Facebook Pixel

Enti non profit

Prontuario operativo
Prezzo speciale 60,80 €
SCONTO 5%
5%
Anzichè 64,00 €
Disponibile

Autori Damiano Marinelli, Antonio Quercia, Cinzia De Stefanis

Pagine 670
Autori Damiano Marinelli, Antonio Quercia, Cinzia De Stefanis
Data ristampa
Data pubblicazione Aprile 2021
ISBN 8891650276
ean 9788891650276
Tipo Cartaceo
Sottotitolo Prontuario operativo
Collana NON PROFIT
Editore Maggioli Editore
Dimensione 17x24
  • Spedizione in 48h
  • Paga alla consegna senza costi aggiuntivi

Autori Damiano Marinelli, Antonio Quercia, Cinzia De Stefanis

Pagine 670
Autori Damiano Marinelli, Antonio Quercia, Cinzia De Stefanis
Data ristampa
Data pubblicazione Aprile 2021
ISBN 8891650276
ean 9788891650276
Tipo Cartaceo
Sottotitolo Prontuario operativo
Collana NON PROFIT
Editore Maggioli Editore
Dimensione 17x24

Strutturato in forma di prontuario, il testo è dedicato ai vari enti che fanno parte del cosiddetto “Terzo Settore” (associazioni, fondazioni, comitati, organizzazioni di volontariato, Onlus, imprese sociali, nuovi enti ex D.lgs. n. 117 del 2017, ecc.) e ne analizza tutti gli aspetti civilistici e fiscali, senza tralasciare quelli relativi all’attività di controllo contabile e agli obblighi di rendicontazione.

La trattazione – intervallata da numerosi schemi ed esempi che ne facilitano la consultazione – si distingue per l’efficacia dei riquadri di approfondimento (la normativa, la giurisprudenza, le f.a.q., le avvertenze, il cavillo, la prassi, le tabelle riassuntive, la casistica pratica), ideati per fornire al lettore ulteriori spunti di riflessione sugli argomenti esaminati.

Questa edizione tiene conto delle novità introdotte:
• dal D.L. 22 marzo 2021, n. 41 c.d. Decreto Sostegni (G.U. serie generale n. 70 del 22 marzo 2021) che ha prorogato al 31 maggio 2021 il termine per l’adeguamento statutario alle norme del codice del terzo settore per le Onlus, Organizzazioni di volontariato e Associazione di promozione sociali;
• dal D.M. 15 settembre 2020 (G.U. n. 261 del 21 ottobre 2020) sulla istituzione e sull’operatività del Registro unico nazionale del terzo settore (prevista per la fine di aprile 2021); 
• dal Decreto del Ministero del lavoro e delle politiche sociali del 5 marzo 2020 (G.U.n. 102 del 18 aprile 2020 n. 102) che riporta la nuova modulistica di bilancio da utilizzare dal 1 gennaio 2021.

Cinzia De Stefanis
Giornalista economica, è Autrice di nume­rose pubblicazioni con le più importanti Case Editrici del settore.
Antonio Quercia
Dottore Commercialista e Revisore conta­bile in Bari. Si occupa, in particolare, di Consulenza aziendale e tributaria. Esplica incarichi di Consulente tecnico presso il Tribunale di Bari. È Autore di testi di Diritto tributario e societario.
Damiano Marinelli
Avvocato cassazionista, Arbitro e già Docen­te universitario presso le Università di Siena, Firenze, Padova ed E-campus. È Presidente dell’Associazione Legali Italiani (www.asso­ciazionelegaliitaliani.it). È Autore di numerose pubblicazioni a livello nazionale ed internazio­nale, nonché Relatore in convegni e seminari. È altresì Key expert e Coordinatore in progetti internazionali (Erasmus plus, Horizon2020, FAMI, ecc.).

