SERVIZIO CLIENTI 0541.628242 Lunedì - Venerdì / 8.30-17.30

La nuova disciplina della filiazione

La nuova disciplina della filiazione

Autori Autori Vari
Editore Maggioli Editore
Formato Cartaceo
Dimensione 17x24
Pagine 324
Pubblicazione Dicembre 2014 (1 Edizione)
ISBN / EAN 8891608602 / 9788891608604
Argomenti Filiazione/Figli

La filiazione alla luce del d.lgs. 154/2013

Prezzo Online:

35,00 €

Primo libro della collana "persone, famiglie e cittadinanze" che analizza  - con taglio operativo - la nuova disciplina della filiazione alla luce del d.lgs. 154/2014, con particolare attenzione alla giurisprudenza di settore.

Con taglio operativo, la trattazione esamina temi quali la filiazione nel matrimonio e fuori dal matrimonio, azioni di stato, responsabilità genitoriale, rapporti personali e patrimoniali, profili successori, aspetti processuali, diritto internazionale privato, problemi di diritto intertemporale, atti di stato civile. 

Bruno Barel, associato di diritto dell'Unione europea e diritto internazionale privato nell'Università degli studi di Padova.
Grazia Benini, responsabile dello stato civile del Comune di Rimini.
Riccardo Campione, associato di diritto privato nell'Università degli studi di Bologna.
Enrico Carbone, magistrato addetto alla Suprema Corte di Cassazione.
Donato Carusi, ordinario di diritto privato nell'Università degli studi di Genova.
Nicola Cipriani, ordinario di diritto privato nell'Università degli studi del Sannio.
Oriana Clarizia, associato di diritto privato nell'Università degli studi di Napoli Federico II.
Marilena Gorgoni, ordinario di diritto civile nell'Università del Salento.
Giovanni Iorio, associato di diritto privato nell'Università degli studi di Milano-Bicocca.
Joëlle Long, ricercatrice di diritto privato nell'Università degli studi di Torino.
Michele Angelo Lupoi, associato di diritto processuale civile nell'Università degli studi di Bologna.
Paolo Morozzo della Rocca, ordinario di diritto privato nell'Università degli studi di Urbino "Carlo Bo".
Andrea Nicolussi, ordinario di diritto civile nell'Università Cattolica del Sacro Cuore, sede di Milano.
Luca Nivarra, ordinario di diritto civile nell'Università degli studi di Palermo.
Andrea Renda, associato di diritto privato nell'Università Cattolica del Sacro Cuore, sede di Piacenza

