SERVIZIO CLIENTI 0541.628242 Lunedì - Venerdì / 8.30-17.30

L'armonizzazione dei sistemi contabili

L'armonizzazione dei sistemi contabili

Autori Elisabetta Civetta
Editore Maggioli Editore
Formato Cartaceo
Dimensione 21x29,7
Pagine 300
Pubblicazione Settembre 2014 (1 Edizione)
ISBN / EAN 8891607096 / 9788891607096
Collana Progetto ente locale
Argomenti Armonizzazione contabile

Come passare dal D.P.R. 194/1996 al nuovo sistema contabile – La riclassificazione del bilancio • Parte Spesa • Parte Entrata • Il principio della competenza finanziaria potenziato • Il riaccertamento straordinario dei residui

Aggiornato con D.Lgs. 10 agosto 2014, n. 126

Prezzo Online:

60,00 €

La nuova riforma contabile di cui al d.lgs. 118/2011, così come modificato dal d.lgs. 10 agosto 2014, n. 126, comporterà per gli enti locali un radicale cambiamento ai nuovi schemi e allegati di bilancio ma anche ai concetti di competenza finanziaria, di residui, di avanzo di amministrazione, nonché l'introduzione di nuove poste di bilancio quali il fondo pluriennale vincolato e la reintroduzione della contabilità di cassa.

Il percorso è lungo e laborioso e interesserà non solo gli uffici finanziari degli enti ma anche tutti gli altri settori, in quanto oggetto di cambiamento non sono solo gli schemi contabili ma soprattutto le nuove regole di gestione, di accertamento e di impegno, con rilevanti conseguenze sulle modalità gestionali e operative fino ad oggi attuate.

A tal fine, con il presente volume si vuole proporre agli operatori un percorso per arrivare pronti all'armonizzazione.

L'obiettivo è - attraverso l'analisi dei nuovi schemi e allegati del bilancio e l'analisi del nuovo principio di competenza finanziaria potenziato - quello di guidare gli operatori nel processo di cambiamento dal d.P.R. 194/1996 al nuovo sistema contabile suggerendo e individuando i "passaggi" che dovranno essere effettuati per adeguarsi alla nuova contabilità. Il passaggio dal vecchio al nuovo sistema contabile è stato sinteticamente schematizzato nelle seguenti fasi:
1. riclassificazione dai vecchi schemi e capitoli di bilancio ai nuovi schemi e piano integrato dei conti armonizzato (Fase 1)
2. conoscenza ed approfondimento del nuovo principio della competenza finanziaria potenziato (Fase 2)
3. operazione di riaccertamento straordinario dei residui alla luce del nuovo principio di competenza finanziaria potenziato (Fase 3).

Il volume, rispettivamente per la parte spesa e la parte entrata del bilancio, partendo dagli schemi del d.P.R. 194/1996, analizza distintamente le tre fasi che contraddistinguono il passaggio dal vecchio al nuovo sistema contabile.


Notizie sull'Autrice
» Elisabetta Civetta, Funzionario area finanziaria di ente comunale, dottore commercialista e revisore dei conti. Consulente in materia di contabilità, gestioni associate di servizi, controllo di gestione e nucleo di valutazione. Autrice di numerose pubblicazioni. Direttore della rivista La finanza locale, Maggioli Editore.

Segnalazioni bibliografiche
- Il nuovo regolamento contabile degli enti locali Elisabetta Civetta
- Il Documento Unicodi Programmazione (DUP) Elisabetta Civetta

Capitolo 1 L’armonizzazione dei sistemi contabili
1. Il quadro normativo e i percorsi dell’armonizzazione contabile
2. Il sistema contabile armonizzato
3. I Principi contabili di cui all’allegato 1 del d.lgs. 118/2011, corretto e integrato dal d.lgs. 126/2014

