SERVIZIO CLIENTI 0541.628242 Lunedì - Venerdì / 8.30-17.30

Sconto 15%

La Variante generale 2010 al Piano territoriale di coordinamento del Parco regionale delle Groane

La Variante generale 2010 al Piano territoriale di coordinamento del Parco regionale delle Groane

Autori Pier Luigi Paolillo
Editore Maggioli Editore
Formato Cartaceo
Dimensione 16x22
Pagine 309
Pubblicazione Giugno 2010 (1 Edizione)
ISBN / EAN 8838744653 / 9788838744655
Collana Politecnica
da impostare

Prezzo Online:

39,00 €

33,00 €

Le Groane - l'unica strettoia vuota tra Milano, Varese e Como - stanno nel posto più congestionato d'Italia che, tuttavia, è quello che più aiuta il Paese col Pil, tante partite Iva e un'operosità tutta lombarda. Insomma, una specie di cunicolo di 15 km, strattonato dagli eccezionali processi urbanizzativi che hanno irreparabilmente intaccato la preziosa risorsa suolo tranne, appunto, nel contesto protetto del Parco regionale delle Groane, che ha adottato di recente (all'unanimità) la Variante generale del Ptc senza risentire della contiguità con l'ingombrante attrattore Expo 2015, che avrebbe potuto generare pericolose ripercussioni insediative anche nei confronti dello stesso Parco. O per merito della crisi economica o, piuttosto, perché la rilevanza ambientale delle Groane è oggi sentita come valore aggiunto da preservare comunque, fatto sta che l'assalto insediativo agli spazi del Parco non ha avuto per nulla luogo e, anzi, la Variante generale del Ptc li ha ampliati di ben 381 ha, riclassificando poi 13 ha in zone di riserva naturale orientata, 36 ha in zone di riqualificazione ambientale a indirizzo naturalistico, 6,3 ha in zone d'interesse storico ambientale e, soprattutto, 1.291 ha a Parco naturale, rara opportunità di elevata tutela e valorizzazione dei caratteri paesaggistici presenti.
Tutto ciò ha necessariamente preteso modi analitico/progettuali avanzati, in grado di commisurare l'intensità delle pressioni urbane ai valori intrinseci del Parco e all'intero suo poliedro ambientale, e per questo - attraverso l'uso del binomio Gis/geostatistica - è stata costruita la carta del grado di sensibilità paesaggistico - ambientale che ne affronta e stima la complessità non tralasciando alcuna componente e, soprattutto, trattando i fattori oggettivi del Parco e del suo intorno senza mosse discrezionali e/o arbitrarie: la carta, dimostratasi indispensabile sia nelle fasi di studio e di progetto (per giustificare l'individuazione del Parco naturale e delle conseguenti riclassificazioni, apportate al Parco regionale), sia nella fase controdeduttiva successiva all'adozione (per smontare con motivi espliciti l'<> delle osservazioni al Piano adottato), è del tutto pubblicata nel Cd allegato con gli altri materiali (relazione, carte, norme) della Variante generale al Ptc delle Groane.
Pier Luigi Paolillo, ordinario di urbanistica, presidente del corso di laurea in urbanistica e direttore delcorso di perfezionamento in sistemi informativi e governo integrato del territorio nel Politecnico di Milano,è autore di molteplici strumenti a differenti scale tra cui la Variante generale del Piano intercomunale savonese, gli Indirizzi per le zone agro-forestali del Piano territoriale della Regione autonoma Friuli-Venezia Giulia, il Piano territoriale di inquadramento della Regione Marche, il prototipo di Programma ecologico ambientale della Regione Lombardia, il progetto di Sportello Unico consortile per le attività produttive del Consorzio Area Alto Milanese, il Rapporto ambientale della Va s del Ptc del Parco lombardo della Valle del Lambro. ha curato per l'Enea il capitolo <> della IV edizione della Relazione al Parlamento sullo stato dell'ambiente. ha fatto parte del comitato scientifico di Arpa Lombardia per la Relazione sullo stato dell'ambiente lombardo. negli ultimi tempi si è occupato del Rapporto ambientale della Va s del piano comunale di Sondrio, della Variante generale al Ptc del Parco lombardo delle Groane,del Piano di governo del territorio di Como. dal 1993 al 1996 ha diretto il bimestrale dell'Inu Urbanistica informazioni e, dal 1988 al 1994, è stato redattore capo di Territorio (quadrimestrale del Dipartimento di Scienze del territorio del Politecnico di Milano).


Scrivi la tua recensione

Solo gli utenti registrati possono scrivere recensioni. Accedi oppure Registrati

Prodotti consigliati

Back to top