SERVIZIO CLIENTI 0541.628200  Lunedì - Venerdì / 8.30-17.30

Durante il mese di agosto le spedizioni potranno subire rallentamenti.

Le spedizioni riprenderanno regolarmente a partire dal 27 agosto 2018

Sconto 15%

L' educatore nell'asilo nido

L' educatore nell'asilo nido

Autori Angelo Savelli, Ermanno Pianesi, Alberto Massarelli, Anna Maria Marcuccini
Editore Maggioli Editore
Formato Cartaceo
Dimensione 17x24
Pagine 450
Pubblicazione Dicembre 2010 (10 Edizione)
ISBN / EAN 8838759650 / 9788838759659
Collana concorsi pubblici

Manuale per la preparazione ai concorsi e l'aggiornamento professionale

- Come affrontare il concorso
- L'assistenza alla prima infanzia
- Le norme regionali in materia
- Psicologia dello sviluppo
- Igiene ed educazione sanitaria
- Nozioni sull'ordinamento degli Enti locali

X edizione

Prezzo Online:

32,00 €

27,20 €

Questo manuale è indirizzato a quanti intendono prepararsi in vista di concorsi pubblici per la qualifica di Assistente o Educatore negli asili nido.

Il volume, infatti, offre ai candidati ai concorsi l'opportunità di una preparazione approfondita e nello stesso tempo sintetica, presentando una vasta gamma di argomenti a carattere pedagogico, didattico e organizzativo, sulla base dei contenuti programmatici degli attuali concorsi. Questa decima edizione, in particolare, offre una lettura aggiornata della più recente legislazione regionale in materia. La riforma federalista della Costituzione (Legge costituzionale 3/2001) ha, infatti, sancito la competenza delle Regioni riguardo la disciplina legislativa degli asili nido: per quasi tutte le Regioni, perciò, il volume offre una precisa e attenta analisi delle disposizioniregionali.

Dopo una approfondita trattazione di psicologia infantile (in cui si tratteggiano i contributi delle diverse scuole di pensiero) e di igiene ed educazione sanitaria, il manuale sintetizza le nozioni fondamentali di diritto costituzionale e di ordinamento degli Enti locali. Un nuovo capitolo, infine, è dedicato alla sicurezza e salute negli istituti scolastici. Completano la trattazione alcuni temi svolti che rappresentano una preziosa traccia per approfondimenti. 

Anna Maria Marcuccini, ricercatrice presso l'istituto di Pedagogia della facoltà di Scienze della Formazione dell'Università di Perugia.
Alberto Massarelli, psichiatra, psicoterapeuta, vive e lavora a Perugia.
Ermanno Pianesi, già segretario generale del Comune di Perugia, è presidente del Centro Studi G. Costantino di Perugia.
Angelo Savelli, già professore associato di Didattica nella facoltà di Magistero dell'Università di Perugia.

Parte Prima
COME AFFRONTARE IL CONCORSO
(Angelo Savelli)

Capitolo I - La preparazione

1. Lo studio dei testi
2. Che significa “studiare bene”?
3. Un possibile metodo per “studiare bene”
4. Il problema se prepararsi da soli o “andare a lezione”
5. Possibili forme di un contatto diretto con la realtà dei nidi

Capitolo II - Le prove del concorso

1. La prova scritta

1.1. Prima fase dello svolgimento del tema: il reperimento delle idee
1.2. Seconda fase dello svolgimento del tema: la stesura
1.3. Terza fase dello svolgimento del tema: la revisione
1.4. Se vengono assegnati più argomenti da trattare o tra i quali se ne deve scegliere uno

2. Il colloquio

Parte Seconda
L’ASSISTENZA ALLA PRIMA INFANZIA IN ITALIA DALLE ORIGINI (METÀ DEL SEC. XIX) ALLA LEGGE N. 1044/1971
(Angelo Savelli)

Capitolo I - L’assistenza alla prima infanzia in Italia dalle origini all’istituzione dell’oNMi (1925)

