SERVIZIO CLIENTI 0541.628200  Lunedì - Venerdì / 8.30-17.30

Sconto 5%
La responsabilità del datore negli infortuni sul lavoro

La responsabilità del datore negli infortuni sul lavoro

Autori Costantino De Robbio
Editore Maggioli Editore
Formato Cartaceo
Dimensione 17x24
Pagine 336
Pubblicazione Luglio 2019 (I Edizione)
ISBN / EAN 8891632111 / 9788891632111
Collana Collana Legale - L'Attualità del diritto

- La responsabilità civile e penale del datore di lavoro
- La sicurezza sul luogo di lavoro
- La richiesta di risarcimento del danno
- Gli aspetti assicurativi

Crea o accedi al tuo profilo sul sito, dopo l'acquisto del volume potrai scaricare in omaggio nella sezione approfondimenti del sito la Previdenza Anti-Covid in pdf.

Prezzo Online:

36,00 €

34,20 €

Ordina ora per avere:
Ricezione entro 48h
Spedizione in 48h
Paga alla consegna senza costi aggiuntivi
Paga alla consegna senza costi aggiuntivi
Spedizione Gratuita
Aggiornamenti e Contenuti Digitali

Il volume tratta tutta la normativa e la recente giurisprudenza in materia di infortuni sul lavoro, affrontando la responsabilità del datore dal punto di vista sia civilistico che penalistico, nonché analizzando la normativa assicurativa e gli aspetti risarcitori.

L’opera è dunque un valido strumento per i professionisti che si occupano di diritto civile, diritto penale e diritto del lavoro; il taglio pratico e al contempo approfondito, rende il volume un valido strumento operativo ed efficace per affrontare la vasta casistica in materia.

Parte I - Infortuni sul lavoro e responsabilità civile del datore di lavoro
Capitolo I – Origini ed evoluzione della normativa di tutela contro gli infortuni sul lavoro
1. Le origini: l’esigenza di una tutela antinfortunistica
2. Il codice civile del 1865, tra responsabilità aquiliana e responsabilità contrattuale
3. La nozione di “rischio professionale” per superare i limiti della responsabilità civile
4. Dalla tutela civilistica alle norme fondate sul principio di rischio professionale: legge 17 marzo 1989, n. 80, nasce la previdenza
5. Il progresso della previdenza nella prima metà del XX secolo
6. Dalla seconda metà del XX secolo ad oggi tra tutela indennitaria e risarcitoria, e normativa prevenzionistica (cenni)
Capitolo II – Responsabilità civile ed obbligo di sicurezza del datore di lavoro
1. Le fonti normative dell’obbligo di sicurezza del datore di lavoro e della tutela antinfortunistica del lavoratore. Ritorno alla centralità della responsabilità civile
2. Le fonti normative tra prevenzione, sanzione e ristoro (segue)
3. La responsabilità civile del datore di lavoro e l’art. 2087 c.c., natura e limiti
4. L’ambito soggettivo e oggettivo di applicazione dell’art. 2087
5. Il concorso colposo del lavoratore nella verificazione dell’evento
6. La ripartizione degli oneri probatori e di allegazione
7. La responsabilità civile dell’imprenditore per fatto illecito altrui: art. 2049 c.c.
8. La responsabilità civile del datore di lavoro e la previdenza antinfortunistica
9. La sicurezza nei luoghi di lavoro. Cenni sulla disciplina prevenzionistica del d.lgs. n. 81/2008
Capitolo III – Il risarcimento del danno
1. Responsabilità contrattuale ed extracontrattuale del datore di lavoro
2. Tutela risarcitoria e tutela previdenziale
2.1. (Segue) La natura eterogenea del risarcimento e dell’indennizzo
2.2. (Segue) I rapporti tra tutela indennitaria e tutela risarcitoria a seguito della nascita del danno biologico
3. La nascita del danno biologico da infortunio sul lavoro
3.1. (Segue) Il meccanismo di liquidazione
4. L’esonero da responsabilità del datore di lavoro
4.1. (Segue) La responsabilità penale come limite al meccanismo dell’esonero
5. Risarcimento del danno differenziale
5.1. (Segue) Il danno differenziale “qualitativo” (c.d. danni complementari)
5.2. (Segue) La natura complementare o differenziale del danno non patrimoniale e del danno biologico
6. Il danno differenziale di natura patrimoniale
6.1. (Segue) La perdita di chance
7. Risarcimento dei danni e indennizzo in caso di morte dell’assicurato
8. Il calcolo del danno differenziale: premessa
8.1. (Segue) Calcolo del differenziale biologico
8.2. (Segue) Il calcolo del differenziale dopo la modifica normativa apportata dalla legge di bilancio per l’anno 2019
(art. 1, comma 1126, l. n. 145/2018)
8.3. (Segue) Raffronto tra capitale e rendita
9. La prova del differenziale
10. Infortunio in itinere e compensatio lucri cum damno
11. Danni punitivi e responsabilità del datore di lavoro
Questioni giurisprudenziali
Capitolo IV – L’azione di regresso dell’INAIL contro i responsabili di infortuni sul lavoro e malattie professionali
1. La regola del “parziale esonero” e il suo fondamento
2. Azione di regresso e processo penale
3. L’accertamento incidentale del reato perseguibile di ufficio
4. I danni oggetto dell’azione di regresso dell’INAIL
4.1. Il complessivo ammontare del risarcimento del danno alla persona
4.2. Il danno complementare o differenziale qualitativo
4.3. La riforma operata dall’articolo 13 del decreto legislativo n. 38 del 2000
4.4. Il danno patrimoniale futuro presunto
4.5. Il danno non patrimoniale come categoria unitaria: i riflessi sui danni complementari
4.6. La sottrazione dal risarcimento delle indennità liquidate: per sommatoria delle poste o per singole poste
5. Le novità introdotte dalla legge 30 dicembre 2018, n. 145
5.1. Le modifiche degli articoli 10 e 11 del d.P.R. 30 giugno 1965, n. 1124, in punto di sottrazione dal risarcimento delle indennità liquidate
5.2. Il comma aggiunto all’articolo 11 del d.P.R. 30 giugno 1965, n. 1124
6. Prescrizione e decadenza dell’azione di regresso

