SERVIZIO CLIENTI 0541.628200  Lunedì - Venerdì / 8.30-17.30

IN EVIDENZA: Concorso 2329 Funzionari Giudiziari  | Concorso 1514 Ministero del Lavoro, INL e INAIL | Privacy e GDPR

Gli appalti pubblici dopo la conversione del decreto “sblocca-cantieri”

Gli appalti pubblici dopo la conversione del decreto “sblocca-cantieri”

Commento alle novità introdotte dalla Legge 14 giugno 2019, n. 55

Autori Dario Capotorto, Alessandro Massari
Editore Maggioli Editore
Formato Cartaceo
Dimensione 17x24
Pagine 552
Pubblicazione Settembre 2019 (I Edizione)
ISBN / EAN 8891637314 / 9788891637314
Collana Appalti & Contratti

➤ Con il testo aggiornato del Codice dei contratti pubblici 

Contributi di:
D. Capotorto, G. D’Andrea, A. Iannotti della Valle, G.F. Maiellaro, A. Massari, I. Picardi, L. Scantamburlo, G. Sorrentino

Prezzo Online:

50,00 €

Ordina ora per avere:
Ricezione entro 48h
Spedizione in 24h
Paga alla consegna senza costi aggiuntivi
Paga alla consegna senza costi aggiuntivi

Il volume intende offrire un primo commento delle numerose e dirompenti novità introdotte dalla legge di conversione del decreto “sblocca-cantieri”.

Le modifiche al D.L. 32/2019, approvate in fase di conversione, sono di tale numero e rilevanza da aver comportato una sostanziale riscrittura del decreto, creando un comprensibile disorientamento per stazioni appaltanti e operatori economici.

Dalla sospensione fino al 31.12.2020 di alcune importanti norme del Codice (Albo nazionale dei commissari, regime dei Comuni non capoluogo, divieto di appalto integrato), al ritorno delle procedure sotto soglia introdotte a suo tempo dalla legge di bilancio 2019 (affidamento diretto infra 150.000 euro per lavori previa valutazione di tre preventivi), dalla modifica al regime del subappalto, all’introduzione di nuovi motivi di esclusione all’art. 80, dalla semplificazione della progettazione per le manutenzioni, all’inversione procedimentale (in nuova configurazione rispetto a quella inizialmente delineata dal decreto-legge), dall’anticipazione del prezzo nei servizi e forniture, all’introduzione di nuove norme nella fase di esecuzione (collegio consultivo tecnico, ampliamento della possibilità di apporre riserve, ecc.).

Molte sono anche le norme del Codice, abrogate inizialmente dal decreto, che rivivono nel testo previgente per effetto della mancata conferma in sede di conversione: dagli incentivi per le funzioni tecniche (scompaiono quelli per la progettazione), al tetto massimo di 30 punti per il prezzo nel criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, dal divieto per il subappaltatore di partecipare alla gara, al regime delle irregolarità fiscali e contributive (eliminata la possibilità di escludere per violazioni non definitivamente accertate).

In sintesi, un quadro decisamente complesso e di non facile ricostruzione per gli operatori.

Dario Capotorto
Avvocato Cassazionista con vasta esperienza nel contenzioso in materia di appalti (Partner presso Vinti & Associati). Professore a contratto di Diritto Amministrativo (Università di Cassino). Autore di monografie e saggi in tema di contrattualistica pubblica, regolazione e concorrenza.
Alessandro Massari
Avvocato amministrativista, Direttore della Rivista Appalti&Contratti online e mensile. Docente e autore di numerose monografie in materia di appalti pubblici. Coordinatore scientifico del Master in contrattualistica pubblica.

