SERVIZIO CLIENTI 0541.628200  Lunedì - Venerdì / 8.30-17.30

Sconto 5%
Management in Sanità

Management in Sanità

Abilitazione alle funzioni direttive di ASL e Aziende ospedaliere (Top e Middle manager)

Autori A cura di Fosco Foglietta
Editore Maggioli Editore
Formato Cartaceo
Dimensione 17x24
Pagine 388
Pubblicazione Giugno 2021 (II Edizione)
ISBN / EAN 8891650177 / 9788891650177
Collana Sociale & Sanità

2ª edizione aggiornata a:
› Normativa Covid-19
› Patto per la salute 2019-2021
› Piano nazionale di prevenzione 2020/2025

Prezzo Online:

29,00 €

27,55 €

Ordina ora per avere:
Ricezione entro 48h
Spedizione in 48h
Paga alla consegna senza costi aggiuntivi
Paga alla consegna senza costi aggiuntivi

Il Manuale è un utilissimo strumento di supporto per l’abilitazione alle funzioni direttive dei dirigenti di vertice e intermedi presso le Asl e le aziende ospedaliere.

Questa seconda edizione contiene tutti gli aggiornamenti normativi legati al Covid-19.

Il volume inizia con una riflessione sul diritto alla salute per poi passare all’analisi dell’evoluzione del Sistema Sanitario Nazionale prima e dopo la legge n. 833/1978.

La disamina prosegue focalizzando l’attenzione sul sistema di finanziamento, il rapporto fra Stato e Regioni e il ruolo degli enti locali. 

Il manuale analizza poi i principali aspetti del SSN: la governance, l’organizzazione, l’integrazione sociosanitaria e la committenza e prende in esame il ruolo del cittadino, il welfare di comunità, i livelli essenziali di assistenza e la sanità integrativa.

Segue un’attenta disamina sull’evoluzione dei sistemi informativi e informatici, della ricerca scientifica, del risk management e della sicurezza nei luoghi di lavoro.

Presente anche un’utile rassegna normativa.

Fosco Foglietta
una vita nel Sistema sanitario italiano: direttore amministrativo nella ASL di Cesena, poi dal 1998 al 2010 Direttore Generale nelle ASL di Bologna sud e Ferrara. Vice presidente FIASO (Federazione italiana delle aziende sanitarie ed ospedaliere) nel secondo quinquennio degli anni 2000. Dal 2011 al 2017, presidente del Consiglio di amministrazione CUP 2000 s.p.a. (sanità elettronica dell’Emilia-Romagna). Docente a contratto di varie università e di organismi di formazione internazionali. Autore di numerose pubblicazioni (7 volumi e centinaia di articoli in riviste specializzate).

Contributi di:
Mattia Altini, Luca Dimasi, Alberto Fabbri, Diego Lorenzetti, Elena Prati, Anita Zeneli

Prefazione di Sergio Venturi

Capitolo 1 Breve visione storica comparata

Capitolo 2 Premesse costituzionali al diritto alla salute e interpretazioni giurisprudenziali

2.1. La tutela della salute: cenni introduttivi  

• L’interpretazione costituzionale del diritto alla salute  

• L’elaborazione del diritto alla salute nella giurisprudenza della Corte di Cassazione  

2.2. La tutela della salute in ambito comunitario: cenni

• La giurisprudenza comunitaria

Capitolo 3 Prima e dopo la legge 833/1978: dalla segmentazio­ne assistenziale all’universalismo del Servizio Sanitario Nazio­nale

3.1. Prima della riforma sanitaria, un lungo percorso

• I primi decenni del Novecento

• Il Testo unico del 1934

3.2. Dal 1968 al 1978: una grande stagione di riforme settoriali

• Il “sottosistema” degli enti locali

• Il “sottosistema” degli enti mutualistici

• Il “sottosistema” ospedaliero

3.3. L’avvento della riforma sanitaria

• La legge 833/1978: principi ispiratori

• I “soggetti istituzionali” della riforma

3.4. La prima riforma della riforma

3.5. La seconda riforma della riforma

Capitolo 4 Il finanziamento del Servizio Sanitario Nazionale

4.1. Il sistema di finanziamento del SSN – Fondo Sanitario Nazio­nale e criteri ripartitori

• Il Fondo Sanitario Nazionale nella prima riforma

• Il tentativo di risoluzione della crisi finanziaria con le rifor­me degli anni Novanta

• Il cambiamento fondamentale del nuovo millennio. Le spin­te verso il federalismo fiscale

• I patti tra Stato e regioni per la determinazione del fabbiso­gno standard nazionale e regionale. Il Fondo con cui lo Stato “concorre” e la ripartizione regionale

• L’attuale assetto del sistema di finanziamento, FSN e criteri di riparto

4.2. Disavanzi e crisi finanziaria

• L’andamento storico delle crisi finanziarie

• La prima riforma della riforma

• La riforma “Bindi”

• La grande crisi (2007-2014)  

