SERVIZIO CLIENTI 0541.628200  Lunedì - Venerdì / 8.30-17.30

Sconto 15%

Responsabilità e risarcimento del danno da circolazione stradale

Responsabilità e risarcimento del danno da circolazione stradale

Autori Riccardo Mazzon
Editore Maggioli Editore
Formato Cartaceo
Dimensione 17x24
Pagine 536
Pubblicazione Febbraio 2014 (1 Edizione)
ISBN / EAN 8891602264 / 9788891602268
Collana Collana Legale

CIVILE - PENALE

Prezzo Online:

55,00 €

46,75 €

Se acquisti questo prodotto, ti mancano 2,25€ per avere la spedizione gratuita

L'opera, aggiornata alla recente giurisprudenza e con SCHEMI che riassumono i principi giuridici, tratta nella sua completezza tutti gli aspetti civili e penali della responsabilità nei sinistri stradali. Il volume, pertanto, pur trattando prevalentemente della colpevolezza nel danno da circolazione di veicoli, con conseguente lettura particolareggiata dell'articolo 2054 del codice civile nonché delle "presunzioni" che al medesimo appartengono, propone una lettura unitaria delle componenti giuridiche per risalire alla responsabilità quali: condotta, nesso di causalità, evento, dolo, colpa, responsabilità oggettiva e antigiuridicità.
La suddivisione in quattro parti (Trasversalità necessitate in ambito civile e penale - Trattazione unitaria del fatto oggettivamente illecito - Aspetti civili e penali della colpevolezza: dolo, colpa e responsabilità oggettiva - Dolo, colpa e responsabilità oggettiva nel danno da circolazione di veicoli) descrive compiutamente il percorso da seguire per l'individuazione della responsabilità, valorizzato dalle interpretazioni giurisprudenziali.

-La colpevolezza quale categoria trasversale interessante sia l'ambito penale, sia l'ambito civile -La colpevolezza in ambito penale: attribuzione del fatto tipico offensivo -La colpevolezza in ambito civile: attribuzione del fatto materiale dannoso -L'imputabilità quale presupposto della colpevolezza -La condotta quale elemento del fatto materiale, unitamente a evento e nesso eziologico -L'omissione quale tipologia di condotta mancante di contenuto positivo -La nozione di danno prodotto dalla circolazione del veicolo -La prova di aver fatto tutto il possibile per evitare il danno -La presunzione che i conducenti abbiano concorso ugualmente a produrre il danno -La responsabilità solidale del proprietario (o usufruttuario, o acquirente con patto di riservato dominio, ovvero utilizzatore in leasing) che non prova che la circolazione del veicolo è avvenuta contro la sua volontà -La responsabilità per danni derivanti da vizi di costruzione o da difetto di manutenzione -Il trasportato e la disciplina dell'art. 2054 c.c.: -La presunzione di responsabilità del conducente il veicolo e le sue implicazioni nel caso di investimento del pedone -Applicabilità dell'art. 2054 c.c. ai sinistri occorsi in aree e strade private -L'applicabilità dell'art. 2054 c.c. ai veicoli fermi -Il dolo del conducente nel danno derivante da circolazione di veicolo -Rapporto tra art. 1227 e art. 2054 c.c.: il concorso del fatto colposo del danneggiato -Rapporto tra art. 2055 e art. 2054 c.c.: la solidarietà passiva -La prescrizione del diritto al risarcimento del danno prodotto da circolazione del veicolo -La confessione del conducente nel risarcimento del danno prodotto da circolazione del veicolo -Danno provocato da apertura di sportello di veicolo -Danno da incendio di veicolo in sosta su area pubblica -Autoscuola, allievo conducente e istruttore -La responsabilità dei genitori -Produttori di veicolo difettoso -L'incidenza della velocità tenuta dal veicolo

Riccardo Mazzon Avvocato Cassazionista del Foro di Venezia. Ha svolto funzioni di vice procuratore onorario presso la Procura di Venezia negli anni dal 1994 al 1996. È stato docente in lezioni accademiche presso l'università di Trieste, in corsi approfonditi di temi e scritture giuridiche indirizzati alla preparazione per i Concorsi Pubblici. Autore di numerose pubblicazioni giuridiche.


Scrivi la tua recensione

Solo gli utenti registrati possono scrivere recensioni. Accedi oppure Registrati

Prodotti consigliati

Back to top