SERVIZIO CLIENTI 0541.628242 Lunedì - Venerdì / 8.30-17.30

Sconto 15%

Neuroetica

Neuroetica

Autori Levy Neil
Editore Apogeo Education - Maggioli Editore
Formato Cartaceo
Pagine 352
Pubblicazione Febbraio 2009 (1 Edizione)
ISBN / EAN 8838787883 / 9788838787881
Collana Saggi
da impostare

Prezzo Online:

18,00 €

15,30 €

Cosa implica per le teorie etiche il fatto che prima di dare un giudizio morale, o di decidere di mettere in atto un'azione che ha un'implicazione morale, si attivano determinare aree del nostro cervello" Cosa vuol dire commettere un'azione volontaria e quali sono le condizioni in cui un individuo è responsabile delle sue azioni"
Prendiamo il caso di Ken Parks. Quest'uomo ha guidato per ventitré chilometri, ha raggiunto la casa dei suoceri e li ha accoltellati entrambi. Accusato dell'omicidio della suocera e del tentato omicidio del suocero, non ha negato le accuse ma ha sostenuto che era in uno stato di sonnambulismo quando ha commesso il fatto. Alla luce dei dati medici presentati, Parks è stato prosciolto dalla Corte Suprema in quanto non responsabile delle proprie azioni in quel determinato momento.
Ma il funzionamento del nostro cervello può realmente dirci quale grado di responsabilità abbiamo nell'agire in maniera illecita"
Neil Levy analizza tutte le problematiche della neuroetica, mettendo in luce le implicazioni degli studi empirici sulle basi neurologiche del senso morale e dell'utilizzo delle neurotecnologie sulle teorie etiche esistenti.

Scommettere sulla neuroetica vale la pena per tre ragioni: primo perché le scienze della mente stanno sperimentando una crescita rapida che è anche più spettacolare della crescita osservata in medicina nei decenni precedenti alla nascita della bioetica. Secondo, perché queste scienze hanno a che fare con questioni che sono coinvolgenti a livello personale: le nostre menti sono, in un senso relativamente diretto, noi, così che comprendere la nostra mente e l’aumentare del suo potere ci offre un grado senza precedenti di controllo su noi stessi. Terzo, i neuroscienziati stanno a cavallo di uno spartiacque dell’immagine che abbiamo di noi stessi: promettono di legare la mente al cervello, il mondo privato e soggettivo all’esperienza, sentimenti e pensieri con il mondo pubblico e oggettivo dei dati nudi e crudi. Le neuroscienze non offrono semplicemente la promessa di prevenire la demenza o di migliorare le nostre capacità cognitive ma offrono un nuovo punto di vista su ciò che significa essere umano.

dalla "Prefazione"

L'Autore

Neil Levy è Senior Research Fellow al Centre for Applied Philosophy and Public Ethics presso l'Università di Melbourne in Australia e James Martin Research Fellow al Program on Ethics of the New Biosciences a Oxford.


Scrivi la tua recensione

Solo gli utenti registrati possono scrivere recensioni. Accedi oppure Registrati

Prodotti consigliati

Back to top