4.3. L’aggiornamento 2020/2021

• Deroghe ai limiti di spesa  

Capitolo 5 Il rapporto tra Stato e regioni

5.1. Competenze e conflitti

Introduzione

• L’era pre 2001

• L’era post 2001

• Conclusioni

5.2. L’aggiornamento 2020/2021

• I rapporti istituzionali al tempo del COVID  

5.3. Uniformità nazionale e difformità regionali

• I “segni” di un Servizio Sanitario Nazionale

• Le autonomie regionali

• Le difformità regionali

5.4. I livelli della programmazione

• La pianificazione nazionale

• La programmazione regionale

• Il “Piano Sanitario Nazionale 1998/2000”: il primo “Patto per la salute”

Capitolo 6 Dalle USL alle ASL

6.1. Il diverso ruolo degli enti locali

• Le USL

• Le ASL

6.2. Dimensioni, autonomie, competenze

• Dimensioni

• Autonomie

• L’autonomia imprenditoriale

• Competenze

Capitolo 7 La governance

7.1. Dal collegiale al monocratico

• La gestione delle USL ex legge 833/1978

• La governance delle ASL ex dd.llgs. 502-517/1993 e 229/1999

• La managerialità del Direttore generale

• La problematicità del rapporto fiduciario

• Complessità organizzativa e managerialità diffusa

7.2. La necessaria distinzione fra “governo” e “gestione”: un proble­ma interpretativo

• Il d.lgs. 80/1998

• Responsabilità politico-amministrativa e gestionale

• L’Atto aziendale

7.3. L’aggiornamento 2020/2021

• L’affievolimento della responsabilità contabile

7.4. La responsabilità dei professionisti: introduzione  

• L’evoluzione normativa in materia di responsabilità sanita­ria  

• Il ruolo delle linee guida nella prassi processuale  

Capitolo 8 L’organizzazione

8.1. Il processo aggregativo

• Il Distretto sanitario di base

• Il nuovo Distretto

• Il decreto Balduzzi (d.l. 158/2012)

• Servizi di base e “case della salute”: soluzioni regionali a con­fronto

8.2. L’aggiornamento 2020/2021

• I servizi territoriali al tempo del COVID

• Il Patto per la salute 2019/2021

• Liste e tempi di attesa

8.3. I Servizi e i Dipartimenti

• I Servizi

• I Dipartimenti

8.4. Il Dipartimento di prevenzione

8.5. L’aggiornamento 2020/2021

• Il principio di precauzione

• Il tracciamento e la diagnostica precoce della infezione COVID

• Le strategie di sviluppo delle attività preventive “One Health”

• Le strategie di medio-lungo periodo

8.6. Il Dipartimento di salute mentale

8.7. Il Presidio ospedaliero

8.8. L’aggiornamento 2020/2021

• I servizi ospedalieri al tempo del COVID

• Le strutture residenziali socio-sanitarie al tempo del COVID

8.9. Gli Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (IRCCS)  

8.10. L’assistenza farmaceutica

Capitolo 9 L’integrazione

9.1. L’integrazione socio-sanitaria

• Le modalità della integrazione

• Le ragioni della integrazione socio-sanitaria

• I contenuti che qualificano le “dimensioni della integrazio­ne”

• Il Piano nazionale della cronicità

• L’integrazione nella riforma Bindi

9.2. L’aggiornamento 2020/2021

• Le assistenze domiciliari

• Le domiciliarità al tempo del COVID

• Le domiciliarità nel “Patto per la salute 2019/2021”

• L’infermiere di famiglia/comunità

9.3. L’integrazione socio-sanitaria nei “livelli essenziali di assisten­za”

• Prima versione

• Seconda versione

9.4. Le sperimentazioni gestionali: introduzione

• Il contesto italiano

Capitolo 10 La “committenza”

10.1. La “committenza” nella programmazione distrettuale

• Lo “strumentario” della funzione di “committenza”

10.2. I “soggetti”, pubblici e privati, che vendono prestazioni: auto­rizzazione al funzionamento, accreditamento istituzionale, convenzionamento

10.3. L’aggiornamento 2020/2021

• Deroghe ai requisiti di autorizzazione al funzionamento e di accreditamento  

10.4. Le tariffe

Capitolo 11 Il ruolo del cittadino

11.1. Gli spazi e i soggetti della partecipazione

• La legge 833/1978

• I decreti 502/517

11.2. I “Comitati consultivi misti”

• Il decreto 229/1999

11.3. Il coinvolgimento operativo del volontariato: verso il “welfare di comunità”

• Crisi finanziaria ed evoluzione del bisogno

• Il “welfare di comunità”

• La “via italiana” al welfare di comunità

11.4. L’aggiornamento 2020/2021

• Il volontariato al tempo del COVID

• Il Patto per la salute 2019/2021

11.5. Il consenso informato

• Il diritto alla pianificazione anticipata delle cure

• Il consenso dei minori e degli incapaci

11.6. La vincolatività dei trattamenti

• L’assistenza psichiatrica

Capitolo 12 I livelli essenziali di assistenza e la sanità integra­tiva

12.1. Criteri e contenuti

• Il d.P.C.M. 29 novembre 2001

• Successive modifiche

12.2. La concreta applicazione dei “livelli essenziali di assistenza”

12.3. L’aggiornamento 2020/2021

• I LEA nel “Patto per la salute 2019/2021”

