SERVIZIO CLIENTI 0541.628200  Lunedì - Venerdì / 8.30-17.30

Durante il mese di agosto le spedizioni potranno subire rallentamenti.

Le spedizioni riprenderanno regolarmente a partire dal 27 agosto 2018

Sconto 20%
Gas tossici

Gas tossici

Autori Renato Mari
Editore Maggioli Editore
Formato Cartaceo
Dimensione 17x24
Pagine 644
Pubblicazione Luglio 2016 (I Edizione)
ISBN / EAN 8891616753 / 9788891616753
Collana Sicurezza sul lavoro

(R.D. 9 gennaio 1927, n. 147)
GUIDA PRATICA PER L’IMPIEGO E PER LA PREPARAZIONE AGLI ESAMI DI ABILITAZIONE

Autorizzazioni
Chimica – fisica dei Gas Sicurezza e prevenzione incendi
Regolamentazione trasporto e immissione sul mercato Tossicologia
Certificazione di qualità Primo soccorso

Prezzo Online:

59,00 €

47,20 €

Se acquisti questo prodotto, ti mancano 1,80€ per avere la spedizione gratuita

Guida di riferimento sia per la preparazione agli esami di chi intende conseguire la patente di abilitazione all’impiego dei gas tossici ai sensi del R.D 9 gennaio 1927, n. 147, sia per fornire utili indicazioni per una corretta applicazione di tale Regolamento e degli altri provvedimenti con cui esso si interfaccia in un sistema normativo integrato.

Nel testo vengono prese in esame le diverse problematiche di sicurezza e igiene sul lavoro, associate all’impiego dei gas tossici, con specifici richiami alla tossicologia industriale e al monitoraggio ambientale e biologico, alla prevenzione incendi e al primo soccorso, alla protezione delle vie respiratorie, all’immissione sul mercato, al trasporto, ecc.

Completano il piano dell’opera la trattazione, in forma di «safety data - sheet», delle sostanze che ricadono nel regime di «gas tossici» e alcuni riferimenti bibliografici, riportati in calce ad ogni capitolo, ai quali si rimanda per l’approfondimento dei temi svolti.

Ricca di tabelle esemplificative e modelli, la Guida è strutturata come segue:

Renato Mari 
Ha maturato la propria esperienza professionale dapprima in Montedi- son e società del Gruppo nell’area HSE (Salute, Sicurezza e Ambiente) e poi in Federchimica, dove ha ricoperto il ruolo di Responsabile dell’Area Logistica. Attualmente è Consulente presso il Centro Reach S.r.l. per iniziative di formazione e gestione di competenze afferenti alle problematiche del trasporto merci pericolose nelle diverse modalità (strada, ferrovia, mare, aereo, vie navigabili interne) e dell’impiego dei gas tossici.

AUTORIZZAZIONI E ADEMPIMENTI PER L’UTILIZZO, LA CUSTODIA E CONSERVAZIONE E IL TRASPORTO DEI GAS TOSSICI
1. Criteri di interpretazione del Regolamento per l’impiego dei gas tossici
1.1. Generalità
1.1.1. L’utilizzazione dei gas tossici
1.1.2. La custodia e conservazione dei gas tossici
1.1.3. Il trasporto dei gas tossici
1.1.4. La patente di abilitazione all’impiego dei gas tossici
1.2. Il progetto di revisione del Regolamento gas tossici
2. Modalità e documenti per l’impiego dei gas tossici
2.1. Domanda per il conseguimento della patente
2.2. Domanda di revisione della patente
2.3. Domanda di autorizzazione all’utilizzo, custodia e conservazione
2.4. Domanda di licenza all’utilizzo
2.5. Domanda di autorizzazione alla conservazione e custodia
2.6. Domanda di certificato d’acquisto
2.7. Domanda di licenza/permesso al trasporto
Tabella dei gas tossici
Appendici
A – Modello di domanda all’abilitazione per l’impiego di gas tossici
B – Modello di domanda di revisione della patente di abilitazione all’impiego di gas tossici
C – Modello di domanda di autorizzazione alla conservazione, custodia ed utilizzo di gas tossici
D – Modello di domanda di volturazione alla conservazione, custodia ed utilizzo di gas tossici
E – Modello di domanda di licenza ad utilizzare gas tossici in luogo abitato
F – Modello di domanda di licenza ad utilizzare gas tossici a bordo di navi e/o nell’ambito del demanio marittimo
G – Modello di domanda di licenza ad utilizzare gas tossici in aperta campagna
H – Modello di domanda di autorizzazione alla conservazione e custodia di gas tossici
I – Modello di domanda di volturazione alla conservazione e custodia di gas tossici
L – Modello di domanda al trasferimento del deposito gas tossici
M – Modello di domanda di certificato di acquisto gas tossici
N – Modello di domanda di licenza al trasporto di gas tossici
O – Modello per le dichiarazioni sostitutive

