SERVIZIO CLIENTI 0541.628200  Lunedì - Venerdì / 8.30-17.30

La gestione del bilancio armonizzato degli enti locali

La gestione del bilancio armonizzato degli enti locali

Autori Luca Mazzara - Marco Castellani
Editore Maggioli Editore
Formato Cartaceo
Dimensione 21x29,7
Pagine 350
Pubblicazione Novembre 2018 (I Edizione)
ISBN / EAN 8891629432 / 9788891629432
Collana Progetto ente locale

Una guida per predisporre agevolmente:

  • Il dup
  • Il bilancio di previsione
  • Il rendiconto
  • Il bilancio consolidato
  • Il piano degli indicatori

Aggiornato a:
› Circolare RGS n. 25 del 3 ottobre 2018
› D.M. 29 agosto 2018, IX de-creto correttivo D.Lgs. n. 118/2011

Prezzo Online:

55,00 €

Il testo intende fornire le corrette chiavi di lettura del nuovo impianto dell’armonizzazione contabile, soffermandosi in particolar modo sulle rilevanti connessioni ed influenze che esso esercita anche sui restanti sistemi di misurazione e sui principali meccanismi operativi caratterizzanti la funzionalità dell’ente locale. Il volume ha come primaria finalità quella di rendere agevole la comprensione delle logiche sottostanti alla predisposizione del bilancio armonizzato rendendolo familiare ad un’ampia fascia di potenziali soggetti decisori e fruitori. L’idea di fondo che spinge gli Autori è che, per comprendere le logiche inerenti alla predisposizione e alla gestione del bilancio, occorra essere pienamente consapevoli delle numerose relazioni che intercorrono tra tale strumento “cardine” del processo di programmazione e le conseguenti fasi della gestione, per poter procedere in sequenza con opportune valutazioni da realizzare in sede di consuntivazione, utili poi per sviluppare in modo integrato anche il complesso sistema di controlli interni e per rendicontare in modo trasparente l’operato dell’ente anche alla collettività.
In particolare l’opera approfondisce i temi centrali dell’armonizzazione contabile al fine di una corretta interpretazione dell’organizzazione dell’ente locale relativamente:
› al processo di pianificazione strategica e di programmazione di mandato, soffermandosi sulle finalità informative sottostanti al DUP e sulla relativa articolazione nelle due sezioni previste (SeS e SeO);
› alle fasi e agli strumenti di programmazione e gestione del nuovo bilancio armonizzato;
› alla rendicontazione finanziaria ed economico-patrimoniale;
› alle finalità informative e alle caratteristiche del bilancio consolidato del gruppo ente locale;
› alla valenza informativa che il legislatore attribuisce al cosiddetto “Piano degli indicatori”.
Il testo è completato da esemplificazioni e casi pratici concernenti alcune modalità di sviluppo e risoluzione messe a punto dagli enti locali in questa prima fase di attuazione del processo di riforma, nonché da una serie di casistiche tratte dalle esperienze maturate dagli Autori nello svolgimento della loro attività professionale.
Per il taglio operativo e schematico, l’opera è destinata ai responsabili ed al personale dei servizi finanziari di enti locali, ai loro revisori nonché agli amministratori ed ai consiglieri. Grazie al linguaggio semplice ed immediato utilizzato, il testo è altresì rivolto al pubblico degli studenti di corsi universitari e post lauream (Master e Corsi di Alta Formazione).

Marco Castellani Dottore commercialista, revisore e consulente di enti locali, componente della Commissione ARCONET presso il MEF, docente in corsi di formazione, pubblicista. Presidente ANCREL (Associazione Nazionale Certificatori e Revisori Enti Locali)
Luca Mazzara Direttore del Master in City Management, del Corso di alta formazione universitaria in Pianificazione e controllo strategico degli enti locali e del Corso di specializzazione per Manager delle Unioni. Fondatore e responsabile scientifico di Strategic Lab, Università di Bologna, Scuola di Economia, Management e Statistica, Campus di Forlì. Docente nel progetto di formazione istituzionale sull’armonizzazione contabile del MEF-Ragioneria Generale dello Stato in collaborazione con Ministero dell’Università, dell’Istruzione e della Ricerca, ANCI, UPI, IFEL, FORMAP e FUAP. Docente nell’ambito dei corsi-concorso per Segretari comunali per la Scuola Superiore delle Pubblica Amministrazione Locale prima e successivamente per il Ministero dell’Interno. Autore di pubblicazioni in tema di pianificazione, programmazione e controllo delle performance nelle autonomie locali.