• Disciplina civilistica • Profili gestionali • Trattamento fiscale • Registrazioni contabili

Online: un formulario con oltre 200 facsimile di atti e schemi personalizzabili e stampabili

Parte I - Gli enti del terzo settore (compresa l’impresa sociale) alla luce della riforma del terzo settore

1 Gli enti del terzo settore

1 Gli enti del terso settore (ETS)  

1.1 Emanate le linee guida per la valutazione dell’impatto sociale delle attività svolte  

2 Le disposizioni più importanti contenute nel decreto correttivo n. 105/2018 al codice del terzo settore  

3 Soggetti riconosciuti e non del terzo settore  

4 Le attività di interesse generale  

4.1 Il funzionamento

4.1.1 Soggetti coinvolti

4.1.2 Obblighi e divieti  

4.1.3 Comparazione tra le attività di interesse generale previste nel codice del terzo settore con quelle dell’impresa sociale

4.1.4 Natura (commerciale o non commerciale) dell’ente del terzo settore  

5 Le attività diverse  

Parte II La vita associativa degli enti del terzo settore

2 Gestione vita associativa degli enti del terzo settore  

1 L’organizzazione e il funzionamento

2 Casi specifici di confezionamento statuto per le diverse tipologie di ETS  

3 Personalità giuridica  

4 Il ruolo dei soci

1 I diversi casi specifici  

5 Organi sociali

1 L’assemblea  

2 Organo di amministrazione  

3 Organo di controllo  

4 L’organo di revisione  

5 I casi c.d. specifici per le diverse tipologie di enti del terzo settore  

Parte III Trasparenza dell’ente del terzo settore

6 La trasparenza tra redazione del bilancio, del rendiconto e del bilancio so­ciale  

1 Le tipologie di controllo   

2 Le diverse tipologie di enti del terzo settore e il controllo  

7 I nuovi obblighi di rendicontazione per gli enti del terzo settore  

1 La nuova modulistica di bilancio da utilizzare dal 1° gennaio 2021   

2 Il ruolo del bilancio nella riforma del terzo settore  

3 Le diverse disposizioni per gli enti terzo settore   

4 Rendicontazione e bilancio per gli enti del terzo settore: novità dal 1° gennaio 2021   

5 Due distinte categorie di enti   

6 Enti di piccole dimensioni   

7 Enti non piccoli   

8 Ambito soggettivo   

9 Le categorie degli enti del terzo settore  

8 La nuova modulistica da utilizzare per la redazione del bilancio 2021 e ren­diconto di cassa  

1 Ruolo dell’organo di controllo (e, nel caso, del revisore legale dei conti)   

2 Norme di comportamento dell’organo di controllo degli enti del terzo set­tore  

3 La redazione del bilancio   

4 Il bilancio degli enti del terzo settore non piccoli   

5 Lo stato patrimoniale    

6 Cos’è il rendiconto gestionale   

7 Relazione di missione  

8 I bilanci degli enti del terzo settore piccoli   

9 Enti del terzo settore con attività principalmente o prevalentemente com­merciali  

10 La raccolta dei fondi  

9 Deposito del bilancio e i tempi di approvazione

10 Bilancio sociale enti del terzo settore

11 Le scritture contabili  

1 Le scritture contabili dell’impresa sociale   

2 Libri sociali  

3 Registro dei volontari

12 Organo di controllo e di revisione  

1 Obblighi e divieti   

2 I diversi casi specifici  

Parte IV Le diverse tipologie di ente del terzo settore

13 Le nuove organizzazioni di volontariato  

1 Nuove norme per le associazioni di volontariato   

2 Definizione di volontario   

3 Promozione della cultura del volontariato   

4 Centri di servizio di volontariato  

5 Tassazione delle organizzazioni di volontariato nella riforma del terzo set­tore   

6 Enti di formazione professionale e riforma del terzo settore  

7 Risorse   

8 Ordinamento ed amministrazione   

9 Costituzione di patrimoni destinati ad uno specifico affare: analisi del notariato   

9.1 L’ambito soggettivo  

14 Le associazioni e le fondazioni del terzo settore  

1 La costituzione   

2 Acquisto della personalità giuridica   

3 Ammissione degli associati  

4 L’assemblea   

4.1 Competenze inderogabili dell’assemblea   

5 Amministrazione e organi di controllo   

5.1 Revisione legale dei conti  

15 Gli altri enti del terzo settore   

1 Le associazioni di promozione sociale   

