SERVIZIO CLIENTI 0541.628242 Lunedì - Venerdì / 8.30-17.30

Sconto 15%

Paolino: La piazza uno spazio per la gente

Paolino: La piazza uno spazio per la gente

Autori Luigi Paolino
Editore Maggioli Editore
Formato Cartaceo
Dimensione 15x21
Pagine 130
Pubblicazione Dicembre 2013 (1 Edizione)
ISBN / EAN 8838762848 / 9788838762840
Collana Politecnica

Riflessioni e "case History" sulla piazza come luogo per vivere e far (ri)vivere la città

Con contributo di Fulvia Pinto e Fabrizio Bianchetti

Prezzo Online:

14,00 €

11,90 €

La città è segno, memoria, desiderio, scambio. Tutto nella città passa per il centro, crocevia di storie di pietre e di storie di uomini, personali e collettive. Il centro è la piazza, luogo magico nel quale si identifica, nello scorrere del tempo, l'essere di una comunità e il suo divenire, nel bene e nel male. Nella piazza si concentrano le valenze e le contraddizioni della città, la bellezza e lo stupore, i disagi e le rivendicazioni. La piazza è simbolo e icona, ma anche vita e relazioni e quindi è un "bene comune". La piazza è spazio urbano per eccellenza e "appartiene a una comunità tipicamente globale, ossia di tutti quanti, stanziali o viandanti, possano in astratto godere della sua funzione di luogo di scambio. E cioè nei modi e nelle forme di cui ciascuno è interprete" (U. Mattei, Beni comuni. Un manifesto, Roma-Bari, Laterza, 2011). L'occasione di realizzare una nuova piazza nella cittadina di Turbigo, adagiata sulla sponda est del Ticino, si trasforma in queste pagine in un momento di riflessione più generale sulla storia della piazza e sulla sua validità, ancor oggi, come elemento urbano centripeto, come forma e come luogo sociale. Il volume affronta il tema con il prezioso contributo di esperti che esprimono autorevoli opinioni sotto il profilo dell'urbanistica e dell'architettura, per poi soffermarsi sull'esperienza concreta di un'occasione mancata: il "case history", al di là di rappresentare una circostanza specifica, diventa a sua volta un pretesto per pensare al ruolo della piazza in contrapposizione alle "piazze artificiali" ma anche per meditare sulla disponibilità dei decisori di comprendere appieno l'importanza che alcune scelte radicali sulla città sono determinanti per lo sviluppo e la valorizzazione della città stessa. Nel presente e per il futuro.

Luigi Paolino Laureato in ingegneria civile, indirizzo edile, al Politecnico di Milano. Dottore di Ricerca (PhD) in ingegneria ergotecnica edile. Professore a contratto presso la Scuola di Ingegneria Edile-Architettura del Politecnico di Milano, dipartimento ABC. Si occupa di progettazione architettonica e tecnologica, con particolare attenzione alle tematiche prestazionali e alla sostenibilità. Partecipa a diversi lavori di ricerca nel campo della tecnologia edilizia, del recupero, della flessibilità sfociati in pubblicazioni specifiche e in rapporti di ricerca. E' autore di numerose pubblicazioni. Libero professionista dal 1984, svolge attività di progettista, direttore lavori e collaudatore di opere private e soprattutto pubbliche. Ha ottenuto importanti riconoscimenti in premi e concorsi. Molte realizzazioni sono oggetto di pubblicazione su diverse riviste di settore.

Fulvia Pinto Architetto, specializzata in "Restauro dei Monumenti" e Dottore di Ricerca (PhD) in "Urbanistica Tecnica". È Ricercatore di "Tecnica e Pianificazione urbanistica" presso la Facoltà di Ingegneria Edile -Architettura del Politecnico di Milano, dove insegna "Tecnica Urbanistica" e "Pianificazione e trasformazioni urbane" ed è titolare del Laboratorio di "Tecnica Urbanistica" del Polo Regionale di Lecco. Svolge attività di ricerca su tematiche relative al governo del territorio ed allo sviluppo sostenibile delle città. È autrice di numerose pubblicazioni scientifiche di interesse nazionale ed internazionale.

Fabrizio Bianchetti Laureato in Architettura al Politecnico di Milano, si occupa di disegno industriale, architettura e arredo urbano, temi legati al recupero cromatico dell'edilizia storica e allo sviluppo di tecnologie per l'involucro edilizio. Ha progettato scuole, residenze per anziani, centri termali e progetti museali e fieristici per enti pubblici e privati e ha realizzato piani del colore per oltre 40 località. Vincitore dei premi Riabita 2003, Vele d'Oro Expocon 2004, Marchio di Qualità DfA 2012, sue realizzazioni sono state selezionate per la XVI Triennale di Milano, il Premio Casa Idea Design Roma, la XIX Biennale di Lubiana e Piemonte Torino Design. Pittogramma iconografico che schematizza la composizione le facciate degli edifici gemelli che caratterizzano l'architettura delle quinte murarie est e ovest della nuova piazza "Nuovagorà", secondo il progetto proposto da Luigi Paolino.


Scrivi la tua recensione

Solo gli utenti registrati possono scrivere recensioni. Accedi oppure Registrati

Prodotti consigliati

Back to top