SERVIZIO CLIENTI 0541.628200  Lunedì - Venerdì / 8.30-17.30

Sconto 5%
La risoluzione stragiudiziale delle controversie mediche e sanitarie

La risoluzione stragiudiziale delle controversie mediche e sanitarie

Con la prefazione di Giacomo Travaglino

Autori Francesca Toppetti (a cura di)
Editore Maggioli Editore
Formato Cartaceo
Dimensione 17x24
Pagine 206
Pubblicazione Settembre 2020 (I Edizione)
ISBN / EAN 8891638441 / 8891638441
Collana Collana Legale - L'Attualità del diritto

• Trattativa stragiudiziale e risoluzione negoziata
• Arbitrato e mediazione
• Il ruolo delle assicurazioni
• Benefici e vantaggi dei rimedi alternativi

Prezzo Online:

30,00 €

28,50 €

Ordina ora per avere:
Ricezione entro 48h
Spedizione in 48h
Paga alla consegna senza costi aggiuntivi
Paga alla consegna senza costi aggiuntivi
Spedizione Gratuita

Il volume affronta, in modo innovativo, i diversi strumenti che si pongono quale mezzo alternativo di risoluzione delle controversie, rispetto alle aule giudiziarie, evidenziandone i benefici e le potenzialità applicative.

Si sottolinea l’importanza di svolgere attività di prevenzione e comunicazione, già di per sé idonee a frustrare o, quanto meno, contenere le conflittualità, per approdare poi alle modalità vere e proprie di risoluzione, quali la negoziazione, la mediazione e l’arbitrato.

Si sottolineano le differenze e i vantaggi di questi modelli rispetto al ricorso ex art. 696 bis c.p.c., nonché rispetto al ricorso ex art. 702 bis c.p.c., dimostrando come non sia necessario ricorrere alla sentenza di un giudice per definire la controversia.

L’opera, mediante l’analisi della recente giurisprudenza in materia, dimostra che esiste la possibilità di una nuova gestione della conflittualità, che consente un risparmio di tempi e costi per tutte le parti coinvolte.

Francesca Toppetti
Avvocato Cassazionista. Esperta in Responsabilità Professionale Medica e Diritto Sanitario, iscritta all’Albo degli Avvocati di Roma. Autrice di numerosi saggi e monografie in materia di Responsabilità civile, professionale e di tutela della persona. Relatrice a numerosi convegni e congressi nazionali ed internazionali.
Alberto Cisterna
in magistratura dal 1986, dal 2017 Presidente di sezione presso il Tribunale di Roma. Ha prestato servizio presso il Tribunale di Tivoli, la Procura di Reggio Calabria, la Procura nazionale antimafia. Autore di numerose pubblicazioni e saggi. Collabora stabilmente con alcune riviste giuridiche. È stato docente presso istituti di formazione.
Enrico Del Prato
Professore Ordinario di Diritto Civile nella Facoltà di Giurisprudenza della Sapienza Università di Roma, ove ha diretto il Dipartimento di Scienze giuridiche. È stato componente di commissioni per la redazione di testi normativi ed autore di alcune monografie e numerosi saggi. Condirettore o componente dei comitati di direzione o scientifici di diverse collane e riviste italiane e straniere. Iscritto all’Albo degli avvocati di Roma dal 1986, Avvocato Cassazionista.
Carlo De Simone
Group CEO di European Brokers Assicurazioni, presente in 132 Paesi. Ricopre numerose cariche consiliari all’interno di Confindustria. Membro del Comitato Valutazione Sinistri presso Ospedali Privati e Religiosi. Autore di pubblicazioni e relatore in convegni sul tema del Risk Management e del Rischio Clinico.
Luigi Tonino Marsella
Professore Ordinario di Medicina Legale presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Roma Tor Vergata. Membro del Consiglio Superiore di Sanità. Consigliere dell’Ordine dei Medici e Chirurghi di Roma. Componente e responsabile di progetti di ricerca universitari in ambito di Responsabilità medica. Autore di oltre cento pubblicazioni e interventi a congressi nazionali ed internazionali.
Carmine Punzi
Professore Emerito di Diritto Processuale Civile nella Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Roma La Sapienza, Presidente dell’Istituto Superiore di Studi sull’Arbitrato. Presidente Onorario dell’Associazione Italiana fra gli studiosi del processo civile. Presidente dell’Associazione Avv. Prof. Rosario Nicolò.
Stefano Recchioni
Avvocato Cassazionista e Professore Ordinario di Diritto Processuale Civile presso l’Università degli Studi di Cassino e del Lazio meridionale. Autore di monografie, voci enciclopediche, saggi, commenti al codice di procedura civile. Relatore in numerosi convegni e corsi di formazione e referee di primarie riviste giuridiche. Nel 2013 e nel 2014 è stato membro delle commissioni per la riforma del codice di procedura civile.
Vito Tenore
Consigliere della Corte dei Conti e Professore presso la SNA (Scuola Nazionale dell’Amministrazione). È stato in passato Funzionario della Banca d’Italia, Magistrato ordinario, Magistrato Militare e Avvocato dello Stato.

