SERVIZIO CLIENTI 0541.628242 Lunedì - Venerdì / 8.30-17.30

Manuale dell’IVA negli Enti locali

Manuale dell’IVA negli Enti locali

Autori Enzo Cuzzola - Francesco Cuzzola
Editore Maggioli Editore
Formato Cartaceo
Dimensione 17x24
Pagine 802
Pubblicazione settembre 2017 (IV Edizione)
ISBN / EAN 8891622976 / 9788891622976
Collana Progetto ente locale

- Rilevanza
- Adempimenti
- Gestione servizi commerciali
- Aliquote servizi istituzionali
- Acquisti dall’estero

IV edizione aggiornata con:
- D.L. 24 aprile 2017, n. 50 conv. dalla Legge 21 giugno 2017, n. 96
- Decreti MEF 27 giugno 2017 e 13 luglio 2017
- Risoluzione n. 8/E del 19 gennaio 2017

Prezzo Online:

89,00 €

La corretta tenuta della contabilità IVA negli Enti locali, adempimento fondamentale per la corretta gestione finanziaria degli enti stessi, non è sempre facile e di immediata applicazione. Le continue novità normative e di prassi, l’intrinseca difficoltà nell’individuare correttamente gli ambiti di applicazione e di rilevanza, generano a volte incertezze negli operatori. Il presente volume, che tiene conto delle novità recentemente intervenute in ambito legislativo (split payment e reverse charge), di prassi e giurisprudenziale, vuole essere un manuale esplicativo della disciplina e, contestualmente, grazie alle puntuali indicazioni operative, una vera e propria guida pratica per la corretta applicazione dell’IVA negli Enti locali. L’opera è suddivisa in quattro parti: la prima dedicata all’inquadramento generale dell’IVA; la seconda riguardante gli adempimenti connessi alla corretta gestione dell’imposta; la terza dedicata all’applicazione dell’IVA in relazione ai singoli servizi locali, sia commerciali sia istituzionali, con ampia casistica; la quarta, infine, riguardante la disciplina IVA nei casi di acquisti dall’estero.

Enzo Cuzzola
Tributarista, formatore, esperto in fiscalità degli Enti pubblici.
Francesco Cuzzola
Dottore commercialista, revisore dei conti, formatore, esperto in fiscalità degli Enti pubblici.

