SERVIZIO CLIENTI 0541.628200  Lunedì - Venerdì / 8.30-17.30

Sconto 15%
La procedura fallimentare, l’esdebitazione e l’insolvenza

La procedura fallimentare, l’esdebitazione e l’insolvenza

Autori Domenico Posca - Junio D’Amico - Davide Grasselli
Editore Maggioli Editore
Formato Cartaceo
Dimensione 17x24
Pagine 400
Pubblicazione Marzo 2015 (II Edizione)
ISBN / EAN 8891610584 / 9788891610584
Collana Fallimento

Presentazione di Domenico Mazzocca
Presidente Onorario della Suprema Corte di Cassazione

II Edizione

Prezzo Online:

45,00 €

38,25 €

Aggiornamenti e Contenuti Digitali

Il volume, con FORMULARIO, è aggiornato al D.L. 132/2014 convertito con modifiche in L. 162/2014 che, con l’art. 20, ha introdotto nuove norme per il monitoraggio delle PROCEDURE CONCORSUALI e per il deposito degli ATTI CON MODALITÀ TELEMATICHE.
Si illustra anche il decreto legislativo 21 novembre 2014, n. 175 in materia di SEMPLIFICAZIONE FISCALE, che con l’art. 31 ha ampliato l’ambito di RETTIFICA IVA dei crediti non riscossi nei confronti di imprese assoggettate a procedure concorsuali.
Ampio e sostanziale è stato il contributo della GIURISPRUDENZA di merito e di cassazione nel chiarire e precisare gli inevitabili dubbi interpretativi conseguenti alle novità normative introdotte. Sono state selezionate e riportate nel testo e nelle note le massime ritenute più rilevanti.
Gli autori, con esperienza e professionalità, hanno commentato i vari provvedimenti legislativi che si sono succeduti negli ultimi anni in modo da fornire uno strumento di lavoro di carattere essenzialmente pratico a quanti si occupano professionalmente di problematiche in materia dell’insolvenza e di procedure fallimentari.

Il Cd-Rom allegato contiene la Normativa e la Giurisprudenza oltre al Formulario compilabile e stampabile.

Domenico Posca, Dottore commercialista e revisore contabile, cultore di Diritto Fallimentare presso la Facoltà di Economia dell’Università Parthenope di Napoli, docente a contratto di Diritto e Management delle professioni economiche.

Junio D’Amico, Avvocato, docente a contratto di diritto processuale civile, autore di numerose pubblicazioni sui provvedimenti cautelari e in materia fallimentare sul concordato preventivo.

Davide Grasselli, Dottore commercialista e revisore contabile, si occupa prevalentemente di diritto fallimentare rivestendo la carica di curatore fallimentare in diverse procedure concorsuali. È Vice-presidente della commissione di studio sul diritto fallimentare presso l’Ordine dei Dottori Commercialisti di Napoli.
 

 Requisiti hardware e software
-Sistema operativo: Windows® 98 o successivi
-Browser: Internet
-Programma capace di editare documenti in formato RTF (es. Microsoft Word)

CAPITOLO I

La sentenza dichiarativa di fallimento

1. Iniziativa per la dichiarazione di fallimento

2. Competenza

3. Incompetenza del Tribunale

4. Conflitto positivo di competenza

5. Istruttoria prefallimentare

6. Dimensione del debito

7. La sentenza dichiarativa di fallimento nel novellato art. 16 l.f.

8. Sospensione della liquidazione dell’attivo

9. Gravami contro il provvedimento che respinge l’istanza di fallimento

10. Sentenza di fallimento e soci illimitatamente responsabili

11. Apertura del concorso

 

CAPITOLO II

I nuovi presupposti soggettivi ed oggettivi

1. Soggetti al fallimento

2. Spetta al debitore la prova della non fallibilità

3. Rischi connessi alla riduzione dell’area di fallibilità

4. Impatto della riforma sul sistema economico meridionale

5. Dubbi interpretativi: la definizione di piccolo imprenditore contenuta nell’art. 1 d.lgs. 5/2006

6. Capitale investito

7. Istruttoria prefallimentare

8. Realizzazione di ricavi lordi medi

9. Documenti utili per valorizzare i parametri

10. Società di capitali

11. Altre imprese

12. Nuovi presupposti e proiezioni statistiche

13. Società di persone e ditte individuali in regime di contabilità ordinaria

14. Società di persone e ditte individuali in regime di contabilità semplificata

15. Il valore dei ricavi

16. Fallimento dell’imprenditore che ha cessato l’attività

17. Nuovo articolo 10 della legge riformata

18. Adeguamento alla pronuncia della Consulta

19. Società irregolari

20. La cancellazione delle società di capitali

21. I rimedi dei creditori insoddisfatti

22. Conclusioni

 

