SERVIZIO CLIENTI 0541.628200  Lunedì - Venerdì / 8.30-17.30

Sconto 5%
Concorso 2329 Funzionari Giudiziari 2019. Manuale e Quiz prova scritta e orale

Concorso 2329 Funzionari Giudiziari 2019. Manuale e Quiz prova scritta e orale

Per profilo Cod F/MG

Autori AA.VV.
Editore Maggioli Editore
Formato Cartaceo
Dimensione 17x24
Pagine 960
Pubblicazione Settembre 2019 (I Edizione)
ISBN / EAN 8891636850 / 9788891636850
Collana concorsi pubblici

• Diritto Processuale civile
• Diritto Processuale penale
• Diritto civile
• Diritto penale
• Ordinamento giudiziario
• Ordinamento penitenziario
• Elementi di legislazione penale minorile


› QUIZ AGGIUNTIVI
› INGLESE
› INFORMATICA

Prezzo Online:

42,00 €

39,90 €

Ordina ora per avere:
Ricezione entro 48h
Spedizione in 48h
Paga alla consegna senza costi aggiuntivi
Paga alla consegna senza costi aggiuntivi
Spedizione Gratuita

Il volume è un utile strumento di preparazione per la prova scritta e orale del Concorso per Funzionari Giudiziari, Funzionari DGMC e Funzionari DAP (cod. F/MG) presso il Ministero della Giustizia, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 59 del 26 luglio 2019 e gestito dalla Commissione RIPAM.
I candidati che hanno superato la prova preselettiva dovranno affrontare un test a risposta multipla e, successivamente, un colloquio orale sulle materie indicate dal bando.
Il volume presenta una sezione manualistica seguita da batterie di quiz a risposta commentata su:


› Diritto Processuale civile;
› Diritto Processuale penale;
› Diritto civile;
› Diritto penale;
› Ordinamento giudiziario;
› Ordinamento penitenziario;
› Elementi di legislazione penale minorile.

Nella sezione online su https://www.maggiolieditore.it/ approfondimenti, raggiungibile tramite il codice riportato in fondo al volume, sono disponibili ulteriori batterie di quiz, test di lingua inglese e una sezione di teoria e test di informatica.
Grazie alle numerose batterie di quiz proposte, il volume garantisce al candidato la possibilità di verificare il livello di preparazione raggiunto e di familiarizzare con la tipologia di prova a quiz..

Libro Primo - Diritto processuale civile

Capitolo 1 - L’attività giurisdizionale: principi generali

1.1 Il processo civile e le fonti costituzionali

1.2 Le fonti e le riforme del rito civile

1.3 L’efficacia della legge processuale

Capitolo 2 - La giurisdizione e la competenza

2.1 La giurisdizione  

2.2 I vari tipi di giurisdizione civile

2.3 Giudizio secondo diritto o secondo equità

2.4 Il momento determinante della giurisdizione

2.5 Le questioni di giurisdizione

2.5.1 Il difetto di giurisdizione

2.5.2 Il regolamento di giurisdizione

2.6 La competenza

2.7 La competenza per valore

2.8 La competenza per materia

2.9 La competenza per territorio

2.10 Rilevabilità dell’incompetenza

2.11 Regolamento di competenza  

2.12 Le modificazioni della competenza: la litispendenza

2.13 La continenza

2.14 La connessione

2.14.1 Tipologie

2.14.2 Effetti

Capitolo 3 - I soggetti del processo

3.1 Gli organi giudiziari

3.1.1 Il giudice
3.1.2 La composizione del Tribunale
3.1.3 I poteri del giudice
3.2 Il pubblico ministero
3.3 Astensione e ricusazione
3.4 Gli organi ausiliari
3.4.1 Il cancelliere
3.4.2 L’ufficiale giudiziario
3.4.3 Il consulente tecnico d’ufficio (CTU)
3.4.4 Altri ausiliari
3.4.5 La responsabilità degli ausiliari
3.5 Le parti
3.5.1 Nozione di parte
3.5.2 Capacità processuale e sostituzione processuale
3.5.3 La pluralità di parti nel processo: il litisconsorzio
3.5.4 L’intervento
3.5.5 L’estromissione
3.5.6 La successione nel processo
3.6 La rappresentenza tecnica: il difensore e la procura alle liti
3.7 Il patrocinio a spese dello Stato
3.8 Le spese e i danni processuali
Capitolo 4 - Principi fondamentali del processo civile ed esercizio dell’azione
4.1 I principi del processo civile
4.2 Presupposti processuali e condizioni dell’azione
4.3 Gli elementi ed i tipi di azione
4.4 La class action italiana
Capitolo 5 - Gli atti processuali
5.1 Principi generali
5.2 Gli atti di parte e del pubblico ministero

5.3 Gli atti del cancelliere e le comunicazioni

5.4 I provvedimenti del giudice

5.5 L’attività di notificazione degli atti: forme e modalità di esecuzione

5.6 Le comunicazioni e le notificazioni nel processo civile digitalizzato

5.7 I termini

5.8 La nullità degli atti
Capitolo 6 - Il processo di cognizione: introduzione e istruzione della causa
6.1 Caratteristiche e fasi del processo di cognizione
6.2 La fase introduttiva
6.2.1 L’atto di citazione
6.2.2 Nullità della citazione
6.2.3 Costituzione in giudizio delle parti
6.2.4 Iscrizione della causa al ruolo, formazione fascicolo d’ufficio, designazione del giudice istruttore
6.2.5 Mancata o ritardata costituzione delle parti
6.3 La fase istruttoria in generale
6.4 La trattazione della causa
6.4.1 Prima udienza di comparizione e trattazione  
6.4.2 Mancata comparizione delle parti
6.4.3 Difetto di rappresentanza o di autorizzazione
6.4.4 I provvedimenti del giudice istruttore
6.4.5 I provvedimenti anticipatori di condanna
6.4.6 L’intervento di terzi
6.4.7 La riunione dei procedimenti
6.4.8 Rimessione in decisione
6.5 L’istruzione probatoria
6.5.1 Nozioni introduttive
6.5.2 Classificazioni
6.5.3 L’assunzione di mezzi di prova
6.5.4 Ammissione e preclusioni
Capitolo 7 - I singoli mezzi di prova
7.1 La consulenza tecnica
7.2 Le prove documentali
7.2.1 Le prove documentali tipiche: l’atto pubblico e la scrittura privata
7.2.2 Il riconoscimento e la verificazione della scrittura privata
7.2.3 La querela di falso
7.3 La confessione giudiziale e l’interrogatorio formale
7.4 Il giuramento
7.5 La prova per testimoni
7.5.1 Nozione e limiti di ammissibilità
7.5.2 Aspetti procedurali
7.6 Un nuovo mezzo di prova: la testimonianza scritta
7.7 Le ispezioni, le riproduzioni meccaniche e gli esperimenti
7.8 Il rendimento dei conti
7.9 L’esibizione delle prove
Capitolo 8 - La decisione della causa
8.1 La decisione collegiale
8.2 Forma dei provvedimenti
8.3 Il procedimento davanti al Tribunale in composizione monocratica
8.4 La esecutorietà delle sentenze
8.5 La correzione delle sentenze e delle ordinanze
8.6 L’integrazione dei provvedimenti istruttori
Capitolo 9 - Le vicende anomale del processo
9.1 Il procedimento in contumacia
9.2 La sospensione del processo

