SERVIZIO CLIENTI 0541.628242 Lunedì - Venerdì / 8.30-17.30

Sconto 15%
L’illuminazione delle opere nelle mostre d’arte

L’illuminazione delle opere nelle mostre d’arte

Autori F. Murano
Editore Maggioli Editore
Formato Ebook
Pagine 56
Pubblicazione Febbraio 2016 ( Edizione)
ISBN / EAN 8891616166 / 9788891616166

Cosa occorre sapere per illuminare un dipinto di Raffaello, un disegno di Leonardo, un’opera di Warhol o il teschio di Damien Hirst.

Prezzo Online:

9,90 €

8,42 €

Disponibilità: Disponibile

Questa nuova Guida in formato ebook intende riordinare e sistematizzare le conoscenze tecniche e progettuali necessarie a un progettista d’interni per illuminare un dipinto di Raffaello, un disegno di Leonardo, un’opera di Warhol o il teschio di Damien Hirst.

Ogni anno in Italia si svolgono moltissime mostre nelle quali vengono esposte migliaia di opere d’arte, dipinti, di disegni e di sculture illuminate da luce artificiale o naturale. La luce utilizzata nelle mostre serve principalmente ad illuminare le opere esposte, ma svolge anche altre funzioni come quella di permettere la lettura delle didascalie e delle grafiche introduttive, di rendere più o meno luminosi gli ambienti, di delineare i percorsi, le vie d’uscita e quelle di sicurezza, di illuminare i bookshop e le biglietterie, fino a mettere in evidenza i banner d’ingresso delle esposizioni. di luce sulle pareti.

Tra i tanti difetti riscontrabili visitando una mostra esistono anche quelli provocati dalla volontà di prevaricare l’opera d’arte con un’illuminazione violenta, marcata e realizzata più per valorizzare l’autore delle luci o dell’allestimento che non l’autore dell’opera stessa.

Questo breve trattato in formato ebook illustra gli elementi preliminari da prendere in considerazione (abbagliamenti, riflessi, ombre, vicinanza delle opere), le diverse tecniche da adottare in base al taglio critico adottato dal curatore e al progetto di allestimento (colore delle pareti, sistema di illuminazione già esistente, acquisizione dei dati di progetto, sorgenti da utilizzare, temperatura di colore), e le scelte progettuali di puntamento delle luci per quadri, sculture, ma anche dell’ambiente espositivo e delle grafiche introduttive.

Francesco Murano, Architetto, ha conseguito il diploma di Master in disegno industriale presso la Domus Academy di Milano ed il titolo di Dottore di ricerca in Disegno Industriale presso il Politecnico di Milano con una tesi dal titolo “Le figure della Luce”. Si è dedicato ad attività didattiche, scientifiche, di ricerca e di progettazione per industrie italiane e straniere e per enti ed Istituti di Cultura nazionali ed internazionali. I suoi progetti e le sue realizzazioni sono stati pubblicati da riviste italiane e straniere. È stato membro dello staff di ricerca della Domus Academy e del Tapey Design Center e coordinatore del master in lighting design presso l’istituto Europeo di Design di Milano. È ricercatore e docente presso la Scuola del design del Politecnico di Milano e membro del laboratorio “Luce e Colore” dello stesso Politecnico.

Crediti
Progetto grafico: Alessandro Torriero 
Illustrazioni:Yin Jiaqi.
Foto di copertina: Marcella Milani

Illuminare le opere d’arte
1. Azioni preliminari
2. Lo studio delle opere esposte
3. Gli abbagliamenti diretti
4. Gli abbagliamenti indiretti
5. I riflessi dei dipinti scuri
6. I riflessi dei vetri non polarizzati
7. I riflessi delle teche
8. Le ombre degli spigoli delle teche
9. Le ombre delle cornici sui quadri
10. Le ombre delle cornici sui muri
11. Un dipinto e un disegno posti molto vicini tra loro
12. La comprensione del taglio critico adottato dal curatore
13. Il lightscape
14. La condivisione del progetto espositivo
15. Le pareti sulle quali sono collocate le opere sono di colore chiaro
16. Le pareti opere hanno una finitura lucida
24. Le strutture espositive coprono i binari
25. I binari non sono dove dovrebbero essere
26. Non esistono sistemi di illuminazione
27. Non è possibile installare alcun sistema di illuminazione
28. L’acquisizione dei dati di progetto
29. La conoscenza dei livelli d’illuminamento
30. Luxmetri
31. I sistemi di illuminazione in dotazione
32. Gli apparecchi in dotazione nella sede espositiva
33. I sistemi DALI
34. Il rilievo degli ambienti
35. La posizione, le dimensioni e la tipologia delle singole opere
36. Gli elaborati grafici
37. La posizione dei binari
38. L’intensità luminosa
39. L’apertura del fascio luminoso
40. Le sorgenti utilizzabili
41. La temperatura di colore
42. Le scelte progettuali
43. Il blur
44. I puntamenti
45. Il fascio luminoso è troppo stretto
46. Il fascio luminoso e’ troppo largo
4 | L’illuminazione delle opere nelle mostre d’arte
47. La luce che colpisce l’opera e’ eccessiva
48. La luce che colpisce l’opera e’ troppo calda o troppo fredda
49. L’appagamento estetico
50. L’illuminazione dell’ambiente
51. L’illuminazione delle sculture
52. L’illuminazione delle grafiche


Scrivi la tua recensione

Solo gli utenti registrati possono scrivere recensioni. Accedi oppure Registrati

Prodotti consigliati

Back to top