritenersi confermata

5. Criticità

2. Interessi passivi

1. Premessa

2. Cosa cambia

3. I soggetti interessati alle modifiche

4. ROL e consolidato

5. I dividendi delle controllate estere accrescono il ROL

6. Interessi passivi su titoli obbligazionari non negoziati in mercati “white list”

3. Cessione d’azienda - la plusvalenza prende le distanze dal registro

1. Premessa

2. Cosa cambia

3. L’effetto retroattivo

4. Operazioni interessate

5. Lo scenario futuro

4. Spese di rappresentanza - modificati i limiti di deducibilità sui ricavi

1. Premessa

2. Cosa cambia

3. Limiti di deducibilità nella disciplina previgente

4. Limiti di deducibilità nella nuova disciplina

5. Beni distribuiti gratuitamente

5. Crediti vantati dai soci, stralcio dei debiti e conversione in partecipazioni

1. Premessa

2. Cosa cambia

3. Disciplina previgente

4. Le novità

5. La comunicazione da parte del socio

6. Conversione del credito in partecipazioni

7. Rinuncia a crediti nell’ambito di procedure concorsuali e para- concorsuali

8. Altri correttivi ai fini di coordinamento

6. Perdite su crediti - piano attestato e procedure estere

1. Premessa

2. Cosa cambia

3. La disciplina prima delle modifiche

4. La disciplina dopo le modifiche

5. Le procedure concorsuali e para-concorsuali estere

6. La perdita – la competenza temporale che consente la deduzione

7. Le svalutazione dei crediti – l’impatto della nuova norma

7. Le ipotesi di cancellazione di cui all’OIC 15

7. Accordi preventivi concernenti fattispecie di rilievo transnazionale

1. Premessa

2. Il ruling di standard internazionale – la disciplina abrogata

3. La nuova disciplina degli accordi preventivi – le nuove fattispecie di applicazione

4. La nuova disciplina degli accordi preventivi – durata dell’accordo e retroattività

5. La nuova disciplina degli accordi preventivi – rileva anche ai fini Irap

6. La nuova disciplina degli accordi preventivi – l’accertamento

7. La nuova disciplina degli accordi preventivi – decorrenza e modalità attuative

8. Nuovi investimenti - interpello ad hoc

1. Premessa

2. L’interpello - soggetti interessati e investimenti rilevanti

3. L’interpello per gli investimenti nell’ambito della disciplina generale dell’interpello

4. L’interpello - la procedura

5. La piena operatività della norma affidata ad un Provvedimento

6. L’interpello - accesso facilitato all’istituto dell’adempimento collaborativo

7. L’interpello - i poteri dell’Agenzia

8. L’interpello - decorrenza della nuova disciplina e modalità attuative

9. Liste dei Paesi che consentono un adeguato scambio di informazioni

1. Premessa

2. L’articolo 168-bis abrogato

3. La nuova disciplina

4. Elenco di Stati black list

5. La black list ai fini CFC

10. La nuova (in)deducibilità dei costi black list

1. Premessa

2. Cosa cambia

3. La norma previgente

4. Dimostrazione che il fornitore in black list svolge effettiva attività commerciale

5. Dimostrazione che le operazioni rispondono ad un suo effettivo interesse economico

6. Le novità

7. Come dedurre un costo a valore superiore a quello normale

8. Resta la separata indicazione nel modello Unico

9. Individuazione dei Paradisi Fiscali

11. Dividendi e plusvalenze da paesi black list

1. Premessa

2. La nuova, più ristretta, definizione di utili “provenienti” da Paesi black list

3. Utili “provenienti” da Paesi black list – quando è possibile la tassazione ordinaria

4. Disapplicazione della disciplina CFC in base alle esimenti

4.1. Dimostrazione della esimente dell’effettivo svolgimento di attività commerciale o industriale

4.2. Dimostrazione della esimente della non localizzazione di redditi in Stati o territori black list

