SERVIZIO CLIENTI 0541.628242 Lunedì - Venerdì / 8.30-17.30

Cerca nel Sito
Fino al 31 Maggio SPEDIZIONE GRATUITA su tutto il catalogo per Professionisti e Privati
Prevenzione incendi - Le nuove norme tecniche del d.m. 3 agosto 2015

Prevenzione incendi - Le nuove norme tecniche del d.m. 3 agosto 2015

Autori A. M. Lommano
Editore Maggioli Editore
Formato Ebook
Pagine 66
Pubblicazione ottobre 2015 ( Edizione)
ISBN / EAN 8838781599 / 9788838781599
Argomenti Prevenzione incendi

Tutte le novità  a seguito delle nuove norme tecniche del d.m. 3 agosto 2015

Prezzo Online:

7,90 €

Disponibilità: Disponibile

L'ebook presenta le novità introdotte dal d.m. 3 agosto 2015. Il decreto, frutto di un lungo processo di elaborazione da parte del Ministero, è orientato a semplificare e razionalizzare l’attuale corpo normativo relativo alla prevenzione degli incendi mediante l’introduzione di un unico testo organico e sistematico, contenente disposizioni applicabili a molte delle attività soggette ai controlli di prevenzione incendi, indicate all’allegato I del decreto del Presidente della Repubblica 1° agosto 2011, n. 151.

Una delle caratteristiche peculiari del nuovo testo è senz’altro quella relativa all’utilizzo di un nuovo approccio metodologico, più aderente al progresso tecnologico e agli standard internazionali.

Questa agile Guida di aggiornamento analizza punto per punto il nuovo decreto ministeriale, strutturato in cinque articoli, con l’aggiunta di un corposo allegato tecnico.

L’articolato specifica le attività cui potrà essere applicata la nuova normativa e precisa, anche, le modalità di adozione della nuova metodologia introdotta in alternativa alle vigenti disposizioni di prevenzione incendi, per consentire l’introduzione del nuovo approccio con la necessaria gradualità.

Tra i temi analizzati vanno segnalati l’approvazione e le modalità applicative delle norme tecniche di prevenzione incendi, l’impiego dei prodotti per uso antincendio ed il monitoraggio dell’applicazione delle norme tecniche.

L’allegato tecnico è invece strutturato in quattro sezioni. Eccole elencate in sintesi:
- Sezione G (Generalità) i principi fondamentali per la progettazione della sicurezza antincendio, applicabili indistintamente alle diverse attività;
- Sezione S (Strategia antincendio): contiene le misure antincendio di prevenzione, protezione e gestionali applicabili alle diverse attività, per comporre la strategia antincendio al fine di ridurre il rischio di incendio;
- Sezione V (Regole tecniche verticali): contiene le regole tecniche di prevenzione incendi applicabili a specifiche attività o ad ambiti di esse, le cui misure tecniche previste sono complementari o integrative a quelle generali previste nella sezione “Strategia antincendio”. Tale sezione sarà nel tempo implementata con le regole tecniche riferite ad ulteriori attività;
- Sezione M (Metodi): con la descrizione delle metodologie progettuali.

1. Introduzione – Dal “Prescrittivo” al “Prestazionale” – Cosa è cambiato?
2. D.M. 3 agosto 2015 – Struttura del decreto – Obiettivi
3. Campo di applicazione – In quali casi si può applicare
Sezione G. Generalità – Novità e conferme
4. G.1 – Termini, definizioni e simboli grafici
5. G.2 – Progettazione per la sicurezza antincendio
6. G.3 – Determinazione dei profili di rischio delle attività
Sezione S. Strategia antincendio – Vantaggi dell’approccio prestazionale
7. S.1 – Reazione al fuoco
8. S.2 – Resistenza al fuoco
9. S.3 – Compartimentazione
10. S.4 – Esodo
11. S.5 – Gestione della sicurezza antincendio
12. S.6 – Controllo dell’incendio
13. S.7 – Rivelazione ed allarme
14. S.8 – Controllo di fumi e calore
15. S.9 – Operatività antincendio
16. S.10 – Sicurezza degli impianti tecnologici e di servizio
Sezione V. Regole tecniche verticali
17. V.1 – Aree a rischio specifico
18. V.2 – Aree a rischio per atmosfere esplosive
19. V.3 – Vani degli ascensori
Sezione M. Metodi
20. M.1 – Metodologia per l’ingegneria della sicurezza antincendio
21. M.2 – Scenari di incendio per la progettazione prestazionale
22. M.3 – Salvaguardia della vita con la progettazione prestazionale
23. Conclusioni – Cosa manca?


Scrivi la tua recensione

Only registered users can write reviews. Please, log in or register

Prodotti consigliati

Back to top