SERVIZIO CLIENTI 0541.628200  Lunedì - Venerdì / 8.30-17.30

Sconto 15%
Attività e apparecchi di intrattenimento

Attività e apparecchi di intrattenimento

Regime amministrativo e fiscale

Autori Salvatore Dammacco
Editore Maggioli Editore
Formato Cartaceo
Dimensione 17x24
Pagine 232
Pubblicazione Maggio 2019 (II Edizione)
ISBN / EAN 8891632807 / 9788891632807
Collana Professionisti & Imprese

- Le ex autorizzazioni amministrative
- L’imposta sugli intrattenimenti e l’IVA
- Gli apparecchi da intrattenimento
- L’imposta sugli intrattenimenti e l’IVA in particolari casi e negli enti diversi dalle imprese
- L’IVA nelle attività di intrattenimento

Aggiornato con la Legge 28 marzo 2019, n. 26 (conversione del D.L. 28 gennaio 2019, n. 4)

Prezzo Online:

26,00 €

22,10 €

Ordina ora per avere:
Ricezione entro 48h
Consegna in 48h
Paga alla consegna senza costi aggiuntivi
Paga alla consegna senza costi aggiuntivi

II edizione per questa Guida operativa che affronta gli aspetti amministrativi e fiscali delle attività d’intrattenimento, oggetto di frequenti modifiche legislative, dirette a contrastare il gioco illecito e a regolamentare l’installazione e la gestione degli apparecchi elettronici, tra le quali sono da segnalare:

› Decreto Dignità in materia di pubblicità degli operatori di scommesse sportive e giochi d’azzardo
› Legge di bilancio 2019, misure del prelievo erariale unico (PREU) sugli apparecchi da divertimento e intrattenimento
› D.L. n. 4/2019, misure del PREU e disposizioni riguardanti la ritenuta sulle vincite, il rilascio dei nulla osta di distribuzione e delle concessioni relative alle new slot, l’accesso agli apparecchi mediante tessera sanitaria e, infine, azioni di contrasto all’esercizio abusivo e ai fenomeni di disturbo patologico.

Grazie al supporto di prospetti ed esemplificazioni, il testo individua le autorizzazioni e/o licenze per l’esercizio dell’attività, esamina i profili fiscali, con specifica attenzione all’imposta sugli intrattenimenti e all’IVA e analizza tutte le problematiche legate all’installazione degli apparecchi da intrattenimento correlate al TULPS (R.D. 18 giugno 1931, n. 773), senza tralasciare il PREU (Prelievo erariale unico) su tali apparecchi.

SALVATORE DAMMACCO
Dottore Commercialista e Revisore Contabile, consulente tecnico e perito del giudice, nonché Autore di numerose pubblicazioni specializzate.

