Il lavoro minorile

 
Prezzo speciale 14,25 €
SCONTO 5%
5%
Anzichè 15,00 €
Disponibile

Autori Paula Benevene

Pagine 146
Data pubblicazione Luglio 2012
Data ristampa
Autori Paula Benevene
ISBN 8838777195
ean 9788838777196
Tipo Cartaceo
Collana Sociale & Sanità
Editore Maggioli Editore
Dimensione 17x24
  • Spedizione in 48h
  • Paga alla consegna senza costi aggiuntivi

Autori Paula Benevene

Pagine 146
Data pubblicazione Luglio 2012
Data ristampa
Autori Paula Benevene
ISBN 8838777195
ean 9788838777196
Tipo Cartaceo
Collana Sociale & Sanità
Editore Maggioli Editore
Dimensione 17x24

Il testo affronta il tema del lavoro minorile in modo critico rispetto alle posizioni di chi vorrebbe eliminare del tutto la possibiltà di svolgere un'attività economica da parte di un ragazzo. La questione viene affrontata da diverse prospettive: normativo-legislativa, storica, psicologica, teorica, metodologica e delle politiche di intervento.
L'ipotesi di fondo che muove il volume è che non tutte le esperienze lavorative siano da eliminare. Se lo sfruttamento e le occupazioni pericolose o dannose vanno combattute, tuttavia esistono forme di attività economiche che possono essere ritenute accettabili e che possono costituire per i ragazzi un'occasione di apprendimento e crescita, in termini di conquista di maggiore autonomia, senso di autostima, socializzazione economica.
Da questo punto di vista, il lavoro degli adolescenti non va interpretato come un fenomeno patologico, che riguarda principalmente soggetti in situazione di disagio sociale o povertà, ma, al contrario, va visto come un'esperienza possibile (anche se non necessaria) per gli adolescenti di tutte le fasce sociali ed economiche, proprio per gli aspetti positivi che tale esperienza può offrire.

Paula Benevene, è docente di psicologia del lavoro e delle organizzazioni presso la LUMSA a Roma.
Si occupa da diversi anni di lavoro minorile e di socializzazione economica degli adolescenti.

Conoscere il fenomeno

PARTE I Approcci teorici, storici e metodologici
1. Il lavoro minorile: un tema da affrontare
1.1. Il lavoro minorile, tra scandalo e pregiudizio
1.2. Il lavoro minorile, l’organizzazione e la gestione delle risorse umane
1.3. Un caso emblematico: il Bangladesh
2. l lavoro minorile nel mondo e in Italia
2.1. Il lavoro minorile nel mondo
2.2. Il lavoro minorile in Italia
3. Problemi teorici e metodologici
3.1. Problemi di rilevazione, affidabilità, attendibilità dei dati
3.2. Il lavoro minorile: un’idea con tanti significati diversi
4. Riferimenti normativi internazionali e nazionali
4.1. Gli strumenti internazionali a tutela del minore lavoratore
4.2. La normativa italiana in materia di lavoro minorile
5. La rappresentazione sociale del minore lavoratore nei secoli XVIII-XXI
5.1. La rappresentazione sociale del minore lavoratore nei secoli XVIII e XIX: dal ragazzo lavoratore al ragazzo studente
5.2. La rappresentazione sociale del minore lavoratore nei secoli XX e XXI: il minore come soggetto di diritti umani
6. Prospettive e approcci attuali al lavoro minorile
6.1. L’approccio prevalente al lavoro minorile è abolizionista
6.2. Le critiche all’approccio abolizionista
7. La rappresentazione sociale del minore lavoratore e del lavoro minorile, oggi
8. La psicologia e le ricerche svolte in Italia sul lavoro minorile
8.1. Le ricerche svolte in Italia sul lavoro minorile
8.2. La psicologia e il lavoro degli adolescenti
PARTE II Ricerche
1. Il lavoro minorile: una meta-ricerca sulla letteratura scientifica internazionale (2000-2011)
1.1. Procedura
1.2. Domande di ricerca
1.3. Metodo
1.4. Risultati
1.4.1. Contesti storici e geografici in cui viene studiato il lavoro minorile
1.4.2. Cause e conseguenze del lavoro minorile
1.4.3. Il rapporto tra scuola e lavoro
1.4.4. Limiti delle conoscenze e degli approcci attuali al lavoro minorile
1.4.5. Rilevanza di aspetti culturali o storici nell’approccio al lavoro minorile
1.4.6. Efficacia degli interventi svolti finora sul lavoro minorile
1.4.7. Efficacia degli approcci utilizzati finora verso il lavoro minorile in termine di abolizione
1.4.8. I minori lavoratori come agenti economici
1.4.9. Scarsità delle ricerche che raccolgono dati e informazioni dai diretti interessati
Conclusioni
2. La rappresentazione del minore lavoratore e del lavoro minorile nella stampa italiana
2.1. L’indagine sulla stampa italiana
2.2. Obiettivi e ipotesi
2.3. Metodologia
2.4. Risultati
2.5. I Paesi e le aree geografiche a cui fanno riferimento gli articoli
2.6. Rappresentazione del lavoro minorile
2.7. La rappresentazione del minore lavoratore
Conclusioni
3. Abbinare scuola e lavoro: le opinioni di un gruppo di docenti
3.1. Background
3.2. Obiettivi della ricerca
3.3. Ipotesi
3.4. Metodologia
3.5. Principali risultati
3.5.1. La conoscenza del lavoro minorile
3.5.2. Le opinioni sul lavoro minorile
3.5.3. È possibile discriminare tra lavoro e sfruttamento minorile?
3.5.4. Il rapporto tra lo studio, la scuola e il lavoro
3.5.5. Conseguenze dello svolgimento di un lavoro da parte di un ragazzo
Conclusioni
4. Abbinare scuola e lavoro: indagine su un gruppo di adolescenti
4.1. Background
4.2. Obiettivi e domande della ricerca
4.3. Metodologia
4.3.1. Lo strumento
4.3.2. I partecipanti
4.4. Principali risultati
4.4.1. La famiglia di origine
4.4.2. Il lavoro svolto
4.4.3. L’atteggiamento dei genitori verso la scelta di lavorare dei figli
4.4.4. La scelta di lavorare
4.4.5. L’uso del denaro guadagnato
4.4.6. Aspetti positivi e negativi del lavoro svolto
4.4.7. Aspetti positivi e negativi della scuola e dello studio
4.4.8. Il rapporto tra scuola, studio e lavoro
Conclusioni
Conclusioni
Percorso bibliografico sul lavoro minorile
Bibliografia generale

Scrivi la tua recensione
Stai recensendo:Il lavoro minorile