La Collana

La collana Azienda & Società si propone di contribuire alla crescita e alla diffusione della conoscenza nei temi della produzione del valore economico e del suo orientamento e comunicazione alla società; intende pertanto costituire un luogo scientifico ove gli autori che abbiano svolto ricerche originali in materia di economia d’azienda possano trovare un’opportunità per dare ampia diffusione ai loro contributi. Senza pretesa di esaustività, la collana accoglie lavori di ricerca non pubblicati né proposti per la pubblicazione ad altro editore o collana, aventi a oggetto i diversi organismi economici, i loro rapporti con l’ambiente e con i molteplici portatori di interessi, i modi di essere al loro interno e quindi la governance, la strategia, l’organizzazione, i controlli interni. Rilevano le logiche aziendali di produzione del valore, di sua misurazione e comunicazione, le relazioni interne ed esterne di accountability. Per quanto attiene alla misurazione, sono di interesse i temi della contabilità generale e budgetaria, dei diversi bilanci preventivi e consuntivi, della revisione.
Anche se i libri sono prevalentemente pubblicati in lingua italiana, le trattazioni sono collocate nel più vasto contesto di ricerca internazionale. Principi fondanti della collana sono l’originalità, la rilevanza, il rigore della metodologia, ma anche l’agevole accessibilità e l’ampia diffusione. La collana è aperta a ricerche speculative, empiriche e di natura descrittiva relative a fenomenologie che presentino caratteri di novità, almeno per taluni aspetti significativi.

Organi della Collana

Direttore Scientifico

Aldo Pavan (Università di Cagliari)

 

Con Direttori

Donatella Depperu (Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano)
Alberto Quagli (Università di Genova)

Comitato Scientifico di Revisione della collana

Marco Allegrini (Università di Pisa)
Bettina Campedelli (Università di Verona)
Vittorio Dell’Atti (Università di Bari)
Donatella Depperu (Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano)
Fabio Donato (Università di Ferrara)
Raffaele Fiume (Università di Napoli Parthenope)
Enrico Laghi (Università di Roma La Sapienza)
Giovanni Liberatore (Università di Firenze)
Stefano Marasca (Università Politecnica delle Marche)
Libero Mario Mari (Università di Perugia)
Luciano Olivotto (Università Ca’ Foscari Venezia)
Aldo Pavan (Università di Cagliari)
Alberto Quagli (Università di Genova)
Marcantonio Ruisi (Università di Palermo)

Sottoponi una Proposta

Vuoi inviare un tuo progetto di pubblicazione, oppure analisi o ricerca alla direzione della collana?

Sottoponi la tua richiesta a:
alberto.kratter@maggioli.it

Presentazione e valutazione dei lavori monografici

La proposta di pubblicazione, dell’ampiezza indicativa tra le 2.000 e le 5.000 parole, è presentata al Direttore Scientifico (DS) corredata del curriculum vitae dell’autore. Ogni comunicazione da e per la Collana avviene tramite la segreteria amministrativa, attualmente all’indirizzo di posta elettronica alberto.kratter@maggioli.it. La proposta di pubblicazione evidenzia, in modo chiaro, il probabile titolo, il tema di ricerca, gli obiettivi – anche nella forma interrogativa dei quesiti di ricerca –, lo stato della letteratura al riguardo, i metodi, il contributo atteso in termini di nuova conoscenza, il possibile impatto sulla realtà economica.

La proposta è esaminata prima dal DS e poi dal Comitato Editoriale (CoEd), composto dal DS e dai ConDirettori (CoD), che ne valutano, in entrambi i casi in forma scritta, la coerenza con quanto indicato sopra. Se necessario il DS può chiedere il parere di specialisti della materia. In caso di esito positivo di entrambi i giudizi la proposta è resa anonima per le fasi successive del processo. Il DS trasmette la proposta al Comitato Scientifico (CS) per l’ammissione; ogni decisione del CS è assunta a maggioranza assoluta, anche per silenzio assenso. Il processo di ammissione si conclude di norma entro quattro settimane dalla presentazione. Il DS comunica agli autori l’ammissione della proposta al processo di revisione con le eventuali raccomandazioni, concorda con gli autori i tempi – di norma non superiori a dodici mesi – di presentazione della monografia, avvia il processo di revisione improntato alla prassi internazionale della Double Blind Review (DBR).

