SERVIZIO CLIENTI 0541.628200  Lunedì - Venerdì / 8.30-17.30

Durante il mese di agosto le spedizioni potranno subire rallentamenti.

Le spedizioni riprenderanno regolarmente a partire dal 27 agosto 2018

Finanziamento delle local utilities e investimenti di lungo termine

Finanziamento delle local utilities e investimenti di lungo termine

Autori ASTRID
Editore Maggioli Editore
Formato Cartaceo
Dimensione 13,5X21
Pagine 312
Pubblicazione Giugno 2012 (1 Edizione)
ISBN / EAN 8838772355 / 9788838772351
Collana Astrid
da impostare

Prezzo Online:

28,00 €

L'Italia è caratterizzata da una dotazione infrastrutturale nelle local utilities "a pelle di leopardo", con rilevanti squilibri tra aree del paese e con ritardi che investono anche le aree sviluppate. Rilevanti investimenti in questo settore sono uno degli strumenti fondamentali delle politiche necessarie per far fronte alla crisi, contrastare il rischio di declino e riprendere la strada della crescita.
I vincoli di finanza pubblica e la parcellizzazione delle gestioni dovuta alla segmentazione dei mercati locali costituiscono gli ostacoli più rilevanti. Inoltre, il quadro regolatorio è fortemente carente ed è soprattutto inadeguato quanto a certezza delle regole e metodologie di tariffazione. Non mancano però importanti "carte da giocare", a partire dall'entrata in campo di nuove autorità di regolazione, istituite nell'ultimo anno.
Nel volume, che raccoglie la riflessione collegiale di un gruppo di esperti e studiosi riuniti da Astrid, si evidenziano dapprima i nodi problematici che caratterizzano i singoli settori di servizio pubblico locale - idrico, rifiuti, trasporti, gas - e si formulano proposte mirate di intervento. Si riflette poi sulle problematiche trasversali e comuni ai diversi settori. Si avanzano infine specifiche proposte di revisione degli assetti regolatori, delle condizioni di finanziamento degli investimenti e degli indirizzi di politica economica da perseguire.
La Fondazione Astrid (Fondazione per l'Analisi, gli Studi e le Ricerche sulla Riforma delle Istituzioni Democratiche e sulla innovazione
nelle amministrazioni pubbliche) riunisce og-
gi più di trecentocinquanta esperti, in grande prevalenza giuristi, economisti, sociologi, politologi e scienziati della amministrazione impegnati nella ricerca e nell'insegnamento universitario.
Astrid è nata per contribuire alla diffusione della cultura democratica e riformista e al dibattito sulla reinvenzione delle istituzioni di governo e dei sistemi amministrativi.
Astrid opera prevalentemente mediante seminari permanenti e gruppi di studio che producono ricerche, analisi e proposte collegiali.
I temi di riflessione variano dai problemi della governance democratica della globalizzazione alla riforma delle organizzazioni internazionali e delle istituzioni europee. dalle riforme costituzionali ed elettorali al nuovo assetto del sistema politico italiano e allo statuto dei partiti. dall'ammodernamento delle amministrazioni pubbliche ai problemi del governo elettronico. dalla riforma degli strumenti delle politiche infrastrutturali e ambientali alla liberalizzazione delle public utilities locali. dalla riforma regionale e degli enti locali all'attuazione del federalismo fiscale. dalle politiche per la riqualificazione della spesa pubblica alla riforma delle procedure di programmazione finanziaria e di bilancio. dalle politiche per la qualità della regolazione e per la semplificazione, alla riforma delle fondazioni bancarie. dalle politiche per le pari opportunità, ai problemi della scuola, dell'università e della ricerca scientifica.
Astrid vive grazie al lavoro volontario dei propri aderenti. si finanzia con i proventi degli abbonamenti agli studi, ricerche e documenti di Astrid sottoscritti da imprese private, amministrazioni pubbliche, dipartimenti universitari e studi professionali e con i proventi derivanti da convenzioni o contributi per progetti di ricerca.
Presidente di Astrid è Franco Bassanini, presidente del Comitato scientifico Giuliano Amato.
Del Direttivo di Astrid fanno parte Gianclaudio Bressa, Vincenzo Cerulli Irelli, Caterina Cittadino, Gianfranco D'Alessio, Giovanna De Minico, Claudio De Vincenti, Giorgio Macciotta, Alessandro Natalini, Alessandro Pajno, Cesare Pinelli, Luisa Torchia.
Del Comitato scientifico fanno parte Gregorio Arena, Enzo Balboni, Salvatore Biasco, Marco Cammelli, Piero Alberto Capotosti, Marta Cartabia, Enzo Cheli, Marco D'Alberti, Gaetano D'Auria, Gian Candido De Martin, Bruno Dente, Augusto Fantozzi, Giovanni Maria Flick, Piero Giarda, Tania Groppi, Massimo Luciani, Elisenda Malaret, Andrea Manzella, Oreste Massari, Francesco Merloni, Marcello Messori, Giulio Napolitano, Valerio Onida, Stefano Passigli, Giorgio Pastori, Franco Pizzetti, Pippo Ranci, Stefano Rodotà, Cesare Salvi, Bernard Spitz, Domenico Sorace, Tiziano Treu, Adriana Vigneri, Massimo Villone.
www.astrid.eu


Scrivi la tua recensione

Solo gli utenti registrati possono scrivere recensioni. Accedi oppure Registrati

Prodotti consigliati

Back to top