Capitolo 2 Il passaggio al bilancio armonizzato – Parte Spesa
Sezione I La classificazione delle spese
1. Il processo di armonizzazione del bilancio parte spesa
2. Il principio della competenza finanziaria potenziato applicato alla spesa (Fase 2)
3. La classificazione delle spese nel bilancio decisionale (Fase 1)
3.1 La classificazione delle spese per missioni e programmi nel bilancio decisionale 
3.2 La classificazione delle spese per Titoli nel bilancio decisionale (Fase 1)
3.3 Gli schemi della parte spesa del bilancio decisionale (Fase 1)
4. La classificazione delle spese nel bilancio gestionale (Fase 1)
4.1 Il piano dei conti integrato (Fase 1)
4.2 La classificazione della spesa per macroaggregati nel bilancio gestionale (Fase 1)
Sezione II La spesa corrente
1. La riclassificazione del bilancio spesa – Il vecchio Titolo I della spesa (Fase 1)
2. La riclassificazione della spesa per acquisto di beni di consumo, prestazione di servizi e utilizzo beni di terzi (vecchi interventi 2, 3 e 4 del Titolo I della spesa corrente) (Fase 1)
2.1 L’imputazione degli impegni della spesa per acquisto di beni di consumo, prestazione di servizi e utilizzo beni di terzi (Fase 2)
2.1.1 Prestazioni di servizi e forniture di beni
2.1.2 Utilizzo beni di terzi
2.1.3 Incarico ai legali
2.1.4 Indennità di fine mandato
3. La riclassificazione della spesa del personale (vecchio intervento 1 del Titolo I della spesa corrente) (Fase 1)
3.1 L’imputazione degli impegni della spesa del personale (Fase 2)
3.1.1 Spesa del personale c.d. tabellare
3.1.2 Spesa del personale derivante dai rinnovi contrattuali
3.1.3 Spesa del personale derivante dal trattamento accessorio
3.1.4 Spesa per i dipendenti addetti all’avvocatura 
4. La riclassificazione della spesa per trasferimenti (vecchio intervento 5 del Titolo I della spesa corrente) (Fase 1)
4.1 L’imputazione degli impegni della spesa per trasferimenti (Fase 2)
5. La riclassificazione della spesa per interessi passivi (vecchio intervento 6 del Titolo I della spesa corrente) (Fase 1)
5.1 L’imputazione degli impegni della spesa per interessi passivi (Fase 2)
6. La riclassificazione della spesa per imposte e tasse (vecchio intervento 7 del Titolo I della spesa corrente) (Fase 1)
6.1 L’imputazione degli impegni di spesa per imposte e tasse (Fase 2)
7. La riclassificazione della spesa per oneri straordinari della gestione corrente, accantonamento svalutazione crediti e fondo di riserva (vecchi interventi 8, 10 e 11 del Titolo I della spesa corrente) (Fase 1)
7.1 L’imputazione degli impegni di spesa per i debiti IVA (Fase 2)
7.2 Fondi di riserva e altri accantonamenti (Fase 1)
7.3 Spese per passività potenziali derivanti da contenziosi
8. Il macroaggregato 08 “Altre spese per redditi da capitale” (Fase 1)
9. Il macroaggregato 09 “Rimborsi e poste correttive delle entrate” (Fase 1)
Sezione III La spesa in conto capitale
1. La riclassificazione del vecchio Titolo II della spesa (spese in conto capitale) (Fase 1)
2. La riclassificazione della spesa per acquisizione di beni immobili, espropri e servitù onerose, acquisti di beni per realizzazioni in economia, utilizzo di beni di terzi per realizzazioni in economia, acquisizione di beni mobili, macchine e attrezzature ed intervento e incarichi professionali esterni (vecchi interventi 1, 2, 3, 4, 5 e 6 del Titolo II della spesa in conto capitale) (Fase 1)
3. La riclassificazione della spesa per trasferimenti di capitale (vecchio intervento 7 del Titolo II della spesa in conto capitale) (Fase 1)
4. La riclassificazione della spesa per partecipazioni azionarie (vecchio intervento 8 del Titolo II della spesa in conto capitale) (Fase 1)
5. L’imputazione degli impegni di spesa di investimento (Fase 2)
6. Il fondo pluriennale vincolato (Fase 2)
6.1 C osa è il fondo pluriennale vincolato e come viene contabilizzato negli schemi di bilancio
6.2 Variazioni al fondo pluriennale vincolato
6.3 Riaccertamento straordinario dei residui e fondo pluriennale vincolato
6.4 Riaccertamento ordinario dei residui e fondo pluriennale vincolato
6.5 Finalità del fondo pluriennale vincolato
7. La riclassificazione della spesa per concessione di crediti (vecchio intervento 10 del Titolo II della spesa in conto capitale) (Fase 1)
8. I nuovi macroaggregati del Titolo II (Fase 1)
Sezione IV La spesa per rimborso di prestiti
1. La riclassificazione del vecchio Titolo III della spesa (Rimborso quota capitali) (Fase 1) 
1.1 L’imputazione degli impegni di spesa di rimborso prestiti (Fase 2)
2. Le anticipazioni di cassa
Sezione V I servizi per conto terzi
1. La riclassificazione del vecchio Titolo IV della spesa (Servizi per conto di terzi) (Fase 1)
1.1 L’imputazione degli impegni di spesa dei servizi conto terzi e partite di giro (Fase 2)
2. Un caso particolare di partita di giro: la contabilizzazione dell’utilizzo degli incassi vincolati
2.1 Registrazione dell’utilizzo di incassi vincolati per esigenze correnti nel caso di entrate vincolate depositate sul conto di tesoreria
2.1.1 L’utilizzo
2.1.2 Il reintegro
2.2 Registrazione dell’utilizzo di incassi vincolati per esigenze correnti nel caso di entrate vincolate depositate in conti diversi da quello di gestione di tesoreria
2.2.1 L’utilizzo
2.2.2 Il reintegro
2.3 Gestione degli incassi in attesa di regolarizzazione
2.4 La determinazione della giacenza vincolata al 1° gennaio 2015
Sezione VI Le fasi della spesa
1. Le fasi della spesa
1.1 La liquidazione
1.2 L’ordinazione della spesa
1.3 Il pagamento della spesa