• I LEA “sociali”

12.4. La sanità integrativa

• Spunti applicativi

Capitolo 13 I sistemi informativi e informatici in sanità

13.1. La evoluzione dei sistemi

• I sistemi informativi e informatici nella normativa recente

13.2. Il Fascicolo sanitario elettronico

• Il processo costitutivo del FSE

• Lo “stato dell’arte” attuativo

• I “trend” evolutivi

• Sanità digitale e risparmi

13.3. L’aggiornamento 2020/2021

• La sanità digitale ai tempi del COVID

• Contingenze e prospettive

13.4. Il mutamento del ruolo del medico (e degli altri operatori assi­stenziali) alla luce dello sviluppo della sanità digitale

• Esegesi di ruolo

• Prima della riforma sanitaria

• Dalla legge 833 (1978) ai dd.llgs. 502/517 (1992/1993) e 229/1999 (le riforme del SSN)

• Dal “dopo riforma Bindi” ai nostri giorni  

13.5. La privacy in sanità

13.6. L’aggiornamento 2020/2021

Ÿ L’affievolimento della privacy

13.7. Cyber-security e tutela della salute: cenni

Capitolo 14 La ricerca scientifica

14.1. La ricerca in ambito sanitario: introduzione

• La “ricerca scientifica e tecnologica” nell’assetto costituzio­nale

• I soggetti della ricerca

• L’Istituto Superiore di Sanità

• L’Istituto Superiore per la Prevenzione e la Sicurezza sul Lavoro

• L’Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali

• Gli Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico

• Gli Istituti Zooprofilattici Sperimentali

14.2. La programmazione della ricerca sanitaria

14.3. Il rapporto tra Servizio Sanitario Nazionale e università

14.4. La sperimentazione: cenni

• I Comitati Etici  

Capitolo 15 Le difformità regionali nella articolazione istituzionale e organizzativa dei vari SSR

15.1. Il SSR dell’Emilia-Romagna

15.2. Il SSR della Lombardia

15.3. Il SSR della Toscana

15.4. Il SSR della Sardegna  

15.5. Il SSR del Veneto  

15.5.1. Premessa

15.5.2. Gli assetti istituzionali (artt. 2 e 3)

15.5.3. Le competenze comunali (art. 5)

15.5.4. La programmazione socio-sanitaria (artt. 6 e 7)

15.5.5. L’integrazione fra servizi sanitari e servizi socio-assi­stenziali (art. 8)

15.5.6. Partecipazione e tutela dei diritti del cittadino (art. 11)

15.5.7. Gli organi di governo, gli assetti organizzativi, le responsabilità tecnico-professionali (artt. 10, 12, 13, 16, 20-24)

15.5.8. Il finanziamento

15.6. Il SSR del Lazio  

15.6.1. Premessa

15.6.2. La legge regionale n. 18 del 16 giugno 1994

15.6.3. La legge regionale n. 11 del 2016 “Sistema integra­to degli interventi e dei servizi sociali della Regione Lazio”

15.6.4. L’Azienda Lazio.0

Capitolo 16 La sicurezza nei luoghi di lavoro

16.1. L’esigenza della tutela del lavoratore quale principio fondamen­tale dello Stato di diritto: brevi cenni storici

16.2. Il “lavoro” quale fondamento della Costituzione italiana

16.3. Il Testo Unico della sicurezza sul lavoro

• La struttura del Testo Unico sulla sicurezza

• Il datore di lavoro: definizione

• I dirigenti ed i preposti

• I principali obblighi dei lavoratori e dei soggetti equiparati

• La struttura ed i compiti del Servizio di Prevenzione e Prote­zione

• La sorveglianza sanitaria obbligatoria

• La prevenzione nei luoghi di lavoro  

• Definizione di pericolo

• Definizione di rischio

• La classificazione dei rischi

• La valutazione dei rischi  

• Il dispositivo di protezione individuale

• La segnaletica di sicurezza

• I rischi generici

• La protezione passiva

• La protezione attiva

• Il piano di emergenza

• Il primo soccorso 

• Il sistema sanzionatorio nel Testo Unico sulla sicurezza

Capitolo 17 Il risk management

17.1. Cenni storici della normativa italiana sulla gestione del rischio clinico in sanità

17.2. Le fattispecie del risk management

17.3. La realizzazione del risk management, fra indirizzi normativi e applicazione pratica

17.4. L’assetto organizzativo per la gestione del rischio: ruoli e responsabilità

17.5. Il processo di gestione del rischio clinico

• I principi guida

• Il contesto regionale e locale

• Gli strumenti di gestione del rischio

La identificazione dei rischi

La analisi, valutazione e mappatura dei rischi

17.6. Obiettivi strategici e modalità realizzative


Scrivi la tua recensione

Solo gli utenti registrati possono scrivere recensioni. Accedi oppure Registrati

Libri consigliati

Back to top