1 Le ex autorizzazioni amministrative 
1.1 Il procedimento di rilascio delle autorizzazioni degli esercizi pubblici 
1.2 Gli esercizi pubblici soggetti alla segnalazione certificata di inizio attività e quelli soggetti al silenzio-assenso
1.3 La normativa in materia di autorizzazione alla somministrazione al pubblico di alimenti e bevande
1.4 La classificazione degli esercizi pubblici di vendita e consumo di alimenti e bevande
1.5 Gli esercizi pubblici per la somministrazione di alimenti e bevande esclusi e non dai limiti numerici
1.6 La somministrazione di alimenti e bevande congiunta con l’attività di trattenimento e svago: quesiti vari
1.7 Le autorizzazioni stagionali e quelle temporanee nella somministrazione di alimenti e bevande
1.8 Le strutture ricettive
1.9 La classificazione delle strutture ricettive alberghiere e paralberghiere 
1.10 La classificazione delle strutture ricettive extralberghiere 
1.11 La classificazione delle strutture ricettive all’aperto 
1.12 Gli adempimenti amministrativi per l’avvio e l’esercizio delle strutture turistico-ricettive
1.13 La licenza comunale per l’esercizio di albergo e di ristorante 
1.14 Le sale da gioco e le sale per bigliardi
1.15 Gli stabilimenti balneari e le piscine natatorie 
1.16 L’installazione di distributori automatici di alimenti e bevande 
1.17 L’installazione di apparecchi televisivi in pubblici esercizi
1.18 La licenza di P.S. per gli apparecchi da gioco e da intrattenimento 
1.19 La licenza per l’esercizio delle scommesse
1.20 L’elenco dei soggetti abilitati ad operare con gli apparecchi di gioco presso il Ministero dell’economia
• Tabella 1.1 – Elenco dei soggetti abilitati ad operare con gli apparecchi di gioco (art. 110, comma 6, lettere a) e b), del r.d. 18 giugno 1931, n. 773)
1.21 I circoli privati: l’autorizzazione per la somministrazione di alimenti e bevande
1.22 I circoli privati: le altre autorizzazioni e licenze 
1.23 I circoli privati: la somministrazione di alimenti e bevande ha natura commerciale?
1.24 Le scuole di ballo e le sale da ballo (discoteche, ecc.)
1.25 Le corse di cavalli, le gare di autoveicoli e le gare aeronautiche 
1.26 Lo spettacolo viaggiante, i circhi e i parchi di divertimento 
1.27 La semplificazione amministrativa per l’inizio dell’attività
1.28 La professione del buttafuori
2 L’imposta sugli intrattenimenti e l’IVA
2.1 La revisione dell’ex imposta sugli spettacoli 
2.2 La definizione di intrattenimento, di spettacolo e di altri termini 
2.3 Le attività soggette all’imposta sugli intrattenimenti e all’IVA
• Tabella 2.1 – Tariffa allegata al d.P.R. 26 ottobre 1972, n. 640
• Tabella 2.2 – Adempimenti degli esercenti attività di intrattenimento
• Tabella 2.3 – Applicazione dell’imposta sugli intrattenimenti e dell’IVA
2.4 La soggettività di imposta 
2.5 La dichiarazione di effettuazione dell’attività 
2.6 L’installazione del misuratore fiscale o della biglietteria automatizzata 
• Tabella 2.4 – L’IVA forfetizzata e i titoli di accesso tramite misuratore fiscale o biglietteria automatizzata negli esercizi pubblici e nei vari enti
2.7 I riferimenti normativi connessi all’installazione del misuratore fiscale o della biglietteria automatizzata
• Tabella 2.5 – Categorie di spettatori per i quali i biglietti sono venduti a prezzo ridotto 
2.8 la certificazione, la registrazione dei corrispettivi e il momento di emissione dello scontrino di chiusura giornaliera
• Tabella 2.6 – Certificazione e registrazione dei corrispettivi per le attività di intrattenimento
2.9 La variazione delle aliquote
2.10 La base imponibile dell’imposta sugli intrattenimenti e dell’IVA
2.11 La determinazione forfetaria della base imponibile 
2.12 Il regime ordinario nelle attività di intrattenimento 
2.13 Gli intrattenimenti misti: alcuni soggetti all’imposta omonima e all’IVA, altri soggetti solo ad IVA
2.14 Il versamento dell’imposta sugli intrattenimenti
• Tabella 2.7 – Termini di versamento dell’imposta sugli intrattenimenti
2.15 La rivalsa dell’imposta sugli intrattenimenti e le caratteristiche degli abbonamenti 
• Tabella 2.8 – Imposta sugli intrattenimenti e IVA
3 Gli apparecchi da intrattenimento 
Premessa 
3.1 Il nulla osta dell’Amministrazione finanziaria per l’installazione degli apparecchi da intrattenimento 
• Tabella 3.1 – Apparecchi da intrattenimento soggetti e non alla licenza del Questore (r.d. 18 giugno 1931, n. 773)
3.2 La base imponibile degli apparecchi da intrattenimento, senza vincite in denaro, dal 2005 
• Tabella 3.2 –Dichiarazione di liquidazione dell’imposta sugli intrattenimenti
