SERVIZIO CLIENTI 0541.628200  Lunedì - Venerdì / 8.30-17.30

Sconto 15%

Il mestiere dell'educatore

Il mestiere dell'educatore

Autori Francesca Mazzucchelli
Editore Maggioli Editore
Formato Cartaceo
Dimensione 17x24
Pagine 245
Pubblicazione Giugno 2010 (1 Edizione)
ISBN / EAN 8838756562 / 9788838756566
Collana Sociale & Sanità
da impostare

Prezzo Online:

24,00 €

20,40 €

Ordina ora per avere:
Ricezione entro 48h
Spedizione in 24h
Paga alla consegna senza costi aggiuntivi
Paga alla consegna senza costi aggiuntivi

Qui non si parla dell'educatore che accompagna una crescita nella normalità, si parla invece della funzione dell'educatore nelle situazioni dove occorre una 'riparazione', o almeno una protezione molto delicata e attenta di soggetti deboli.
L'educatore qui rappresentato si colloca professionalmente in situazioni di sofferenza, di degrado, di grave incompetenza e lotta per salvare il salvabile e/o recuperare risorse (personali e ambientali) per limitare i danni di un processo evolutivo compromesso. è l'operatore che non si arrende di fronte alle situazioni di svantaggio e di ingiustizia e si fa carico di rappresentare per quanto possibile l'adulto positivo, equilibrato, disponibile alla relazione, che dimostra fiducia nelle potenzialità dei giovani. Investe sul futuro delle persone e della società contro la tendenza generale a considerare solo il presente.
è consapevole della sproporzione del compito: non rimedierà alle disfunzioni sociali, al degrado e all'incompetenza del mondo degli adulti né da solo potrà offrire una visione ordinata e rassicurante ai giovani che si preparano ad entrare nella comunità sociale.
E proprio perché il suo mestiere a servizio delle persone sofferenti, emarginate, in difficoltà lo mette a contatto con situazioni dolorose e spesso connotate dall'ingiustizia e dalla disuguaglianza, l'educatore si sente caricato di un gravoso peso emotivo, intriso di sentimenti di rabbia e impotenza. Se non lo sostenesse una vera passione educativa e un'elevata motivazione morale potrebbe darsi per vinto o imboccare forse la strada dell'eversione sociale. A giudicare dalle appassionate testimonianze contenute nel libro, si direbbe però che questi educatori non considerano il loro un compito ingrato, ma lo amano e ne vedono la straordinaria qualità umana per sé e per le persone di cui si prendono cura.


Scrivi la tua recensione

Solo gli utenti registrati possono scrivere recensioni. Accedi oppure Registrati

Libri consigliati

Back to top