2 Enti filantropici   

3 Reti associative   

4 Enti religiosi  

16 La nuova impresa sociale alla luce delle riforme del terzo settore

1 Aspetti generali  

2 La costituzione dell’impresa sociale   

3 Le due tipologie di imprese: forme non imprenditoriali e imprenditoriali   

4 Scritture contabili e organi di controllo   

5 Coinvolgimento dei lavoratori, degli utenti e di altri soggetti  

6 Trasformazione, fusione, scissione, cessione d’azienda e devoluzione del patrimonio

7 Lavoro nell’impresa sociale  

8 Procedure concorsuali  

9 Funzioni di monitoraggio, ricerca e controllo  

10 Fondo per la promozione e lo sviluppo delle imprese sociali  

11 Norme di coordinamento con la disciplina delle cooperative  

Parte V Il Registro unico del terzo settore

17 Il Registro unico del terzo settore   

1 Le diverse tappe   

2 Come funzionerà il Registro unico   

3 La trasmissione di atti e la comunicazione di informazioni  

4 La revisione d’ufficio  

5 La migrazione in altra sezione del RUNTS  

6 Efficacia della pubblicità del RUNTS   

7 La tenuta del Registro: protocollazione, conservazione, deposito degli atti e registrazione  

8 Funzionalità telematiche e controlli bloccanti  

9 Le modalità di comunicazione dei dati tra il RUNTS, il Registro imprese e le altre amministrazioni  

10 Vantaggi e svantaggi nell’iscrizione al Registro unico del terzo settore

11 Gli obblighi derivanti dall’iscrizione al Registro unico del terzo settore  

12 Casi specifici  

18 L’iscrizione per gli enti privi di personalità giuridica nel Registro unico del terzo settore  

1 L’iscrizione per gli enti privi di personalità giuridica   

2 Procedimento di iscrizione

19 L’iscrizione nel Registro unico del terzo settore per le reti associative, enti della protezione civile, società di mutuo soccorso, gli enti del terzo settore che esercitano la propria attività esclusivamente o principalmente in forma di impresa commerciale, gli enti religiosi civilmente riconosciuti  

1 L’iscrizione nella sezione “Reti associative”

2 Iscrizione degli enti della protezione civile  

3 Società di mutuo soccorso  

4 Gli enti del terzo settore che esercitano la propria attività esclusivamente o principalmente in forma di impresa commerciale  

5 Gli enti religiosi civilmente riconosciuti

20 L’iscrizione degli enti con personalità giuridica nel Registro unico nazionale del terzo settore   

1 Iscrizione al RUNTS e acquisto personalità giuridica  

2 Iscrizione nel RUNTS degli enti già dotati di personalità giuridica

3 Valide le vecchie regole per le associazioni di volontariato, per le associazioni di promozione sociale e le ONLUS che devono allinearsi al nuovo statuto

21 La procedura di cancellazione dal Registro unico  

1 I presupposti della cancellazione dal Registro unico nazionale del terzo settore  

2 Il procedimento di cancellazione dal RUNTS   

3 Devoluzione del patrimonio residuo compiuti in assenza o in difformità dal parere dell’Ufficio competente del RUNTS   

4 Il popolamento iniziale del Registro unico del terzo settore

22 La partenza del Registro unico del terzo settore e modifiche statutarie  

1 Partenza Registro unico e modifiche statuti degli enti non profit   

2 Soggetti interessati  

3 I passaggi concreti per la modifica dello statuto di un’associazione   

4 Le diverse proroghe per adeguare gli statuti   

5 Le disposizioni in tema di associazioni e onlus   

6 Le agevolazioni imposte indirette per le modifiche statutarie   

7 Verifiche sugli statuti modificati   

8 Fondo straordinario terzo settore

23 Richiesta contributo a fondo per gli enti del terzo settore e gli enti religiosi civilmente riconosciuti, in relazione allo svolgimento di attività commerciali  

1 Soggetti beneficiari e non   

1.1 Primo requisito richiesto   

1.2 Secondo requisito  

2 Soggetti esclusi  

3 La misura del contributo  

4 Le modalità di erogazione  

5 Come richiedere il contributo   

6 La presentazione  

7 Invio messaggio Agenzia entrate  

Parte VI - Le associazioni riconosciute e non e le diverse tipologie di associazioni disciplinate dal codice civile

