Facebook Pixel

Opposizioni e ricorsi per violazioni al codice della strada

Manuale pratico per la gestione del contenzioso
Prezzo speciale 67,20 €
SCONTO 20%
20%
Anzichè 84,00 €
Disponibile

Autori Giuseppe Carmagnini, Stefano Maini

Autori Giuseppe Carmagnini, Stefano Maini
Pagine 772
Data ristampa
Data pubblicazione Febbraio 2020
ISBN 8891641519
ean 9788891641519
Tipo Cartaceo
Sottotitolo Manuale pratico per la gestione del contenzioso
Collana Strumenti Legali
Editore Maggioli Editore
Dimensione 17x24
  • Spedizione in 48h
  • Paga alla consegna senza costi aggiuntivi

Autori Giuseppe Carmagnini, Stefano Maini

Autori Giuseppe Carmagnini, Stefano Maini
Pagine 772
Data ristampa
Data pubblicazione Febbraio 2020
ISBN 8891641519
ean 9788891641519
Tipo Cartaceo
Sottotitolo Manuale pratico per la gestione del contenzioso
Collana Strumenti Legali
Editore Maggioli Editore
Dimensione 17x24

Manuale operativo che scaturisce dalla pluriennale esperienza “sul campo” degli Autori con l’intento di coadiuvare e semplificare l’attività di tutti coloro che, a vario titolo, sono chiamati ad occuparsi del contenzioso in materia di violazioni al codice della strada, siano essi organi di polizia stradale, funzionari della pubblica amministrazione, magistrati o professionisti legali.

L’opera rappresenta uno strumento di lavoro completo e aggiornato, che comprende, in un unico corpus:
1) l’analisi di tutte le fasi dei procedimenti (amministrativo e giurisdizionale) e delle questioni giuridiche e procedurali più rilevanti (con puntuale riferimento alle indicazioni della giurisprudenza più recente);
2) un poderoso prontuario costituito da oltre 220 casi pratici di ricorso, con le relative comparse di costituzione e di risposta adattabili alle varie casistiche operative.

Tutte le risposte e le singole censure dei ricorrenti, suddivise in base alla materia trattata, sono riportate anche nella sezione online collegata al volume, affinché possano essere facilmente composte in una difesa organica e articolata con una semplice operazione di “copia e incolla”.

Sezioni dell’opera
L’IMPUGNAZIONE IN SEDE AMMINISTRATIVA ED IN SEDE GIURISDIZIONALE: LE PROCEDURE
• Il ricorso al prefetto
• Il ricorso al giudice di pace
MOTIVI DI RICORSO E RISPOSTE
• Eccezioni e richieste preliminari
• I vizi di notifica
• I vizi del verbale
• Vizi dell’ordinanza-ingiunzione
• Vizi preliminari rilevati dalla controparte
• Le cause di esclusione dalla responsabilità
• Codice della strada (Titoli I, II, III, IV, V e VI)
• Conclusioni

 

Giuseppe Carmagnini
Responsabile dell’Ufficio contenzioso e supporto giuridico della Polizia municipale di Prato. Autore di numerose pubblicazioni e docente in corsi di aggiornamento e convegni nazionali, è curatore del servizio Internet polizialocale.com.
Stefano Maini
Avvocato addetto presso l’Avvocatura civica del Comune di Modena, è docente per diversi organismi di formazione e autore di numerose pubblicazioni.

