SERVIZIO CLIENTI 0541.628200  Lunedì - Venerdì / 8.30-17.30

Sconto 15%
Le rimanenze di magazzino

Le rimanenze di magazzino

Autori Raffaele D'Alessio - Valerio Antonelli - Emanuele Mattia Cafaro
Editore Maggioli Editore
Formato Cartaceo
Dimensione 17X24
Pagine 180
Pubblicazione Febbraio 2015 (I Edizione)
ISBN / EAN 8891610096 / 9788891610096
Collana iD.eA.

› Profili economico-aziendali › Le rimanenze nel codice civile
› La valutazione delle rimanenze › Il valore di mercato
› L’informativa di bilancio › La disciplina fiscale
› La revisione delle rimanenze › Casi professionali › Check lists

Prezzo Online:

24,00 €

20,40 €

Questo nuovissimo volume esamina in modo dettagliato l'intera disciplina relativa alla valutazione delle rimanenze di magazzino: aspetti economico-aziendali, previsioni del codice civile, costo, valore di mercato, informativa di bilancio, valutazione fiscale e revisione.

Completata da esempi di casi professionali, la trattazione riporta nella sezione finale le check list di controllo su SP, CE, Nota integrativa e valutazioni fiscali.

Corredata da prospetti, tabelle, schematizzazioni ed esempi, il volume chiarisce in modo operativo le problematiche più comuni.

» V. Antonelli, Professore associato presso il Dipartimento di studi e ricerche aziendali – Management & Information Technology dell’Università degli Studi di Salerno.
» R. D'Alessio, Professore ordinario presso il Dipartimento di studi e ricerche aziendali – Management & Information Technology dell’Università degli Studi di Salerno.
» E. M. Cafaro, Dottoranda di ricerca presso il Dipartimento di studi e ricerche aziendali – Management & Information Technology dell’Università degli Studi di Salerno.

1. Aspetti economico-aziendali 
1.1. Aspetti economico-aziendali 
2. Le rimanenze nel codice civile
2.1. Disposizioni del codice civile
2.2. Le indicazioni dell’OIC 13
2.3. I criteri per la formazione dell’inventario
2.3.1. La definizione e la classificazione delle giacenze
2.3.2. I criteri per identificare la disponibilità di diritto e di fatto
3. Il costo delle rimanenze nel codice civile
3.1. Il costo
3.2. Il costo d’acquisto
3.3. Il costo di produzione
3.3.1. I costi direttamente imputabili al prodotto
3.3.2. Gli altri costi indiretti ragionevolmente imputabili al prodotto
3.3.3. Gli oneri finanziari
3.3.4. La ripartizione dei costi indiretti
3.3.5. Il costo delle produzioni congiunte
3.3.5.1. Le produzioni congiunte
3.3.5.2. La valutazione delle rimanenze derivanti da produzioni congiunte
3.4. Il costo dei beni fungibili
3.4.1. Il criterio del costo medio ponderato
3.4.2. Il LIFO
3.4.3. Il LIFO a scatti
3.4.4. Il FIFO
3.4.5. Determinazione del costo complessivo dei prodotti in rimanenza
3.5. I metodi alternativi alla determinazione dei costi
3.6. Il trattamento contabile dei contributi in conto esercizio
4. Il valore di mercato
4.1. Nozione
4.2. Il valore netto di realizzo
4.3. Il costo di sostituzione
4.4. L’applicazione del principio della prudenza
4.4.1. Nozione
4.4.2. La rappresentazione contabile degli effetti della scelta del valore
4.5. L’iscrizione delle materie prime, sussidiarie e di consumo a valore costante
4.6. La valutazione degli acconti
5. L’informativa di bilancio
5.1. I riflessi sullo stato patrimoniale
5.2. I riflessi sul conto economico
5.3. I riflessi sulla nota integrativa
5.4. I riflessi sulla relazione sulla gestione
5.5. I riflessi sul bilancio in forma abbreviata
6. La valutazione fiscale delle rimanenze
6.1. Introduzione
6.2. I soggetti obbligati fiscalmente a tenere la contabilità di magazzino
6.3. I beni soggetti a registrazione
6.3.1. I beni esclusi dalla registrazione
6.4. L’art. 92 del TUIR
6.4.1. I beni oggetto della valutazione
6.4.2. Le “categorie omogenee”
6.4.2.1. Il significato dell’espressione “per natura e valore”
6.4.2.2. La disaggregazione della categoria omogenea
6.4.3. Il costo posto a base della valutazione fiscale
6.4.4. I cali di quantità, gli scarti di produzione, le eliminazioni
6.5. La valutazione a LIFO a scatti annuale (art. 92, commi 2 e 3, TUIR)
6.6. La rilevanza dei criteri di valutazione civilistica (art. 92, comma 4, TUIR)
6.7. Il criterio suppletivo del “valore normale” (art. 92, comma 5, TUIR)
6.7.1. Le svalutazioni e i ripristini di valore
6.7.2. Il valore normale e i costi specifici 
6.7.3. Le politiche dei prezzi
6.8. La valutazione dei prodotti in corso di lavorazione e dei servizi in corso di esecuzione (art. 92, comma 6, TUIR)
6.9. La continuità interperiodale dei valori (art. 92, comma 7, TUIR)
6.10. Il metodo del dettaglio (art. 92, comma 8, TUIR)
6.11. Art. 92-bis TUIR 
6.12. I riflessi su Unico
6.13. La disciplina IRAP
7. La revisione delle rimanenze
7.1. Introduzione
7.2. Il ciclo magazzino
7.3. Gli obiettivi di revisione
7.4. La formulazione del piano di revisione
7.5. Le fasi della revisione del magazzino
7.6. Il programma di lavoro nella fase di interim audit
7.7. Il programma di lavoro nella fase di final audit
7.7.1. L’accertamento dell’esistenza fisica delle giacenze
7.7.2. Il controllo della corretta valutazione civilistica
7.7.3. La verifica della competenza dei costi e dei ricavi rilevati nel periodo rispetto alle giacenze di magazzino
7.7.4. Accertamento dell’uniformità dei principi contabili rispetto all’eserci¬zio precedente
7.7.5. L’accertamento del corretto trattamento contabile dei profitti interni
7.7.6. Un caso 
8. Casi professionali
8.1. Calcolo del costo di produzione
8.2. Costo medio ponderato per periodo
8.3. FIFO
8.4. Inventario contabile
8.5. LIFO a scatti
8.6. LIFO continuo
8.7. Principio della prudenza
9. Check lists


Scrivi la tua recensione

Solo gli utenti registrati possono scrivere recensioni. Accedi oppure Registrati

Libri consigliati

Back to top