SERVIZIO CLIENTI 0541.628242 Lunedì - Venerdì / 8.30-17.30

La disciplina degli aiuti di Stato

La disciplina degli aiuti di Stato

Autori Carlo Eugenio Baldi
Editore Maggioli Editore
Formato Cartaceo
Dimensione 17x24
Pagine 740
Pubblicazione Novembre 2017 (II Edizione)
ISBN / EAN 8891625885 / 9788891625885
Collana I fuori collana

Manuale critico ad uso delle amministrazioni e delle imprese
Con prefazione del Presidente Unioncamere Ivanhoe Lo Bello
Seconda edizione aggiornata e ampliata
› Con 99 FAQ e indice analitico

Prezzo Online:

58,00 €

Questa riedizione del Manuale, a due anni di distanza dalla prima, è motivata dall’esigenza di tenere conto da un lato del fatto che la Commissione europea ha completato, nel frattempo, il quadro regolamentare di riferimento, dall’altro – soprattutto – dall’esperienza acquisita nell’interpretazione ed applicazione delle regole. Le circa 300 pagine di cui si è arricchito il volume si basano in gran parte sulla casistica che l’Autore ha affrontato nella sua attività di assistenza ad amministrazioni ed imprese e sulle risposte fornite dalla Commissione ai quesiti posti dagli Stati membri. Il testo è stato arricchito di 99 FAQ che rispondono in maniera sintetica ed incisiva ai dubbi più frequenti che affliggono coloro che, da gestori di aiuti o da utenti, si trovano a dover applicare la disciplina degli aiuti di Stato. Fra questi anche soggetti – come i Comuni, le Province, le Comunità montane – che hanno generalmente ignorato la problematica in questione ma che, a seguito dell’introduzione del Registro Nazionale degli Aiuti, operativo dal 12 agosto 2017, non potranno esimersi dal tenerla presente nella propria attività. 

Sezioni dell’opera 
I La nozione di aiuto di Stato
II Aiuti compatibili e non compatibili
III Il controllo degli aiuti di Stato
IV Concetti e regole applicabili agli aiuti in generale
V La definizione di piccola e media impresa
VI Gli aiuti de minimis
VII Regole generali applicabili agli aiuti in esenzione
VIII Gli aiuti in caso di calamità naturali o di eventi assimilabili
IX Aiuti agli investimenti delle imprese
X Aiuti per i servizi e la crescita delle PMI
XI Aiuti a favore di ricerca, sviluppo e innovazione
XII Aiuti alla formazione, all’assunzione, all’occupazione
XIII Aiuti in campo ambientale ed energetico
XIV Aiuti in campo culturale
XV Il finanziamento delle infrastrutture
XVI Aiuti alle imprese agricole, della pesca e dell’acquacoltura
XVII Aiuti al salvataggio e alla ristrutturazione di imprese in difficoltà
XVIII La cooperazione territoriale europea
XIX I servizi di interesse economico generale
XX Per una semplificazione delle regole: un’ipotesi di lavoro
Appendici - Quesiti più frequenti - Allegati

Carlo Eugenio Baldi 
È docente di Diritto dell’Unione europea nella Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Bologna. Ha inoltre svolto docenze in Master e Corsi di specializzazione, in particolare sulle tematiche degli aiuti di Stato e dei Fondi strutturali europei. Sugli stessi temi ha tenuto oltre 600 seminari rivolti alle imprese o alle amministrazioni, in circa 150 località diverse. Nella materia degli aiuti di Stato, fin dagli anni ’90, ha svolto corsi di formazione destinati agli operatori di diverse amministrazioni regionali. Da oltre trent’anni svolge attività di consulenza a favore di amministrazioni centrali e periferiche e delle imprese, focalizzando il suo interesse, negli ultimi vent’anni, sulla materia degli aiuti di Stato. Sull’argomento oggetto del presente volume è autore di numerose pubblicazioni, fra le quali si segnala, in particolare: Se questo è mercato… Gli aiuti di Stato in un’Europa tecnocratica, Napoli, 2014. 

