Facebook Pixel

Linee guida per una nuova filiera del biorifiuto

 
Prezzo speciale 33,25 €
SCONTO 5%
5%
Anzichè 35,00 €
Disponibile

Autori a cura di Davide Bianchini e Silvia Castelli

Autori a cura di Davide Bianchini e Silvia Castelli
Pagine 480
Data ristampa
Data pubblicazione Ottobre 2015
ISBN 8891612304
ean 9788891612304
Tipo Cartaceo
Editore Maggioli Editore
Dimensione 19x24
  • Spedizione in 48h
  • Paga alla consegna senza costi aggiuntivi

Autori a cura di Davide Bianchini e Silvia Castelli

Autori a cura di Davide Bianchini e Silvia Castelli
Pagine 480
Data ristampa
Data pubblicazione Ottobre 2015
ISBN 8891612304
ean 9788891612304
Tipo Cartaceo
Editore Maggioli Editore
Dimensione 19x24

L'indicazione da parte della comunità europea di destinare alla preparazione per il riutilizzo e il riciclaggio il 50% del rifiuto, recepita con il target nazionale corrispondente del 65% di raccolta differenziata impone una corretta gestione della frazione organica dei rifiuti solidi urbani (forsu) e degli scarti del verde per non aggravare i costi che ricadono sui cittadini. La gestione della forsu risulta critica sia in ragione degli elevati quantitativi, sia per i potenziali impatti ambientali, sia ancora per l’individuazione delle attività più sostenibili finalizzate al suo recupero. Al contempo, una sua corretta gestione e trasformazione richiede una valutazione oculata della filiera anche dal punto di vista economico e sociale in termini di costo e ricadute occupazionali del servizio erogato.

Partendo da questo presupposto ci siamo domandati: qual è la soluzione di filiera più sostenibile che consenta di trattare il rifiuto organico ottimizzando i benefici apportati alla comunità? Da questa domanda sono nate le linee guida presentate nel seguente volume suddiviso in otto capitoli  nel corso dei quali vengono affrontati i temi ed i parametri fondamentali per lo sviluppo di una filiera innovativa di trasformazione del rifiuto organico secondo un modello circolare che valorizza il rifiuto in un’ottica di bioraffineria. Il volume vuole essere un valido strumento per le amministrazioni pubbliche e per tutti coloro che credono in questa filiera. Accanto ad un’analisi del contesto operativo e alla valutazione delle soluzioni più sostenibili, viene presentato lo stato dell’arte delle tecnologie attualmente presenti nel mercato (Capitoli da 1 a 7). Vengono inoltre valutate soluzioni innovative per la produzione del biometano prodotto dalla digestione anaerobica della FORSU, carburante non inquinante, che potrebbe soddisfare più di due terzi del consumo di gas per autotrazione e vengono esaminate le nuove opportunità di valorizzazione dei prodotti secondari del processo . Cito ad esempio la possibilità per una valorizzazione agronomica diretta del digestato o della sua valorizzazione a seguito di pirolizzazione, o ancora per il recupero di azoto e fosforo; sono state valutate al contempo le possibilità di recupero della CO2 dall’offgas del processo di purificazione e upgrading del biogas a biometano (Capitolo 8). 

Ambiente Sostenibile

Scrivi la tua recensione
Stai recensendo:Linee guida per una nuova filiera del biorifiuto