SERVIZIO CLIENTI 0541.628200  Lunedì - Venerdì / 8.30-17.30

Durante il mese di agosto le spedizioni potranno subire rallentamenti.

Le spedizioni riprenderanno regolarmente a partire dal 27 agosto 2018

Guida alla voluntary disclosure

Guida alla voluntary disclosure

Autori Nicola Fasano - Roberto Zingari
Editore Maggioli Editore
Formato Cartaceo
Dimensione 17x24
Pagine 240
Pubblicazione Maggio 2015 (I Edizione)
ISBN / EAN 8891602909A / 9788891602909
Collana Professionisti & Imprese

- Perché fare la voluntary: 
il contrasto all’evasione internazionale - Ambito soggettivo: chi può aderire - Ambito oggettivo: 
cosa si può regolarizzare - Analisi della posizione del cliente - Adempimenti antiriciclaggio - Definizione dei costi - Calcolo delle imposte e dei valori Rw - Interessi e sanzioni - Esempi di compilazione e casi pratici - Ravvedimento e VD - Preparazione dell’istanza - Autoriciclaggio e aspetti penali  

Aggiornato con i chiarimenti 
della Circolare n. 10/E del 13 marzo 2015 

Volume con cd rom

Prezzo Online:

29,00 €

Dal 1° gennaio 2015 i contribuenti che detengono illecitamente capitali, attività finanziarie e patrimoni all’estero possono, autodenunciando spontaneamente alle autorità fiscali le violazioni commesse, godere in alcuni casi di considerevoli riduzioni e sconti sulle sanzioni.

Questa nuovissima Guida alla “Voluntary Disclosure” (introdotta con Legge n. 186 del 15 dicembre 2014) esamina le modalità di adesione alla procedura per coloro che decidono di regolarizzare la propria posizione nei confronti del fisco, anche sul piano penale, alla luce dei recentissimi chiarimenti forniti dall'Agenzia delle entrate - Circolare n. 10/E del 13 marzo 2015.

Con il supporto di esempi concreti e corredato da Cd-rom contenente normativa e prassi di riferimento, il testo illustra gli aspetti soggettivi e oggettivi dell’istituto, la procedura nei vari dettagli e fornisce indicazioni per il calcolo delle imposte e la compilazione del quadro RW.

Conclude la trattazione una disamina dei profili penali (in primis il nuovo reato di autoriciclaggio) e sanzionatori.

Nicola Fasano Avvocato tributarista, fondatore dell’omonimo studio in Milano, pubblicista. È autore di vari articoli e approfondimenti in materia tributaria su riviste e quotidiani specializzati. È relatore in corsi e seminari in materia fiscale organizzati da prestigiosi enti e società del settore.

Roberto zingari Socio fondatore dello Studio Legale Penalisti Associati Zanconi & Zingari. Esperto in diritto penale, specializzato nei reati fallimentari e nei reati fiscali; è autore e formatore in materia di sicurezza sul lavoro e responsabilità amministrativa degli enti ai sensi del d.lgs. 231/2001.

Requisiti minimi hardware e software
- Sistema operativo Windows® 98 o successivi
- Browser internet
- Programma in grado di visualizzare documenti in formato PDF (es. Acrobat Reader)

1 Inquadramento generale e aspetti soggettivi
1 Un primo sguardo d’insieme
2 Lo scambio di informazioni
3 Gli accordi con Svizzera, Liechtenstein, Montecarlo e Città del Vaticano
4 Gli ulteriori poteri di controllo dell’A.F.
5 Gli aspetti soggettivi
5.1 Cointestatari e delegati
5.2 Soggetti esterovestiti ed interposti
5.3 Eredi
5.4 Il titolare effettivo in Unico 2014
5.5 Lavoratori esonerati dal monitoraggio fiscale e voluntary disclosure
2 Gli aspetti oggettivi e le cause ostative
1 L’ambito oggettivo della procedura di collaborazione volontaria
2 Gli investimenti e le attività estere di natura finanziaria
2.1 I valori in RW da Unico 2014
2.2 I valori in RW fino a Unico 2013
3 La localizzazione di attività e investimenti
4 Le imposte coperte dalla voluntary
5 I principali benefici della procedura
6 Le cause di inammissibilità
3 Fase di preparazione dell’istanza, adempimenti antiriciclaggio e stima costi
1 Premessa
2 Analisi della posizione del cliente
3 Predisposizione del mandato e reperimento documentazione
4 Adempimenti antiriciclaggio
5 Definizione dei costi
5.1 I periodi di imposta accertabili
5.2 Gli anni da regolarizzare per l’RW
5.3 Gli anni da sanare ai fini delle imposte
6 Il calcolo dei maggiori imponibili, delle imposte e dei valori RW
6.1 L’applicazione del metodo forfettario
6.2 Apporti e prelievi
6.3 Crediti di imposta ed euroritenuta
6.4 Gli imponibili nazionali non connessi con le violazioni estere
7 Interessi e sanzioni
7.1 Sanzioni in materia di monitoraggio fiscale
7.2 Cumulo giuridico e cumulo materiale
7.3 Sanzioni RW: riepilogo
7.4 Sanzioni sulle imposte
7.4.1 Riduzioni delle sanzioni
8 Alcuni casi pratici
8.1 Conclusioni operative
9 Ravvedimento e voluntary disclosure
10 La voluntary nazionale
10.1 Ambito soggettivo
10.2 Ambito oggettivo
4 Modulistica e procedura
1 Il modello di istanza
1.1 Esempio di compilazione
2 La relazione di accompagnamento
3 L’invio dell’istanza e della documentazione
4 Termini per l’invio e integrazioni
5 Svolgimento della procedura
6 Conclusione della procedura
6.1 Il mancato perfezionamento
5 Aspetti penali
1 Gli aspetti penali della voluntary disclosure e delle altre misure introdotte per contrastare i fenomeni di evasione fiscale
2 I benefici penali della voluntary disclosure. Ambito di applicazione delle causa di non punibilità
3 L’estensione soggettiva della causa di non punibilità
4 Cause ostative all’attivazione della voluntary disclosure
5 Il nuovo reato di esibizione di atti falsi e comunicazione di dati non rispondenti al vero
6 La tutela per il professionista che assiste il contribuente nella procedura
7 Premesse “storiche” alla caduta del beneficio dell’autoriciclaggio
8 La nuova incriminazione delle condotte di Autoriciclaggio
9 La confisca del prodotto e del profitto del reato di autoriciclaggio
10 L’autoriciclaggio quale reato presupposto della responsabilità amministrativa degli enti
• Normativa
• Prassi
Materiali contenuti sul Cd-Rom


Scrivi la tua recensione

Solo gli utenti registrati possono scrivere recensioni. Accedi oppure Registrati

Prodotti consigliati

Back to top