Parte I - Principi generali e procedure
Capitolo I – La nozione di aiuto di Stato 
1. L'origine pubblica delle risorse 
2. Nozione di impresa e di attività economica 
3. Il concetto di vantaggio e il carattere della selettività 
3.1. Lo Stato imprenditore. Il criterio dell'operatore in un'economia di mercato
3.2. Individuazione del beneficiario
4. La distorsione della concorrenza e degli scambi. Le attività "locali"
Capitolo II – Aiuti compatibili e non compatibili 
1. Le deroghe al divieto di aiuti di Stato 
1.1. Gli aiuti compatibili de jure 
1.2. Aiuti che possono essere dichiarati compatibili. Il ruolo della Commissione 
1.3. Dalle comunicazioni ai regolamenti di esenzione per categoria   
2. Applicabilità al settore agricolo degli articoli 107-109 del trattato 
3. Valutazione della compatibilità degli aiuti nei diversi settori  
Capitolo III – Il controllo degli aiuti di Stato 
1. Le competenze della Commissione. Illegalità e incompatibilità degli aiuti 
1.1. L'interpretazione delle regole 
1.2. Il recupero degli aiuti illegali e incompatibili
1.3. Aiuti illegali e giudici nazionali 
1.4. Il metodo di calcolo degli aiuti da recuperare 
1.5. La legislazione italiana in materia di revoca di aiuti 
2. Il Common Understanding Italia/Commissione
2.1. Il Registro nazionale degli aiuti. Obblighi per le amministrazioni e ricadute sulle imprese 
Capitolo IV – Concetti e regole applicabili agli aiuti in generale 
1. Il concetto di aiuto trasparente  
1.1. Gli aiuti sotto forma di prestito agevolato 
1.2. Gli aiuti sotto forma di garanzia 
1.2.1. Aiuti per gli intermediari 
1.2.2. Aiuti a favore delle imprese garantite 
2. Intensità e importo massimo degli aiuti 
2.1. La tassazione dei contributi pubblici 
2.2. Il metodo del deficit di finanziamento  
3. Individuazione del momento rilevante ai fini dell'applicazione delle regole 
3.1. Slittamento della graduatoria 
4. Regole sul cumulo 
4.1. Il cumulo nell'ambito dei fondi SIE 
4.2. La combinazione tra aiuti esentati e de minimis 
5. Divieto di aiuti per attività connesse all'esportazione 
6. Rapporto con le altre disposizioni del diritto europeo 
7. Il finanziamento dei progetti generatori di entrate nell'ambito dei fondi SIE 
8. Vincolo di destinazione e divieto di distogliere dall'uso i beni oggetto di agevolazione 
9. Vincoli posti dalla legislazione nazionale 
9.1. Segue: il "rating di legalità"
9.2. Segue: il divieto di concedere contributi a soggetti che prestano servizi alla pubblica amministrazione 
Capitolo V – La definizione di piccola e media impresa 
1. Origini e finalità della definizione di piccola e media impresa 
2. I parametri dimensionali che definiscono le piccole e medie imprese 
2.1. Le imprese associate e collegate 
2.2. Il periodo di riferimento. Mutamento dei parametri dimensionali 
3. La definizione di PMI e il concetto di "impresa unica"
Parte II - Le regole applicabili alle diverse tipologie di aiuto
Capitolo VI – Gli aiuti de minimis 
1. Campo di applicazione dei diversi regolamenti de minimis 
2. Nozione di "impresa unica"
2.1. Elementi che caratterizzano una "impresa unica"
3. Massimali triennali e individuazione del triennio 
3.1. Conseguenze del superamento del massimale 
3.1.1. Effetti dell'annullamento di un atto di revoca 
3.2. Fusioni, incorporazioni, scissioni 
4. Utilizzo del de minimis per limitare il recupero di aiuti non compatibili
5. Applicabilità del concetto di "impresa unica" al regolamento 360/2012 
6. Dichiarazione del legale rappresentante e Registro degli aiuti  
Capitolo VII – Regole generali applicabili agli aiuti in esenzione 
1. Campo di applicazione settoriale dei diversi regolamenti di esenzione 
2. Le condizioni che accomunano gli aiuti esentati agli aiuti de minimis. Rinvio 
3. Esclusione delle imprese in difficoltà 
4. Soglie di notifica 
5. La cosiddetta "clausola Deggendorf"
6. Effetto di incentivazione 
6.1. Il concetto di avvio dei lavori 
Capitolo VIII – Gli aiuti in caso di calamità naturali o di eventi assimilabili 
1. Definizione di calamità naturale 
1.1. Calamità naturali, avversità atmosferiche ed eventi assimilabili nel settore agricolo 
2. Gli aiuti ammissibili. Il principio della compensazione del danno 
2.1. Segue: procedura e tempistica 
2.2. Sospensione di imposte, tributi, oneri contributivi  
2.3. La detassazione degli indennizzi e dei risarcimenti 
3. Cessione dell'impresa o di asset nelle more dell'indennizzo  
