SERVIZIO CLIENTI 0541.628200  Lunedì - Venerdì / 8.30-17.30

Durante il mese di agosto le spedizioni potranno subire rallentamenti.

Le spedizioni riprenderanno regolarmente a partire dal 27 agosto 2018

Sconto 15%
Formazione, apprendistato e lavoro in sicilia

Formazione, apprendistato e lavoro in sicilia

Autori a cura di Paolina Mulè
Editore Maggioli Editore
Formato Cartaceo
Dimensione 17x24
Pagine 220
Pubblicazione Gennaio 2017 (I Edizione)
ISBN / EAN 8891620200 / 9788891620200
Collana Università

Modelli e pratiche per la promozione ecologica dello spazio sociale: città e territorio

Prezzo Online:

39,00 €

33,15 €

Il volume raccoglie diversi saggi che affrontano il tema della formazione, apprendistato e lavoro in Sicilia che è stato indagato grazie al Progetto d’A- teneo FIR 2014. Si tratta di un progetto di ricerca promosso dalla scrivente- Principal Investigator- insieme alla collega di Storia della Filosofia Stefania Mazzone del Dipartimento di Scienze Politiche (DSPS), ai colleghi del Dipar- timento di Ingegneria Civile e Architettura (DICAR) Maurizio Spina, Giacinto Taibi, Rita Valenti, Riccardo Dell’Osso, Lucia Trigilia e alle colleghe spagnole Cristina de la Rosa Cubo e Ana Isabel Martín Ferreira della Facoltà di Filo- sofia e Lettere, Università di Valladolid. L’Unità  di ricerca ha visto inoltre   la partecipazione fattiva di giovani studiosi/e dei due rispettivi Dipartimen- ti: Alessio Annino, Daniela Gulisano, Corrado Muscarà, Emanuele Forzese, Sonia Grasso, Simona Gatto, Emanuela Paternò e Concetta Aliano. Il team dell’Unità di Ricerca ha condiviso la finalità generale del presente progetto che, alla luce dei risultati delle ricerche empiriche condotte a livello territo- riale dai singoli membri e, soprattutto, alla luce delle esperienze straniere e delle buone prassi esistenti a livello locale, ha riguardato la costruzione di percorsi e di modelli istituzionali, organizzativi, contrattuali, contenutistici, e metodologici atti a qualificare e diffondere tutte le articolazioni tipologiche dell’apprendistato che si innestano nel sistema di istruzione e di formazione secondario (statale e regionale) e superiore (università, Its, Ifts) o che sono comunque legate a un titolo pubblico (compreso il praticantato per le profes- sioni e l’apprendistato di ricerca). In questo lavoro suddiviso in tre sessioni: 
1) Formazione, Apprendistato e lavoro tra Università, scuola e territorio; 2) Quadro delle azioni e riflessioni a livello istituzionale, organizzativo, pedago- gico e metodologico-didattico in ordine al rapporto formazione e lavoro; 3) Analisi della ricerca empirica, si evidenziano alcuni aspetti positivi che sono emersi grazie alla stretta collaborazione con i vari stakeholders che hanno aderito al progetto: in primis, la necessità di figure professionali all’interno dei Musei quali filosofi che sono necessari per collaborare con architetti ed operatori museali; in secundis, l’intenzione di incentivare sempre di più la sinergia tra Università, Istituzioni di istruzione e formazione e Enti locali   ed Imprese pubbliche e private della Sicilia. Tale prospettiva rappresenta la via possibile da perseguire per avvicinare gli studenti al mondo del lavoro, consentendo loro di applicare i saperi appresi a scuola per apprenderne altri attraverso le attività che si svolgono direttamente sul campo. In effetti, il rinnovamento continuo attraverso l’esperienza diretta con il mondo del lavo- ro e l’apprendimento di competenze specifiche assicurano ai giovani di non rimanere al di fuori del mercato del lavoro, coniugando le necessità personali di autorealizzazione con quelle dello sviluppo economico – sociale. In questa direzione si muove il percorso di alternanza formativa che sicuramente con- sente ai giovani di scuola secondaria e universitaria di «imparare facendo» in modo più attraente e coinvolgente. Alla maniera di altri Paesi europei, si trat- ta di realizzare un ambiente di apprendimento che li incoraggia ad assumere il pensiero critico e a comportarsi in modo creativo, autonomo e responsabi- le, come dimostrano alcuni esiti della ricerca, esplorativo-conoscitiva quanti- qualitativa raccolti nella terza sessione.

Paolina Mulè È professore Ordinario di Pedagogia Generale e Sociale presso il Diparti- mento di Scienze Politiche e Sociale dell’Università degli Studi di Catania. Negli ultimi 10 anni ha coordinato a Catania numerosi Master di I e II livello e si interessa dei problemi epistemolo- gici della pedagogia generale in relazio- ne alla formazione del docente in Italia e all’estero. È stata Visiting Research presso The Center for Dewey Studies  di Carbondale (Illinois-Usa) e presso l’Universidad de Valladolid (España).  Tra  i suoi lavori ne ricordiamo alcuni:   I processi formativi, le nuove frontiere dell’educazione e la democrazia, Pensa Multimedia, Lecce 2014; Il docente in Italia tra pedagogia, scuola e società, Anicia, Roma 2005; le curatele: La pedagogía y la formación del docente entre investigación e innovación didác- tica teorías y prácticas, Casilla Edicio- nes, Valladolid 2013; Il dirigente per   le scuole: manager e leader educativo, Pensa Multimedia, Lecce 2015; Peda- gogia, Didattica e cultura umanistica, Anicia, Roma 2015; La Buona Scuola. Questioni e prospettive pedagogiche, Pensa Multimedia, Lecce 2016.

 


Scrivi la tua recensione

Solo gli utenti registrati possono scrivere recensioni. Accedi oppure Registrati

Prodotti consigliati

Back to top