Facebook Pixel

Città inclusiva e senza limiti

 
Prezzo speciale 28,50 €
SCONTO 5%
5%
Anzichè 30,00 €
Disponibile

Autori Stefania Campioli

Pagine 262
Autori Stefania Campioli
Data ristampa
Data pubblicazione Giugno 2020
ISBN 8891636218
ean 9788891636218
Tipo Cartaceo
Collana Politecnica
Editore Maggioli Editore
Dimensione 21x25
  • Spedizione in 48h
  • Paga alla consegna senza costi aggiuntivi

Autori Stefania Campioli

Pagine 262
Autori Stefania Campioli
Data ristampa
Data pubblicazione Giugno 2020
ISBN 8891636218
ean 9788891636218
Tipo Cartaceo
Collana Politecnica
Editore Maggioli Editore
Dimensione 21x25

Il testo restituisce l’esito di un’attività di ricerca volta ad indagare le sfide che l’accessibilità e l’inclusione pongono al progetto della città nella società contemporanea.

Occuparsi di accessibilità e inclusione vuol dire creare un ambiente più confortevole alla vita delle persone, in cui il maggior numero di esse possa partecipare attivamente alla vita sociale, sentirsi protetta, accedere a luoghi, attività e servizi.

Come trasformare gli spazi urbani per migliorare la qualità della vita di tutti, favorire la sostenibilità e la resilienza dell’ambiente urbano? Progettare città accessibili a tutti significa sapersi confrontare con questioni di natura multidisciplinare, attinenti all’architettura, all’urbanistica, al sociale, alla sanità, alla cultura, all’economia, ecc.

Obiettivo del testo è mettere a sistema le numerose questioni relative al tema degli spazi pubblici e dell’inclusione andando a definire un approccio progettuale finalizzato alla redazione di un masterplan per l’accessibilità urbana.

Il testo propone approfondimenti teorici sul tema dell’accessibilità e dell’inclusione urbana, a partire dai riferimenti che negli anni più ne hanno influenzato l’evoluzione, fino alla selezione di esperienze capaci di rappresentare il complesso quadro di riflessioni maturate.

Mantova, infine, è stata scelta come occasione per verificare quanto i concetti espressi potessero davvero orientare il progetto dello spazio pubblico per valorizzare l’ambiente, la cultura, l’eredità storico-architettonica, il turismo, gli ambiti della quotidianità e la continua evoluzione degli spazi e della società che li abita.

Il testo è poi attraversato da una sequenza di fotografie che ritraggono alcune delle molteplici forme che lo spazio urbano assume, cercando di indagare la relazione tra le persone e il contesto: si possono trovare luoghi particolarmente ricchi di presenze storico-identitarie, luoghi abbandonati, spazi che mettono in connessione elementi urbani differenti, luoghi fortemente personalizzati da chi vi abita, spazi anonimi.

Tutte situazioni da rileggere per cogliere le potenzialità del progetto dell’accessibilità e dell’inclusione.

Stefania Campioli
Architetto e assegnista di ricerca presso il Politecnico di Milano. All’interno del Land Repair Lab del Polo Territoriale di Mantova approfondisce il tema della città accessibile e inclusiva come strategia per rendere i luoghi più sostenibili e più vivibili per tutti. Nel 2018 partecipa al Master internazionale “Tools for change” presso lo studio Gehl Architects grazie al quale approfondisce il tema delle metodologie human-centered applicate in ambito urbanistico. Nel 2019 interviene alla Conferenza Internazionale “CHANGING CITIES IV: Spatial, Design, Landscape & Socio-economic dimensions” sulle nuove sfide che riguardano le città e il loro futuro.

Progettare luoghi per le persone nella società contemporanea

Scrivi la tua recensione
Stai recensendo:Città inclusiva e senza limiti