PARTE PRIMA
Capitolo I Lineamenti generali
1. Riferimenti normativi
2. Campo di applicazione 
2.1 Casi di esecuzione ed esclusione negli enti locali
3. Il calcolo dell'IVA: base imponibile ed aliquote
4. Momento impositivo
5. L'Iva ed i rapporti con le altre imposte
Capitolo II Presupposti d'imposta
1. Presupposto oggettivo
1.1 Cessioni di beni
1.2 Prestazioni di servizi 
2. Presupposto soggettivo
3. Presupposto territoriale
Capitolo III Soggettività passiva dell'ente locale
1. D.P.R. 633/1972, art. 4
2. Requisito della commercialità
3. Rapporto di sinallagmaticità
4. Distinzione corrispettivo/contributo 
4.1 Primo caso
4.2 Secondo caso
4.3 Quindi senza corrispettivo non c'è rilevanza IVA
5. Enti pubblici e concetto di abitualità nella norma IVA
6. Concetto di pubblica autorità 
7. La prassi sulla soggettività passiva degli enti pubblici
Capitolo IV Rilevanza IVA
1. Attività degli enti locali rilevanti ai fini IVA
2. Scheda sinottica
3. Prassi sulla rilevanza IVA
4. Attività degli enti locali non rilevanti ai fini IVA
Capitolo V La rilevanza IVA nell'esternalizzazione dei servizi
1. I vantaggi dell'esternalizzazione
2. L'iter e le motivazioni dell'esternalizzazione 
3. La rilevanza IVA del canone concessorio per l'esternalizzazione dei servizi
3.1 Gestione in economia 
3.2 Aziende speciali 
3.3 Società per azioni e a responsabilità limitata 
3.4 Concessione di servizi 
3.5 Riflessi IVA nella concessione di servizi
4. La problematica dell'esternalizzazione relativa ad alcuni importanti servizi offerti dagli enti territoriali 
5. Concessione rilevante IVA se l'affidamento è regolato su base pattizia 
PARTE SECONDA
Capitolo I La detrazione IVA per gli enti locali 
1. Normativa di riferimento
1.1 Contabilità separata: condizione per la detrazione IVA
2. La detrazione IVA per i beni promiscui
3. La rettifica delle detrazioni 
3.1 L'esigibilità
3.2 Il meccanismo delle detrazioni
3.3 IVA detraibile sin dal pagamento senza aspettare l'entrata in funzione dell'impianto
3.4 Esempi di rettifica della detrazione
4. Indetraibile l'IVA spesa per l'acquisto di beni impiegati in attività esenti
5. Rivalsa per la maggiore IVA accertata: attenzione alle aliquote IVA
Capitolo II La fatturazione delle operazioni rilevanti IVA dei comuni
1. La fattura
1.2 Differimento IVA e fatturazione
2. Modalità di fatturazione
2.1 Fatturazione cartacea
2.2 Fatturazione elettronica
2.3 La trasmissione della fattura cartacea ovvero elettronica
2.4 La prassi della Agenzia sulla fatturazione elettronica
3. La fattura semplificata
4. Esternalizzazione del servizio relativo all'emissione delle fatture 
5. Esonero dall'emissione della fattura
5.1 Esonero fatturazione per i commercianti al minuto
5.2 Esonero per i soggetti assimilati ai commercianti al minuto 
5.3 Esonero da fatturazione per gli enti locali
6. Fatture ed imposta di bollo
7. Ricevuta e scontrino fiscale
7.1 Esonero da scontrino e ricevuta fiscale per gli enti locali 
8. La fatturazione delle spese c.d. prepagate
9. Riaddebito di spese da fatturare
Capitolo III I registri IVA necessari per i comuni 
1. Registro delle fatture emesse 
2. Registro dei corrispettivi 
3. Registro degli acquisti 
Capitolo IV Reverse charge e split payment
1. Il reverse charge
1.1 Il reverse charge negli enti
2. La contabilizzazione del reverse charge
3. Reverse charge: l'ambito oggettivo dei servizi su edifici
4. L'Agenzia interviene a chiarire l'ambito oggettivo di applicazione dell'inversione contabile 
4.1 Servizi di pulizia su edifici 
4.2 Servizi di demolizione, installazione di impianti e completamento degli edifici
5. Inversione contabile nella cessione di energia da fotovoltaico
5.1 I chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate
6. L'inversione contabile e gli acquisti promiscui
7. La scissione dei pagamenti (split payment)
7.1 Per gli acquisti in ambito istituzionale
7.2 Per gli acquisti in ambito commerciale
7.3 Rapporto tra split payment e reverse charge
7.4 Adempimenti contabili split payment
7.5 La gestione contabile dello split istituzionale
7.6 La gestione contabile dello split commerciale
7.7 Novità in merito al versamento dell'IVA commerciale
8. Scissione pagamenti: quali enti interessati?
8.1 Enti soggetti alla scissione dei pagamenti
8.2 Enti esclusi dalla scissione dei pagamenti
9. Enti locali e scissione pagamenti delle fatture attive alla pubblica amministrazione
10. Split payment: non soggetti gli acquisti dell'economato
10.1 Circolare n. 1/E del 9 febbraio 2015 – Gli acquisti dell'economato
10.2 Split payment e professionisti
10.3 Split payment e ritenute
11. Ulteriori chiarimenti da parte dell'Agenzia delle Entrate
11.1 Ambito soggettivo di applicazione
11.2 Ambito oggettivo di applicazione della scissione dei pagamenti
11.3 Adempimenti dei soggetti passivi fornitori
11.4 Esigibilità dell'imposta
11.5 Adempimenti delle P.A. soggetti passivi
11.6 Adempimenti delle P.A. non soggetti passivi
12. Regolarizzazione e note di variazione
13. Rapporti tra split payment, controllo Equitalia, Durc e pignoramenti da terzi
13.1 Verifiche (Equitalia) telematiche dei pagamenti
13.2 Intervento sostitutivo in presenza di Durc negativo
13.3 Creditore pignoratizio e debitore pignorato
14. La dichiarazione integrativa a credito: le ultime novità
15. Le ulteriori novità introdotte dal d.l. n. 50/2017
Capitolo V Liquidazioni, versamenti e rimborsi 
1. Liquidazioni periodiche
1.1 Soggetti obbligati
1.2 I termini
2. Determinazione della posizione IVA
2.1 IVA a debito