Capitolo I - La filiazione fuori dal matrimonio nel diritto italiano (1865-2013)
1. Le premesse archeologiche
2. La filiazione fuori del matrimonio nel codice risorgimentale
3. La disciplina del 1942
4. Dall’avvento della Costituzione alla riscrittura del diritto di famiglia nel 1975
5. La riforma del 2012-2013. L’“unificazione dello stato di figlio” e l’art. 30, co. 3, Cost.
6. Le linee generali della riforma. L’accertamento della filiazione
7. Segue: il riconoscimento dei nati fuori dal matrimonio; la sua impugnazione.
8. Altre innovazioni dell’ultima riforma. Esercizio della «responsabilità» genitoriale e inserimento del nato fuori del matrimonio nella «famiglia legittima
9. Non solo successione mortis causa: il pieno rilievo della parentela mediata da filiazione extra-matrimoniale
10. Un bilancio (provvisorio?) in attivo
Capitolo II - Ragioni e implicazioni della “riforma” della filiazione
1. Le ragioni della riforma e la valorizzazione dell’art. 30 Cost.
2. La fecondazione eterologa e lo svilimento dell’art. 30 Cost.
3. Riforma vs novella: unificazione
o equiparazione degli status filiationis?
4. Filiazione e matrimonio: un nesso ancora attuale
Capitolo III - Il figlio nato nel matrimonio: accertamento e demolizione del rapporto di filiazione
1. Favor legitimitatis, favor veritatis, favor stabilitatis
2. Filiazione matrimoniale e anonimato materno
3. Presunzione di paternità
3.1. Figlio nato prima dei centottanta giorni
3.2. Paternità presunta come verità interinale
3.3. Presunzione di paternità e filiazione non matrimoniale
3.4. Presunzione di paternità e titolo di stato
4. Presunzione di concepimento durante il matrimonio
4.1. Presunzione di concepimento e separazione legale dei coniugi
4.2. Presunzione di concepimento e separazione coniugale di fatto
4.3. Figlio nato dopo i trecento giorni
4.4. Conflitto di presunzioni
5. Azioni di stato
5.1. Azione di disconoscimento della paternità
5.1.1. Libertà di fattispecie e prova
5.1.2. Termini “brevi”, termine “lungo” e imprescrittibilità riguardo al figlio
5.1.3. Legittimazione e trasmissibilità
5.1.4. Disconoscimento di paternità e procreazione medicalmente assistita
5.2. Azione di contestazione dello stato di figlio
5.3. Azione di reclamo dello stato di figlio
6. Prove della filiazione
6.1. Atto di nascita
6.2. Possesso di stato
Capitolo IV - La filiazione nel matrimonio invalido
1. Il matrimonio putativo e il “matrimonio dichiarato nullo”
2. Gli effetti del matrimonio invalido nei confronti dei figli
Capitolo V - Costituzione e demolizione dello stato di figlio nato fuori del matrimonio
1. La disciplina della filiazione: un riformismo non contro ma “oltre” la Costituzione
2. Il riconoscimento è un atto dovuto?
3. Responsabilità da procreazione e obbligazione di mantenimento
4. Sulle modalità di costituzione del titolo di stato del figlio nato fuori
del matrimonio e sull’eventuale anonimato della partoriente
5. Figli fuori del matrimonio da genitori coniugati
6. Sul riconoscimento dei figli dell’incesto
7. La nuova disciplina del secondo riconoscimento
8. L’impugnazione del riconoscimento
Capitolo VI - La dichiarazione giudiziale di paternità e maternità
1. Il quadro normativo
2. La possibilità di dichiarare giudizialmente la paternità
e la maternità nei casi in cui il riconoscimento del figlio sia ammesso
2.1. Il ricorso all’azione di mantenimento qualora non possa proporsi l’azione per la dichiarazione giudiziale
3. La legittimazione attiva ed i termini
3.1. La legittimazione passiva
4. La prova della paternità
4.1. La prova della maternità
5. Gli effetti della sentenza
Capitolo VII - La disciplina delle responsabilità genitoriali
1. La nuova organizzazione normativa del Titolo IX del Libro I (Della responsabilità genitoriale e dei diritti e doveri del figlio), in attuazione del principio di unicità dello stato di figlio
2. Il concetto di responsabilità genitoriale in luogo della nozione di potestà
3. Le innovazioni rispetto alla normativa precedente. Centralità della disciplina dettata dagli artt. 315bis e 316 c.c.
4. L’esercizio della responsabilità genitoriale nei confronti dei figli nati fuori dal matrimonio.
5. Esercizio della responsabilità genitoriale a séguito di dissoluzione del vincolo affettivo. L’affidamento c.d. super-esclusivo
6. Inadempimento dei doveri genitoriali e insufficienza dei rimedi offerti dal diritto di famiglia. Il riconoscimento dell’operatività della responsabilità civile per lesione dei diritti familiari
Capitolo VIII - I rapporti personali e patrimoniali con gli «altri» ascendenti
1. Premessa
2. L’ampliamento della cerchia degli «altri» ascendenti decretato dalla riforma della filiazione
3. Il complessivo assetto dei rapporti personali tra avi e discendenti alla luce degli artt. 315 bis e 317 bis c.c.
4. Verso nuove forme di tutela del c.d. «diritto di visita»?
5. I rapporti di carattere patrimoniale
6. Rilievi di sintesi
Capitolo IX - L’impatto, diretto e indiretto, sul diritto successorio