› Formulario con 220 casi di ricorso svolti

SEZIONE PRIMA LA IMPUGNAZIONE IN SEDE AMMINISTRATIVA ED IN SEDE GIURISDIZIONALE: LE PROCEDURE
Elenco delle abbreviazioni
Parte I IL RICORSO AL PREFETTO
1. Il ricorso al prefetto: in generale
2. Gli atti impugnabili
1. L’avviso o preavviso di contestazione di violazione
2. Il verbale di contestazione di violazione per la quale è ammesso il pagamento in misura ridotta
3. Il verbale di contestazione di violazione per la quale non è ammesso il pagamento in misura ridotta
4. Il verbale che applica soltanto sanzioni accessorie
5. Il verbale di contestazione di violazioni al c.d.s., con cui si applicano anche sanzioni accessorie
5.1. Il verbale ex art. 126-bis, c. 2, c.d.s. (omessa comunicazione dei dati del conducente per violazioni che comportino la decurtazione dei punti dalla patente)
5.2. La comunicazione di avvenuta decurtazione dei punti dalla patente di guida
5.3. Il provvedimento di revisione della patente per azzeramento del punteggio (art. 126-bis, c. 6, c.d.s.)
5.4. La sospensione per mancata revisione a sèguito dell’azzeramento del punteggio della patente (art. 126-bis, c. 6, c.d.s.)
6. Il verbale che applica misure cautelari
7. L’ordinanza di sospensione della carta di circolazione emessa dall’ufficio provinciale della Direzione generale della M.C.T.C.
8. I verbali relativi ad illeciti amministrativi oggettivamente connessi ad illeciti penali
9. I “verbali” relativi ad illeciti penali
10. Il ritiro materiale della patente
11. Il c.d. sollecito di pagamento
3. Ammissibilità e procedibilità
1. I termini
2. La legittimazione attiva
3. Il mancato pagamento in misura ridotta della sanzione e la mancata presentazione della istanza di rateazione
3.1. Il pagamento del proprietario/responsabile e il ricorso contro il verbale ai sensi dell’art. 126-bis, c.d.s.
3.2. Il pagamento in misura ridotta
3.2.1. Verbale contestato/notificato ad un solo soggetto
3.2.2. Verbale contestato/notificato a più soggetti
4. La mancata proposizione del ricorso al giudice di pace
4. La competenza per territorio
5. Le forme
1. Il ricorso rituale
2. Il ricorso irrituale
6. L’istruttoria
1. In generale
2. Le deduzioni dell’organo accertatore: contenuto e termini
3. L’audizione del ricorrente
7. La decisione del prefetto
1. In generale
2. La legge applicabile
3. La forma
4. L’accoglimento del ricorso (l’ordinanza di archiviazione): contenuto e termini di adozione e comunicazione
5. Il rigetto del ricorso (l’ordinanza-ingiunzione)
5.1. I termini di adozione e notificazione
5.2. Contenuto e motivazione
5.3. Il concorso formale ed il cumulo giuridico
6. I provvedimenti di inammissibilità/improcedibilità del ricorso
8. Il regime delle impugnazioni
1. In generale
2. L’ordinanza di archiviazione del verbale
3. L’ordinanza-ingiunzione di pagamento
4. I provvedimenti di inammissibilità/improcedibilità del ricorso
Parte II IL RICORSO AL GIUDICE DI PACE
1. I principi
1. Il ricorso al giudice di pace: in genere
1.1. La latitudine del rinvio al rito del lavoro
2. La giurisdizione
3. Le azioni (in)ammissibili: la domanda di rimborso della sanzione pagata e/o di risarcimento del danno; l’azione riconvenzionale
2. Gli atti impugnabili
Premessa
1. L’avviso, o preavviso, di contestazione
2. Il verbale di accertamento/contestazione di violazione per la quale è ammesso il pagamento in misura ridotta
2.1. Il verbale di accertamento/contestazione di violazione per la quale non è ammesso il pagamento in misura ridotta
3. L’ordinanza-ingiunzione
3.1. L’ordinanza-ingiunzione che commini la sola sanzione accessoria dell’obbligo del ripristino dei luoghi
3.2. L’ordinanza-ingiunzione per rimborso delle spese a sèguito di esecuzione in danno
4. La ordinanza di archiviazione
5. La ordinanza di confisca
6. Il provvedimento prefettizio di inammissibilità/improcedibilità
7. Il c.d. sollecito di pagamento
8. Il verbale relativo ad illeciti amministrativi oggettivamente connessi ad illeciti penali
9. I “verbali” relativi ad illeciti penali
10. Il ritiro materiale della patente
11. Il verbale che applica soltanto sanzioni accessorie