2.2 IVA a credito
2.3 Nuove regole per la compensazione del credito IVA dopo il d.l. n. 78/2009 
2.3.1 La precisazione della circolare n. 1 del 15 gennaio 2010 
2.3.2 Il visto del professionista ed i chiarimenti della circolare n. 57/E del 23 dicembre 2009
2.3.3 Compensazione credito con la sola firma del revisore sulla dichiarazione IVA 
3. Modalità di annotazione 
4. Contabilità tenuta da terzi 
5. Acconto IVA annuale
5.1 Determinazione
5.2 Determinazione acconto per i contribuenti mensili
5.3 Determinazione acconto per i contribuenti trimestrali
5.4 Variazioni delle periodicità di liquidazione 
5.5 Versamento 
5.6 Differimento del versamento fino all’effettivo incasso della fattura
6. Liquidazione in sede di dichiarazione annuale
7. Saldo IVA
8. Ravvedimento operoso
Capitolo VI Note di variazione
1. Le note di variazione
2. La tempistica delle note credito
2.1 Nota variazione massimo entro la dichiarazione del secondo anno successivo 
2.2 Note di variazione oltre l’anno se è previsto nel contratto iniziale 
3. Modalità di emissione note credito
Capitolo VII Adempimenti dichiarativi 
1. Inizio, variazione e cessazione dell'attività 
2. Dichiarazione IVA
3. Compensazioni del credito IVA annuale 
3.1 Da marzo 2012 limite di 5 mila euro per le compensazioni libere 
3.2 Compensazione credito con la sola firma del revisore sulla dichiarazione IVA 
4. Omessa dichiarazione  
4.1 Recupero del credito IVA ed omissione della dichiarazione secondo Giurisprudenza 
4.1.1 Recupero credito IVA in ipotesi di omessa dichiarazione 
4.1.2 Recupero credito IVA dichiarato ma non riportato nelle dichiarazioni successive 
4.2 Recupero del credito IVA ed omissione della dichiarazione secondo Prassi 
5. Il recupero di oneri non dedotti in dichiarazione 
6. La comunicazione telematica delle operazioni superiori a 3.000 euro 
7. Spesometro 2017, liquidazioni periodiche e P.A. 
8. La comunicazione delle liquidazioni periodiche IVA 2017 
8.1 La norma 
8.2 I dati da trasmettere 
8.3 Il modello 
8.4 Le scadenze 
8.5 Le sanzioni 
Capitolo VIII Il controllo formale delle dichiarazioni fiscali dei comuni 
1. Il controllo formale 
PARTE TERZA
Capitolo I Servizi commerciali  
1. Asili 
2. Mense scolastiche 
2.1 Gestione mense, spacci, bar e dormitori 
3. Editoria 
4. Gestione farmacie comunali  
5. Gite, visite ed escursioni  
6. Manifestazioni fieristiche  
7. Mercati  
8. Mattatoi 
9. Servizi cimiteriali 
10. Soggiorni estivi  
11. Trasporto pubblico di persone  
11.1 Scuolabus 
12. Cessione di materiale legnoso  
13. Verifica periodica su ascensori e montacarichi  
14. Sponsorizzazioni  
15. Cessione di rottami, cascami e simili  
16. Assistenza domiciliare 
17. Servizi didattici e formazione 
18. Centri sportivi  
19. Parcheggi 
20. Spettacoli ed intrattenimenti  
20.1 Spettacoli all'aperto resi gratuitamente  
20.2 Mostre culturali  
20.3 Gestione musei  
20.4 Gestione biblioteche 
20.5 Organizzazione di viaggi turistici  
21. Servizio idrico integrato  
22. Somministrazione di energia elettrica, calore-energia e gas – impianti fotovoltaici
23. Cessioni di immobili  
24. Locazione di immobili 
25. Prestazioni di servizi per altri enti  
25.1 Prestazioni di servizi effettuate nei confronti dei consorziati o soci da consorzi, società consortili e cooperative con funzioni consortili 
26. Prestazioni socio-sanitarie ed assistenziali  
27. Cessione di certificati verdi 
28. Cessione di imballaggi ai consorzi Conai 
Capitolo II Servizi istituzionali 
1. Lavori pubblici 
1.1 Opere di urbanizzazione primaria e secondaria 
1.2 Interventi di recupero del patrimonio edilizio 
1.2.1 Interventi di restauro e risanamento conservativo 
1.2.2 Interventi di manutenzione e ristrutturazione degli immobili 
1.2.3 Ristrutturazione edilizia ed urbanistica 
1.3 Case popolari 
1.4 Opere finalizzate alla eliminazione delle barriere architettoniche 
1.5 Project financing e reverse charge 
2. Raccolta, trasporto e trattamento rifiuti 
2.1 TIA 
3. Cessioni di aree fabbricabili  
4. Attività di cattura cani 
5. Aggio per la riscossione delle entrate 
6. Acquisti su internet 
6.1 Commercio elettronico off line 
6.2 Commercio elettronico on line 
PARTE QUARTA
Capitolo I Gli acquisti dall'estero 
1. Importazioni 
2. Operazioni intracomunitarie 
3. Gli acquisti istituzionali di beni intracomunitari 
4. Gli acquisti intracomunitari di beni 
5. Enti non soggetti passivi 
6. Opzione per l'applicazione dell'IVA 
7. Domanda di inserzione nel VIES 
7.1 Acquisti intracomunitari non tassati in Italia 
7.2 Acquisti intracomunitari tassati in Italia 
8. Enti soggetti passivi IVA (la generalità dei comuni) 
9. Inversione contabile per gli acquisti di servizi da soggetti esteri 
9.1 Territorialità IVA per i servizi culturali, artistici, sportivi, scientifici, educativi, ricreativi, comprese fiere ed esposizioni, e relative prestazioni accessorie 
9.2 Adempimenti contabili per l'acquisto di servizi da fornitore estero 
9.3 Adempimenti dichiarativi per l'acquisto di servizi da fornitore comunitario 
10. La prassi dell'Agenzia varata nel 2010 per spiegare le novità del d.lgs. 18/2010 
10.1 Inversione contabile per le cessioni di beni e le prestazioni di servizi da non residenti 
10.2 Presentazione elenchi riepilogativi delle operazioni intracomunitarie 
11. Dalla Agenzia delle Entrate chiarimenti anche sui servizi intracomunitari 


Scrivi la tua recensione

Solo gli utenti registrati possono scrivere recensioni. Accedi oppure Registrati

Prodotti consigliati

Back to top