CAPITOLO III

Gli organi fallimentari

A) Tribunale e Giudice delegato

B.1) Il Curatore fallimentare

B.2) Adempimenti fiscali del Curatore fallimentare

C) Il comitato dei creditori

 

CAPITOLO IV

Gli effetti del fallimento

A) Effetti sul fallito

B) Effetti del fallimento sui rapporti pendenti

C) Effetti del fallimento sui contratti

 

CAPITOLO V

La ricostruzione del patrimonio del fallito

A) La nuova azione revocatoria fallimentare

B) Effetti della revocatoria nei confronti dell’effettivo destinatario della prestazione

C) Piano attestato dal professionista e atti esonerati dalla revocatoria

 

CAPITOLO VI

La formazione dello stato passivo

A) L’accertamento dello stato passivo

B) Le impugnazioni dello stato passivo

 

CAPITOLO VII

La gestione dell’attivo

A) L’esercizio provvisorio dell’impresa

B) L’affitto di azienda

 

CAPITOLO VIII

La liquidazione dell’attivo

A) Il programma di liquidazione dei beni

B) La vendita fallimentare dell’azienda, dei crediti e delle partecipazioni

C) La vendita fallimentare di immobili ed altri beni

 

CAPITOLO IX

La ripartizione dell’attivo

1. Premessa

2. Il procedimento di ripartizione

3. I crediti prededucibili

4. I conti speciali delle masse immobiliari e mobiliari

5. Crediti assistiti da prelazione

6. Partecipazione dei creditori ammessi tardivamente

7. I riparti parziali

8. Scioglimento delle ammissioni con riserva

9. Restituzione di somme riscosse

10. Pagamento ai creditori

 

CAPITOLO X

Operazioni di chiusura della procedura

1. Premessa

2. Rendiconto del Curatore

3. Riparto finale

4. Maggiore speditezza della chiusura

5. Attribuzione dei crediti d’imposta

6. Somme non riscosse

7. Chiusura della procedura

8. Sorte dei soci illimitatamente responsabili

9. Impugnazione dei provvedimenti relativi alla chiusura

10. Effetti della chiusura sui creditori insoddisfatti

11. La riapertura del fallimento

 

CAPITOLO XI

Il concordato fallimentare

1. Premessa

2. La proposta di concordato

3. Concordato con numero elevato di creditori

4. Il voto della proposta

5. Approvazione del concordato

6. Deposito del concordato

7. Omologazione del concordato

8. Risoluzione del concordato

 

CAPITOLO XII

Il procedimento di esdebitazione

1. Premessa

2. Premio all’imprenditore “onesto ma sfortunato”

3. Le condizioni per accedere al beneficio

4. Esclusioni

5. Il procedimento

6. Crediti non concorrenti

 

CAPITOLO XIII

Il fallimento delle società

1. Premessa

2. Amministratori, direttori generali, componenti degli organi di controllo, liquidatori e soci di società a responsabilità limitata

3. Soci illimitatamente responsabili

4. Polizza assicurativa e fideiussione bancaria

5. Patrimoni destinati ad uno specifico affare

 

CAPITOLO XIV

Crisi d’impresa e gestione stragiudiziale

1. Limiti della gestione giudiziaria della crisi d’impresa

2. Le ragioni del ricorso alle soluzioni extra giudiziarie

3. La gestione stragiudiziale della crisi d’impresa ante riforma

4. Le soluzioni alternative alla crisi d’impresa

5. Insolvenza e dissesto

6. La regolazione della crisi

7. La cessione dell’azienda

8. L’organizzazione del processo di risanamento

9. Modifiche all’art. 67 l.f. apportate dall’art. 33 della legge 134/2012

10. La nuova regolazione degli accordi stragiudiziali

 

CAPITOLO XV

Il concordato preventivo

1. Premessa

2. I presupposti per l’accesso alla procedura di concordato preventivo

3. La domanda di concordato

4. L’ammissione alla procedura

5. L’amministrazione dei beni durante la procedura

6. Approvazione del concordato preventivo e vendita dei beni

7. L’udienza di omologazione

8. Chiusura della procedura di concordato

9. Provvedimenti in caso di cessione di beni

10. Concordato con continuità aziendale (nuovo art. 186-bis l.f. introdotto dalla legge 134/2012 novellato dalla legge 9/2014)

 

CAPITOLO XVI

L’accordo di ristrutturazione dei debiti

1. Premessa

2. Il nuovo art. 182-bis l.f

3. Sorte dei creditori estranei

4. L’omologazione in assenza di opposizioni

5. Accordi di ristrutturazione dei debiti (nuovo art. 182-bis l.f. modificato dalla legge 134/2012)

6. Disposizioni in tema di prededucibilità dei crediti nel concordato preventivo, negli accordi di ristrutturazione dei debiti (art. 182-quater l.f. modificato dalla legge 134/2012)

7. Disposizioni in tema di finanziamento e di continuità aziendale nel concordato preventivo e negli accordi di ristrutturazione dei debiti (art. 182-quinquies l.f.)

