Mantova

Patrimonio e progetto | Heritage and design
Special Price 33,25 €
SCONTO 5%
5%
Anzichè 35,00 €
Disponibile

Autori Pierfranco Galliani, Cassandra Cozza

Pagine 248
Data pubblicazione Giugno 2024
Data ristampa
ISBN 8891656018
ean 9788891656018
Tipo Cartaceo
Sottotitolo Patrimonio e progetto | Heritage and design
Collana Politecnica
Editore Apogeo Education - Maggioli Editore
Dimensione 22x22
  • Paga alla consegna senza costi aggiuntivi
  • Spedizione gratuita

Autori Pierfranco Galliani, Cassandra Cozza

Pagine 248
Data pubblicazione Giugno 2024
Data ristampa
ISBN 8891656018
ean 9788891656018
Tipo Cartaceo
Sottotitolo Patrimonio e progetto | Heritage and design
Collana Politecnica
Editore Apogeo Education - Maggioli Editore
Dimensione 22x22

The enhancement of architectural assets and the landscape concerns the relationship between heritage and design. If “critical continuity” is the objective to be pursued, the project appears the tool for updating the actual state, without neglecting the issues of protection. The process of enhancement can express a value judgment of the existing condition, recognize its critical problematics and potentiality of fruition, and acquire the requests for change, calibrate physicality, expressive logic and roles of the old and new components of the modification design. Beyond ancient history values, in Mantua it is possible to recognize the peculiarities of subsequent and more recent historical phases, which combine architectures, urban spaces and open spaces in environments and landscapes on the limits and outside the original fortified core. These areas characterize the city and represent the main emblematic cases of recent decades on which the International PhD Summer School “Heritage and Design” of the Politecnico di Milano conducted numerous projects that interpret the incessant evolution of today forms, uses and meanings of places and spaces. Through essays and projects, the history, problems and proposals for the case studies are outlined: San Giorgio Bridge-Waterfronts, Viale Te Area, Porto Catena-Anconetta, San Nicolò Area-Former Stalag, Former Ceramica Mantovana-Gradaro Convent, Former Burgo Paper Mill, Former Casa del Balilla. Keywords offer focused theoretical insights.

La valorizzazione dei beni architettonici e del paesaggio riguarda la relazione tra patrimonio e progetto. Se la “continuità critica” è l’obiettivo da perseguire, il progetto appare lo strumento per attualizzare lo stato di fatto, senza tralasciare le problematiche della tutela. Il processo di valorizzazione può esprimere un giudizio di valore dell’esistente, riconoscerne criticità e potenzialità di fruizione e acquisire le istanze al cambiamento, calibrare fisicità, logiche espressive e ruoli delle componenti vecchie e nuove del progetto di modificazione. Oltre alle valenze della storia antica, a Mantova si possono riconoscere le peculiarità di fasi storiche successive e più recenti che coniugano architetture, spazi urbani e spazi aperti in ambienti e paesaggi ai limiti e al di fuori del nucleo fortificato originario. Questi ambiti caratterizzano la città e rappresentano i principali casi emblematici degli ultimi decenni sui quali l’International PhD Summer School “Heritage and Design” del Politecnico di Milano ha condotto numerosi progetti che interpretano nell’attualità l’evolversi di forme, usi, significati di luoghi e spazi. Attraverso saggi e progetti sono delineati storia, problematiche e proposte per i casi studio: Ponte di San Giorgio-Lungolaghi, Area di Viale Te, Porto Catena-Anconetta, Area di San Nicolò-Ex Stalag, Ex Ceramica Mantovana-Convento del Gradaro, Ex Cartiera Burgo, Ex Casa del Balilla. Parole chiave offrono approfondimenti teorici finalizzati.

Pierfranco Galliani
già professore ordinario di Composizione Architettonica e Urbana presso il Dipartimento DAStU del Politecnico di Milano, insegna nella Scuola AUIC. Ha coordinato il dottorato di Progettazione Architettonica e Urbana (2013-18) e diretto la Summer School “Heritage and Design” presso la UNESCO Chair di Mantova (2013-17). I suoi temi di ricerca vertono sulla “continuità critica” tra storia e progetto, sull’innovazione dell’architettura collettiva, sui valori di scala nella progettazione urbana, sulla valorizzazione del patrimonio culturale, architettonico e ambientale.

Cassandra Cozza
dottore di ricerca, è ricercatrice di Composizione Architettonica e Urbana presso il Dipartimento DAStU del Politecnico di Milano dove insegna nella Scuola AUIC. Tutor del dottorato PAU, ha coordinato la Summer School “Heritage and Design” a Mantova (2014-17). Si dedica a ricerche sui paradigmi contemporanei del progetto, dal recupero della dismissione architettonica e infrastrutturale alla formazione dello spazio pubblico, e sull’architettura socialmente ed ecologicamente sostenibile nel Global South.

Scrivi la tua recensione
Stai recensendo:Mantova