Presentazione
Gli appalti pubblici dopo la “conversione” (riscrittura) del decreto sblocca-cantieri
Introduzione
Prime riflessioni in chiave antropomorfica sulla riforma: la metafora dello Stato consumatore
Capitolo I - Il quadro delle fonti secondarie in materia di appalti all’indomani della conversione in legge del decreto “sblocca-cantieri”
1. La moltiplicazione delle fonti secondarie in materia di appalti all’indomani del d.lgs. n. 50/2016: caos normativo e linee guida ANAC 
2. Il tentativo di ritorno a un regolamento “unico” 
3. Regolamento “unico”: cosa è dentro e cosa è fuori 
4. (Segue). Coesistenza tra regolamento “unico” e linee guida: certezza o incertezza del diritto? 
5. Verso un regolamento più propriamente “unico”: il disegno di legge delega in materia di appalti 
Capitolo II - Le novità per le procedure sotto soglia
1. Profili introduttivi e individuazione del quadro normativo applicabile ratione temporis 
1.1. Il valore del contratto in caso di suddivisione dell’appalto in lotti  
2. Le nuove procedure di “affidamento diretto” introdotte dalla legge di conversione  
2.1. L’affidamento diretto dei lavori di importo da 40.000 a infra 150.000 euro 
2.2. L’affidamento diretto dei servizi e forniture da 40.000 a infra soglia comunitaria
3. Le procedure negoziate per i lavori di importo da 150.000 a infra 1 milione di euro
Capitolo III - Le novità sui criteri di aggiudicazione
1. Il nuovo assetto dei criteri di aggiudicazione 
2. Il ritorno del limite massimo di 30 punti al prezzo
Capitolo IV - La nuova disciplina delle offerte anomale
1. Profili introduttivi
2. I nuovi criteri di calcolo della soglia di anomalia
2.1. Il calcolo della soglia di anomalia con il criterio del minor prezzo 
2.1.1 L’interpretazione ministeriale e giurisprudenziale sull’applicazione dei nuovi criteri di calcolo
2.2. Il calcolo della soglia di anomalia col criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa
3. L’esclusione automatica delle offerte anomale e la questione dell’interesse transfrontaliero degli appalti
Capitolo V - La gestione delle gare telematiche alla luce del decreto “sblocca-cantieri” convertito con modifiche dalla legge n. 55/2019
1. Premesse 
2. Gli acquisti sotto soglia: l’ordine diretto di acquisto, la trattativa diretta e la RDO MePA 
2.1. Il MePA e gli affidamenti “sovra soglia”: un nuovo equilibrio normativo alla luce della sentenza del Consiglio di Stato n. 5628 dell’8 agosto 2019
3. La scelta del criterio di aggiudicazione e l’esclusione automatica delle offerte anomale
3.1. Gli affidamenti con prezzo fisso: modalità operative per la creazione della RDO MePA
3.2. L’offerta economicamente più vantaggiosa sul MePA: analisi delle formule matematiche a seguito delle nuove linee guida ANAC n. 2/2018
4. L’inversione delle fasi di gara: analisi delle criticità del cross over e possibili soluzioni operative
5. La disciplina “transitoria” del subappalto e la gestione della PDA sul MePA
6. Il nuovo sistema dei controlli “semplificati” per gli acquisti effettuati in modalità telematica
7. Gli acquisti dei Comuni non capoluogo e l’obbligo di centralizzazione 
7.1. Il nuovo modulo di acquisizione del CIG e lo svolgimento delle procedure telematiche di gara: analisi operativa
Capitolo VI - Le modifiche all’art. 80
1. Premessa
2. Le modifiche riferite al subappaltatore
3. La partecipazione delle aziende sottoposte al controllo giudiziario antimafia
4. L’ambito soggettivo di applicazione  
5. La (mancata) esclusione per irregolarità fiscali e contributive non definitive  
6. L’esclusione delle imprese in situazioni di crisi e insolvenza 
7. L’efficacia temporale dell’esclusione 
Capitolo VII - Il nuovo regime dei consorzi stabili
1. Premessa 
2. L’art. 47, primo comma 
3. Le modifiche all’art. 47, secondo comma e il nuovo comma 2-bis 
4. La disciplina di cui all’art. 48 
Capitolo VIII - Art. 105: Subappalto
1. Considerazioni preliminari
2. Le ragioni dell’intervento del legislatore domestico in materia di subappalto
3. La prima risposta del legislatore ai rilievi della Commissione europea
4. Considerazioni conclusive
Capitolo IX - Novità per i progettisti apportate dalla legge n. 55/2019 di conversione del d.l. “sblocca-cantieri” e dall’aggiornamento delle linee guida n. 1 “Indirizzi generali sull’affidamento dei servizi attinenti all’architettura e all’ingegneria” 
Capitolo X - Il superamento del rito c.d. “super-speciale”
1. L’abrogazione del rito super-speciale nel quadro della riforma introdotta dal decreto sblocca-cantieri 
2. I caratteri e le finalità del rito super-speciale
3. Le criticità e le incertezze applicative inerenti al rito superspeciale
4. I termini e la portata della riforma in tema di abrogazione del rito super-speciale
5. Aspetti operativi e implicazioni critiche della riforma in via di diritto transitorio
6. Considerazioni conclusive 
Capitolo XI - L’anticipazione del 20 per cento del prezzo estesa anche agli appalti di servizi e forniture
APPENDICE NORMATIVA
Codice dei contratti pubblici
D.Lgs. 18 aprile 2016, n. 50 – Codice dei contratti pubblici (testo come da ultimo aggiornato con la legge 14 giugno 2019, n. 55, di conversione, con modificazioni, del d.l. 18 aprile 2019, n. 32 e con la legge 19 giugno 2019, n. 56)


Scrivi la tua recensione

Solo gli utenti registrati possono scrivere recensioni. Accedi oppure Registrati

Libri consigliati

Back to top