1. Premessa
2. I primi “presepi” (1840-1850)
3. La diffusione dei presepi in Italia nella seconda metà del sec. XIX
4. Dal primo “Istituto pro lattanti” (1905) all’istituzione dell’ONMI (1925)
5. Situazione dell’assistenza alla prima infanzia in Italia alla vigilia dell’istituzione dell’ONMI

Capitolo II - L’ONMI e la sua azione per l’assistenza alla prima infanzia

1. La legislazione relativa all’ONMI e l’ampiezza dei suoi compiti
2. Le strutture e le forme di intervento dell’ONMI per l’assistenza alla prima infanzia
3. I caratteri dell’asilo nido dell’ONMI; confronto con ciò che è, e dovrebbe essere, l’asilo nido oggi

3.1. La prevalenza quasi esclusiva di una finalità igienico-sanitaria
3.2. La struttura edilizia
3.3. I rapporti dei genitori con il nido
3.4. I limiti della funzione sociale del nido ONMI in confronto con la concezione espressa nella legge n. 1044
3.5. La gerarchia del personale negli asili ONMI

Capitolo III - La politica nei nidi nel quadro della tutela delle lavoratrici madri fino al 1971

1. Premessa
2. Le principali norme della legge n. 860 per la tutela fisica ed economica delle lavoratrici madrii
3. Le camere di allattamento e gli asili nella legge n. 860
4. La pressione popolare nel decennio 1960-70 per una nuova politica dei nidi e della tutela delle lavoratrici madri
5. I principali diritti delle lavoratrici madri nell’attuale normativa

Parte Terza
FUNZIONE SOCIALE E FUNZIONE EDUCATIVA DELL’ASILO NIDO OGGI. LETTURA DELLA LEGGE N. 1044 E DELLE LEGGI REGIONALI SUI NIDI
(Angelo Savelli)

Capitolo I - La legge 6 dicembre 1971, n. 1044 (“Piano quinquennale per l’istituzione di asili-nido comunali con il concorso dello Stato”). Le leggi e i regolamenti regionali, i regolamenti comunali

1. Premessa
2. La funzione sociale del nido nella legge n. 1044
3. Spunti della legge n. 1044 relativi ad una funzione educativa del nido
4. La funzione educativa degli asilo nido nelle sezioni primavera

4.1. Fondamento giuridico e sociale
4.2. Le caratteristiche delle sezioni primavera
4.3. La presentazione del progetto e le richieste di contributo
4.4. L’Accordo quadro del 7 ottobre 2010 delle sezioni primavera

5. Stretto legame tra la legge n. 1044, le leggi regionali e i regolamenti comunali. Indicazioni generali su questi ultimi due strumenti
– Appendice - Legge 6 dicembre 1971, n. 1044

Capitolo II - La disciplina del sistema regionale dei servizi socio-educativi per la prima infanzia

1. Il riparto di competenze tra Stato e Regioni in materia di asili nido alla luce della l. cost. 3/2001
2. Le pronunce della Corte costituzionale in tema di servizi educativi per la prima infanzia
3. La produzione di leggi regionali in materia di servizi per la prima infanzia
4. La disciplina degli asili nido in Emilia Romagna (L.R. 10 gennaio 2000, n. 1)

4.1. Premessa
4.2. Il nido d’infanzia: definizione e finalità
4.3. I servizi integrativi e quelli sperimentali
4.4. Accesso ai servizi educativi e contribuzione ai costi
4.5. L’autorizzazione al funzionamento
4.6. L’accreditamento
4.7. Le caratteristiche generali dell’area destinata ai servizi per l’infanzia
4.8. Il personale dei servizi educativi

5. La disciplina degli asili nido in Lazio (L.R. 16 giugno 1980, n. 59)

5.1. L’asilo nido: definizione e finalità
5.2. Le caratteristiche generali dell’area destinata ai servizi per l’infanzia
5.3. I soggetti titolari della gestione ed il personale
5.4. Gli asili nido presso strutture di lavoro