24 Le associazioni  

1 Definizione ed elementi costitutivi  

2 Le due tipologie di associazioni  

3 Fonte giuridica  

4 L’artbonus e agevolazioni fiscali  

4.1 Cos’è l’artbonus

25 L’associazione riconosciuta  

1 Come costituire un’associazione   

2 Il contratto di associazione  

2.1 La forma del contratto di associazione  

2.2 Il contenuto del contratto di associazione secondo il codice civile  

2.3 Il contenuto del contratto secondo il d.lgs. n. 460/1997  

3 Gli adempimenti legati alla nascita dell’associazione riconosciuta   

3.1 Istituzione dei libri sociali  

3.2 Obbligo di bilancio o rendiconto  

3.3 Domanda di attribuzione del codice fiscale e di partita IVA  

3.4 Iscrizione al Repertorio economico amministrativo

3.5 Il riconoscimento giuridico e l’iscrizione nel Registro delle persone giuridiche  

3.6 Ufficio registri - Atti privati dell’Agenzia delle entrate  

3.7 Invio modello EAS   

4 Il riconoscimento giuridico  

4.1 Il riconoscimento giuridico alla luce del regolamento n. 361/2000

4.2 La natura del decreto di riconoscimento  

4.3 Condizioni e requisiti per il riconoscimento  

4.4 Iter procedurale per il riconoscimento  

4.5 Effetti giuridici del riconoscimento  

4.6 Iscrizione nel Registro (prefettizio o regionale) delle persone giuri­diche  

5 L’attività dell’associazione  

5.1 La capacità giuridica dell’associazione  

6 Gli organi delle associazioni riconosciute  

6.1 L’assemblea  

6.2 Gli amministratori  

6.3 Il potere di rappresentanza  

6.4 La responsabilità  

6.5 Gli organi eventuali  

7 La posizione dell’associato nell’associazione riconosciuta  

7.1 Il rapporto associativo  

7.2 La posizione dell’associato  

7.3 Diritti, poteri e facoltà  

7.4 Obblighi  

7.5 Condizione per l’ammissione degli associati  

7.6 Scioglimento del rapporto associativo

26 Le associazioni non riconosciute  

1 Principi generali  

2 Differenze fra associazioni riconosciute e non riconosciute  

3 Struttura delle associazioni non riconosciute  

4 Fonti giuridiche  

5 Costituzione dell’associazione non riconosciuta

5.1 Il contenuto e la forma del contratto secondo il codice civile  

5.2 Formazione dell’atto costitutivo   

5.3 Il contenuto del contratto secondo il codice civile  

5.4 Gli altri adempimenti legati alla nascita dell’associazione non rico­nosciuta  

6 Il fondo comune  

7 La posizione dell’associato  

8 Gli organi delle associazioni non riconosciute  

9 Scioglimento del rapporto associativo  

9.1 Le cause di scioglimento  

9.2 L’estinzione e la liquidazione

27 Le associazioni musicali  

1 La riforma del terzo settore e le associazioni musicali  

2 Come diventare associazione di promozione sociale  

3 Quando diventare ente del terzo settore generico o impresa sociale  

4 Perché entrare nel terzo settore

28 Associazione senza fine di lucro che esercita attività di scuola di ballo o palestra a favore degli associati  

1 Disciplina generale

29 Le associazioni religiose  

1 Disciplina generale  

2 Singole categorie di enti ecclesiastici  

3 Riconoscimento della personalità giuridica   

4 La modalità del riconoscimento

Parte VII - Le fondazioni riconosciute e non e le diverse tipologie di fondazioni disciplinate dal codice civile