Parte II - Infortuni sul lavoro e responsabilità penale del datore di lavoro

Capitolo V – Il testo unico 81 del 2008 - aspetti generali e problematici
1. Il d.lgs. n. 81 del 2008
2. Il datore di lavoro. Definizioni
3. (Segue) Il dirigente ed il preposto
4. Il responsabile del servizio prevenzione e protezione
5. Il committente e l’appaltatore
6. La delega di funzioni
7. La condotta abnorme ed esorbitante del lavoratore
8. La lenta trasformazione dal modello iperprotettivo a quello collaborativo
Questioni giurisprudenziali
Capitolo VI – La sicurezza nei luoghi di lavoro: tra delega di funzioni, accertamento del nesso di causalità e tipizzazione dell’elemento soggettivo delle fattispecie penali
1. L’evoluzione normativa in tema di infortuni sul lavoro
2. Nozione di datore di lavoro
3. L’art. 2087 c.c.: le obbligazioni a carico del datore di lavoro
4. La configurabilità del delitto di maltrattamenti nel luogo di lavoro
5. Posizione di garanzia: premesse generali
5.1. I garanti individuati dal legislatore
5.2. Posizione di garanzia e principio di effettività
5.3. Delega di funzioni: l’assunzione della posizione di garanzia tra criteri formali e sostanziali
5.4. Principio di effettività e condizioni per il corretto trasferimento della posizione di garanzia
6. Affidamento del lavoro a più imprese appaltatrici: il rischio interferenziale
6.1. Definizione di rischio interferenziale
6.2. L’elaborazione giurisprudenziale
7. Condotta del lavoratore e interruzione del nesso di causalità
8. Responsabilità delle persone giuridiche: premesse
8.1. Principi disciplinanti la responsabilità delle persone giuridiche
8.2. Presupposti per l’operatività della responsabilità delle persone giuridiche
8.3. La compatibilità dell’interesse e del vantaggio con i delitti colposi
8.4. Le soluzioni elaborate dalla giurisprudenza
8.5. Sanzioni applicabili
8.6. L’ammissibilità della costituzione di parte civile
8.7. Esclusione della responsabilità
9. Dolo eventuale e colpa cosciente: alla ricerca della differenza
10. Il caso Thyssenkrupp: la sentenza di primo grado
10.1. Il caso Thyssenkrupp: la sentenza di secondo grado
10.2. Il caso Thyssenkrupp: la sentenza di legittimità


Scrivi la tua recensione

Solo gli utenti registrati possono scrivere recensioni. Accedi oppure Registrati

Libri consigliati

Back to top