SERVIZIO CLIENTI 0541.628242 Lunedì - Venerdì / 8.30-17.30

La flessibilità negli appalti pubblici

La flessibilità negli appalti pubblici

Autori Valletti Andrea
Editore Maggioli Editore
Formato Cartaceo
Dimensione 15x21
Pagine 280
Pubblicazione Ottobre 2014 (1 Edizione)
ISBN / EAN 8891607541 / 9788891607546
Collana Appalti & Contratti

Accordi quadro, convenzioni e contratti aperti

Aggiornato alle direttive UE n. 24 e n. 25 del 26 febbraio 2014

Prezzo Online:

35,00 €

Nel settore degli appalti pubblici e soprattutto in alcuni ambiti (ICT, lavori di manutenzione, ecc.), le esigenze di flessibilità dei Committenti/stazioni appaltanti sono tali da richiedere sempre più spesso l'utilizzo di strumenti contrattuali duttili volti ad evitare di "cristallizzare" nei contenuti un rapporto giuridico con un unico appaltatore (o più) per un medio/lungo periodo.

In tale direzione si collocano gli istituti dell'accordo quadro, del contratto aperto e delle convenzioni in genere che, nati nella prassi del commercio internazionale, hanno trovato cittadinanza dapprima nelle direttive comunitarie e poi nella normativa nazionale. Istituti confermati anche nel recente intervento normativo comunitario (direttive UE nn. 24 e 25 del 26 febbraio 2014).

L'ordinamento comunitario, infatti, è da sempre ligio a garantire la massima concorrenza e la ricerca effettiva della migliore offerta nei termini di flessibilità, rispetto della trasparenza delle condizioni contrattuali e tutela delle piccole/medie imprese (PMI).

Con gli strumenti di contrattazione flessibile le stazioni appaltanti sono in grado di dare attuazione alla propria programmazione, modularne i contenuti, conseguire economie di scala e consentire una più efficiente organizzazione degli appaltatori a condizione che la "trasparenza" dell'azione amministrativa "regni sovrana" sin dal bando di gara e non sia oggetto di inopinata resipiscenza o artati sovra/sotto dimensionamenti dei fabbisogni.

In questo contesto si inquadra il presente contributo volto ad offrire al Lettore un quadro d'insieme dei possibili strumenti utilizzabili dalle stazioni appaltanti con la finalità sempre "cara" al Legislatore nazionale di procedere ad un'autentica spending review "intelligente", ovvero non basata soltanto su "tagli" ma soprattutto su acquisti efficienti, ad iniziare dalla scelta della procedura di gara e dello strumento contrattuale.

Notizie sull'Autore
» Andrea Valletti, già Avvocato amministrativista del Foro di Roma e consulente legale in materia di opere pubbliche con particolare riferimento alla realizzazione delle Grandi Opere (L. 443/2001 e D.Lgs. 190/2002), ad oggi è Responsabile delle Attività Negoziali dell'Area Acquisti di Gruppo di Ferservizi S.p.A. (Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane). www.appaltiecontratti.it


Scrivi la tua recensione

Solo gli utenti registrati possono scrivere recensioni. Accedi oppure Registrati

Prodotti consigliati

Back to top