4. Compatibilità tra indennizzi e aiuti agli investimenti  
5. Sostegno alle attività economiche nelle aree colpite da un evento sismico 
6. Contributi per l'adeguamento sismico degli edifici e per la prevenzione del rischio sismico
Capitolo IX – Aiuti agli investimenti delle imprese  
1. Definizione di aiuti agli investimenti  
2. Gli aiuti a finalità regionale: campo di applicazione 
2.1. Segue: la carta italiana delle regioni assistite 
2.2. Segue: investimenti e spese ammissibili. Intensità degli aiuti 
3. Aiuti agli investimenti a favore delle PMI  
4. Esiste una specificità del settore turistico? 
5. Aiuti agli investimenti nelle aziende agricole 
6. Aiuti nel settore della trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli 
7. Aiuti agli investimenti nel settore dell'acquacoltura 
Capitolo X – Aiuti per i servizi e la crescita delle PMI  
1. Aiuti per servizi di consulenza 
2. Aiuti per la partecipazione a manifestazioni fieristiche 
3. Aiuti all'innovazione 
4. Attività promozionali e pubblicitarie, con particolare riferimento al settore turistico 
5. Aiuti per il finanziamento del rischio 
6. Aiuti all'avviamento 
Capitolo XI – Aiuti a favore di ricerca, sviluppo e innovazione 
1. Definizioni. I diversi tipi di ricerca 
1.1. Segue: organismi e infrastrutture di ricerca. Attività economica e non economica 
1.2. I Consorzi per un'infrastruttura europea di ricerca (ERIC) 
2. Aiuti a progetti di ricerca e sviluppo 
3. Vincoli territoriali, proprietà e trasferimento dei risultati. Ricerca collaborativa e contrattuale 
4. Aiuti agli investimenti per le infrastrutture di ricerca 
5. Aiuti ai poli d'innovazione 
6. Aiuti per l'innovazione dei processi e dell'organizzazione 
7. Aiuti alla ricerca e sviluppo nei settori dell'agricoltura, della pesca e dell'acquacoltura 
8. Gli appalti pre-commerciali  
Capitolo XII – Aiuti alla formazione, all'assunzione, all'occupazione 
1. Aiuti alla formazione 
1.1. Divieto di aiuti per la formazione obbligatoria 
1.2. Aiuti alle imprese o formazione dell'individuo 
1.3. Trasferimento di conoscenze e azioni di informazione nel settore agricolo e forestale 
1.4. Promozione del capitale umano, creazione di posti di lavoro nel settore della pesca e dell'acquacoltura 
1.5. Aiuti agli enti di formazione: sistema dell'istruzione pubblica e attività di mercato 
2. Aiuti all'assunzione di lavoratori svantaggiati e all'occupazione di lavoratori disabili. Compensazione dei sovraccosti 
2.1. Aiuti all'assunzione e all'occupazione 
2.2. Compensazione dei sovraccosti e dei costi per l'assistenza 
Capitolo XIII – Aiuti in campo ambientale ed energetico 
1. Ambito di applicazione 
2. Costi ammissibili agli aiuti in campo ambientale 
3. Aiuti per il superamento o l'anticipazione di norme obbligatorie 
4. Misure di efficienza energetica e cogenerazione 
5. Sostegno alla produzione di energia da fonti rinnovabili  
6. Incentivi per la realizzazione di impianti di teleriscaldamento e teleraffreddamento 
7. Aiuti per il risanamento di siti contaminati e per il riciclaggio dei rifiuti 
8. Aiuti agli investimenti per le infrastrutture energetiche  
9. Gli aiuti a finalità ambientale specifici per il settore agricolo 
10. La problematica degli incentivi per la produzione di energie rinnovabili 
Capitolo XIV – Aiuti in campo culturale  
1. Aiuti per la conservazione del patrimonio e per le attività culturali 
1.1. Le condizioni di compatibilità degli aiuti alle infrastrutture e alle attività culturali 
1.2. Il finanziamento di musei, siti archeologici, monumenti è aiuto di Stato? 
1.3. Le ipotesi di non aiuto contemplate dal regolamento 651/2014  
1.3.1. L'applicazione del criterio della distorsione degli scambi. Il carattere di "prossimità"
1.4. Il nuovo approccio della Commissione 
1.5. Come gestire i casi dubbi 
1.6. Il rischio incombente del Registro nazionale degli aiuti. La funzione di linee guida condivise 
2. Preservazione del patrimonio culturale e naturale delle aziende agricole 
3. Gli aiuti per le opere audiovisive 
Capitolo XV – Il finanziamento delle infrastrutture 
1. Finanziamento delle infrastrutture e disciplina degli aiuti di Stato 
2. Le infrastrutture a banda larga 
3. Aiuti per le infrastrutture sportive e ricreative multifunzionali 
3.1. Segue. Quando il finanziamento di un'infrastruttura non costituisce aiuto di Stato 
3.2. Segue. Il caso degli impianti a fune 
3.3. Segue. Come comportarsi nei casi dubbi. Rinvio 