9.3 L’interruzione del processo

9.4 L’estinzione del processo

Capitolo 10 - Il procedimento davanti al Giudice di pace

10.1 Nozione e competenza

10.2 La fase introduttiva del giudizio

10.3 Trattazione della causa

10.4 La fase della decisione

10.5 La conciliazione in sede stragiudiziale

Capitolo 11 - Il procedimento sommario di cognizione

11.1 Caratteri dell’istituto e ambito di applicazione

11.2 La domanda introduttiva e la costituzione delle parti

11.3 Il procedimento

11.4 Il regime di impugnazione

Capitolo 12 - Le impugnazioni

12.1 Generalità

12.2 Termini per impugnare, acquiescenza e impugnazioni incidentali
12.3 Litisconsorzio ed impugnazioni
12.4 L’appello
12.4.1 Nozione dell’istituto e appellabilità delle sentenze
12.4.2 Il procedimento
12.4.3 La trattazione della causa
12.4.4 La decisione
12.5 Il ricorso per cassazione
12.5.1 Giudizio di cassazione e sentenze impugnabili
12.5.2 L’istituto del filtro in Cassazione
12.5.3 Il ricorso
12.5.4 Il procedimento
12.5.5 La decisione
12.5.6 Rinuncia al ricorso
12.5.7 Correzione degli errori materiali
12.6 La revocazione
12.6.1 Nozione e casi
12.6.2 Il procedimento di revocazione
12.7 L’opposizione di terzo
Capitolo 13 - Il processo esecutivo
13.1 Introduzione al processo esecutivo
13.2 L’espropriazione forzata
13.2.1 Disposizioni generali
13.2.2 Il pignoramento e suoi effetti
13.2.3 L’intervento dei creditori
13.2.4 La vendita e l’assegnazione
13.2.5 La distribuzione della somma ricavata
13.2.6 L’espropriazione mobiliare presso il debitore e presso terzi
13.2.7 L’espropriazione immobiliare
13.2.8 Forme speciali di espropriazione: l’espropriazione di beni indivisi e l’espropriazione contro il terzo proprietario
13.3 L’esecuzione in forma specifica
13.3.1 L’esecuzione per consegna o rilascio
13.3.2 L’esecuzione forzata degli obblighi di fare e di non fare
13.3.3 Attuazione degli obblighi di fare infungibile o di non fare: l’art. 614bis c.p.c. introdotto dalla L. 69/2009
13.4 Le opposizioni esecutive
13.4.1 L’opposizione all’esecuzione
13.4.2 L’opposizione agli atti esecutivi
13.4.3 L’opposizione in materia di lavoro, previdenza e assistenza
13.4.4 Le opposizioni di terzo
13.5 Sospensione ed estinzione del processo esecutivo
13.5.1 La sospensione
13.5.2 L’estinzione
Capitolo 14 - I procedimenti sommari
14.1 Il procedimento di ingiunzione
14.1.1 Proposizione della domanda e prove
14.1.2 Esame del ricorso, emissione del decreto ingiuntivo e notifica
14.1.3 Opposizione al decreto ingiuntivo
14.2 La convalida di sfratto
14.2.1 Finalità del procedimento
14.2.2 Forma dell’intimazione e struttura del procedimento
14.2.3 L’opposizione
Capitolo 15 - I procedimenti cautelari e possessori
15.1 Procedimenti cautelari: nozioni introduttive
15.2 La disciplina generale
15.2.1 Forma della domanda e giudice competente
15.2.2 Il procedimento: la concessione o il diniego dei provvedimenti cautelari  
15.2.3 L’inefficacia del provvedimento cautelare
15.2.4 Il controllo: riesame e reclamo
15.2.5 L’attuazione
15.3 Il sequestro
15.4 Le azioni di nunciazione: denuncia di nuova opera e di danno temuto
15.5 I procedimenti di istruzione preventiva
15.6 I provvedimenti d’urgenza
15.7 I procedimenti possessori
Capitolo 16 - I procedimenti di volontaria giurisdizione
16.1 Volontaria giurisdizione e procedimenti in camera di consiglio
16.2 I procedimenti in materia di stato e di capacità
16.2.1 La separazione personale dei coniugi
16.2.2 Il divorzio
16.3 Interdizione, inabilitazione e amministrazione di sostegno
16.4 Assenza e dichiarazione di morte presunta
16.4.1 La dichiarazione di assenza
16.4.2 La dichiarazione di morte presunta
16.5 Ordini di protezione contro gli abusi familiari
Capitolo 17 - Altri procedimenti speciali
17.1 Lo scioglimento di comunioni
17.2 Il processo di liberazione degli immobili dalle ipoteche
17.3 Il riconoscimento delle sentenze straniere
Capitolo 18 - L’arbitrato
18.1 Nozioni introduttive e distinzione tra arbitrato rituale e irrituale
18.2 Le convenzioni d’arbitrato: compromesso e clausola compromissoria
18.3 Gli arbitri
18.4 Il procedimento
18.5 Il lodo
18.6 Le impugnazioni
18.7 Il lodo straniero
Capitolo 19 - Controversie in materia di lavoro
19.1 I caratteri generali del rito  
19.1.1 Nozioni introduttive
19.1.2 La competenza
19.2 Il tentativo di conciliazione
19.2.1 Finalità dell’istituto e svolgimento della conciliazione
19.2.2 La risoluzione arbitrale della controversia
19.2.3 Altre modalità di conciliazione ed arbitrato
19.2.4 Le clausole compromissorie
19.3 Il procedimento in primo grado
19.3.1 La domanda introduttiva
19.3.2 Il mutamento del rito
19.3.3 L’udienza di discussione della causa
19.3.4 La decisione
19.4 L’appello
19.5 Le controversie in materia di previdenza ed assistenza obbligatorie
19.6 Le controversie in materia di locazione, di comodato e di affitto
Capitolo 20 - La mediazione delle controversie civili e commerciali
20.1 Attuazione della delega sulla mediazione e ambito di applicazione della riforma
20.2 I tipi di mediazione
20.3 Gli organismi di mediazione
20.4 Il procedimento  
20.5 Esito del procedimento ed efficacia dell’accordo raggiunto
20.6 Il regime delle spese processuali
20.7 La mediazione nell’azione di classe
QUESITI
Questionario n. 1 - Principi, soggetti e atti del processo civile
Soluzioni al questionario n. 1
Questionario n. 2 - Il giudizio di cognizione ordinario
Soluzioni al questionario n. 2
Questionario n. 3 - Le impugnazioni
Soluzioni al questionario n. 3
Questionario n. 4 - Il processo di esecuzione
Soluzioni al questionario n. 4
Questionario n. 5 - Il procedimento sommario di cognizione e i procedimenti speciali
Soluzioni al questionario n. 5
Libro Secondo - Diritto processuale penale
Capitolo 1 - Il processo penale e la giurisdizione
1.1 Il diritto processuale penale
1.2 Sistema inquisitorio e sistema accusatorio
1.3 Nozione di processo penale
1.4 Le fonti del diritto processuale penale
1.5 L’art. 111 Cost. e il concetto di «giusto processo»
1.6 La giurisdizione penale  
1.7 La competenza per materia, per territorio e per connessione
1.8 Riunione e separazione di processi
1.9 Provvedimenti sulla giurisdizione e sulla competenza  
1.10 I conflitti di giurisdizione e di competenza  
1.11 La capacità e la composizione del giudice  
1.12 Gli istituti a garanzia della «terzietà» del giudice
1.12.1 L’incompatibilità
1.12.2 L’astensione e la ricusazione  
1.13 La rimessione del processo
Capitolo 2 - Il pubblico ministero
2.1 Il P.M. e l’azione penale
2.2 L’organizzazione dell’Ufficio. Il rapporto «verticale» fra uffici
2.3 Il riparto orizzontale di competenze
2.4 I contrasti di competenza
2.5 Le questioni di competenza sollevabili dall’indagato
2.6 L’«astensione» del P.M.
Capitolo 3 - La polizia giudiziaria
3.1 Le diverse tipologie di polizia