5. Plusvalenze su partecipazioni in Paesi black list - come far valere l’esclusione dalla tassazione integrale

6. Persone fisiche - Plusvalenze su partecipazioni in Paesi black list - il credito d’imposta

7. Imprese - Plusvalenze su beni relativi all’impresa in Paesi black list – il credito d’imposta

8. Modificata la procedura per usufruire della PEX in caso di Paesi black list

12. Nuova disciplina della CFC - Controlled Foreing Company

1. Premessa

2. La nuova disciplina CFC coinvolge solo le società controllate

3. CFC se la controllata è ubicata in black list o in paese con regimi fiscali speciali agevolati

4. CFC - determinazione e imputazione del reddito

5. CFC – la tassazione del reddito pervenuto per trasparenza

6. Quando è possibile disapplicare la disciplina CFC

7. Obbligo di indicazione in Unico

8. I dividendi e le plusvalenze provenienti da paese cfc

13. Regime speciale per i lavoratori rimpatriati

1. Premessa

2. Cosa cambia

3. La precedente agevolazione per il “controesodo”

4. Le novità per i nuovi ingressi in Italia

5. Il ripescaggio dei vecchi cervelli

6. Conclusioni

14. Sospensione della riscossione della tassazione in caso di trasferimento all’estero

1. Premessa

2. La sospensione della tassazione estesa anche alle operazioni straordinarie

3. Exit tax - il trasferimento all’estero della residenza delle imprese

4. Exit tax - i decreti attuativi

5. Exit tax - i soggetti interessati

6. Exit tax - sospensione o rateizzazione della plusvalenza

7. Exit tax - sospensione o rateizzazione della plusvalenza

8. Exit tax - esclusioni

9. Exit tax - la determinazione dell’imposta

10. Exit tax - il versamento dell’imposta sospesa

11. Exit tax - il versamento dell’imposta rateizzata

12. Exit tax - le ipotesi di decadenza da sospensione e rateizzazione

13. Exit tax - l’esercizio dell’opzione e le garanzia

14. Exit tax - l’applicazione della disciplina alle stabili organizzazioni

15. Exit tax - le possibilità di scelta del contribuente

15. Trasferimento della residenza nel territorio dello Stato

1. Premessa

2. La prassi pregressa dell’Agenzia

3. La nuova disciplina

4. L’obbligo di segnalazione delle attività entrate in Italia

16. Reddito derivante da attività esercitate in Italia da parte di enti non residenti

1. Premessa

2. Il reddito delle società e degli enti commerciali non residenti

2.1 Oneri deducibili dal reddito complessivo

3. Il reddito delle stabili organizzazione delle società e degli enti non residenti

3.1. Transfer pricing tra stabile italiana e casa madre estera

4. La determinazione del fondo di dotazione della stabile organizzazione

5. La tassazione Irap della stabile organizzazione

6. Il reddito delle enti non commerciali non residenti

6.1. La deduzione degli oneri

17. Credito d’imposta per le imposte pagate all’estero

1. Premessa

2. Le imposte estere ammesse in detrazione

3. La detrazione nel periodo d’imposta di competenza

3.1. Normativa previgente

3.2. La novità legislativa

4. Il riporto in avanti o all’indietro del credito non utilizzato

18. Il Transfer pricing è solo internazionale - il valore normale nel decreto internazionalizzazione

1. Premessa

2. I punti di riferimento per individuare il valore normale

3. Criteri di individuazione del prezzo di trasferimento

4. Metodo del Confronto di Prezzo

5. I metodo del prezzo di rivendita

6. Metodo del Costo Maggiorato

7. Metodi alternativi

19. Modifiche alla disciplina del consolidato fiscale

1. Premessa

2. Cosa cambia

3. La previgente disciplina

4. Le novità del decreto

5. Il controllo

6. Particolarità della nuova fattispecie


Scrivi la tua recensione

Solo gli utenti registrati possono scrivere recensioni. Accedi oppure Registrati

Prodotti consigliati

Back to top