8. Riduzione o perdita del capitale della società in crisi (art. 182-sexies l.f.)

9. Nuova disciplina fiscale delle sopravvenienze attive e deducibilità delle perdite introdotta dalla legge 134/2012

10. Le note di variazione IVA dopo l’emanazione del decreto legislativo n. 175 del 21 novembre 2014, concernente semplificazioni fiscali (in vigore dal 13 dicembre 2014)

 

CAPITOLO XVII

La transazione fiscale

1. Premessa

2. Transazione fiscale

3. Procedimento

4. Rilievi particolari

 

CAPITOLO XVIII

Entrata in vigore della riforma e disciplina transitoria

1. Disciplina transitoria

2. Entrata in vigore

 

CAPITOLO XIX

Problematiche applicative e di coordinamento

A) Riforma fallimentare: rilievi critici e spunti operativi

B) Disciplina transitoria e contrasti giurisprudenziali

 

CAPITOLO XX

Le procedure amministrative di gestione dell’insolvenza

A) La liquidazione coatta amministrativa

B) L’amministrazione straordinaria della grande impresa insolvente

 

CAPITOLO XXI

Il sovraindebitamento del debitore non fallibile

1. Premessa

2. Primo bilancio dell’istituto introdotto con la legge n. 3 del 2012

3. Riforma della disciplina operata dall’art. 18 del d.l. 18 ottobre 2012, n. 179, convertito in legge, con modificazioni, dalla legge 17 dicembre 2012, n. 221

4. Ratio della riforma operata dal d.l. n. 179 del 2012

5. Finalità della legge e definizione di sovraindebitamento

6. Presupposti di ammissibilità

7. Contenuto dell’accordo

8. Definizione del consumatore e presupposti di ammissibilità del piano

9. Contenuto del piano

10. Relazione dell’organismo di composizione della crisi

11. Omologazione dell’accordo

12. Effetti del provvedimento sospensivo

13. Accordo sulla proposta

14. Esecuzione dell’accordo

15. Omologazione del piano del consumatore

16. Effetti dell’accordo

17. Procedura di liquidazione

18. Procedura di esdebitazione

19. Disposizioni comuni

20. Organismi di composizione della crisi

21. Sanzioni

22. Disposizioni transitorie e ruolo dei professionisti

23. Regolamento sui requisiti di iscrizione nel registro degli organismi di composizione della crisi da sovraindebitamento (d.m. 202/2014 pubblicato in G.U. il 27 gennaio 2015)

 

Formulario

1) Convocazione dell’amministratore dell’impresa fallita

2) Avviso ai creditori ex art. 92 l.f.

3) Comunicazione ai creditori dell’avvenuta approvazione dello stato passivo ex art.97 l.f.

4) Istanza per la nomina del comitato dei creditori ex art. 40 l.f.

5) Richiesta alle banche di eventuali rapporti di credito esistenti alla data del fallimento

6) Istanza per l’autorizzazione alle indagini presso l’Anagrafe tributaria

7) Istanza per l’estensione del fallimento ai soci occulti

8) Risoluzione rapporto di lavoro subordinato

9) Istanza per l’autorizzazione a richiedere copia della sentenza dichiarativa di fallimento

10) Istanza al richiamo del fascicolo della sezione espropri

11) Istanza per la liquidazione dell’onorario e rimborso spese al Curatore

12) Istanza per la chiusura della procedura ai sensi dell’art. 118, numero 1, l.f.

13) Istanza per la chiusura della procedura ai sensi dell’art. 118, numero 2, l.f

14) Istanza per la chiusura della procedura ai sensi dell’art. 118, numero 3, l.f

15) Istanza per la chiusura della procedura ai sensi dell’art. 118, numero 4, l.f

16) Istanza per l’autorizzazione alle indagini

17) Istanza per l’autorizzazione a non opporsi a cartella di pagamento

18) Istanza di nomina del comitato dei creditori ex art. 40 l.f.

19) Relazione ex art. 33 l.f.

20) Relazione per la Procura della Repubblica

21) Verbale di interrogatorio

22) Verbale di udienza di verifica dei crediti

23) Rendiconto del Curatore ai sensi dell’art. 116 l.f.

24) Esempio di progetto di stato passivo ex art. 95 l.f.


Scrivi la tua recensione

Solo gli utenti registrati possono scrivere recensioni. Accedi oppure Registrati

Prodotti consigliati

Back to top