SERVIZIO CLIENTI 0541.628200  Lunedì - Venerdì / 8.30-17.30

La nuova disciplina del silenzio della P.A.

La nuova disciplina del silenzio della P.A.

Autori Nicola Centofanti, Paola Centofanti
Editore Maggioli Editore
Formato Cartaceo
Dimensione 17x24
Pagine 439
Pubblicazione Febbraio 2011 (1 Edizione)
ISBN / EAN 8838765367 / 9788838765360
Collana Progetto ente locale

- Comportamenti inadempienti
- Tutela amministrativa e giurisdizionale

Prezzo Online:

49,00 €

L'opera analizza il significato e gli effetti dei comportamenti inadempienti della pubblica amministrazione nell'ambito del procedimento amministrativo e del ricorso amministrativo.
Il procedimento amministrativo è analizzato nelle sue fasi - preparatoria, consultiva e costitutiva - per verificare i diritti e la tutela dell'istante in base ai comportamenti omissivi della pubblica amministrazione alla luce delle modifiche apportate alla L. 241/1990 dal D.Lgs. 104/2010.
Vengono analizzati i procedimenti nei quali il silenzio della pubblica amministrazione ha valore di inadempimento o di rifiuto a provvedere, quelli in cui il silenzio ha valore di diniego o rigetto e quelli in cui il silenzio ha valore di assenso.
L'analisi del procedimento amministrativo si chiude con l'esame dei caratteri e della patologia del provvedimento amministrativo. L'opera analizza, infine, le forme di tutela. La tutela amministrativa trova una prima forma di controllo, sancita dalla divisione tra funzione di indirizzo e funzione esecutiva, nell'intervento degli organi dell'amministrazione sui comportamenti omissivi dei dirigenti.
La forma più classica di tutela è affidata al ricorso amministrativo.
Paradossalmente anche i ricorsi amministrativi possono essere paralizzati dal silenzio dell'amministrazione sovraordinata cui compete la decisione. in tal caso rimane possibile il rimedio giurisdizionale.
La tutela giurisdizionale amministrativa sul silenzio, demandata al T.A.R., prevede una forma specifica di ricorso ad exhibendum nella fase dell'accesso al procedimento amministrativo. Là dove il silenzio inadempimento ha per oggetto un atto dovuto, il nuovo codice del processo amministrativo consente al giudice amministrativo di esaminare la fondatezza della pretesa sostanziale.
La tutela penale è articolata in maniera del tutto autonoma e presuppone una apposita diffida nei confronti del responsabile del procedimento a provvedere.
La tutela civile è ammessa dove si tratta di diritti soggettivi anche se la domanda è rivolta ad una pubblica amministrazione.
La tutela contabile si realizza qualora il comportamento inadempiente abbia determinato il danno erariale. Nicola Centofanti, Avvocato pubblicista in Cremona, è stato Professore a contratto al Politecnico di Milano.
è autore di numerose pubblicazioni. Paolo Centofanti, Dottore in giurisprudenza in Cremona, è praticante procuratore legale.


Scrivi la tua recensione

Solo gli utenti registrati possono scrivere recensioni. Accedi oppure Registrati

Prodotti consigliati

Back to top