SERVIZIO CLIENTI 0541.628200  Lunedì - Venerdì / 8.30-17.30

Le nuove direttive europee in materia di appalti e concessioni

Le nuove direttive europee in materia di appalti e concessioni

Autori Gallo Sergio
Editore Maggioli Editore
Formato Cartaceo
Dimensione 15x21
Pagine 690
Pubblicazione Novembre 2014 (1 Edizione)
ISBN / EAN 8891606391 / 9788891606396
Collana Appalti & Contratti

Con i contributi di Ileana Boccuzzi • Caterina Bova • Ugo De Luca • Claudio De Masi  • Donatella Del Vescovo • Francesca Di Lascio • Valentina Gabrieli • Valeria Leggio
Francesco Martinotti • Angela Mauro • Giuseppe Mario Militerni  • Paola Pittelli • Francesco Soluri • Nicoletta Torchio • Manuela Veronelli

Prezzo Online:

74,00 €

Il Parlamento europeo ha approvato il 15 gennaio 2014 la direttiva n. 2014/24/UE avente ad oggetto gli appalti per i settori ordinari, la direttiva n. 2014/25/UE avente ad oggetto gli appalti per i c.d. settori speciali e, per la prima volta, la direttiva n. 2014/23/UE in materia di concessioni.

Le direttive devono essere recepite in ogni Stato membro entro il 17 aprile 2016.

Il volume ripercorre la ratio ispiratrice dei lavori e tutte le novità - oggetto sia di recepimento facoltativo sia di recepimento obbligatorio da parte del legislatore nazionale - introdotte dalle direttive ed ispirate all’esigenza di maggiore semplificazione, flessibilità procedurale, trasparenza, promozione delle PMI.

Particolare attenzione è stata prestata ad istituti di nuova generazione come il partenariato per l’innovazione e alla materia complessiva delle concessioni.

Il contributo sistematico è utilissimo per gli operatori del settore - evidenziando le linee evolutive della giurisprudenza della Corte di giustizia e della giurisprudenza nazionale in materia - quale base consolidata cui attingere per la successiva fase di recepimento delle direttive medesime.

Il volume analizza ed approfondisce in forma sistematica il contenuto delle nuove direttive europee in materia di appalti e concessioni.


Sergio Gallo, Magistrato di Cassazione, già Vice Presidente dell’Autorità per la Vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture, Autore di pubblicazioni, saggi ed articoli in materia di contrattualistica pubblica e diritto civile, Relatore ai Corsi di formazione del CSM per uditori giudiziari, Docente presso la scuola di Polizia Tributaria di Ostia, Docente presso la scuola di Specializzazione per le Professioni Legali Università degli Studi di Napoli - Federico II, Docente presso la Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali della II Università degli Studi di Napoli, Direttore della rivista giuridica telematica “linee@vcp.it”.

» GLI APPALTI PUBBLICI NELL'ORDINAMENTO DELL'UNIONE EUROPEA
1. Le fonti comunitarie in materia di appalti pubblici e concessioni
2. Le direttive e la tutela dei diritti
3. La legislazione italiana sui contratti pubblici
4. Le nuove direttive