Capitolo 3 Il passaggio al bilancio armonizzato – Parte Entrata
Sezione I La classificazione delle entrate
1. Il processo di armonizzazione del bilancio parte entrata
2 Il principio della competenza finanziaria potenziato applicato all’entrata (Fase 2)
3. La classificazione delle entrate nel bilancio decisionale (Fase 1)
3.1 La classificazione dell’entrata per titoli (Fase 1)
3.2 Gli schemi della parte entrata del bilancio decisionale (Fase 1)
4. La classificazione delle entrate nel bilancio gestionale (Fase 1)
4.1 Il piano dei conti integrato (Fase 1)
4.2. Gli schemi della parte entrata del bilancio gestionale (Fase 1)
Sezione II Le entrate tributarie
1. La classificazione del bilancio entrata: le entrate tributarie (vecchio Titolo I dell’entrata) (Fase 1)
1.1 L’imputazione degli accertamenti delle entrate tributarie (Fase 2)
Sezione III Le entrate da trasferimenti correnti
1. La classificazione del bilancio entrata: le entrate da trasferimenti correnti (vecchio Titolo II dell’entrata) (Fase 1)
1.1 L’imputazione degli accertamenti delle entrate da trasferimenti correnti (Fase 2)
Sezione IV Le entrate extra-tributarie
1. La classificazione del bilancio entrata: le entrate extra-tributarie (vecchio Titolo III dell’entrata) (Fase 1)
1.1 L’imputazione degli accertamenti delle entrate extratributarie (Fase 2)
Sezione V Le entrate in conto capitale da alienazioni e trasferimenti
1. La classificazione del bilancio entrata: le entrate derivanti da alienazione, da trasferimenti di capitali e da riscossioni di crediti (vecchio Titolo IV dell’entrata) (Fase 1) 
1.1 L’imputazione degli accertamenti delle entrate derivanti da alienazione, da trasferimenti di capitali e da riscossioni di crediti (Fase 2)
Sezione VI Le entrate derivanti da accensione di prestiti
1. La classificazione del bilancio entrata: le entrate derivanti da accensione di prestiti (vecchio Titolo V dell’entrata) (Fase 1)
2. L’imputazione degli accertamenti dell’indebitamento
2.1 C asi particolari
2.1.1 Finanziamento erogato interamente su un apposito conto intestato all’ente
2.1.2 Apertura di credito
2.1.3 Rinegoziazione di prestiti
2.1.4 E stinzione anticipata di prestiti
2.1.5 Operazioni di leasing
2.1.5.1 C ontabilizzazione del leasing finanziario con il metodo finanziario 
2.1.6 Operazioni in strumenti derivati 
2.1.7 C artolarizzazioni 
3. Le anticipazioni di cassa 
Sezione VII Le entrate derivanti dai servizi per conto terzi
1. La classificazione del bilancio entrata: le entrate derivanti dai servizi per conto terzi (vecchio Titolo VI dell’entrata) (Fase 1)
Sezione VIII Il Fondo crediti di dubbia e difficile esigibilità (FCDDE)
1. Il fondo crediti di dubbia e difficile esigibilità
2. Le fasi per la determinazione del FCDDE nel bilancio di previsione
2.1 Individuazione delle categorie di entrate che possono dare luogo a crediti di dubbia e difficile esazione (Fase 1)
2.2 C alcolo della percentuale di incasso (Fase 2)
2.3 D eterminazione del FCDDE (Fase 3)
3. Verifica di congruità del FCDDE
3.1 La verifica in sede di predisposizione del bilancio di previsione
3.2 La verifica durante la gestione dell’esercizio finanziario
4. Il Fondo crediti di dubbia e difficile esigibilità nel rendiconto
4.1 La verifica della congruità del fondo crediti di dubbia e difficile esigibilità in sede di rendiconto
4.2 La verifica della congruità del fondo crediti di dubbia esigibilità in sede di riaccertamento straordinario dei residui
Sezione IX Il risultato di amministrazione
1. Il risultato di amministrazione presunto
2. Il risultato di amministrazione
Sezione X Le fasi dell’entrata
1. Le fasi dell’entrata
1.1 La riscossione
1.2 Il versamento