3.2 Le funzioni della polizia giudiziaria

3.3 Gli organi

3.4 I rapporti con l’autorità giudiziaria

Capitolo 4 - L’imputato e le parti eventuali. Il difensore

4.1 Persona sottoposta ad indagini e imputato

4.2 I requisiti per la qualifica di imputato e le garanzie

4.3 La persona offesa dal reato

4.4 La parte civile  

4.5 Il responsabile civile

4.6 Il civilmente obbligato per la pena pecuniaria

4.7 La difesa dell’imputato  

4.8 La difesa delle altre parti private  

4.9 Le garanzie del difensore e i termini a difesa

4.10 Abbandono, rifiuto e incompatibilità della difesa. Rinuncia e revoca del difensore

Capitolo 5 - Gli atti

5.1 Il concetto di atto processuale

5.2 Gli atti del giudice

5.3 Il procedimento in camera di consiglio  

5.4 Gli atti delle parti

5.5 La documentazione degli atti

5.6 La segretezza e la pubblicità degli atti

5.7 La patologia dell’atto processuale

5.8 Le nullità processuali: caratteristiche e conseguenze

Capitolo 6 - Le notificazioni

6.1 Definizione

6.2 Gli organi e la forma della notificazione

6.3 Le notifiche all’imputato e alle altre parti

6.4 La nullità delle notifiche  

Capitolo 7 - Le prove

7.1 Principi generali

7.2 Il diritto alla prova delle parti e il ruolo del giudice

7.3 L’indizio

7.4 La chiamata in correità

7.5 Il principio di atipicità della prova

7.6 La testimonianza

7.7 La capacità di testimoniare

7.8 L’esame delle parti

7.9 Confronto, ricognizione ed esperimento giudiziale

7.9.1 Il confronto

7.9.2 La ricognizione

7.9.3 L’esperimento giudiziale

7.10 La perizia

7.11 I documenti

7.12 I mezzi di ricerca della prova: nozione e funzione

7.13 Le ispezioni

7.14 Le perquisizioni

7.15 Il sequestro probatorio

7.16 Le intercettazioni
7.16.1 I presupposti
7.16.2 Il procedimento
Capitolo 8 - Le misure precautelari: l’arresto e il fermo
8.1 La libertà personale
8.2 L’arresto
8.3 Il fermo
8.4 La procedura di convalida dell’arresto e del fermo
Capitolo 9 - Le misure cautelari
9.1 Le misure cautelari nel sistema della giurisdizione

9.2 Le misure cautelari personali. Principi generali

9.2.1 I presupposti di applicazione delle misure. Le esigenze cautelari

9.2.2 Adeguatezza e proporzionalità delle misure cautelari personali

9.2.3 Le deroghe al regime di applicazione delle misure cautelari personali

9.3 Le misure cautelari personali. Le singole misure

9.4 Le misure cautelari personali: applicazione, permanenza ed estinzione

9.4.1 Il procedimento di applicazione

9.4.2 Revoca, sostituzione ed estinzione delle misure cautelari

9.4.3 I rimedi contro le misure cautelari personali

9.4.4 Applicazione provvisoria di misure di sicurezza

9.4.5 La riparazione per ingiusta detenzione

9.5 Le misure cautelari reali

9.5.1 Il sequestro conservativo

9.5.2 Il sequestro preventivo

9.5.3 Ipotesi particolari di confisca ex art. 12sexies della L. 356/1992

9.5.4 I rimedi contro le misure cautelari reali

Capitolo 10 - Le indagini preliminari e l’udienza preliminare

10.1 Aquisizione della notitia criminis e iscrizione nel registro degli indagati

10.2 Le condizioni di procedibilità

10.3 Le indagini del P.M.

10.3.1 Gli atti d’indagine

10.3.2 Gli atti garantiti

10.4 I rapporti fra P.M. e polizia giudiziaria

10.5 I rapporti fra diversi uffici del P.M.
10.6 Le indagini della polizia giudiziaria
10.7 Le indagini del difensore
10.8 L’incidente probatorio
10.9 La conclusione delle indagini preliminari
10.9.1 I termini delle indagini
10.9.2 L’avviso di conclusione delle indagini
10.9.3 L’archiviazione
10.10 L’udienza preliminare
10.10.1 li atti introduttivi: la richiesta di rinvio a giudizio
10.10.2 a celebrazione dell’udienza
10.10.3 a decisione del GUP
10.10.4 Ulteriori provvedimenti conclusivi
Capitolo 11 - Il giudizio ordinario
11.1 Gli atti preliminari al dibattimento
11.2 Modalità di svolgimento del dibattimento: disposizioni generali  
11.3 Gli atti introduttivi al dibattimento
11.4 Il dibattimento
11.4.1 L’esposizione introduttiva e l’ammissione delle prove
11.4.2 L’istruzione dibattimentale
11.4.3 Le nuove contestazioni
11.4.4 La discussione finale  
11.5 La sentenza  
Capitolo 12 - I procedimenti speciali
12.1 Inquadramento generale
12.2 Il giudizio abbreviato
12.3 L’applicazione della pena su richiesta delle parti
12.4 Il giudizio direttissimo
12.5 Il giudizio immediato
12.6 Il procedimento per decreto
12.7 La sospensione del procedimento con messa alla prova
Capitolo 13 - Il procedimento monocratico e il procedimento davanti al Giudice di pace