Parte I LA DIRETTIVA NEI SETTORI ORDINARI
› Capitolo I Ambito di applicazione della nuova direttiva europea nei settori ordinari
1. La proposta di direttiva della Commissione UE
2. La direttiva in materia di appalti nei settori ordinari
3. Ambito oggettivo
4. Il contratto misto Ambito soggettivo
5. Le soglie europee
6. Appalti esclusi dall’applicazione delle direttive
7. Gli appalti sotto soglia
› Capitolo II Le procedure di gara
1. I principi generali
2. La scelta delle procedure
3. Bandi di gara e avvisi di preinformazione
4. La procedura aperta
5. La procedura ristretta
6. La procedura competitiva con negoziazione
7. Il dialogo competitivo
8. Il partenariato per l’innovazione
9. La procedura competitiva con negoziazione senza pubblicazione del bando di gara
10. Tecniche procedurali di aggregazione della domanda
› Capitolo III Le centrali di committenza come modello tendenziale per gli acquisti pubblici a livello europeo
1. La centralizzazione degli acquisti tra efficienza delle risorse impiegate ed efficacia delle procedure
2. La centralizzazione degli acquisti nell’esperienza europea
3. Le centrali di committenza nella direttiva 18/2004/CE
4. Le centrali di committenza nella nuova direttiva 2014/24/UE
› Capitolo IV Le centrali di committenza come modello tendenziale per gli acquisti pubblici a livello europeo
1. Introduzione
2. Principi generali
2.1. Il rispetto degli obblighi in materia di diritto ambientale, sociale e del lavoro
2.2. Il momento della verifica dei requisiti di partecipazione
2.3. Il soccorso istruttorio
3. I motivi di esclusione
3.1. I motivi di esclusione obbligatori
3.2. I motivi di esclusione facoltativi
4. I criteri di selezione
5. Il Documento di gara unico europeo ed il sistema elettronico e-Certis
› Capitolo V L’aggiudicazione del contratto
1. Le specifiche tecniche
2. I criteri di aggiudicazione
3. La nozione di costo del ciclo di vita dell’appalto
4. L’offerta anomala
› Capitolo VI L’esecuzione del contratto
1. Le condizioni di esecuzione dell’appalto
1.1. Gli antecedenti
1.2. La disciplina prevista dalla nuova direttiva
1.3. La clausola sociale
2. Il subappalto
2.1. La dichiarazione di subappalto in sede di offerta
2.2. I pagamenti diretti in favore del subappaltatore
2.3. Le indicazioni successive all’aggiudicazione o all’inizio dell’esecuzione
2.4. Le verifiche e la eventuale sostituzione del subappaltatore
3. La modifica dei contratti durante il periodo di validità
3.1. La regola generale
3.2. Le modifiche contrattuali ammissibili
3.3. Le modifiche solo quantitative
4. La risoluzione dei contratti
4.1. Disamina delle singole fattispecie
4.2. La scelta del rimedio
› Capitolo VII Partenariati e coooperazione pubblica tra enti
1. Premessa
2. I principi dell’in house providing secondo la Corte di giustizia
3. Disciplina europea del partenariato pubblico-pubblico “verticale”
4. Disciplina europea del partenariato pubblico-pubblico “orizzontale”
› Capitolo VIII Tutela della piccola e media impresa
1. Introduzione
2. Criteri di selezione (capacità economico finanziaria: fatturato minimo annuo)
3. Suddivisione in lotti
4. Affidamento sulle capacità di altri soggetti
5. Subappalto
6. Implementazione degli appalti transfrontalieri
› Capitolo IX La governance per una trasparente gestione degli appalti
1. Considerazioni introduttive
2. Quale organismo per la vigilanza sui contratti pubblici
3. Art. 84: Relazioni uniche sulle procedure di aggiudicazione degli appalti
4. Art. 85: Presentazione di relazioni nazionali e informazioni statistiche
5. Art. 86: Cooperazione amministrativa