Capitolo 4 Tempistiche approvazione bilancio, allegati, equilibri e variazioni
1. La procedura di approvazione del bilancio di previsione degli enti locali
1.1 Le tempistiche per l’approvazione del bilancio di previsione degli enti locali
1.2 Gli allegati al bilancio
1.2.1 I prospetti riguardanti il quadro generale riassuntivo e gli equilibri di bilancio 
1.2.2 La nota integrativa
1.3 La funzione autorizzatoria del bilancio di previsione
2. Il piano esecutivo di gestione (enti locali)
2.1 Finalità e caratteristiche
2.2 Struttura e contenuto
2.3 Approvazione del PEG 
2.4 Obbligatorietà del PEG 
3. Le variazioni di bilancio e di PEG
3.1 Le variazioni al bilancio
3.2 Le variazioni del piano esecutivo di gestione
3.3 Variazioni: tempistiche
3.4 Variazioni di bilancio e PEG: allegati e atti amministrativi 
3.5 Variazioni di bilancio e PEG: confronto vecchio e nuovo TUEL.
4. E sercizio provvisorio e gestione provvisoria

Capitolo 5 Il riaccertamento straordinario dei residui
1. Il riaccertamento straordinario dei residui (Fase 3)
1.1 Il riaccertamento straordinario dei residui passivi (Fase 3)
1.2 Il riaccertamento straordinario dei residui attivi (Fase 3)
1.3 La procedura amministrativa del riaccertamento straordinario dei residui (Fase 3)
1.3.1 Analisi dei residui attivi e passivi
1.3.2 D eterminazione del fondo pluriennale vincolato
1.3.3 D eterminazione del risultato di amministrazione e individuazione delle quote accantonate, destinate, vincolate
1.3.4 Variazione di bilancio
1.3.5 Riaccertamento e reimpegno dei residui reimputati
1.4 E sempio pratico di riaccertamento straordinario dei residui
1.5 La verifica della congruità del fondo crediti di dubbia e difficile esigibilità in sede di riaccertamento straordinario dei residui 
1.6 La verifica degli equilibri di bilancio scaturenti dalla distribuzione temporale dei residui attivi e passivi re-imputati
2. Il riaccertamento ordinario dei residui
2.1 I residui passivi
2.2 I residui attivi


Scrivi la tua recensione

Solo gli utenti registrati possono scrivere recensioni. Accedi oppure Registrati

Prodotti consigliati

Back to top