A tale ultimo fine il DS:

  1. Nomina il Responsabile del Processo di Revisione (RPR) nell’ambito del CS, esclusi i CoD,
  2. Nomina due Revisori (RR) presenti nell’Elenco dei Revisori e trasmette loro la proposta con le osservazioni.

Il processo di DBR è basato sull’assoluto anonimato reciproco tra autori e revisori e si conclude di norma tra uno e tre mesi dalla presentazione della monografia finita. L’Elenco dei Revisori (ER) è composto da studiosi italiani e stranieri di riconosciuto prestigio nelle materie di interesse della collana ed è aggiornato annualmente. Di esso fanno parte dunque professori ordinari, associati e ricercatori di adeguata esperienza e parigrado internazionali, proposti dai componenti del CS; i componenti del CS, esclusi il DS e i CoD, fanno parte dell’ER. La composizione iniziale e le variazioni successive sono approvate dal CS. La revisione delle monografie finite è svolta dai due RR, il primo dei quali è necessariamente un professore ordinario e il secondo è almeno un parigrado degli autori. Il DS rilascia attestazione al revisore per l’attività svolta a favore della Collana nell’anno precedente. In caso di proposta di pubblicazione presentata da un componente del CS, tale componente è escluso dall’intero processo di valutazione.

Nell’opera finita è richiesta particolare cura all’introduzione e alle conclusioni. Nella prima sono descritti il contesto di riferimento, gli obiettivi – quesiti –, la metodologia, la sintesi dei successivi capitoli. Nelle seconde sono ripresi i passaggi logici fondamentali del lavoro e presentati i risultati in stretta relazione con gli obiettivi proposti – risposte, anche ipotetiche, ai quesiti. Introduzione e conclusioni sono leggibili in modo autonomo rispetto al testo completo. Il testo espone la letteratura di riferimento, lo stato delle conoscenze in materia, l’approccio metodologico e i suoi significati in termini di utilizzo delle teorie e dei concreti metodi operativi, lo sviluppo dell’analisi.

La monografia, di lunghezza indicativa compresa tra 70.000 e 150.000 parole, è presentata al DS, che, unitamente alla segreteria amministrativa della Collana, assicura il permanere della forma anonima e la trasmette al RPR e ai RR.
Ai RR è richiesto di fornire, di norma entro dieci settimane, una valutazione analitica sul lavoro in oggetto avendo particolare attenzione al contributo in termini di nuova conoscenza e al rigore nell’approccio metodologico. La relazione dei RR si conclude con un parere sulla pubblicabilità del lavoro che potrà essere corredato da commenti e suggerimenti per modifiche e integrazioni. In caso di dissenso sostanziale e inconciliabile tra i RR, il RPR può chiedere al DS la nomina di un terzo revisore. Sulla base delle relazioni dei RR, e valutata l’adeguatezza delle modifiche e integrazioni effettuate dagli autori, il RPR propone al DS la pubblicazione o il rigetto dell’opera.

La proposta di pubblicazione nella Collana può essere presentata da chiunque, in lingua italiana o inglese. Il processo di revisione reciprocamente anonima è svolto sulle monografie complete, è tracciabile e ricostruibile ex post – proposta scritta dell’autore al DS, giudizio preliminare del DS e del CoEd, decisione finale del CS –; è applicabile anche in caso di progetto editoriale nato in casa editrice e proposto all’autore.

Volumi Pubblicati

4 oggetto(i)

per pagina

Griglia  Elenco 

Imposta ordine discendente

4 oggetto(i)

per pagina

Griglia  Elenco 

Imposta ordine discendente

Back to top