11.1. Il ricorso soltanto contro la sanzione accessoria
12. Il decreto di sospensione della patente
12.1. La sospensione-sanzione accessoria (artt. 218 e 218-bis, c.d.s.)
12.1.1. La sospensione disposta dal giudice penale (artt. 224, c. 1 e 224-ter, c. 4, c.d.s.)
12.2. La sospensione cautelare (art. 223, c.d.s.)
12.3. La sospensione in difetto temporaneo dei requisiti psico-fisici (art. 129, c. 3, c.d.s.)
12.4. La sospensione per mancata revisione a sèguito dell’azzeramento del punteggio della patente (art. 126-bis, c. 6, c.d.s.)
13. La cartella esattoriale e le sanzioni di spettanza dei Comuni
13.1. La esecuzione esattoriale e le opposizioni: cenni
13.2. La opposizione c.d. “recuperatoria” ex d.lgs. n. 150/2011
13.3. Le altre opposizioni: in generale
13.3.1. La opposizione alla esecuzione (art. 615, c.p.c.): cenni
13.3.2. La opposizione agli atti esecutivi (art. 617, c.p.c.): cenni
13.3.3. Le opposizioni c.d. “miste”
13.4. L’ingiunzione fiscale e le sue peculiarità come strumento per la riscossione delle sanzioni per violazione del c.d.s.
13.4.1. L’opposizione alla ingiunzione fiscale: in genere
13.4.2. L’opposizione per mancata notificazione del provvedimento sanzionatorio presupposto
13.4.3. Altri motivi di opposizione
14. Il fermo amministrativo esattoriale del veicolo
15. La comunicazione di avvenuta decurtazione dei punti dalla patente
16. La revisione della patente
17. La revoca della patente
Premessa
17.1. La revoca per carenza dei requisiti morali (artt. 120, c. 1, 219 e 219-bis, c.d.s.)
17.2. La revoca-sanzione accessoria (artt. 9-bis, c. 5; 9-ter, c. 3; 86, c. 2; 176, c. 22; 178, c. 14; 218, c. 6; 219 e 219-bis, c.d.s.)
17.3. La revoca disposta dal giudice penale (art. 224, c. 2, c.d.s.)
17.4. La revoca per perdita permanente dei requisiti fisici e psichici (artt. 130, c. 1, lett. a), 219 e 219-bis, c.d.s.)
17.5. La revoca per inidoneità accertata a sèguito di revisione (artt. 130, c. 1, lett. b), 219 e 219-bis, c.d.s.)
17.6. La revoca per sostituzione di patente estera (artt. 130, c. 1, lett. c), 219 e 219-bis, c.d.s.)
3. La competenza
1. La competenza per materia
1.1. Omessa o inesatta indicazione, sul provvedimento sanzionatorio, dell’autorità competente per il ricorso
2. La competenza per territorio
2.1. Opposizione al verbale ed all’ordinanza-ingiunzione: in generale. La deroga al foro erariale
2.2. Opposizione al verbale di contestazione della violazione dell’art. 126-bis, c. 2, c.d.s.
4. Le condizioni di ammissibilità
Premessa
1. Il mancato pagamento della sanzione: in generale
1.1. Il mancato pagamento in misura ridotta del verbale
1.1.1. Il pagamento del proprietario/responsabile e il ricorso contro il verbale ai sensi dell’art. 126-bis, c.d.s.
1.2. Il pagamento della ordinanza-ingiunzione
1.3. Il pagamento effettuato dopo la proposizione del ricorso
1.3.1. Il verbale contestato/notificato ad un solo soggetto
1.3.2. Il verbale contestato/notificato a più soggetti
2. La mancata proposizione del ricorso al prefetto
3. La proposizione della istanza di rateazione
5. La legittimazione attiva
1. In generale
1.1. In caso di responsabilità solidale: le interazioni processuali e sostanziali
1.2. In caso di concorso di persone
1.3. In caso di fallimento
2. L’interesse a ricorrere
2.1. L’interesse a ricorrere in caso di ricorso contro il verbale ai sensi dell’art. 126-bis, c.d.s.
6. I termini per la proposizione del ricorso
Premessa
1. Omessa o inesatta indicazione del termine sul provvedimento sanzionatorio
2. Il ricorso tardivo: la inammissibilità
7. Le formalità della opposizione
1. Il ricorso
2. Il deposito diretto e l’invio per posta
3. Il ricorso proposto oralmente
4. La allegazione del provvedimento impugnato
5. La dichiarazione di residenza/elezione di domicilio
6. La lingua da utilizzare
8. Il contenuto del ricorso
9 La sospensione della esecutività del provvedimento impugnato e la “fase” cautelare
10. La legittimazione passiva
Premessa
1. La opposizione al verbale
2. La opposizione al ritiro materiale della patente
3. La opposizione alla ordinanza prefettizia