3.4. Il finanziamento di impianti di proprietà o di uso esclusivo di club sportivi professionistici  
4. Aiuti alle infrastrutture locali 
5. Aiuti agli aeroporti (e alle compagnie aeree) 
5.1. Segue. Gli aiuti a favore degli aeroporti regionali, in esenzione 
6. Il finanziamento delle infrastrutture portuali 
Capitolo XVI – Aiuti alle imprese agricole, della pesca e dell'acquacoltura 
1. Principi generali. Definizioni 
2. Aiuti rivolti esclusivamente al settore primario 
3. Aiuti per l'adesione a regimi di qualità 
4. Aiuti per azioni promozionali 
5. Gli indennizzi per i danni causati da animali protetti 
6. Aiuti a favore del settore forestale non considerati precedentemente 
7. Aiuti a favore delle imprese di produzione, trasformazione e commercializzazione di prodotti della pesca e dell'acquacoltura disciplinati dal regolamento 1388/2014 
8. Gli interventi del PSR per la realizzazione di servizi di base e per il rinnovamento dei villaggi nelle zone rurali 
Capitolo XVII – Aiuti al salvataggio e alla ristrutturazione di imprese in difficoltà 
1. Presupposto degli aiuti al salvataggio e alla ristrutturazione 
2. Campo di applicazione. Definizione di impresa in difficoltà 
3. Condizioni generali per la concessione degli aiuti 
4. Gli aiuti al salvataggio  
5. Gli aiuti alla ristrutturazione 
6. Il sostegno temporaneo alla ristrutturazione 
7. La gestione delle crisi nel settore finanziario 
Capitolo XVIII – La cooperazione territoriale europea 
1. L'incerta applicazione della disciplina degli aiuti di Stato alla cooperazione territoriale 
2. L'introduzione di disposizioni specifiche relative alla CTE nel regolamento 651/2014 
2.1. Segue. Il finanziamento dei costi di cooperazione delle PMI 
2.2. Segue. Gli aiuti regionali agli investimenti  
2.3. Segue. Notifica, pubblicità, informazioni  
3. L'applicazione del regolamento de minimis 
4. Come procedere alla valutazione dei progetti. Il vantaggio per delle imprese 
4.1. Segue. La distorsione degli scambi 
4.2. Segue. Aiuti indiretti e distinzione tra beneficiari e fornitori di beni o servizi 
Capitolo XIX – I servizi di interesse economico generale 
1. Principi e definizioni  
2. La giurisprudenza Altmark 
3. I due pacchetti SIEG 
3.1. Compensazioni in esenzione e obbligo di notifica 
3.2. Le compensazioni in regime de minimis 
Capitolo XX – Per una semplificazione delle regole: un'ipotesi di lavoro 
1. Le competenze della Commissione e lo spazio per una modifica delle regole 
2. Un de minimis che sia realmente tale 
3. Una definizione di PMI semplificata e più equa 
4. Ripensare i criteri per individuare le "regioni assistite"
4.1 Il riconoscimento della specificità della montagna 
5. Una revisione dell'approccio alla cooperazione territoriale  
6. Criteri nazionali validati per tracciare il confine fra aiuto e non aiuto 
APPENDICE 1 – Definizione di PMI e concetto di "impresa unica"
APPENDICE 2 – Dichiarazione de minimis. Istruzioni per la compilazione
APPENDICE 3 – Come utilizzare la clausola Deggendorf  
APPENDICE 4 – Linee guida per il finanziamento delle infrastrutture e delle attività culturali  
APPENDICE 5 – Griglia di valutazione 
Quesiti più frequenti
1. Problematiche di carattere generale 
2. Regime de minimis 
3. Regole applicabili a determinate categorie di aiuti  
4. Regole specifiche per il settore agricolo e della pesca  
Allegati
ALLEGATO A – Estratto dal Trattato sul funzionamento dell'Unione Europea (articoli 107-109)
ALLEGATO B – Allegato I al TFUE – Elenco dei prodotti disciplinati dalla PAC
ALLEGATO C – Allegato I al regolamento 1379/2013 – Prodotti della pesca e dell'acquacoltura di cui all'OCM 
ALLEGATO D – Modello di dichiarazione de minimis 
ALLEGATO E – Modello di dichiarazione Deggendorf 
ALLEGATO F – Aiuti alla cultura. Dichiarazione per la verifica del rispetto del funding gap
ALLEGATO G – Aiuti alla cultura. Dichiarazione relativa ai finanziamenti pubblici sugli stessi costi 
ALLEGATO H – Intensità/importi degli aiuti in esenzione ai sensi del regolamento 651/2014 – Tabella 
ALLEGATO I – Errori di traduzione e formulazione equivoca dei testi dei regolamenti 
ALLEGATO L – Definizione di piccole e medie imprese (articoli 1-6, Allegato I, regolamento 651/2014
ALLEGATO M – Documentazione in materia di aiuti di Stato
Indice analitico 


Scrivi la tua recensione

Solo gli utenti registrati possono scrivere recensioni. Accedi oppure Registrati

Prodotti consigliati

Back to top