Prefazione, di Giacomo Travaglino 
Introduzione 
La pacificazione dei conflitti nel contenzioso sanitario ed i sistemi di ADR 
Capitolo I – Il tentativo obbligatorio di conciliazione ex art. 8, d.lgs. 24/2017: il procedimento di ATP ex art. 696 bis c.p.c. ed il ricorso ex art. 702 bis c.p.c. come strumenti di soluzione dei conflitti 
1. Il c.d. diritto processuale sanitario 
2. I requisiti di ammissibilità del ricorso ex art. 669 bis c.p.c.  
3. I soggetti destinatari del ricorso per ATP ante causam 
4. La reclamabilità dei provvedimenti giudiziari propulsivi o integrativi della fase di ATP  
5. La scelta dei consulenti tecnici 
6. L’attività conciliativa dei CTU 
7. Il ricorso ex art. 702 bis c.p.c.  
Capitolo II – La proposta conciliativa ex art. 185 bis c.p.c. 
1. Premessa 
2. I presupposti  
3. Ambito applicativo 
4. Gli aspetti procedurali  
5. L’accettazione della proposta  
6. Gli effetti sul processo della accettazione e del rifiuto della proposta 
7. Il regime delle spese giudiziali e il divieto di ricusazione del giudice 
8. Le impugnazioni dell’accettazione della proposta 
Capitolo III – Il tentativo di mediazione ante causam e la mediazione delegata 
1. Il dialogo creativo che può condurre alla soluzione del conflitto 
2. La succinta motivazione delle ordinanze 
3. La consulenza tecnica in mediazione  
4. L’effettiva partecipazione delle parti al procedimento di mediazione 
5. Una proposta del giudice mista: la mediazione ex officio e la proposta ex art. 185 bis c.p.c.  
Capitolo IV – Il ruolo dei CTU e CTP ai sensi dell’art. 15 della legge Gelli-Bianco 
1. Il CTU: inquadramento normativo generale 
2. Le novità introdotte dalla legge Gelli-Bianco: professionalità e collegialità 
3. Il consulente tecnico di parte 
Capitolo V – L’arbitrato nel sistema degli strumenti alternativi per la soluzione delle controversie mediche e sanitarie 
1. Utilizzazione degli strumenti alternativi per la soluzione delle controversie mediche e sanitarie come mero “filtro” per l’accesso al giudizio ordinario
2. Sussistenza delle condizioni per il ricorso all’arbitrato  
3. Le azioni esercitabili  
4. La condizione della disponibilità dei diritti  
5. Il richiamo all’art. 2, d.lgs. n. 28/2010 
6. Elementi differenziali del ruolo dell’arbitrato da quello del conciliatore e del mediatore  
7. Il dato caratteristico comune di questi strumenti alternativi: l’ambito di utilizzabilità circoscritto alle controversie in materia di diritti disponibili  
8. La sussistenza di tale condizione nelle controversie mediche e sanitarie  
9. Sufficienza di tale condizione nelle controversie mediche e sanitarie  
10. L’arbitrato pre-organizzato e quello disciplinato dal c.p.c. 
10.1. L’arbitrato pre-organizzato  
10.2. L’arbitrato disciplinato dal codice di procedura civile  
Capitolo VI – Danno erariale indiretto innanzi alla Corte dei conti dopo una transazione o una condanna civile della struttura sanitaria pubblica 
1. La responsabilità amministrativo-contabile nel comparto sanità innanzi alla Corte dei conti: profili generali 
2. I danni erariali nel comparto sanità in generale 
3. La malpractice medica nella l. n. 24 del 2017: casistiche varie 
4. L’ambito temporale di applicazione della legge n. 24 del 2017 e le sue peculiarità rispetto al regime generale valevole per i pubblici dipendenti. Rapporti con la rivalsa in sede civile. Il problema delle franchigie assicurative  
5. I soggetti evocabili innanzi alla Corte dei conti per danno erariale (medici e/o vertici gestionali aziendali, medici in attività intramoenia, medici privati) e le tipologie di condotte (attive e omissive, unipersonali e pluripersonali) vagliabili quale malpractice. Le scelte discrezionali transattive 
6. Il danno erariale: la sua quantificazione, i limiti massimi introdotti dalla l. n. 24 ed il potere riduttivo dell’addebito. La prescrizione. Il danno all’immagine dell’Azienda 
7. L’elemento psicologico: dolo o colpa grave del sanitario. Rilevanza delle linee guida ex art. 5, l. n. 24 del 2017. La culpa in vigilando dei Primari e dei vertici aziendali  
8. Le novità introdotte dalla l. n. 24 del 2017 nel giudizio innanzi alla Corte dei conti: termini decadenziali, limiti probatori, tetti all’importo della condanna 
9. Riflessioni conclusive sulla tutela assicurativa dell’Azienda e del sanitario: ruolo dell’assicuratore rispetto al giudizio contabile 
10. Sopravvenienze normative dell’ultimo minuto: l’art. 21 del d.l. 16 luglio 2020, n. 76  
Capitolo VII – La risoluzione alternativa delle controversie mediche e sanitarie 
1. Il ruolo delle assicurazioni nei processi di composizione stragiudiziale delle controversie sanitarie 
2. Arbitro assicurativo 
2.1. Applicazione dell’arbitro assicurativo in tema di controversie medico-sanitarie 
2.2. Mediazione  
3. La legge Gelli-Bianco e il doppio filtro: ATP 
4. La conciliazione 
5. Procedura di negoziazione assistita 
6. Considerazioni finali  
Conclusioni, di Enrico del Prato 
La definizione negoziata della lite: la cultura dei giuristi coinvolti nei conflitti di responsabilità sanitaria
Note sugli Autori  


Scrivi la tua recensione

Solo gli utenti registrati possono scrivere recensioni. Accedi oppure Registrati

Libri consigliati

Back to top