30 Le fondazioni  

1 Principi generali  

1.1 Istituto della fondazione  

1.2 Differenze e analogie tra fondazioni e associazioni

2 La costituzione della fondazione per atto tra vivi  

2.1 Il contenuto dell’atto costitutivo secondo il codice civile (art. 16)

2.2 La forma del negozio di fondazione  

2.3 Disposizione di fondazione per testamento  

3 Atto di fondazione  

3.1 Disciplina generale  

3.2 Invalidità e inefficacia dell’atto di fondazione

3.3 Revoca dell’atto di fondazione  

3.4 Modificazioni dell’atto di fondazione  

4 Gli adempimenti legati alla nascita della fondazione  

4.1 Istituzione dei libri sociali  

4.2 Obbligo di bilancio o rendiconto  

4.3 Domanda di attribuzione del codice fiscale e di partita IVA  

4.4 Iscrizione al Repertorio economico amministrativo  

4.5 Il riconoscimento giuridico e l’iscrizione nel Registro delle persone giuridiche  

4.6 Ufficio registri - Atti privati dell’Agenzia delle entrate  

4.7 Invio modello EAS   

5 Il riconoscimento giuridico  

5.1 Il riconoscimento giuridico alla luce del regolamento n. 361/2000

5.2 La natura del decreto di riconoscimento  

5.3 Condizioni e requisiti per il riconoscimento  

5.4 Iter procedurale per il riconoscimento  

5.5 Effetti giuridici del riconoscimento  

5.6 Iscrizione nel Registro (prefettizio o regionale) delle persone giuri­diche  

6 Gli amministratori della fondazione  

6.1 Disciplina generale  

6.2 Nomina nell’atto di fondazione  

6.3 Competenze e poteri  

6.4 Rappresentanza  

6.5 Responsabilità  

7 L’attività della fondazione  

8 I controlli pubblici  

9 Classificazione  

10 Estinzione

31 Le fondazioni non riconosciute  

1 Legislazione  

2 Fondazione in attesa di riconoscimento  

3 Fondazione condizionata al riconoscimento

32 Gli altri tipi di fondazione  

1 La fondazione di partecipazione  

1.1 Aspetti generali  

1.2 Costituzione  

1.3 Contenuto dell’atto costitutivo e dello statuto  

1.4 I soggetti che partecipano alla costituzione della fondazione  

1.5 Gli organi della fondazione di partecipazione  

2 Le fondazioni di famiglia  

2.1 L’ammissibilità delle fondazioni di famiglia nell’ordinamento giuri­dico vigente

2.2 Linee guida per la predisposizione dell’atto costitutivo e dello statuto di una fondazione di famiglia  

2.3 La costituzione della fondazione di famiglia per atto tra vivi  

2.4 Disposizione di fondazione per testamento  

3 Fondazioni universitarie  

3.1 Disciplina generale  

3.2 La deduzione delle liberalità alle università dipende dalle finalità perseguite  

4 Le fondazioni liriche  

4.1 Disciplina generale  

4.2 Deposito del bilancio d’esercizio delle fondazioni di diritto privato che operano nel settore musicale  

4.2.1 Adempimenti legati al deposito del bilancio d’esercizio

4.3 Redazione, approvazione e deposito del bilancio secondo le dispo­sizioni degli artt. 2423 e ss. c.c.

Parte VIII I comitati, le organizzazioni non governative e le organizzazioni per l’adozione internazionale