13.1 Il procedimento davanti al Tribunale in composizione monocratica

13.2 Il processo monocratico a citazione diretta
13.3 ll processo monocratico con udienza preliminare
13.4 ll giudizio direttissimo monocratico
13.5 Il procedimento davanti al Giudice di pace  
13.5.1 Competenza, organi giudiziari ed esercizio dell’azione penale
13.5.2 Il giudizio
13.5.3 La disciplina delle impugnazioni
13.5.4 Procedimento di esecuzione e disciplina sanzionatoria  
Capitolo 14 - Il processo minorile
14.1 Gli organi della giustizia minorile
14.2 I principi fondamentali
14.3 Il rito
14.4 I provvedimenti sulla libertà personale
Capitolo 15 - Le impugnazioni
15.1 Regole generali
15.2 L’appello
15.2.1 I soggetti legittimati all’appello e le sentenze appellabili
15.2.2 Il procedimento
15.2.3 La decisione
15.3 Il ricorso per cassazione
15.3.1 Le regole generali del ricorso per cassazione
15.3.2 Il procedimento
15.3.3 La decisione
15.3.4 Il giudizio di rinvio
15.3.5 Il ricorso straordinario per errore materiale o di fatto e la rescissione del Giudicato
15.4 La revisione
15.4.1 Le regole generali in tema di revisione
15.4.2 Il procedimento
15.4.3 La riparazione dell’errore giudiziario
Capitolo 16 - Il giudicato penale e l’esecuzione
16.1 Il provvedimento irrevocabile  
16.2 Il vincolo derivante dal giudicato
16.3 L’esecuzione dei provvedimenti giurisdizionali
16.4 Il giudice dell’esecuzione  
16.4.1 Criteri per l’individuazione
16.4.2 Competenze
16.5 La magistratura di sorveglianza
16.6 Le spese
Capitolo 17 - Gli istituti di cooperazione giudiziaria
17.1 L’estradizione  
17.2 Il mandato di arresto europeo (MAE)
17.3 Le rogatorie internazionali  
17.4 Il riconoscimento degli effetti delle sentenze penali straniere  
17.5 L’esecuzione all’estero di sentenze penali italiane  
QUESITI
Questionario n. 1
- Principi, soggetti e atti del processo penale
Soluzioni al questionario n. 1
Questionario n. 2 - Le prove
Soluzioni al questionario n. 2
Questionario n. 3 - I provvedimenti cautelari
Soluzioni al questionario n. 3
Questionario n. 4 - Le indagini preliminari e l’udienza preliminare
Soluzioni al questionario n. 4

Questionario n. 5 - Il giudizio

Soluzioni al questionario n. 5

Questionario n. 6 - Riti alternativi ed altri procedimenti

Soluzioni al questionario n. 6

Questionario n. 7 - Le impugnazioni

Soluzioni al questionario n. 7

Questionario n. 8 - L’esecuzione

Soluzioni al questionario n. 8
Libro Terzo - Diritto civile
Capitolo 1 - Il concetto di diritto e il sistema delle fonti
1.1 La nozione di diritto
1.2 L’ordinamento giuridico
1.3 Le norme giuridiche
1.4 Le partizioni del diritto: diritto oggettivo e diritto soggettivo; diritto pubblico e diritto privato
1.5 La pluralità delle fonti del diritto oggettivo
1.6 I codici e i testi unici
1.7 Il codice civile del 1942
1.8 Gli usi normativi
1.9 L’efficacia delle norme giuridiche
1.10 L’interpretazione delle norme giuridiche
1.11 Le lacune del diritto: l’analogia legis e l’analogia iuris. Limiti di applicabilità dell’analogia
Capitolo 2 - Il rapporto giuridico e le situazioni soggettive
2.1 Il rapporto giuridico
2.2 Le situazioni soggettive
2.2.1 Le situazioni soggettive attive
2.2.2 Le situazioni soggettive passive
2.3 La prescrizione e la decadenza
Capitolo 3 - I soggetti e il diritto delle persone
3.1 Nozione di soggetto e di soggettività giuridica
3.2 Le vicende inerenti alla persona fisica  
3.2.1 Esistenza, morte, commorienza
3.2.2 Scomparsa, assenza, dichiarazione di morte presunta
3.3 La sede giuridica della persona
3.4 La capacità giuridica e la capacità di agire
3.5 L’interdizione e l’inabilitazione
3.6 L’incapacità naturale
3.7 L’interdizione legale
3.8 Gli istituti di protezione: potestà, tutela, curatela, amministrazione di Sostegno
3.8.1 Potestà, tutela, curatela
3.8.2 L’amministrazione di sostegno
3.8.3 L’assistenza ai disabili gravi
3.9 Le persone giuridiche
3.9.1 Definizione ed elementi costitutivi
3.9.2 Le associazioni e le fondazioni  
3.9.3 Il riconoscimento e i suoi effetti
3.9.4 La costituzione delle persone giuridiche  
3.9.5 Gli organi delle persone giuridiche
3.9.6 L’estinzione delle persone giuridiche
3.10 Le associazioni non riconosciute
3.11 Comitati, organizzazioni di volontariato e ONLUS
3.11.1 I comitati
3.12 Il Terzo settore
3.12.1 Gli Enti del terzo settore
3.12.2 Le organizzazioni di volontariato
3.12.3 Enti filantropici
3.12.4 L’impresa sociale
3.13 I diritti della personalità
3.13.1 Fondamento e caratteri essenziali
3.13.2 I principali diritti della personalità
Capitolo 4 - La famiglia nell’ordinamento giuridico
4.1 La tutela della famiglia
4.1.1 La famiglia di fatto: rilevanza giuridica e prospettive di tutela della convivenza non fondata sul matrimonio  
4.2 Il matrimonio come atto e come rapporto
4.3 Il matrimonio civile
4.3.1 Capacità e impedimenti
4.3.2 La celebrazione del matrimonio
4.3.3 Le invalidità matrimoniali e il matrimonio putativo
4.4 Il matrimonio concordatario
4.5 I rapporti personali tra i coniugi  
4.6 Il regime patrimoniale della famiglia
4.7 L’impresa familiare
4.8 La separazione personale dei coniugi
4.8.1 Nozione e tipi
4.8.2 Gli effetti della separazione legale
4.9 Lo scioglimento del matrimonio e gli effetti del divorzio
4.10 Il rapporto di filiazione
4.11 Le azioni relative allo status di figlio  
4.11.1 L’azione di disconoscimento della paternità  
4.11.2 Il riconoscimento dei figli nati fuori dal matrimonio  
4.11.3 La dichiarazione giudiziale di paternità e di maternità  
4.12 La procreazione medicalmente assistita
4.13 L’adozione dei minori
4.14 Ulteriori forme di adozione
Capitolo 5 - Le successioni e gli atti di liberalità
5.1 Le successioni per causa di morte: principi generali
5.2 La capacità di succedere e l’indegnità
5.3 La successione legittima
5.4 La successione testamentaria
5.4.1 Il testamento
5.4.2 I tipi di testamento
5.4.3 Invalidità, revoca e caducità del testamento o delle disposizioni testamentarie
5.5 I diritti dei legittimari
5.6 Le sostituzioni
5.7 Il diritto di rappresentazione
5.8 Il diritto di accrescimento
5.9 L’azione di petizione ereditaria
5.10 I rapporti tra coeredi: comunione, divisione e collazione
5.11 Il patto di famiglia
5.12 Gli atti di liberalità tra vivi: le donazioni
Capitolo 6 - I fatti e gli atti giuridici
6.1 Fatti e atti nel diritto privato
6.2 La pubblicità e la trascrizione
6.2.1 Funzione, strumenti di attuazione ed effetti della pubblicità
6.2.2 Disciplina della trascrizione
6.3 La prova dei fatti giuridici
Capitolo 7 - Il negozio giuridico
7.1 Nozione e classificazioni