Parte II LA DIRETTIVA NEI SETTORI SPECIALI
› Capitolo I Ambito di applicazione della nuova direttiva europea nei settori dell’acqua, dell’energia, dei trasporti e dei servizi postali
1. La direttiva in materia di appalti nei settori speciali
1.1. Struttura
1.2. Prime valutazioni della normativa
2. Ambito oggettivo di applicazione
2.1. Gli appalti misti
2.2. Le soglie europee
2.3. Gli appalti sotto soglia
3. Ambito soggettivo di applicazione
4. Appalti esclusi
5. Le procedure di gara: le differenze esistenti con la direttiva appalti pubblici
6. Punti critici del sistema
› Capitolo II Criteri di aggiudicazione e offerte anomale
1. Criteri di aggiudicazione: la nuova nozione (allargata) di “offerta economicamente più vantaggiosa”
1.1. La direttiva 2004/17
1.2. Il codice dei contratti pubblici
1.3. La nuova direttiva 2014/25
2. Criteri prettamente economici: prezzo e costo; i “costi del ciclo della vita” di cui all’art. 83
3. Criteri qualitativi connessi all’oggetto dell’appalto
4. Vincoli per la stazione appaltante in fase di scelta e applicazione dei criteri
5. Varianti in fase di offerta
6. Specifiche criticità riguardanti la “pesatura” degli aspetti ambientali e sociali dell’offerta
7. Offerte anormalmente basse
› Capitolo III Qualificazione (selezione dei partecipanti alle gare)
1. Aspetti generali
2. Soccorso istruttorio
3. Possibilità di esaminare le offerte prima di verificare l’idoneità degli offerenti
4. Sistemi di qualificazione
5. Cause di esclusione e criteri di selezione
5.1. Le cause di esclusione secondo la direttiva 2014/24
5.2. I criteri di selezione secondo la direttiva 2014/24 (cenni)
5.3. Il Documento di gara unico europeo (art. 59 direttiva 2014/24)
5.4. I mezzi di prova dei requisiti e il registro online dei certificati (artt. 60-61 direttiva 2014/24)
5.5. Il richiamo agli artt. 57-61 della direttiva 2014/24 da parte dell’art. 80 della direttiva 2014/25
6. Avvalimento
6.1. Ipotesi in cui l’avvalso è necessariamente chiamato ad eseguire i lavori o i servizi per i quali presta i propri requisiti (secondo periodo del comma 1 degli artt. 79.1 e 79.2)
6.2. Ipotesi in cui è possibile prevedere la responsabilità solidale dell’avvalso (comma 3 degli artt. 79.1 e 79.2)
6.3. Ipotesi in cui è possibile esigere che alcuni compiti essenziali siano svolti direttamente dall’avvalente (art. 79.3)
6.4. Sostituibilità dell’avvalso privo di un requisito generale (comma 2 degli artt. 79.1 e 79.2)
7. Qualità e gestione ambientale
› Capitolo IV L’esecuzione dell’appalto
1. Introduzione
2. Condizioni di esecuzione dell’appalto: limitazioni della concorrenza o strumenti per il perseguimento di interessi generali?
3. Maggior controllo e trasparenza nei subappalti
4. La modifica dei contratti, tra rigore e flessibilità
4.1 Le modifiche dell’oggetto contrattuale
4.2 Le modifiche del contraente
5. Lo scioglimento del contratto quale possibile scelta della stazione appaltante

Parte III LA DIRETTIVA SULLE CONCESSIONI
› Capitolo I L’ambito di applicazione della direttiva concessioni
1. Premessa
2. Ambito oggettivo
2.1. Le definizioni di concessione e di rischio operativo
2.2. Soglia e metodi di calcolo del valore stimato delle concessioni
2.3. Ambito oggettivo
3. Ambito soggettivo
3.1. Amministrazioni aggiudicatrici ed enti aggiudicatori
3.2. Operatori economici
4. Le fattispecie escluse
4.1. In house providing e accordi tra amministrazioni
5. Conclusioni
› Capitolo II Servizi sociali e altri servizi specifici
1. Premessa
2. I servizi di cui all’allegato II B del codice degli appalti
3. La nuova “soglia”
4. La pubblicazione degli avvisi e dei bandi
5. I principi per l’aggiudicazione
6. Criteri di “qualità specifici”
7. Appalti riservati
› Capitolo III Le concessioni riservate
1. Considerazioni introduttive
2. La tutela delle esigenze sociali nel diritto comunitario
3. Le concessioni riservate
4. I soggetti destinatari della concessione riservata
› Capitolo IV Norme sull’aggiudicazione di concessioni: principi generali e garanzie procedurali
1. Osservazioni preliminari sulle norme di aggiudicazione delle concessioni
2. I principi generali
3. Il bando di gara e l’avviso di pre-informazione
4. Le garanzie procedurali
4.1. I requisiti tecnici e funzionali
4.2. Garanzie procedurali e requisiti soggettivi di partecipazione
4.3. La disciplina dei termini
4.4. Obbligo di comunicazione dei risultati di gara
4.5. I criteri di aggiudicazione
5. Considerazioni finali
› Capitolo V Norme sulle esecuzioni delle concessioni
1. Premessa
2. Titolo III: Norme in materia di subappalto
3. Clausole sociali ed ambientali
4. Norme in materia di trasparenza
5. Modifica dei contratti durante il periodo di validità
6. Risoluzione delle concessioni
7. Monitoraggio e relazioni.
8. Titolo IV: Modifiche delle direttive 89/665/CEE E 92/13/CEE

 


Scrivi la tua recensione

Solo gli utenti registrati possono scrivere recensioni. Accedi oppure Registrati

Libri consigliati

Back to top