SERVIZIO CLIENTI 0541.628200  Lunedì - Venerdì / 8.30-17.30

Informiamo i clienti che l’ecommerce Maggioli Editore è operativo,
gli ordini di volumi disponibili in magazzino vengono affidati al corriere in 24 ore lavorative. 
A causa dell'emergenza Covid-19 i tempi di gestione delle spedizioni da parte dei corrieri potrebbero essere più lunghi del consueto.

Sconto 5%

Riflettere e agire relazionalmente

Riflettere e agire relazionalmente

Autori Lucia Boccacin, Giovanna Rossi
Editore Maggioli Editore
Formato Cartaceo
Dimensione 17x24
Pagine 146
Pubblicazione Aprile 2011 (1 Edizione)
ISBN / EAN 8838767327 / 9788838767326
Collana Sociale & Sanità

Terzo settore, partnership e buone pratiche nell'Italia che cambia

Prezzo Online:

15,00 €

14,25 €

Ordina ora per avere:
Ricezione entro 48h
Spedizione in 48h
Paga alla consegna senza costi aggiuntivi
Paga alla consegna senza costi aggiuntivi
Spedizione Gratuita

Nei contesti locali italiani sono attive collaborazioni tra entità pubbliche, private e di terzo settore finalizzate a realizzare servizi alle persone e azioni pro-sociali spesso in un quadro di relazioni sussidiarie. Questi processi reticolari e ciò che da essi si genera in termini di interventi e prestazioni sono stati oggetto di unaindagine sociologica di tipo qualitativo commissionata dall'Agenzia per le Onlus di Milano al Centro di Ateneo Studi e Ricerche sulla Famiglia dell'Università Cattolica di Milano.
In essa sono stati realizzati cinque studi di caso riguardanti differenti processi collaborativi in partnership.
I partenariati analizzati si qualificano come "buone pratiche" in quanto presentano una elevata flessibilità progettuale, stretta prossimità ai bisogni sociali, capacità di innovazione sia organizzativa sia culturale, connotazioni di riproducibilità e efficacia.
Emerge, in sintesi, che l'attivazione di circuiti di relazionalità stabile e condivisa risulta essere cruciale per la produzione di capitale sociale, cioè di quel fondamentale elemento di connessione tra attori, che consente di realizzare servizi di eccellenza e azioni adeguate anche in contesti rischiosi.
Giovanna Rossi insegna Sociologia della Famiglia e Sociologia delle Politiche Sociali presso l'Università Cattolica di Milano. è direttore della rivista "Politiche sociali e Servizi". è autrice di numerose pubblicazioni sulla famiglia, sulle politiche sociali e sui servizi alla persona, sul terzo settore e le organizzazioni di volontariato. Cura, con Eugenia Scabini, la collana "Studi interdisciplinari sulla famiglia".
Lucia Boccacin insegna Sociologia del Terzo Settore e Sociologia delle Relazioni Familiari e Comunitarie presso l'Università Cattolica di Milano e di Piacenza. è autrice di volumi e saggi riguardanti il terzo settore e il volontariato, la famiglia, le politiche sociali, le forme di partnership sociale e i servizi alla persona.
Sono autrici di: Le identità del volontariato Italiano. Orientamenti valoriali e stili di intervento a confronto, Vita e Pensiero, Milano, 2006. Il capitale sociale in un'organizzazione multilivello di terzo settore, Franco Angeli, Milano, 2006. Capitale sociale e partnership tra pubblico, privato e terzo settore. Vol. I. Casi di buone pratiche nei servizi alla famiglia, Franco Angeli Milano, 2007. con H.K. Anheier (eds.), The Social Generative Action of the Third Sector: Comparing International Experiences, Vita e Pensiero, Milano, 2008. (a cura di), Forme di Gestione associata nei servizi alla persona. Stili e pratiche di governance sussidiaria in Lombardia, Guerini e associati, Milano, 2009.

1. Le categorie di analisi poste a fondamento dell’indagine

1.1. Il concetto di partnership sociale

1.2. Il concetto di buona pratica

1.3. Il concetto di capitale sociale

1.4. Un modello per la valutazione della qualità dei servizi alla persona

2. La metodologia e gli strumenti di indagine

3. Il Progetto Disabilità

3.1. Introduzione

3.2. L’analisi della partnership

3.3. L’analisi della pratica

3.3.1. Il bisogno di ‘quotidianità’ e ‘normalità’ del disabile: il coinvolgimento del territorio

3.3.2. L’efficacia e l’efficienza di un’iniziativa in partnership: condivisione delle risorse e soddisfazione generale

3.4. Conclusioni

3.4.1. Una visione condivisa del bisogno come motore della partnership

3.4.2. Un ‘indicatore’ di networking: la struttura organizzativa

3.4.3. Un sintomo al relazionamento: la passione e l’interesse

4. Il Progetto Crais

4.1. Introduzione

4.2. L’analisi della partnership

4.3. L’analisi della pratica

4.3.1. L’altra dimensione del servizio ai minori: le attività ‘accessorie’

4.3.2. L’altra dimensione del servizio ai minori: la definizione delle politiche sociali

4.3.3. I risultati concreti

4.4. Conclusioni

4.4.1. Quanto conta la tipologia delle relazioni?

4.4.2. La fiducia tra i partner

5. Il Consorzio Pan

5.1. Introduzione  

5.2. L’analisi della partnership

5.3. L’analisi della pratica

5.3.1. Il bisogno: perché Consorzio Pan

5.3.2. I risultati

5.3.3. Vantaggi e costi della partnership

5.4. Conclusioni

6. Il Progetto Genesi

6.1. Introduzione

6.2. L’analisi della partnership

6.3. L’analisi della pratica

6.3.1. Un progetto per il territorio: il sapere, l’apprendimento e una responsabilità ‘diffusi’

6.3.2. L’efficacia del Progetto Genesi

6.4. Conclusioni

7. Il Progetto “Contro il pizzo cambia i consumi”

7.1. Introduzione

7.2. L’analisi della partnership

7.3. L’analisi della pratica

7.3.1. Il bisogno a cui si risponde: una nuova antimafia e un’originale concezione del servizio alla persona

7.3.2. La partnership come responsabilità collettiva

7.3.3. L’effettiva risposta alla lotta al racket: efficacia ed efficienza dell’azione

7.4. Conclusioni

7.4.1. La centralità delle persone

7.4.2. Limiti e difficoltà nella realizzazione della pratica

8. Un’analisi trasversale dei cinque studi di caso

8.1. La differenziazione delle partnership

8.2. L’outcome: pratiche reticolari e partecipate

8.3. Il capitale sociale relazionale come risorsa latente

8.4. In sintesi

9. Osservazioni conclusive

9.1. I risultati dell’indagine e gli elementi di criticità

9.2. Le indicazioni di policy per il terzo settore

9.3. Le indicazioni di policy per le istituzioni pubbliche


Scrivi la tua recensione

Solo gli utenti registrati possono scrivere recensioni. Accedi oppure Registrati

Libri consigliati

Back to top