Parte seconda
NOZIONI GENERALI DI CHIMICA-FISICA, SICUREZZA, CLASSIFICAZIONE ED ETICHETTATURA, TOSSICOLOGIA E PRIMO SOCCORSO
3. Elementi di chimica e di fisica
3.1. Materia ed energia
3.2. Costituzione della materia
3.3. Elettrolisi
3.4. Nomenclatura chimica
3.5. pH
3.6. Stati di aggregazione della materia
3.7. Calore
3.8. Temperatura
3.9. Pressione
3.10. Leggi dei gas
3.11. Liquefazione dei gas
3.12. Massa e peso
3.13. Densità e peso specifico
4. Recipienti a pressione e condizioni di imballaggio e stoccaggio
4.1. Recipienti a pressione mobili
4.1.1. Prove di collaudo e revisioni periodiche
4.1.1.1. Bombole, tubi, fusti a pressione e incastellatura di bombole
4.1.1.2. Cisterne fisse (veicoli-cisterna), contenitori-cisterna, cisterne smontabili, veicoli-batteria e contenitori per gas ad elementi multipli (CGEM)
4.1.2. Pressione di carica e grado di riempimento
4.1.3. Pressione di prova
4.1.4. Marcature
4.1.4.1. Recipienti a pressione ricaricabili
4.1.4.2. Recipienti a pressione non ricaricabili
4.1.4.3. Recipienti a pressione ricaricabili “UN”
4.1.4.4. Recipienti a pressione non ricaricabili “UN”
4.1.4.5. Cisterne fisse
4.1.4.6. Veicoli-batteria e contenitore per gas ad elementi multipli (CGEM)
4.1.4.7. Cisterne mobili per gas liquefatti non refrigerati
4.1.4.8. Cisterne mobili per gas liquefatti refrigerati
4.1.5. Colorazione
4.1.6. Altre caratteristiche delle bombole
4.1.7. Destinazioni delle bombole a uso professionale
4.1.8. Comportamento dei gas compressi e liquefatti
4.1.9. Riempimento delle bombole ed estrazione del gas liquefatto
4.1.10.Sicurezza nella manipolazione e nel trasporto
4.2. Serbatoi
4.2.1. Parchi serbatoi
4.2.2. Lavori entro recipienti
4.3. Locali di deposito
5. Classificazione, etichettatura e marcatura per l’immissione sul mercato ed il trasporto
5.1. Generalità
5.1.1. GHS e CLP
5.2. Immissione sul mercato
5.2.1. Etichetta
5.2.2. Scheda di sicurezza
5.3. Trasporto
5.3.1. Etichette e placche di pericolo
5.3.2. Pannelli sui veicoli stradali e carri ferroviari
5.3.3. Il linguaggio dei numeri sui pannelli
5.3.4. Istruzioni scritte per il conducente e per le squadre di intervento
6. Sicurezza e salute sul lavoro
6.1. Generalità
6.2. Politiche di prevenzione e sicurezza
6.3. Valutazione dei rischi
6.3.1. Documento valutazione dei rischi (DVR)
6.3.2. Documento unico di valutazione dei rischi interferenziali (DUVRI)
6.3.3. Approcci e strumenti per l’individuazione dei pericoli e la stima dei rischi nei luoghi di lavoro
6.3.4. Gestione della sicurezza degli impianti
6.3.5. Individuazione delle fonti e condizioni di pericolo e definizione delle misure di controllo del rischio
6.4. Igiene industriale
6.5. Medicina del lavoro
6.5.1. Malattie professionali e infortuni
6.5.2. Presidi di pronto soccorso
6.5.3. Ergonomia
6.6. Prevenzione infortuni
6.7. Sorveglianza sanitaria
6.8. Informazione e formazione
7. Certificazione qualità e sistemi di gestione ambientale e della sicurezza
7.1. Certificazione qualità
7.1.1. II complesso normativo ISO 9000