6. La disciplina degli asili nido in Toscana (L.R. 26 luglio 2002, n. 32)

6.1. I servizi educativi per la prima infanzia nel Testo unico
6.2. Le tipologie degli interventi e servizi educativi per la prima infanzia
6.3. Il regime di autorizzazione e di accreditamento

7. La disciplina degli asili nido in Liguria (L.R. 9 aprile 2009, n. 6)

7.1. Il sistema educativo integrato
7.2. I servizi socio-educativi per la prima infanzia: il nido di infanzia
7.3. I servizi integrativi
7.4. I servizi domiciliari e servizi ricreativi

8. La disciplina degli asili nido nelle Marche (L.R. 13 maggio 2003, n. 9)

8.1. Il sistema integrato regionale dei servizi sociali ed i suoi destinatari
8.2. L’individuazione dei servizi: il nido d’infanzia
8.3. I centri per l’infanzia e gli altri servizi sociali
8.4. Il personale nei servizi sociali

9. La disciplina degli asili nido in Campania (L.R. 4 settembre 1974, n.48)

9.1. La gestione ed il controllo degli asili-nido comunali
9.2. L’amministrazione degli asili nido: il comitato di gestione
9.3. L’assemblea delle famiglie e degli operatori dell’asilo
9.4. Il personale dell’asilo-nido

10. La disciplina degli asili nido in Umbria (L.R. 22 dicembre 2005, n. 30)

10.1. Il Sistema integrato dei servizi socio-educativi per la prima infanzia
10.2. Il nido d’infanzia
10.3. I servizi integrativi al nido
10.4. La sperimentazione di nuove tipologie di servizi
10.5. Il Piano triennale del sistema dei servizi per la prima infanzia
10.6. Autorizzazione ed accreditamento
10.7. Il personale

11. La disciplina degli asili nido in Veneto (L.R. 23 aprile 1990, n. 32)

11.1. La disciplina degli interventi regionali per i servizi educativi alla prima infanzia
11.2. L’asilo nido: sua regolamentazione ed organizzazione
11.3. Il personale
11.4. La tipologia dei servizi innovativi

12. La disciplina degli asili nido in Piemonte (L.R. 15 gennaio 1973, n. 3)

12.1. L’attuazione della politica a favore della famiglia
12.2. Le caratteristiche della struttura dei servizi per l’infanzia
12.3. Il ruolo delle famiglie ed il personale

13. La disciplina degli asili nido in Lombardia (L.R. 6 dicembre 1999, n. 23)

13.1. I Servizi per la prima infanzia nella Regione Lombardia
13.2. La tipologia dei servizi per l’infanzia 13.3. Le figure professionali

Capitolo III - Il nido: un contesto educativo (Anna Maria Marcuccini)

1. Premessa
2. La professionalità dell’educatore
3. La programmazione e l’organizzazione didattica
4. La programmazione educativa e il collettivo di lavoro
5. Le dinamiche relazionali all’interno del gruppo di lavoro

Capitolo IV - Dall’accoglienza all’integrazione (Anna Maria Marcuccini)

1. Dalla multiculturalità alla interculturalità
2. L’educazione interculturale nella scuola
3. L’educazione interculturale nei servizi educativi per la prima infanzia

Parte Quarta
NOTE DI PSICOLOGIA INFANTILE
(Alberto Massarelli)

1. Periodo Prenatale
2. Nascita
3. Periodo Post-natale – Aspetti generali
4. Sviluppo psicomotorio
5. Considerazioni sulla diversità di approccio alla psicologia infantile
6. Un modello di psicologia oggettiva: la Nascita Psicologica del bambino secondo la Mahler

– Fase Simbiotica
– Differenziazione ed emergenza
– L’individuazione
– La sperimentazione
– Il riavvicinamento attivo
– Conquista dell’individualità