33 I comitati  

1 Principi generali  

2 Natura giuridica del comitato  

2.1 Costituzione del comitato  

3 L’annuncio dello scopo e le oblazioni  

4 Gli organi del comitato  

4.1 Disciplina organizzativa  

4.2 L’assemblea  

4.3 Gli organizzatori  

4.4 Il presidente  

4.5 Responsabilità dei componenti   

5 Estinzione  

6 Comitati riconosciuti  

34 Attività di cooperazione allo sviluppo  

1 Aspetti generali  

1.1 Iniziative in ambito multilaterale   

1.2 Le organizzazioni non governative  

Parte IX ONLUS e impresa sociale

35 La disciplina delle ONLUS  

1 Le novità per le ONLUS dalla riforma del terzo settore  

2 Principi generali

3 Requisiti soggettivi  

4 Enti che possono assumere la qualifica di ONLUS  

5 Enti che sono considerati automaticamente ONLUS  

6 Enti che possono assumere la qualifica di ONLUS limitatamente ad alcune attività  

7 Enti che non possono in ogni caso assumere la qualifica di ONLUS  

8 I requisiti statutari  

8.1 L’area o le aree di attività  

8.2 Problemi legati alla mancanza di una definizione precisa relativa alle singole attività  

8.3 L’esclusivo perseguimento di finalità di solidarietà sociale  

8.4 Le attività connesse  

8.5 Il divieto di distribuire gli utili  

8.6 Devoluzione del patrimonio a fini di pubblica utilità in caso di scio­glimento dell’ente   

8.7 Gli altri requisiti statutari delle ONLUS: la trasparenza e la demo­craticità della struttura  

9 Le nuove ONLUS di beneficenza   

10 L’Anagrafe delle ONLUS  

10.1 Obblighi di comunicazione e rispettivi termini

Parte X Disciplina comune agli enti non profit

36 L’amministratore di sostegno  

1 Gli istituti per la protezione degli incapaci  

2 Istituzione dell’amministratore di sostegno  

2.1 I criteri per la scelta e per la revoca dell’amministratore di soste­gno  

2.2 Compito dell’amministratore di sostegno  

2.3 Applicazione della legge 9 gennaio 2004, n. 6

37 Il ruolo dell’ente non profit nell’istituto del trust  

1 Le caratteristiche del trust  

2 L’introduzione del trust in Italia  

38 Per una rete di enti non profit  

1 Aspetti generali   

2 I soggetti del contratto in rete   

3 La forma del contratto e gli adempimenti pubblicitari  

4 Quali sono i contenuti del contratto  

5 I contenuti obbligatori  

6 I contenuti facoltativi  

7 La definizione del programma di rete  

8 Come si istituisce il fondo patrimoniale

9 Come si gestisce la rete

10 Il regime delle responsabilità nel contratto di rete  

10.1 La responsabilità nei rapporti interni  

10.2 La responsabilità verso i terzi  

10.3 La responsabilità dell’organo comune

Parte X - Disciplina contabile e fiscale

39 Disciplina contabile e fiscale degli enti non profit  

1 Nozione di ente non commerciale  

2 Individuazione dell’oggetto esclusivo o principale dell’attività  

3 Reddito complessivo degli enti non commerciali  

4 Determinazione dei redditi degli enti non commerciali e contabilità sepa­rata  

5 Regimi di determinazione del reddito di impresa degli enti non commer­ciali  

5.1 Regime ordinario  

5.2 Regime semplificato  

5.2.1 Il regime semplificato introdotto dalla Legge di Bilancio 2017  

5.3 Regime forfetario di cui all’art. 145 del d.P.R. 917/1986  

5.4 Regime forfetario di cui alla l. n. 398/1991  

6 Scritture contabili degli enti non commerciali  

7 Il regime tributario di favore degli enti di tipo associativo  

7.1 Le agevolazioni in materia di imposte dirette  

7.2 Disciplina generale degli enti associativi  

7.3 Regime agevolativo per particolari tipologie di enti associativi  

7.4 Le agevolazioni in materia di imposta sul valore aggiunto  

8 La determinazione dell’IRAP  

9 Perdita della qualifica di ente non commerciale

40 Il regime tributario delle ONLUS  

1 Trattamento delle ONLUS in materia di imposte sui redditi  

2 Agevolazioni fiscali in materia di imposta sul valore aggiunto  

3 Altre agevolazioni in materia di imposta di bollo e tasse di CC.GG.

4 Novità fiscali in materia di ONLUS  

4.1 Premessa  

4.2 Organizzazioni di volontariato ONLUS di diritto  

4.3 Attività di beneficenza svolta da ONLUS  

4.4 Agevolazione in materia di imposta catastale per le ONLUS  

5 Il regime forfetario di cui alla l. n. 398/1991  

5.1 Requisito soggettivo  

5.2 Requisito oggettivo  

5.3 L’esercizio dell’opzione e suoi effetti  

5.4 La determinazione forfetaria del reddito imponibile ai fini IRES

5.5 La determinazione dell’IRAP  

6 Le agevolazioni fiscali e non  

6.1 Caratteristiche generali del regime IVA forfetario ex l. n. 398/1991 e determinazione forfetaria dell’imposta  

6.2 Adempimenti contabili e fiscali ai fini IVA  

6.3 Imposta di registro  

6.4 Imposta di bollo  

6.5 Tasse di concessione governativa  

6.6 Incentivi per l’acquisto di beni mobili strumentali per favorire la distribuzione gratuita di prodotti alimentari e non alimentari a fini di solidarietà sociale e per la limitazione degli sprechi  