7.1.2. I principi basilari delle Norme ISO 9000
7.1.3. II miglioramento continuo per la gestione della qualità dei processi
7.1.4. La struttura della Norma ISO 9001
7.2. Gestione ambientale
7.2.1. EMAS
7.2.2. ISO 14000
7.3. Gestione della sicurezza
7.3.1. BS OHSAS 18001
7.4. Gestione integrata
8. Protezione delle vie respiratorie
8.1. Generalità
8.2. Fisiologia della respirazione
8.2.1. Rischio chimico e apparato respiratorio
8.2.2. Principali quadri patologici da agenti chimici
8.3. Dispositivi di protezione delle vie respiratorie
8.3.1. Respiratori a filtro
8.3.1.1. Respiratori con filtro antigas
8.3.1.2. Respiratori con filtro antipolvere
8.3.2. Respiratori isolanti
8.3.2.1. Autorespiratori a ciclo aperto
8.3.2.2. Autorespiratori a ciclo chiuso
8.3.2.3. Respiratori ad adduzione di aria compressa
8.3.2.4. Respiratori a presa d’aria dall’esterno
8.3.3. Dispositivi di fuga
8.3.3.1. Cappucci con filtro
8.3.3.2. Cappucci a riserva d’aria
8.3.4. Scelta ed uso dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie
8.3.4.1. Esempio di scelta di un respiratore antipolvere
8.3.4.2. Esempio di scelta di un respiratore antigas e combinato
8.3.4.3. Esempio di scelta di un autorespiratore
8.4. Indumenti a tenuta di gas
9. Prevenzione incendi
9.1. La nuova disciplina di prevenzione incendi
9.1.1. L’approccio ingegneristico
9.2. La combustione
9.2.1. Classificazione dei fuochi
9.2.2. Azione estinguente
9.3. Gli estintori
9.3.1. Classificazione della capacità estinguente
9.3.2. Focolari di prova
9.3.3. Etichettatura
9.3.4. Estintori carrellati
9.3.5. Estintori idrici
9.3.6. Estintori a schiuma
9.3.7. Estintori ad anidride carbonica
9.3.8. Estintori a polvere
9.3.9. Estintori a base di composti alogenati (Halon)
9.3.10. Campo di impiego degli estintori
9.4. Altri mezzi antincendio
9.5. Manutenzione dei presidi antincendio
9.6. Pianificazione delle misure di emergenza
10. Tossicologia e Igiene ambientale
10.1. Definizione della tossicità
10.2. Caratterizzazione tossicologica
10.3. Il Regolamento REACH
10.3.1. Registrazione
10.3.2. Valutazione
10.3.3. Autorizzazione
10.3.4. Restrizione
10.3.5. SIEF
10.3.6. Consorzi
10.3.7. Benefici del Regolamento REACH
10.4. Classificazione della tossicità
10.5. Limiti di esposizione professionale
10.6. Monitoraggio ambientale
10.6.1. Strategia di monitoraggio
10.6.1.1. Analisi del processo e dell’impianto
10.6.1.2. Analisi delle modalità di lavoro
10.6.1.3. Identificazione dei rischi e mappatura delle aree
10.6.2. Procedura di controllo
10.6.3. Procedure e sistemi di campionamento
10.7. Monitoraggio biologico
Appendici
A – Misure della distribuzione
B – Fattori di tolleranza per test statistici ad una coda (OTL)
C – Esercitazione
11. Primo soccorso
11.1. Generalità
11.2. Inalazione
11.2.1. Posizione laterale di sicurezza
11.2.2. Respirazione artificiale
11.2.3. Massaggio cardiaco
11.2.4. Ossigenoterapia
11.3. Contatto con gli occhi e con la pelle
11.3.1. Presidi per il lavaggio di emergenza
11.4. Ingestione
11.5. Traumi