1. Le resistenze del diritto successorio alla piena parificazione dei figli
2. Le novità sul terreno successorio
2.1. La diseredazione per giusta causa
3. I fi gli continuano a non essere semplicemente figli
4. Dell’abrogazione dell’istituto della commutazione
4.1. L’ubi consistam della commutazione
e le ragioni che hanno condotto al suo superamento
5. La nuova parentela
5.1. Effetti sulla rappresentazione e sulla collazione
6. La disciplina transitoria
Capitolo X - La riforma della filiazione. Aspetti processuali
1. Il nuovo riparto della competenza tra giudice ordinario e Tribunale per i minorenni
2. La competenza “per attrazione” del giudice ordinario
3. (Segue): problemi applicativi
4. (Segue): l’identità soggettiva tra i procedimenti
5. (Segue): aspetti procedimentali
6. (Segue): il rito per i procedimenti relativi ai figli di genitori non coniugati
7. La tutela processuale degli ascendenti
8. L’ascolto del minore
9. La sorte dell’art. 148 c.c.
10. L’attuazione dei provvedimenti sulla prole
11. Le garanzie
Capitolo XI - L’impatto della riforma della filiazione sulla disciplina delle adozioni dei minorenni
1. Un risultato oltre le aspettative
2. Lo stato di abbandono del minorenne
2.1. Il diritto dell’infrasedicenne autorizzato al riconoscimento del figlio a chiedere un’ulteriore sospensione del procedimento per la dichiarazione dello stato di adottabilità
2.2. La provata irrecuperabilità delle capacità genitoriali in un tempo ragionevole
2.3. La segnalazione del giudice ai comuni delle situazioni di indigenza
3. La filiazione per adozione “in casi particolari”
Capitolo XII - La filiazione nel diritto internazionale privato dopo la riforma del 2012-2013
1. La filiazione nel sistema italiano di diritto internazionale privato
prima della riforma del 2012-2013
2. Segue: la disciplina della filiazione nella legge n. 218 del 1995
3. Cenni all’impatto del diritto internazionale ed europeo sull’applicazione delle norme di conflitto italiane
o sulla disciplina materiale richiamata
4. La riforma del 2012-2013. Osservazioni generali
5. La sostituzione dell’articolo 33 della legge n. 218 del 1995. Unicità dello stato di figlio e favor filiationis
6. Segue: l’applicazione sussidiaria della legge italiana per l’accertamento o la contestazione della filiazione
e le norme interne di applicazione necessaria
7. L’abrogazione dell’articolo 34 sulla legittimazione e la modifica dell’articolo 35 sul riconoscimento della filiazione
8. La modifica dell’articolo 36 sui rapporti tra genitori e figli e le norme di applicazione necessaria introdotte dall’articolo 36 bis
9. La mancata modifica dell’articolo 39 sui rapporti fra adottato
e famiglia adottiva
10. Incidenza della riforma sulla circolazione delle decisioni straniere
11. La “fecondazione eterologa” e la “maternità surrogata”
Capitolo XIII - Problemi di diritto intertemporale
1. Premessa
2. La responsabilità genitoriale e i rapporti continuativi
3. Il diritto intertemporale nei rapporti successori. Il problema della riferibilità delle modifi che alla legge delega o al decreto delegato
4. Segue. Le scelte del legislatore: i primi sei commi dell’art. 104, d.lgs. 154/2013
5. Segue. I dubbi di legittimità costituzionale in merito alla applicazionedelle nuove regole alle successioni già aperte. Critica
6. Segue. I dubbi di incostituzionalità per eccesso di delega. Critica
7. Segue. Il precedente giudicato come limite alla applicazione della nuova disciplina nei rapporti successori
8. Segue. Alcuni problemi operativi relativi al giudicato come limite alla applicabilità della nuova disciplina
9. I giudizi pendenti in materia successoria
10. Le successioni apertesi prima della riforma per le quali non si sia svolto un giudizio. Il problema della prescrizione
11. Le azioni di stato e il riconoscimento della filiazione
12. Il dies a quo della decadenza dall’esercizio delle azioni di stato
13. L’azione di disconoscimento di paternità
14. L’impugnazione del riconoscimento per difetto di veridicità
15. La dichiarazione giudiziale di paternità e maternità
16. Il problema della intangibilità del giudicato sulle azioni di stato
17. La riforma delle norme di diritto internazionale privato in tema di filiazione. L’applicabilità della nuova disciplina ai giudizi pendenti
Capitolo XIV - La formazione dell’atto di nascita e le modifiche successive
1. Premessa
2. La formazione dell’atto di nascita
2.1. L’attribuzione del cognome e del nome
3. Eventi successivi alla nascita
3.1. Il riconoscimento
3.1.1. Dichiarazione innanzi all’ufficiale di stato civile
3.1.2. Il consenso
3.1.3. L’assenso
3.1.4. Il rifiuto
3.1.5. Attribuzione del cognome
3.1.6. Il riconoscimento in atto pubblico o in testamento
3.2. Le azioni di stato
3.2.1. Il disconoscimento
3.2.2. L’impugnazione del riconoscimento per difetto di veridicità
3.2.3. La dichiarazione giudiziale di paternità e maternità


Scrivi la tua recensione

Solo gli utenti registrati possono scrivere recensioni. Accedi oppure Registrati

Prodotti consigliati

Back to top