Segnalazioni bibliografiche
› I controlli interni ed esterni nell’amministrazione locale
Massimo Barbiero

DOCUMENTAZIONE ON LINE

  • Modulistica e normativa aggiornata fino al 31.12.2019
  • Accesso gratuito per 1 mese al servizio internet BilancioeContabilità

Le ragioni del cambiamento dell'impianto contabile: quali nuove prospettive informative?
Capitolo I - Il documento unico di programmazione: finalità informative e linee di sviluppo
1. La fase propedeutica al processo di programmazione: l'analisi del contesto locale 
1.1. La fase centrale del processo di programmazione: la valutazione 
2. La formulazione delle scelte strategiche: la predisposizione di piani e programmi 
3. Il documento unico di programmazione: strumento per la programmazione del mandato 
3.1. L'architettura informativa del DUP: sezione strategica e sezione operativa 
3.2. Analisi e diagnosi strategica a supporto delle decisioni future: il caso del Comune di Cervia 
3.3. Dalla definizione dei programmi prioritari all'individuazione e misurazione degli obiettivi strategici: il caso del Comune di Bologna 
3.4. Dagli indirizzi strategici di mandato all'individuazione degli obiettivi strategici ed operativi: il caso del Comune di Cremona 
3.5. L'identificazione delle istanze strategiche prioritarie 
3.6. Gli indirizzi generali per le società controllate e partecipate e per gli organismi ed enti strumentali 
4. La fase nevralgica del processo: l'individuazione e la misurazione degli obiettivi strategici ai fini del DUP 
4.1. La progettazione di un sistema di indicatori di misurazione preventiva delle scelte strategiche 
4.2. Le nuove dimensioni strategiche del benessere equo e sostenibile 
4.2.1. Gli indicatori del benessere equo e sostenibile (BES) dei territori ai fini del DUP 
4.3. Le nuove frontiere della misurazione strategica: dalle misure del benessere alla strategia per lo sviluppo sostenibile 
4.3.1. L'applicazione delle strategie per lo sviluppo sostenibile nella programmazione locale 
5. L'analisi strategica del contesto interno 
5.1. Modalità e tecniche di controllo e rendicontazione 
6. La sezione operativa (SeO) del DUP 
6.1. Principali finalità e contenuti operativi della SeO 
6.2. Sezione operativa: parte 1 - contenuti informativi minimali  
6.3. Il ruolo centrale del programma  
6.4. Sezione operativa: parte 2 - altri strumenti di programmazione 
6.4.1. Programma triennale: contenuti informativi  
6.4.2. Il programma biennale di forniture e servizi 
6.4.3. Programmazione del fabbisogno di personale 
6.4.4. Gestione e valorizzazione del patrimonio immobiliare 
7. Altri strumenti di programmazione 
8. La nota di variazione al DUP 
9. Il documento unico di programmazione "semplificato" relativamente agli enti di minori dimensioni 
10. Lo strumento principe nella programmazione e gestione finanziaria: il piano esecutivo di gestione (PEG)  
Capitolo II - Programmazione e gestione del bilancio armonizzato 
1. La competenza finanziaria potenziata 
2. La struttura del bilancio di previsione e la sua approvazione 
3. Il piano integrato dei conti 
4. Le variazioni di bilancio 
5. Gli equilibri di bilancio 
6. Il saldo di finanza pubblica 
7. La contabilizzazione di entrate e spese 
Capitolo III - Il rendiconto armonizzato
1. La struttura del rendiconto e la procedura di approvazione 
2. Il riaccertamento ordinario dei residui e l'allegato b) al conto del bilancio 
3. Il FCDE a consuntivo e l'allegato c) al conto del bilancio  
4. Il risultato di amministrazione e l'allegato a) al conto del bilancio 
5. Gli altri allegati al conto del bilancio 
6. La relazione al rendiconto e il conto degli agenti contabili 
7. La contabilità economico-patrimoniale 
7.1. La matrice di correlazione 
7.2. La prima apertura dei conti, la riclassificazione e la nuova valorizzazione 
7.3. I criteri di valutazione delle principali poste 
8. La rilevanza nella contabilità economico-patrimoniale del FPV 
8.1. I check di controllo tra contabilità finanziaria e contabilità economico-patrimoniale 
8.2. I riferimenti normativi
• Esempio: Comune di Forlì, dall'apertura dei conti all'1/1/2016 allo stato patrimoniale e al conto economico al 31/12/2016
Capitolo IV - Il bilancio consolidato
1. Il bilancio consolidato e la procedura di approvazione
1.1. Conto economico
1.2. Stato patrimoniale
2. La definizione di Gruppo amministrazione pubblica e di perimetro di consolidamento
3. La comunicazione agli organismi partecipati, le scritture di pre-consolidamento e le elisioni intercompany
3.1. La comunicazione agli organismi partecipati
4. Le scritture di pre-consolidamento
5. Le elisioni intercompany 
6. La nota integrativa 
• Esempio: Comune di Cervia, bilancio consolidato 2017 
Capitolo V - Il piano degli indicatori e dei risultati attesi
1. La valenza informativa del Piano degli indicatori di bilancio
2. Le tipologie di indicatori
• Esempio: Comune di Cervia, Piano degli indicatori 2017


Scrivi la tua recensione

Solo gli utenti registrati possono scrivere recensioni. Accedi oppure Registrati

Libri consigliati

Back to top