7. Lo sviluppo del Sé secondo Ster

– Sé emergente
– Sé nucleare
– Sé soggettivo
– Sé verbale

8. Lo sviluppo affettivo di E. Bloch

– Affettività
– Sentimenti

9. La teoria dell’attaccamento di Bowlby

– La relazione d’attaccamento
– I modelli operativi interni
– Modelli operativi interni difettosi
– Gli stili di attaccamento

10. Le origini della coscienza nella psicologia analitica junghiana

– Rapporto Originario con la Madre
– Instaurarsi di un Io integrale positivo
– Coscienza egoica

11. Riepilogo della relazione madre-bambino nel modello classico
12. Il modello psicoanalitico dello sviluppo sessuale
13. Il sonno
14. La nutrizione
15. L’aggressività
16. La socializzazione
17. Il gioco

– Generalità: l’importanza del gioco quale corrispettivo di soggettività e di creatività psichica
– Il gioco secondo Piaget

18. Il linguaggio

– Fase preverbale
– Periodo linguistico

19. Il problema della globalizzazione e del multiculturalismo
20. Piaget: cenni sul periodo dell’intelligenza sensoriomotrice
21. Il concetto di diversa abilità
22. Disturbi persuasivi dello sviluppo
23. Considerazioni conclusive

– Bibliografia

Parte Quinta
IGIENE ED EDUCAZIONE SANITARIA
(Anna Maria Marcuccini)

Capitolo I - Igiene

1. Generalità
2. Fattori che alterano le condizioni di salute
3. Interventi per la difesa e la promozione della salute

– Bibliografia

Capitolo II - L’educazione sanitaria e la promozione della salute nei primi tre anni di vita

1. Nozioni generali
2. Programmazione degli interventi
3. Metodi della comunicazione
4. Aspetti della crescita e interventi educativi
5. Nuovi orientamenti dei servizi sociali e sanitari per la prevenzione e la promozione della salute
6. Il ruolo degli operatori dei nid
7. Indicazioni metodologiche
8. Osservazione
9. Ricerca-azione

– Bibliografia

Capitolo III - Le malattie infettive

1. Nozioni generali sulle malattie infettive

1.1. Serbatoi e sorgenti d’infezione
1.2. Vie di eliminazione degli agenti patogeni
1.3. Vie di penetrazione degli agenti patogeni
1.4. Modalità di trasmissione delle infezioni
1.5. Modalità di contagio
1.6. Immunità
1.7. Profilassi delle malattie infettive
1.8. Profilassi specifica
1.9. Vaccinazioni obbligatorie e vaccinazioni raccomandate

1.9.1. Vaccinazione antipolio
1.9.2. Vaccinazione antidifterica
1.9.3. Vaccinazione antitetanica
1.9.4. Vaccinazione antiepatite B

1.10. Profilassi immunitaria passiva
1.11. Chemioprofilassi

2. Malattie a diffusione prevalentemente aerea

2.1. Malattie esantematiche

2.1.1. Morbillo
2.1.2. Rosolia
2.1.3. Varicella
2.1.4. Scarlattina

2.2. Difterite
2.3. Infezione meningococcica
2.4. Pertosse
2.5. Parotite

3. Tetano.
4. Malattie a contagio oro-fecale

4.1. Epatite virale di tipo A
4.2. Febbre tifoide
4.3. Poliomielite

5. Tossinfezioni alimentari da salmonelle
6. Intossicazione da stafilococco

– Bibliografia
– Circolare ministeriale n. 4 del 13 marzo 1998
– Provvedimenti da adottare nei confronti di soggetti affetti da alcune malattie infettive e nei confronti dei loro conviventi o contatti
– Circolare Ministero dell’Istruzione, 18 settembre 2009
– Raccomandazioni per la gestione dei casi di influenza pandemica da virus a/h1n1v nelle scuole nell’attuale fase pandemica (fase 6 – livello 1)
– Glossario

Capitolo IV - Alimentazione

1. La funzione degli alimenti
2. Fabbisogno quantitativo e qualitativo della dieta
3. Proteine
4. Glucidi
5. Lipidi
6. Vitamine
7. Sali minerali
8. Acqua
9. Come attuare una corretta alimentazione

