SERVIZIO CLIENTI 0541.628200  Lunedì - Venerdì / 8.30-17.30

Sconto 5%
Filosofia del linguaggio

Filosofia del linguaggio

Autori Aldo Frigerio
Editore Maggioli Editore
Formato Cartaceo
Dimensione 13,25x21
Pubblicazione Luglio 2020 (II Edizione)
ISBN / EAN 8891641892 / 9788891641892
Collana Apogeo Education

Seconda edizione

Prezzo Online:

18,00 €

17,10 €

Ordina ora per avere:
Ricezione entro 48h
Spedizione in 48h
Paga alla consegna senza costi aggiuntivi
Paga alla consegna senza costi aggiuntivi
Spedizione Gratuita

Che cosa è un segno? Che cosa è il linguaggio? Che cosa vuol dire comunicare? Che cosa è il significato?

Sin dall’antichità il linguaggio ha suscitato l’attenzione dei filosofi, che lo hanno considerato un accesso privilegiato al nostro universo concettuale: capire come e perché parliamo può aiutarci a comprendere come pensiamo.

Infatti, le parole e i discorsi sono le modalità fondamentali con cui codifichiamo i nostri pensieri.

Comprendere come pensiamo ci aiuta a capire il mondo o, quanto meno, il modo in cui lo concepiamo.

Questo volume segue un percorso tematico: illustra i concetti e i problemi attorno ai quali i filosofi del linguaggio hanno discusso e continuano a discutere e presenta le differenti soluzioni proposte.

Una particolare attenzione è dedicata agli strumenti linguistici, la cui analisi costituisce la base fondante e la specificità della disciplina.

In particolare, sono trattate le strutture nominali, quelle verbali e la loro composizione in enunciati completi.

Inoltre vengono analizzati aspetti relativi alla conversazione, alle sue regole e ai significati impliciti.

Aldo Frigerio
Professore associato presso il Dipartimento di Filosofia dell’Università Cattolica di Milano.

Capitolo 1 – Introduzione

1.1. La natura del segno

1.2. Che cosa e una lingua?

1.2.1 Gli elementi costitutivi della lingua 

1.2.2 Composizionalità 

1.3. Comunicazione 

1.4. Linguaggio e comunicazione

1.5. Che cosa e è cosa non è linguaggio

1.6. Filosofia del linguaggio 

1.6.1 Filosofia e filosofia del linguaggio 

1.6.2 La filosofia del linguaggio e le altre discipline

1.7. Elementi di sintassi 

1.7.1 Le regole sintattiche e il loro statuto 

1.7.2 La ricorsività delle regole 

1.7.3 Sintagmi verbali e nominali 

Per approfondire 

Capitolo 2 – Sintagmi nominali 

2.1. In che cosa consiste da distinzione fra nomi e verbi 

2.1.1 Una ipotesi storica 

2.1.2 Una ipotesi teorica 

2.2. Nomi propri 

2.2.1 La semantica bidimensionale dei nomi propri secondo Frege

2.2.2 Critiche alla teoria bidimensionale dei nomi propri

2.2.3 La teoria del riferimento diretto dei nomi propri

2.2.4 Alcuni problemi per la teoria del riferimento diretto 

2.3. I nomi comuni

2.3.1 La teoria del riferimento diretto dei nomi comuni 

2.3.2 Stereotipi e significato 

2.4. Semantica dei SN 

2.4.1 SN indefiniti 

2.4.2 Singolare e plurale 

2.4.3 Aggettivi 

2.4.4 SP 

2.4.5 Cardinali 

2.4.6 Determinanti indefiniti 

2.4.7 Determinanti definiti 

2.4.8 Conclusione 

2.5. Le descrizioni definite 

2.5.1 Descrizioni definite improprie 

2.5.2 Le ragioni di Russell 

2.6. Indicali 

2.6.1 Indicalita e ambiguita 

2.6.2 Significato degli indicali e contesto 

2.6.3 Indicali e descrizioni definite 

2.6.4 La teoria di Kaplan 

2.6.5 Qualche problema per la teoria di Kaplan 

2.6.6 Una proposta alternativa 

Per approfondire  

Capitolo 3 – I verbi

3.1. La teoria prevalente dei verbi in filosofia del linguaggio

3.2. Tipi di verbi 

3.2.1 Stati 

3.2.2 Processi 

3.2.3 Verbi di compimento 

3.2.4 Verbi di culminazione 

3.2.5 Riassunto 

3.3. I rapporti fra oggetti ed eventi. I ruoli tematici 

3.3.1 Griglie tematiche 

3.3.2 Griglia tematica e aggiunti 

3.3.3 Quali e quanti ruoli tematici ci sono? 

3.3.4 Tipi di ruoli tematici 

3.4. La proiezione dei ruoli tematici sulla struttura superficiale 

Per approfondire  

Capitolo 4 – Gli enunciati 

4.1. La struttura sintattica degli enunciati 

4.1.1 La sintassi superficiale degli enunciati 

4.1.2 Movimento 

4.2. Semantica del verbo 

4.3. La saldatura con gli elementi del nucleo 

4.3.1 La saldatura dei SN singolari definiti 

4.3.2 La saldatura di SN plurali definiti: distributivo e collettivo 

4.3.3 Indeterminatezza semantica 

4.3.4 La saldatura dei SN definiti plurali: formalizzazione

4.3.5 La saldatura dei SN indefiniti 

4.4. La saldatura degli aggiunti 

4.4.1 Avverbi 

4.4.2 I SP aggiunti 

4.5. Tempi verbali 

4.5.1 Sintassi della flessione verbale 

4.5.2 Il sistema dei tempi verbali in italiano 

4.5.3 L’aspetto 

4.6. Forze illocutorie 

4.6.1 Verità e felicità 

4.6.2 Tipi di atti illocutori 

4.6.3 Teoria delle forze illocutorie 

4.7. Conclusione. Verso una teoria semantica dei testi 

Per approfondire  

Capitolo 5 – Impliciti comunicativi 

5.1. Introduzione: impliciti comunicativi e dipendenza contestuale 

5.2. Principio di cooperazione e impliciti comunicativi 

5.2.1 Principio di cooperazione 

5.2.2 Il calcolo degli impliciti comunicativi 

5.2.3 Ambiguita e implicature: la congiunzione e 

5.2.4 Ambiguita e implicature: la congiunzione o 

5.2.5 I determinanti alcuni, dei e qualche 

5.3. Dopo Grice: neogriceani e contestualisti radicali 

5.4. Come il contesto influenza la comunicazione

5.4.1 La dipendenza contestuale è prevista dal significato convenzionale?

5.4.2 Cosa e il significato letterale? 

5.5. La cortesia 

Per approfondire

Indice dei nomi


Scrivi la tua recensione

Solo gli utenti registrati possono scrivere recensioni. Accedi oppure Registrati

Libri consigliati

Back to top