7.2 Gli elementi essenziali del negozio giuridico
7.2.1 I soggetti
7.2.2 La volontà
7.2.3 La simulazione
7.2.4 I vizi della volontà: il dolo, la violenza, l’errore
7.2.5 La forma
7.2.6 La causa
7.3 Il collegamento negoziale
7.4 Gli elementi accidentali del negozio  
Capitolo 8 - La rappresentanza
8.1 Il fenomeno della rappresentanza
8.2 La procura
8.3 Capacità, vizi della volontà e stati soggettivi rilevanti
8.4 La rappresentanza senza poteri, l’abuso e l’eccesso di poteri rappresentativi
Capitolo 9 - La patologia del negozio giuridico
9.1 Concetti generali
9.2 La nullità
9.3 L’annullabilità
9.4 La convalida
9.5 La rescissione  
Capitolo 10 - I beni giuridici
10.1 La nozione di bene in senso giuridico ex art. 810 c.c.
10.2 Le categorie di beni: beni mobili, immobili e mobili registrati  
10.3 Le pertinenze
10.4 Le universalità patrimoniali
10.5 I frutti e la fruttificazione
10.6 I diritti sui beni: caratteri e distinzioni dei diritti reali
Capitolo 11 - I diritti reali
11.1 La proprietà
11.1.1 Contenuto e funzione sociale. Limiti
11.1.2 I modi di acquisto della proprietà
11.1.3 Le azioni a difesa della proprietà
11.2 Forme speciali di proprietà
11.2.1 La comunione
11.2.2 Il condominio
11.2.3 La multiproprietà
11.3 I diritti reali di godimento: generalità e caratteristiche comuni
11.4 La superficie
11.5 L’enfiteusi  
11.6 Le servitù prediali
11.6.1 Il contenuto del diritto di servitù
11.6.2 Le diverse tipologie di servitù
11.6.3 Modi di costituzione delle servitù e cause estintive
11.7 L’usufrutto
11.8 L’uso e l’abitazione
Capitolo 12 - Il possesso e l’usucapione
12.1 Nozione e caratteri del possesso
12.2 Il possesso di buona fede e il principio del «possesso vale titolo» (art. 1153 c.c.)
12.3 Le azioni possessorie
12.4 Le azioni di nunciazione
12.5 L’usucapione
Capitolo 13 - I diritti sui beni immateriali
13.1 I beni immateriali come oggetto di diritti
13.2 Il diritto d’autore: diritto morale e diritto patrimoniale

13.3 Il diritto dell’inventore

Capitolo 14 - L’obbligazione e il rapporto obbligatorio

14.1 Il concetto di obbligazione

14.2 Gli elementi del rapporto obbligatorio

14.2.1 I soggetti

14.2.2 L’oggetto: la prestazione

14.2.3 L’interesse

14.3 I diversi tipi di obbligazione
14.3.1 Le obbligazioni naturali
14.3.2 Le obbligazioni soggettivamente complesse. Le obbligazioni solidali
14.3.3 Le obbligazioni cumulative, le obbligazioni alternative e le obbligazioni con facoltà alternativa  
14.3.4 Le obbligazioni pecuniarie
14.4 Le modificazioni nel lato attivo del rapporto obbligatorio
14.4.1 La cessione del credito
14.4.2 La surrogazione di pagamento
14.5 Le modificazioni nel lato passivo del rapporto obbligatorio
14.5.1 La delegazione
14.5.2 L’espromissione
14.5.3 L’accollo
14.6 La cessione del contratto
Capitolo 15 - L’estinzione delle obbligazioni
5.1 L’adempimento
15.2 L’adempimento del terzo
15.3 La prestazione in luogo dell’adempimento (cd. datio in solutum)
15.4 I modi di estinzione dell’obbligazione diversi dall’adempimento
15.4.1 La compensazione
15.4.2 La confusione
15.4.3 La novazione
15.4.4 La remissione
15.4.5 L’impossibilità sopravvenuta della prestazione
Capitolo 16 - L’inadempimento e la responsabilità patrimoniale del debitore
16.1 La responsabilità per inadempimento
16.2 La mora del debitore e del creditore
16.3 Il risarcimento del danno
16.4 La clausola penale e la caparra confirmatoria
16.5 La garanzia patrimoniale generica
16.6 I mezzi di conservazione della garanzia patrimoniale
16.6.1 L’azione surrogatoria
16.6.2 L’azione revocatoria (o pauliana)
16.6.3 Il sequestro conservativo
Capitolo 17 - Il sistema delle garanzie del credito
17.1 Il concorso dei creditori e le cause di prelazione
17.2 I privilegi
17.3 I diritti reali di garanzia
17.3.1 Struttura e caratteri
17.3.2 Il pegno  
17.3.3 Pegno mobiliare non possessorio
17.3.4 L’ipoteca
17.4 Le garanzie personali  
17.4.1 La fideiussione
17.4.2 L’avallo
17.4.3 Il mandato di credito
Capitolo 18 - Il contratto in generale
18.1 Definizione ed elementi essenziali del contratto  
18.2 Classificazione dei contratti
18.3 La conclusione del contratto
18.4 Le trattative e la responsabilità precontrattuale  
18.5 Il contratto preliminare
18.6 Le condizioni generali di contratto
18.7 Le clausole vessatorie e il Codice del consumo
18.8 La tutela del consumatore
18.8.1 I diritti dei consumatori nella nuova direttiva in materia di contratti negoziati fuori dei locali commerciali e di contratti a distanza  
18.9 L’efficacia del contratto
18.9.1 Gli effetti del contratto tra le parti
18.9.2 Gli effetti del contratto nei confronti dei terzi
18.10 L’interpretazione e l’integrazione del contratto
Capitolo 19 - Il sinallagma e la risoluzione dei contratti
19.1 Il contratto a prestazioni corrispettive
19.2 La risoluzione dei contratti
19.2.1 Tipologia e presupposti
19.2.2 La risoluzione per inadempimento e l’eccezione di inadempimento  
19.2.3 La risoluzione per impossibilità sopravvenuta
19.2.4 La risoluzione per eccessiva onerosità  
19.3 Il diritto di recesso  
19.4 Gli effetti della risoluzione
Capitolo 20 - I principali contratti commerciali
20.1 I contratti per la circolazione dei beni
20.1.1 La vendita
20.1.2 Il contratto estimatorio
20.1.3 La somministrazione
20.1.4 L’affiliazione commerciale (franchising)
20.1.5 Il factoring
20.2 I contratti per l’esecuzione di opere o la prestazione di servizi
20.2.1 Il contratto di appalto
20.2.2 Il contratto di trasporto
20.2.3 Il contratto di assicurazione
20.3 I contratti per la promozione o la conclusione di affari
20.3.1 Il mandato
20.3.2 La commissione
20.3.3 La spedizione
20.3.4 Il contratto di agenzia
20.3.5 La mediazione
Capitolo 21 - Le fonti non contrattuali del rapporto obbligatorio
21.1 Le obbligazioni nascenti da atti unilaterali
21.1.1 Le promesse unilaterali: la promessa di pagamento e la ricognizione di Debito
21.1.2 La promessa al pubblico
21.2 Le obbligazioni derivanti dalla legge
21.2.1 La gestione di affari
21.2.2 Il pagamento dell’indebito
21.2.3 L’arricchimento senza causa
21.3 Le obbligazioni nascenti da fatto illecito
21.3.1 L’illecito civile e la responsabilità per danni
21.3.2 Il fatto
21.3.3 Il danno ingiusto
21.3.4 La colpevolezza
21.3.5 Il nesso di causalità
21.3.6 Le forme della responsabilità indiretta e della responsabilità oggettiva