– Bibliografia

Capitolo V - L’alimentazione nei primi tre anni di vita

1. Fabbisogni nutritivi
2. Composizione del latte umano e del latte vaccino
3. Allattamento al seno
4. Allattamento misto
5. Allattamento artificiale
6. Divezzamento
7. Alimentazione al nido

– Bibliografia

Capitolo VI - L’accrescimento somatico nei primi tre anni di vita

1. Accrescimento somatico
2. Fattori dell’accrescimento
3. Accrescimento post-neonatale
4. Valutazione dell’accrescimento somatico
5. Valutazione dello sviluppo

– Bibliografia

Capitolo VII - Igiene personale del bambino

1. Igiene della pelle
2. Igiene del bambino
3. Igiene del vestiario

– Bibliografia

Capitolo VIII - Igiene dell’ambiente

1. Microclima o clima degli ambienti confinati
2. Cause di alterazione dell’aria confinata
3. Ventilazione
4. Riscaldamento
5. Illuminazione

– Bibliografia

Capitolo IX - Brevi cenni di pronto soccorso

1. Ferite
2. Emorragie
3. Epistassi
4. Avvelenamenti
5. Corpi estranei
6. Folgorazione
7. Colpo di sole
8. Punture
9. Contusioni.
10. Distorsioni e lussazioni
11. Fratture
12. Svenimento
13. Annegamento
14. Asfissia

– Bibliografia

Parte Sesta
NOZIONI ELEMENTARI DI DIRITTO COSTITUZIONALE E DI LEGISLAZIONE COMUNALE
(Ermanno Pianesi)

Capitolo I - Diritto costituzionale e Costituzione della Repubblica italiana

1. Principi fondamentali
2. Diritti e doveri dei cittadini

Capitolo II - Le leggi

1. Leggi costituzionali
2. Leggi ordinarie
3. Decreti legislativi
4. Decreti legge
5. Regolamenti

Capitolo III - Il Parlamento

Capitolo IV - Il Governo

Capitolo V - Il Presidente della Repubblica

Capitolo VI - La Corte Costituzionale

Capitolo VII - La Magistratura

Capitolo VIII - Le Autonomie

Capitolo IX - Le Regioni

Capitolo X - Il Comune

Capitolo XI - Il Consiglio comunale

Capitolo XII - La Giunta comunale

Capitolo XIII - Il Sindaco

Capitolo XIV - Il Segretario comunale

Capitolo XV - Il Direttore generale

Capitolo XVI - Decentramento e partecipazione dei cittadini alla amministrazione del Comune

Capitolo XVII - Accesso dei cittadini alle informazioni e ai documenti amministrativi

Capitolo XVIII - Il rapporto di impiego

Capitolo XIX - Diritti e doveri dei pubblici dipendenti

Capitolo XX - La sicurezza nella scuola

1. La sicurezza nella scuola
2. Il datore di lavoro: il Preside, Capo d’Istituto, Dirigente
3. Il servizio di prevenzione e protezione
4. Il Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza
5. Gli addetti alla gestione delle emergenze
6. Il medico competente
7. Obblighi degli studenti
8. Il piano di emergenza

Appendice
Temi svolti
(Angelo Savelli)

1. L’inserimento del bambino al nido e il compito dei genitori
2. Il personale del nido e il collettivo come “luogo” d’incontro e strumento di programmazione
3. La funzione sociale (e gestione sociale) del nido e il problema dei rapporti con le famiglie
4. Funzione sociale e funzione educativa, caratteri qualificanti del “nuovo” asilo nido
5. Il consiglio di gestione dell’asilo nido
6. Le attività dei bambini al nido
7. La funzione educativa del nido: sperimentazione e programmazione
8. Formazione e aggiornamento


Scrivi la tua recensione

Solo gli utenti registrati possono scrivere recensioni. Accedi oppure Registrati

Prodotti consigliati

Back to top