• Tabella 3.3 – Dichiarazione di liquidazione integrativa dell’imposta sugli intrattenimenti per variazioni relative
• Tabella 3.4 – Base imponibile degli apparecchi meccanici o elettromeccanici (art. 110, comma 7, del r.d. 773/1931)
• Tabella 3.5 – Regole da osservare nella liquidazione dell’ISI per gli apparecchi senza vincita in denaro (art. 110, comma 7, del r.d. n. 773/1931)
3.3 La base imponibile degli apparecchi da intrattenimento, con vincite in denaro, dal 2004 
• Tabella 3.6 – Soggetti interessati al PREU e nulla osta 
3.4 La messa in esercizio degli apparecchi da divertimento e intrattenimento con vincita in denaro e la loro verifica tecnica 
3.5 Le modalità di pagamento del PREU sugli apparecchi con vincita in denaro
• Tabella 3.7 – Legenda del d.m. 12 aprile 2007
• Tabella 3.8 – Periodi contabili, importi, termini e modalità di pagamento del PREU 
3.6 I termini e le modalità di comunicazione delle somme giocate sugli apparecchi con vincita in denaro
• Tabella 3.9 – Termini e modalità di comunicazione delle somme giocate
3.7 La rateizzazione delle somme dovute a titolo di PREU
3.8 La responsabilità solidale dei terzi incaricati alla raccolta del PREU sugli apparecchi con vincita in denaro 
• Tabella 3.10 – Legenda riportata dall’art. 1, del d.d. 6 agosto 2007
3.9 I requisiti tecnici e di funzionamento dei sistemi di gioco VLT 
• Tabella 3.11 – Legenda (parziale) riportata dall’art. 1, d.d. 4 aprile 2017 
3.10 La tassazione delle vincite dai sistemi di gioco VLT 
3.11 La fatturazione con IVA esente per i proventi di apparecchi da intrattenimento 
3.12 L’IVA esente e il pro-rata 
3.13 La rettifica dell’iva sull’acquisto di beni ammortizzabili, in presenza di operazioni esenti
3.14 Il tetto e le prescrizioni nell’installazione degli apparecchi da divertimento e intrattenimento
• Tabella 3.12 – Il limite massimo all’installazione degli apparecchi e congegni di cui all’art. 110, comma 6, del r.d. n. 773/1931, negli esercizi pubblici 
• Tabella 3.13 – Prescrizioni nell’installazione degli apparecchi e congegni di cui all’art. 110, comma 6, del r.d. n. 773/1931 (d.m. 27 luglio 2011) 
3.15 La drastica riduzione degli apparecchi di divertimento dal 30 aprile 2018 
3.16 Gli apparecchi installati nei circoli ricreativi 
3.17 La locazione degli apparecchi da divertimento e intrattenimento
3.18 La cessione delle autorizzazioni per l’installazione dei videoterminali tra i concessionari 
4 L’imposta sugli intrattenimenti e l’IVA in particolari casi e negli enti diversi dalle imprese
4.1 Gli intrattenimenti organizzati da enti, circoli e associazioni a favore dei soci
4.2 Gli intrattenimenti in occasione di manifestazioni di beneficenza 
4.3 Gli intrattenimenti e le attività di spettacolo occasionali da parte di soggetti non esercenti imprese 
4.4 Gli intrattenimenti e le attività di spettacolo occasionali da parte di soggetti esercenti imprese 
4.5 Gli intrattenimenti organizzati da soggetti con ricavi limitati (€ 25.822,84)
4.6 Gli intrattenimenti organizzati nel contesto sportivo
4.7 Le case da gioco 
4.8 L’esenzione dall’imposta sugli intrattenimenti per i centri sociali per anziani 
4.9 L’obbligo di certificazione dei corrispettivi per le attività di intrattenimento e di spettacolo da parte degli enti locali 
4.10 L’obbligo di certificazione dei corrispettivi per le attività di intrattenimento e di spettacolo da parte delle aziende di soggiorno 
4.11 Le esecuzioni musicali ed i concerti vocali strumentali
5 L’IVA nelle attività di intrattenimento 
5.1 La normativa dell’iva nelle attività di intrattenimento e le dichiarazioni dell’IVA 
5.2 Il regime speciale dell’IVA nel settore degli intrattenimenti
5.3 La forfetizzazione della detrazione dell’IVA 
5.4 La semplificazione degli adempimenti dell’IVA
5.5 Le associazioni sportive dilettantistiche, le pro loco e le associazioni senza fine di lucro 
5.6 L’esonero dai titoli di accesso per le associazioni sportive dilettantistiche, le pro loco, le associazioni di promozione sociale e quelle senza fine di lucro
5.7 L’opzione per la liquidazione ordinaria dell’IVA
• Tabella 5.1 – Differenze tra regime ordinario e regime speciale dell’IVA
5.8 La liquidazione separata dell’IVA in presenza di altre attività
5.9 Le esecuzioni musicali non dal vivo con ingresso libero e consumazione obbligatoria o consumazione facoltativa, senza maggiorazione di prezzi


Scrivi la tua recensione

Solo gli utenti registrati possono scrivere recensioni. Accedi oppure Registrati

Libri consigliati

Back to top