Parte terza
I GAS TOSSICI
Generalità - Natura del pericolo - Norme di sicurezza per l’impiego e lo stoccaggio - Interventi di emergenza - Primo soccorso - Note
Acido cianidrico (anidro)
Acido fluoridrico
Ammoniaca (anidra)
Anidride solforosa
Benzina (contenente composti organo-metallici)
Bromuro di cianogeno
Bromuro di metile
Cianuri (Cianuro di sodio, Cianuro di potassio, Cianuro di calcio, Cianuro di bario, Cianuro di argento, Cianuro di cadmio, Cianuro di rame, Cianuro di zinco)
Cloro
Cloropicrina
Cloruro di cianogeno
Cloruro di metile
Etere cianocarbonico
Fosgene
Idrogeno fosforato
Isonitrili
Mercaptani (Metil mercaptano, Etil mercaptano)
Ossido di etilene
Piombo alchili (Piombo tetraetile e Piombo tetrametile)
Solfato di metile.
Solfuro di carbonio.
Solfuri organici (Solfuro di etile, Solfuro di metile, Solfuro di etilisopropile)
Tetraidrotiofene (THT)
Trifluoruro di boro
Parte quarta
APPENDICE NORMATIVA
R.D. 9 gennaio 1927, n. 147 – Approvazione del Regolamento speciale per l’impiego dei gas tossici
D.M. 9 maggio 1927 – Approvazione di disposizioni concernenti l’impiego dei gas tossici di cui al Regolamento approvato con R.D. 9 gennaio 1927, n. 147
D.M. 6 febbraio 1935 – Approvazione del prospetto contenente l’elenco dei gas tossici riconosciuti ai sensi del Regolamento 9 gennaio 1927, n. 147
D.M. 31 luglio 2012 – Modifiche al regio decreto 9 gennaio 1927, n. 147, concernenti le indicazioni sull’uso dei sali di cianuro nei bagni galvanici
D.D. 24 dicembre 2015 – Revisione delle patenti di abilitazione per l’impiego di gas tossici rilasciate o revisionate nel periodo 1° gennaio – 31 dicembre 2011
Circolare Ministero della Sanità n. 133 del 2 agosto 1967 – Visus minimo richiesto per gli operai addetti alle operazioni relative ai gas tossici (artt. 27 e 35 del
Regolamento speciale concernente i gas tossici R.D. 9 gennaio 1927, n. 147)
Circolare Ministero di Grazia e Giustizia n. 7/56/23712 del 1° giugno 1975 – Impiego dei gas tossici – R.D. 9 gennaio 1927, n. 147. Prescrizioni nei confronti dei chimici
Circolare Ministero dell’Interno (Direzione Generale Servizi Antincendi e Protezione civile) n. 20527/4125 del 5 settembre 1975 – Istituzione di centri “emergenza cloro” – Offerta di collaborazione con i Vigili del Fuoco
Circolare Ministero della Sanità n. 30 del 22 luglio 1985 – Art. 62 del R.D. 9 gennaio 1927, n. 147 (Regolamento speciale per l’impiego dei gas tossici) – Impianti frigoriferi ad ammoniaca
Comunicazione Ministero della Sanità del 29 aprile 1986 – Impianti frigoriferi ad ammoniaca
Comunicazione Ministero della Sanità del 31 luglio 1986 – Impianti frigoriferi ad ammoniaca. Quesito Pag. 624
D.M. 10 giugno 1980 – Riconoscimento di efficacia di sistemi di sicurezza applicati agli impianti frigoriferi industriali ad ammoniaca
Riferimenti normativi


Scrivi la tua recensione

Solo gli utenti registrati possono scrivere recensioni. Accedi oppure Registrati

Prodotti consigliati

Back to top