4. La opposizione al decreto di sospensione della patente: rinvio
5. La opposizione alla cartella esattoriale: rinvio
5-bis. La opposizione all’ingiunzione fiscale: rinvio
6. La opposizione alla decurtazione dei punti dalla patente di guida: rinvio
7. La opposizione alla revoca della patente (artt. 219 e 219-bis, c.d.s.): rinvio
8. La opposizione alla revisione della patente: rinvio
9. La delega del prefetto all’organo accertatore
10. L’interesse a contraddire
11. La fissazione dell’udienza di comparizione
Premessa
1. La notificazione alle parti
2. Il termine a comparire
12. Il deposito dei documenti da parte dell’amministrazione
13. La costituzione in giudizio
Premessa
1. La costituzione in giudizio del ricorrente
1.1. La capacità processuale
1.1.1. Le persone fisiche. Il minore
1.1.2. Le persone giuridiche
1.1.3. Associazioni e comitati non persone giuridiche
1.1.4. La difesa: personale e tecnica
2. La costituzione in giudizio dell’amministrazione ed il regime delle preclusioni
2.1. I termini di costituzione e la dichiarazione di residenza/ elezione di domicilio
2.2. La memoria difensiva e le decadenze
2.3. La memoria difensiva: il suo contenuto ed il principio di non contestazione
2.4. La difesa: personale e tecnica
2.5. L’autotutela e la cessazione della materia del contendere
14. L’intervento: di terzi e dell’amministrazione creditrice. La chiamata in causa
15. L’udienza di comparizione e la “fase” cautelare
Premessa
1. Le verifiche d’ufficio del giudice
2. Le eccezioni a pena di decadenza
3. La mancata comparizione delle parti
3.1. La mancata comparizione del ricorrente: l’ordinanza di convalida
3.2. La mancata comparizione dell’amministrazione
3.2.1. L’amministrazione non costituita: la contumacia
3.2.2. L’amministrazione costituita
4. La mancata comparizione di entrambe le parti
5. Il tentativo di conciliazione
6. La udienza di “sospensiva”
6.1. Il contraddittorio
6.2. La impugnabilità
16. Le udienze di rinvio
1. In generale
2. La mancata comparizione delle parti: la cancellazione della causa dal ruolo
17. La sospensione e la interruzione del giudizio
1. La sospensione
2. La interruzione
18. Il comportamento processuale delle parti
Premessa
19. La istruzione probatoria: in generale
Premessa
1. L’oggetto del giudizio e la sua delimitazione: la domanda (petitum) ed i motivi di opposizione (causa petendi): la loro immutabilità. I poteri del giudice
2. La disapplicazione
3. Le prove: in generale
4. L’onere della prova: in generale
4.1. L’onere della prova dell’amministrazione
4.1.1. La efficacia probatoria del verbale
4.1.1.1. La querela di falso
4.1.2. La prova della (non) estinzione dell’obbligazione
4.1.3. La prova della tempestività della notificazione del verbale: in generale
4.1.3.1. La prova della ritualità della notifica e la sanatoria per raggiungimento dello scopo
4.1.3.2. La prova della tempestività della notificazione del verbale: il verbale ex art. 126-bis, c. 2, c.d.s. (omessa comunicazione dei dati del conducente ai fini della decurtazione dei punti dalla patente)
4.1.4. La prova della (non) prescrizione del credito
4.1.5. La prova della omologazione delle apparecchiature di rilevamento delle infrazioni
4.1.6. La prova della “taratura” delle apparecchiature di rilevamento delle infrazioni
4.1.7. La prova del buon funzionamento delle apparecchiature di rilevamento delle infrazioni
4.1.8. La prova per immagini delle violazioni rilevate tramite apparecchiature omologate
4.1.9. La prova della conformità all’originale della copia notificata del verbale
4.1.10. La prova della impossibilità della contestazione immediata della violazione
4.1.10.1. La prova della corretta organizzazione del servizio di rilevamento delle violazioni
4.1.10.2. La prova della idoneità tecnica dell’agente accertatore
4.1.10.3. La prova della “autorizzazione” prefettizia al rilevamento delle violazioni
4.1.10.4. La prova della presegnalazione del servizio di rilevamento
4.1.11. La prova della legittimità della prescrizione concreta violata
4.1.11.1. La legittimità del limite di velocità imposto localmente