21.3.7 Il risarcimento del danno
Libro Quarto - Diritto penale
Capitolo 1 - Caratteristiche e principi del diritto penale
1.1 Concetto e caratteri del diritto penale
1.2 Le fonti del diritto penale moderno
1.3 Il principio di legalità
1.4 I corollari del principio di legalità
1.4.1 La riserva di legge
1.4.2 La norma penale in bianco
1.4.3 Rapporto legge-consuetudine
1.4.4 Il principio di determinatezza e gli elementi normativi della fattispecie
1.4.5 Il principio di irretroattività
1.4.6 L’interpretazione e il divieto di analogia in materia penale
Capitolo 2 - Ambito di validità spaziale e personale della legge penale
2.1 Il principio di territorialità
2.2 I reati commessi all’estero
2.3 Il delitto politico
2.4 Il riconoscimento delle sentenze penali straniere
2.5 L’efficacia personale delle norme penali: le immunità
Capitolo 3 - Nozioni generali di teoria del reato
3.1 Il reato: concezione formale e sostanziale
3.2 Il principio di offensività
3.3 Delitti e contravvenzioni
3.4 Il soggetto attivo del reato
3.5 Il problema delle responsabilità delle persone giuridiche
3.6 La delega di funzioni
3.7 Il soggetto passivo del reato
3.8 Classificazione dei reati
3.8.1 Reati di evento e reati di azione
3.8.2 Reati commissivi ed omissivi
3.8.3 Reati istantanei, permanenti e abituali
3.8.4 Reati di danno e reati di pericolo
Capitolo 4 – Tipicità
4.1 La condotta e il principio di materialità
4.2 Caso fortuito e forza maggiore  
4.3 L’evento
4.4 Il rapporto di causalità
4.5 Le concause
Capitolo 5 - Antigiuridicità e cause di giustificazione
5.1 Nozioni introduttive
5.2 La disciplina delle cause di giustificazione
5.3 Le singole cause di giustificazione
5.3.1 Il consenso dell’avente diritto
5.3.2 L’esercizio di un diritto
5.3.3 L’adempimento di un dovere
5.3.4 La legittima difesa
5.3.5 L’uso legittimo delle armi
5.3.6 Lo stato di necessità
5.4 Le scriminanti non codificate
Capitolo 6 - La colpevolezza
6.1 Il passaggio dalla concezione psicologica alla concezione normativa della Colpevolezza
6.2 Il principio di personalità della responsabilità penale
6.3 La responsabilità oggettiva
6.4 Le condizioni obiettive di punibilità