7 Cooperative sociali e di produzione: esenzione totale IRES   

8 La determinazione della quota del 30% dei lavoratori disabili per le coo­perative sociali   

9 Niente IVA agevolata per l’attività di “informa-giovani/lavoro” svolta da cooperativa sociale   

10 La deduzione delle liberalità alle università dipende dalle finalità perseguite

11 Modelli INTRA 12 e INTRA 13 per gli enti non profit  

12 Adempimenti dichiarativi infrannuali (lipe ed esterometro)

13 La fatturazione elettronica per gli enti non profit  

14 Comunicazione dei dati e notizie rilevanti ai fini fiscali (modello EAS)

14.1 Premessa  

14.2 Natura ed effetti della comunicazione

14.3 Requisiti qualificanti per fruire dei regimi agevolativi dell’art. 148 del TUIR e dell’art. 4 del d.P.R. n. 633/1972   

14.4 Modello EAS  

14.4.1 Soggetti tenuti alla presentazione del modello di comuni­cazione dei dati e delle notizie rilevanti ai fini del controllo fiscale  

14.4.2 Soggetti esonerati dalla presentazione del modello di comu­nicazione dei dati e delle notizie rilevanti ai fini del controllo fiscale  

14.4.3 Soggetti esclusi dalla presentazione del modello per man­canza dei presupposti

14.4.4 ONLUS  

14.5 Modalità di trasmissione e contenuti della comunicazione

41 L’attività di controllo degli enti non profit  

1 Premessa  

2 Il riscontro analitico-normativo di attività beneficiarie di regimi fiscali agevolativi  

3 Check list per il riscontro analitico-normativo di attività beneficiarie di regimi agevolativi  

4 Controllo della reale natura dell’ente, con particolare riguardo alle asso­ciazioni sportive dilettantistiche

42 Obblighi di rendicontazione per gli enti non profit  

1 Obbligatorietà della rendicontazione in base al codice civile e allo statuto  

2 Obbligatorietà della rendicontazione in base a leggi speciali  

3 Obbligatorietà della rendicontazione in base alla normativa tributaria  

4 Obbligatorietà della rendicontazione per gli enti iscritti al registro del 5 per mille  

4.1 Disposizioni in materia di rendicontazione del 5 per mille introdotte dal d.P.C.M. 7 luglio 2016  

5 Controllo contabile da parte del professionista  

6 Schemi contabili di riferimento per la redazione del bilancio/rendiconto di un ente non profit

Parte XII - La riforma del terzo settore: aspetti contabili e fiscali

43 La riforma del terzo settore di cui al d.lgs. 117/2017, come modificato dal d.lgs. 3 agosto 2018, n. 105  

1 Premessa  

2 Definizione di ente del terzo settore, attività di interesse generale ed attività diverse  

3 Scritture contabili e bilancio  

3.1 Bilancio sociale  

3.2 Libri sociali obbligatori  

4 Regime fiscale degli enti del terzo settore  

4.1 Disposizioni in materia di imposte sui redditi  

4.2 Regime forfetario degli enti del terzo settore non commerciali  

4.3 Social bonus  

4.4 Disposizioni in materia di imposte indirette e tributi locali  

4.5 Detrazioni e deduzioni per erogazioni liberali  

4.6 Regime fiscale delle organizzazioni di volontariato e degli enti filan­tropici  

4.7 Regime fiscale delle associazioni di promozione sociale  

4.8 Regime forfetario per le attività commerciali svolte dalle associazioni di promozione sociale e dalle organizzazioni di volontariato  

4.9 Tenuta e conservazione delle scritture contabili degli enti del terzo settore  

5 Controlli sugli enti del terzo settore

5.1 Controlli e poteri sulle fondazioni del terzo settore  

5.2 Sanzioni a carico dei rappresentanti legali e dei componenti degli organi amministrativi  

5.3 Controlli  

5.4 Controlli fiscali  

Indice analitico  

Indice del formulario online

Scrivi la tua recensione
Stai recensendo:Enti non profit