4.1.11.2. La legittimità del segnale stradale
4.1.12. La prova della provenienza del provvedimento dal soggetto che ne risulta responsabile (la sottoscrizione, la redazione da parte di agente diverso dall’accertatore, la indicazione del responsabile del procedimento)
4.1.13. La prova della lesione del diritto di difesa. La rilevanza dei vizî di forma del provvedimento
4.1.14. La prova dell’elemento soggettivo
4.1.15. La prova della sussistenza del potere di accertamento della violazione
4.2. L’onere della prova del ricorrente
4.2.1. La prova del difetto dell’elemento soggettivo: rinvio
4.2.2. La prova delle esimenti: in generale
4.2.2.1. Il responsabile del veicolo: la circolazione contro la sua volontà (art. 196, c. 1, c.d.s.)
4.2.2.2. La persona rivestita dell’autorità o incaricata della direzione o della vigilanza di persona capace di intendere e di volere: la prova di non avere potuto impedire il fatto (art. 196, c. 2, c.d.s.)
4.2.2.3. La persona giuridica o l’ente o associazione o l’imprenditore (art. 196, c. 3, c.d.s.)
4.2.2.4. La persona tenuta alla sorveglianza dell’incapace di intendere e di volere: la prova di non avere potuto impedire il fatto (art. 2, c. 2, l. n. 689/1981)
5. I mezzi di prova: in generale
5.1. La prova per testimoni: in generale
5.1.1. La procedura
5.1.2. La valutazione delle deposizioni testimoniali
5.2. L’interrogatorio libero
5.3. L’interrogatorio formale
5.4. Il giuramento
5.5. La confessione
5.6. L’ispezione di luoghi
5.7. La consulenza tecnica d’ufficio
5.8. La esibizione di documenti e la richiesta di informazioni alla Pubblica Amministrazione
5.9. Le presunzioni
5.10. Il c.d. fatto notorio
20. Notificazioni e comunicazioni durante il procedimento
Premessa
21. La cessazione della materia del contendere
22. La precisazione delle conclusioni e la discussione
23. La conclusione del processo
1. In generale
2. La legge applicabile
3. La sentenza: in generale
3.1. La lettura immediata del dispositivo ed il deposito della sentenza
3.2. Le forme
3.3. La comunicazione della decisione
4. La sentenza: il contenuto. In generale
4.1. La dichiarazione di incompetenza
4.2. La dichiarazione di difetto di giurisdizione
4.3. La sentenza di inammissibilità
4.4. La sentenza di improcedibilità e la estinzione del processo (rinuncia, morte del ricorrente, inattività delle parti). La irricevibilità
4.5. La sentenza di accoglimento
4.5.1. La insufficienza di prova
5. La sentenza di rigetto
5.1. Le ordinanze interinali di pagamento (art. 423, c.p.c.)
6. La determinazione della misura della sanzione
6.1. Il concorso formale ed il cumulo giuridico
7. Il pagamento rateale
8. L’intervento sulle sanzioni accessorie
9. Le spese di lite
9.1. La lite temeraria
10. La decisione sulla istanza di sospensione della esecutività del provvedimento impugnato: rinvio
24. L’appello ed il ricorso per cassazione: cenni
Premessa
1. L’appello: in generale
2. Sospensione della esecutività della sentenza impugnata
3. Termini per l’appello e notificazione della sentenza
4. Oggetto, istruttoria e decisione
5. Il ricorso per cassazione: cenni
6. Il giudizio di rinvio
Bibliografia essenziale
Indice analitico
SEZIONE SECONDA MOTIVI DI RICORSO E RISPOSTE
Eccezioni e richieste preliminari
1. Verbale per il quale è stato effettuato il pagamento
2. Alternatività del ricorso giurisdizionale rispetto a quello amministrativo e viceversa
3. Richiesta di riunione
4. Difetto di legittimazione attiva
5. Difetto di legittimazione passiva
6. Difetto di competenza territoriale
7. Impossibilità di entrare nel merito del verbale a seguito di ricorso alla cartella esattoriale
8. Richiesta di estrapolazione delle frasi offensive
9. Divieto di introdurre motivi diversi da quelli prospettati nell’atto introduttivo (mutatio libelli)
10. Nullità della notifica del ricorso effettuata alla Polizia Municipale
11. Mancanza della firma sul ricorso/opposizione
12. Impossibilità di impugnare il c.d. avviso
13. Inammissibilità del ricorso avverso il verbale per una violazione che non ammette il pagamento in misura ridotta