6.5 Morte o lesioni come conseguenza di altro delitto

Capitolo 7 - I criteri di imputazione del reato

7.1 Il dolo

7.1.1 Definizione legislativa e struttura

7.1.2 Intensità del dolo

7.1.3 Oggetto del dolo

7.1.4 Forme del dolo e suo accertamento

7.2 L’errore
7.2.1 Premessa
7.2.2 Errore di fatto ed errore di diritto
7.2.3 L’errore di fatto sul fatto
7.2.4 L’errore su legge diversa da quella penale (errore di diritto sul fatto)
7.2.5 Errore determinato dall’altrui inganno
7.2.6 Il reato putativo
7.3 Il reato aberrante
7.4 La colpa
7.4.1 Nozione e struttura
7.4.2 Specie di colpa
7.5 La preterintenzione
Capitolo 8 - L’imputabilità
8.1 Nozione e rapporti fra imputabilità e colpevolezza
8.2 Le cause di esclusione dell’imputabilità
8.2.1 La minore età
8.2.2 Il vizio di mente
8.2.3 Il sordomutismo
8.2.4 Ubriachezza e intossicazione da stupefacenti
8.2.5 Le actiones liberae in causa
Capitolo 9 - Le circostanze del reato
9.1 Nozione
9.2 Classificazione delle circostanze
9.3 La disciplina delle circostanze
9.4 Il concorso di circostanze. I criteri di applicazione delle circostanze
9.5 Le singole circostanze aggravanti comuni
9.6 Le singole circostanze attenuanti
9.7 Le attenuanti generiche
9.8 La recidiva
Capitolo 10 - La consumazione del reato. Il delitto tentato
10.1 La consumazione del reato
10.2 Il reato permanente e quello istantaneo
10.3 Il reato abituale
10.4 Il tentativo
10.5 Desistenza e recesso attivo
10.6 Il reato impossibile
Capitolo 11 - Il concorso di persone nel reato
11.1 Nozioni introduttive
11.2 La struttura del concorso
11.3 Le circostanze del concorso
11.4 La responsabilità del partecipe per il reato diverso da quello voluto
11.5 Concorso dell’extraneus nel reato proprio e mutamento del titolo di Reato
11.6 Il concorso necessario e quello eventuale. Il concorso eventuale nei reati Associativi
11.7 La cooperazione colposa
Capitolo 12 - Unità e pluralità di reati
12.1 Concorso materiale di reati e concorso formale
12.2 Il concorso apparente di norme e i criteri per identificarlo
12.2.1 Generalità
12.2.2 Il principio di specialità
12.2.3 Il principio di sussidiarietà
12.2.4 Il principio di consunzione
12.3 Il reato complesso
12.4 Il reato continuato
Capitolo 13 - La punibilità
13.1 Profili generali
13.2 Le cause di estinzione del reato
13.3 Le cause di estinzione della pena
Capitolo 14 - Le sanzioni e le misure di sicurezza
14.1 La pena nella Costituzione
14.2 Le pene principali
14.3 Le pene accessorie
14.4 L’esecuzione della pena e le misure alternative
14.5 La commisurazione delle pene detentive
14.6 Le sanzioni civili
14.7 I principi che presiedono all’applicazione delle misure di sicurezza
14.8 I presupposti delle misure di sicurezza
14.9 Le misure di sicurezza personali
14.10 Le misure di sicurezza patrimoniali: in particolare, la confisca
14.11 La depenalizzazione e la disciplina dell’illecito amministrativo
14.12 Le misure di prevenzione
Capitolo 15 - Delitti contro la personalità dello Stato
15.1 Le disposizioni comuni
15.2 I reati associativi
15.2.1 Inquadramento generale
15.2.2 Associazioni sovversive (art. 270 c.p.)
15.2.3 Associazioni con finalità di terrorismo anche internazionale o di eversione dell’ordine democratico (art. 270bis c.p.)
15.2.4 Banda armata (art. 306 c.p.)
15.3 I delitti di attentato
15.3.1 Problematiche generali
15.3.2 Attentati contro l’integrità, l’indipendenza o l’unità dello Stato (art. 241 c.p.)
15.3.3 Attentato per finalità terroristiche o di eversione (art. 280 c.p.)
15.4 I delitti di opinione
15.5 I delitti di terrorismo
15.5.1 Problematiche generali
15.5.2 Assistenza agli associati (art. 270ter)
15.5.3 Arruolamento con finalità di terrorismo anche internazionale (art. 270quater)
15.5.4 Addestramento ad attività con finalità di terrorismo anche internazionale (art. 270quinquies)
Capitolo 16 - Delitti contro l’amministrazione della giustizia
16.1 Delitti contro l’amministrazione della giustizia. Generalità
16.2 Delitti di omessa denuncia
16.3 Delitti di favoreggiamento
16.3.1 Inquadramento generale
16.3.2 Ritrattazione (art. 376)
Capitolo 17 - Delitti contro l’ordine pubblico, l’incolumità pubblica e la fede pubblica
17.1 Il bene giuridico «ordine pubblico»
17.2 Delitti di istigazione ed apologia
17.3 Delitti associativi contro l’ordine pubblico
17.3.1 Associazione per delinquere (art. 416 c.p.)
17.3.2 Associazioni di tipo mafioso anche straniere (art. 416bis c.p.)
17.3.3 Assistenza agli associati (art. 418 c.p.)
17.4 Caratteri generali dei delitti contro l’incolumità pubblica
17.5 I delitti di comune pericolo
17.5.1 La strage (art. 422 c.p.)
17.5.2 L’incendio (art. 423 ss. c.p.)
17.6 I delitti di comune pericolo mediante frode (delitti contro la salute pubblica)
17.7 Il bene giuridico «fede pubblica»
17.8 La falsità in atti
17.9 Falso grossolano, falso inutile, falso innocuo
Capitolo 18 - Delitti contro l’economia, l’industria e il commercio
18.1 Profili principali
18.2 I delitti contro l’economia pubblica: l’aggiotaggio
18.3 I delitti di sciopero
18.4 Delitti contro l’industria e il commercio
Capitolo 19 - Delitti contro la famiglia e la persona
19.1 Caratteri generali dei delitti contro la famiglia
19.2 La bigamia (art. 556 c.p.)
19.3 L’incesto (art. 564 c.p.)
19.4 Violazione degli obblighi di assistenza familiare (art. 570 c.p.)
19.5 Il mobbing familiare
19.6 Delitti contro la persona. Caratteri generali
19.7 I delitti contro la vita e l’incolumità individuale
19.7.1 Omicidio (art. 575 c.p.)
19.7.2 Le circostanze aggravanti dell’omicidio doloso. La premeditazione
19.7.3 Omicidio del consenziente (art. 579 c.p.)
19.7.4 Lesioni personali (artt. 582 e 590 c.p.)  
19.7.5 Omicidio preterintenzionale (art. 584 c.p.)
19.7.6 Morte o lesioni come conseguenza di altro delitto (art. 586 c.p.)
19.7.7 Utilizzo o somministrazione di farmaci o di altre sostanze al fine di alterare le prestazioni agonistiche degli atleti
art. 586bis c.p.)
19.7.8 Omicidio colposo (art. 589 c.p.)
19.7.9 L’omicidio stradale
19.7.10 Omissione di soccorso (art. 593 c.p.)
19.7.11 I delitti contro la maternità
19.8 I delitti contro l’onore
19.8.1 Inquadramento generale
19.8.2 Diffamazione (art. 595 c.p.)
19.9 I delitti contro la libertà individuale
19.9.1 Sequestro di persona (art. 605 c.p.)
19.9.2 Violenza sessuale (art. 609bis c.p.)
19.9.3 I delitti in materia di pedopornografia
19.9.4 Riduzione o mantenimento in schiavitù o servitù; tratta di persone; acquisto e alienazione di schiavi
19.9.5 L’impiego di minori nell’accattonaggio
19.9.6 Lo stalking
Capitolo 20 - Delitti contro il patrimonio
20.1 Caratteri generali
20.2 Furto (art. 624 c.p.)
20.2.1 Disciplina generale
20.2.2 Circostanze aggravanti (art. 625 c.p.)
20.2.3 Furto in abitazione e furto con strappo (art. 624bis c.p.)
20.2.4 Furti punibili a querela dell’offeso (art. 626 c.p.)
20.3 Rapina (art. 628 c.p.)
20.4 Estorsione (art. 629 c.p.)
20.5 Sequestro di persona a scopo di estorsione (art. 630 c.p.)
20.6 Danneggiamento (art. 635 c.p.)
20.7 Truffa (art. 640 c.p.)
20.8 L’usura (art. 644 c.p.)
20.9 La ricettazione (art. 648 c.p.)
20.10 Riciclaggio (art. 648bis c.p.)
Capitolo 21 - Delitti contro la pubblica amministrazione
21.1 Origine ed evoluzione della categoria
21.2 Le riforme dei delitti contro la P.A.
21.2.1 La riforma del 2012
21.2.2 La legge Grasso
21.2.3 La “legge Spazzacorrotti”
21.3 Le qualifiche soggettive
21.3.1 Considerazioni generali
21.3.2 Il pubblico ufficiale
21.3.3 L’incaricato di pubblico servizio
21.3.4 L’esercente un servizio di pubblica necessità
21.3.5 Il peculato (art. 314 c.p.)
21.3.6 Il peculato mediante profitto dell’errore altrui (art. 316 c.p.)
21.3.7 La concussione (art. 317 c.p.)
21.3.8 I delitti di corruzione
21.3.8.1 Generalità
21.3.8.2 La corruzione per atto contrario d’ufficio (art. 319 c.p.)
21.3.8.3 La corruzione per l’esercizio della funzione (art. 318 c.p.)
21.3.8.4 La corruzione in atti giudiziari (art. 319ter c.p.)
21.3.8.5 Induzione indebita a dare o promettere utilità (art. 319quater c.p.)
21.3.8.6 L’istigazione alla corruzione (art. 322 c.p.)
21.3.8.7 Peculato, concussione, induzione indebita a dare o promettere utilità, corruzione e istigazione alla corruzione di membri della Corte penale internazionale o degli organi delle Comunità europee e di funzionari delle Comunità europee e di Stati esteri (art. 322bis c.p.)
21.3.9 L’abuso d’ufficio (art. 323 c.p.)
21.3.9.1 Abuso d’ufficio: caratteri della violazione di legge e rapporti col  mobbing
21.3.10 Rifiuto di atti d’ufficio. Omissione (art. 328 c.p.)
21.3.11 Principali delitti dei privati contro la P.A.
Libro Quinto - Ordinamento Giudiziario
Capitolo 1 - L’organizzazione degli uffici
1.1 Cenni storici
1.2 L’amministrazione centrale  
1.2.1 Le articolazioni interne
1.2.2 Il Dipartimento per gli affari di giustizia
1.2.3 Il Dipartimento dell’organizzazione giudiziaria, del personale e dei servizi
1.2.4 Il Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria  
1.2.5 Il Dipartimento per la giustizia minorile e di comunità
1.2.6 La Direzione Generale per il coordinamento delle politiche di coesione
1.3 L’amministrazione periferica
1.3.1 Le Direzioni regionali
1.3.2 I Provveditorati regionali dell’Amministrazione penitenziaria
1.3.3 Le articolazioni territoriali del Dipartimento per la giustizia minorile
Capitolo 2 - L’ordinamento dei dipendenti del Ministero
2.1 Generalità
2.2 L’inquadramento del personale dirigente
2.3 L’inquadramento del personale non dirigente
2.3.1 L’inquadramento professionale dei cancellieri
2.3.2 Cenni sui diritti sindacali riconosciuti al personale non dirigente
QUESITI

