SERVIZIO CLIENTI 0541.628200  Lunedì - Venerdì / 8.30-17.30

Sconto 15%

Accordi e contratti nel "rinnovato" sistema di remunerazione delle prestazioni e delle funzioni ospedaliere

Accordi e contratti nel "rinnovato" sistema di remunerazione delle prestazioni e delle funzioni ospedaliere

Autori Livio Pietro Tronconi, Francesco Ciro Rampulla
Editore Maggioli Editore
Formato Cartaceo
Dimensione 17x24
Pagine 160
Pubblicazione Giugno 2010 (1 Edizione)
ISBN / EAN 8838755671 / 9788838755675
Collana Sociale & Sanità
da impostare

Prezzo Online:

18,00 €

15,30 €

L'opera intende fornire in modo esaustivo e concreto un quadro chiaro ed attuale degli strumenti giuridici preordinati alla regolazione dei rapporti tra le Istituzioni del SSN, i Servizi Sanitari Regionali e gli erogatori, svolgendo una panoramica sui modelli di remunerazione delle prestazioni e delle funzioni ospedaliere.
Nell'ambito del SSN, a seguito della Legge costituzionale n. 3/2001
che ha dato corso al processo di devolution attraverso un ridisegno
delle competenze nell'ambito delle Istituzioni di rilevanza costituzionale, ogni Regione incontra delle criticità differenti, legate a ragioni strettamente territoriali, talvolta politiche, spesso fortemente connesse alla scarsa disponibilità di risorse, tali per cui il tessuto sanitario dell'Italia si connota oggi per una marcata parcellizza-zione in tanti sistemi sanitari regionali fra loro differenti.
In questo rinnovato quadro, ogni Regione e ciascun erogatore si sono visti chiamati ad un utilizzo più responsabile delle risorse mediante una puntuale programmazione.
Un'analisi sulle conseguenze di questo rivoluzionario sistema di tariffazione del SSN ha evidenziato fenomeni quali una riduzione significativa dei posti letto, una riduzione della durata media della degenza e, dunque, un controllo maggiore della spesa. Il terminale del processo di riforma è oggi rappresentato dagli accordi e dai contratti nei quali si traspongono, attraverso una specifica negoziazione, la domanda di salute e l'offerta di prestazioni sanitarie.
Inoltre, si è prevista anche la possibilità di remunerare l'attività ospedaliera mediante il riconoscimento di tariffe per funzioni assistenziali, lasciando a ogni Regione l'individuazione degli ambiti per i quali peculiari esigenze della propria organizzazione oltre che profili demografici rendano necessario derogare i vincoli posti alla remunerazione secondo la valorizzazione tramite DRG, il più delle volte riferibile a volumi predefiniti di prestazioni.


Scrivi la tua recensione

Solo gli utenti registrati possono scrivere recensioni. Accedi oppure Registrati

Libri consigliati

Back to top