Questionario n. 1 - Ordinamento del Ministero della giustizia

Soluzioni al questionario n. 1

Libro Sesto - Ordinamento Penitenziario

Capitolo 1 - L’ordinamento penitenziario

1.1 L’attività legislativa in ambito penitenziario

1.1.1 Il primo regolamento penitenziario

1.1.2 Il regolamento del 1891

1.1.3 Le riforme giolittiane

1.1.4 Il R.D. 19 febbraio 1922, n. 393

1.1.5 Il Regolamento Rocco

1.1.6 I lavori preparatori della riforma penitenziaria

1.2 L’Ordinamento penitenziario

1.2.1 La L. 26 luglio 1975, n. 354: la prima legge penitenziaria

1.2.2 I principi fondamentali

1.2.3 Struttura del provvedimento

1.2.4 Il regolamento di esecuzione della legge 354/1975

1.3 Le modifiche alla legge 354/1975

1.3.1 La L. 10 ottobre 1986, n. 663 (cd. Legge Gozzini)

1.3.2 Le modifiche introdotte dalle leggi 203/1991, 356/1992 e 296/1993

1.3.3 La L. 27 maggio 1998, n. 165 (cd. Riforma Simeone)
1.3.4 La L. 5 dicembre 2005, n. 251
1.3.5 Il D.L. 30 dicembre 2005, n. 272, conv. in L. 21 febbraio 2006, n. 49
1.3.6 Il D.L. 23 febbraio 2009, n. 11, conv. in L. 23 aprile 2009, n. 38 (cd. Decreto antistupri)
1.3.7 La L. 15 luglio 2009, n. 94
1.3.8 La legge 23 giugno 2017, n. 103
1.4 L’Amministrazione Centrale
1.5 Il Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria
1.6 L’Amministrazione periferica prima della legge di riforma 395/1990
1.7 I Provveditorati Regionali dell’Amministrazione Penitenziaria
1.7.1 L’organizzazione organica
1.7.2 Le attribuzioni  
1.7.2.1 Principi generali
1.8 Gli Istituti penitenziari
1.8.1 Definizione
1.8.2 Gli Istituti penitenziari per adulti
1.8.3 Gli Istituti penitenziari per minorenni
1.8.3.1 I centri per la giustizia minorile (art. 7, D.Lgs. 272/1989)
1.8.3.2 I servizi dei centri per la giustizia minorile
1.9 Il Direttore
1.10 Il Corpo di Polizia Penitenziaria
1.10.1 I decreti attuativi
1.11 L’educatore
1.12 Il personale sanitario
1.13 La magistratura di sorveglianza
1.13.1 La figura del magistrato di sorveglianza nell’ordinamento penitenziario
1.13.2 Il magistrato di sorveglianza
1.13.2.1 Definizione
1.13.2.2 Competenza per territorio
1.13.2.3 Competenza per materia
1.13.3 Il Tribunale di Sorveglianza
1.13.3.1 Definizione
1.13.3.2 Competenza per materia
1.13.3.3 Il Presidente del Tribunale di Sorveglianza
1.13.4 Il procedimento di sorveglianza
1.13.4.1 Circoscrizione territoriale

1.13.4.2 Le garanzie del procedimento di sorveglianza

1.13.4.3 Disciplina: instaurazione, discussione, decisione

1.13.4.4 L’ottemperanza

1.14 Il servizio sociale e l’assistenza

1.14.1 Gli Uffici di Esecuzione Penale Esterna

1.14.1.1 Compiti
1.14.1.2 Uffici di Servizio Sociale per Minori
1.14.3 Il Consiglio di Aiuto Sociale
QUESITI
Questionario n. 1 - Ordinamento penitenziario
Soluzioni al questionario n. 1
Libro Settimo - Elementi di Legislazione penale minorile
Capitolo 1 - Legislazione penale minorile
1.1 Gli organi della giustizia minorile
1.2 I principi fondamentali
1.2.1 L’età
1.2.2 L’imputabilità
1.2.3 La personalizzazione del trattamento penale
1.2.4 La minima offensività
1.3 Il rito
1.3.1 L’applicabilità delle regole ordinarie
1.3.2 Il proscioglimento in presenza di elementi di colpevolezza
1.3.3 L’udienza preliminare
1.3.4 L’opposizione
1.3.5 Il dibattimento
1.4 Misure penali di comunità
1.4.1 Affidamento in prova al servizio sociale
1.4.2 La detenzione domiciliare
1.4.3 La semilibertà
1.5 I provvedimenti sulla libertà personale
1.5.1 Le misure precautelari
1.5.2 Le misure cautelari
1.5.2.1 L’applicazione delle misure cautelari
1.5.2.2 Le prescrizioni (art. 20 c.p.p.m.)
1.5.2.3 La permanenza in casa (art. 21 c.p.p.m.)
1.5.2.4 Il collocamento in comunità (art. 22 c.p.p.m.)
1.5.2.5 La custodia cautelare (art. 23 c.p.p.m.)
1.5.6 Le misure di sicurezza


Scrivi la tua recensione

Solo gli utenti registrati possono scrivere recensioni. Accedi oppure Registrati

Libri consigliati

Back to top