I vizi di notifica
14. Notificazione a mezzo di soggetti privati - Legittimità
15. Notifica e affidamento all’ufficio postale con sede in un Comune diverso da quello dell’organo di polizia notificante
16. Tardività - Affidamento del plico nei termini
17. Definizione del giorno iniziale per il computo dei termini per la notifica
18. Effetti dell’erronea iscrizione dei dati nei pubblici registri - Discordanze tra P.R.A. e D.T.T.S.I.S.
19. Notifica sanata in quanto ha sortito il suo effetto
20. Notifica a mani del familiare convivente
21. Mancanza nella relata della qualità di chi ha ricevuto l’atto
22. Validità dei fatti attestati nella relata di notifica
23. Notifica effettuata alla residenza risultante dai pubblici registri automobilistici
24. Diversità tra verbale di accertamento (c.d. avviso) e verbale notificato
25. Ritiro alle poste per delega
26. Notifica del verbale a soggetto estraneo
27. Verbale redatto a carico del solo minore e mai notificato al genitore
28. Incompleta redazione della relata di notifica
29. Notifica a persona giuridica senza indicazione della ragione sociale
30. Notifica a persona giuridica senza indicazione del rappresentante legale
I vizi del verbale
31. Mancanza dell’indicazione del comma violato
32. Insufficiente descrizione della fattispecie violata
33. Mancanza dell’unicità del soggetto che ha redatto il verbale rispetto a colui che ha accertato la violazione
34. Nullità del provvedimento impugnato per violazione delle norme d.lgs. 196/2003 in materia di privacy
35. Mancanza della firma autografa
36. Mancanza della firma digitale nel verbale notificato
37. Mero errore materiale
38. Errore nell’indicazione della via nel verbale notificato
39. Errore nell’indicazione della data nel verbale notificato
40. Mancanza dell’indicazione dell’ordinanza nel verbale notificato
41. Errore di identificazione del modello del veicolo
42. Mancanza dell’indicazione del modello e della marca del veicolo
43. Mancanza sul verbale notificato dell’autorità presso la quale proporre ricorso
44. Possibilità dell’errore di percezione
45. Sosta - Omessa contestazione a persona sopravvenuta
46. Mancanza nel verbale della qualifica dell’accertatore
47. Omessa apposizione del preavviso
48. Disconoscimento del contenuto del verbale (generico)
Vizi dell’ordinanza-ingiunzione
49. Termini dell’ordinanza prefettizia
50. Adozione dell’ordinanza-ingiunzione per le violazioni non pagabili in misura ridotta
51. Audizione irregolare
52. Ordinanza sottoscritta dal Vice Prefetto
53. Omessa audizione personale
54. Legittimità della motivazione per relationem
55. Tardività della presentazione del ricorso amministrativo
56. Termini endoprocedimentali nell’emissione dell’ordinanzaingiunzione
57. Carenza della motivazione dell’ordinanza-ingiunzione di pagamento
Vizi preliminari rilevati dalla controparte
58. Termine per costituirsi per la p.a.
59. Sulla ritualità del deposito delle memorie difensive a mezzo del servizio postale piuttosto che con deposito in cancelleria
60. Contestazione della delega diretta del dirigente
Le cause di esclusione dalla responsabilità
61. L’errore in fatto
62. L’errore in diritto
63. La causa di forza maggiore e il caso fortuito
64. Stato di necessità - Esclusione
65. Stato di necessità - Trasporto di un bambino in ospedale - Rosso semaforico
66. Svolgimento di servizio pubblico - Mancato utilizzo dell’attraversamento pedonale
67. L’adempimento di un dovere
Codice della strada - Titolo I
68. Ambito di applicazione del codice della strada - Area privata aperta al pubblico
69. Caduta intonaco e aree private aperte al pubblico
70. La circolazione sui sentieri di montagna
71. Ubicazione fuori della carreggiata dei parcheggi a pagamento
72. Competenza territoriale della Polizia Municipale
73. Competenza della Polizia Municipale per l’accertamento delle violazioni a carico della scuola guida
74. La contestazione immediata da parte degli ausiliari del traffico
75. Limiti alla competenza degli ausiliari del traffico dipendenti dei concessionari delle aree per la sosta a pagamento
76. Accertamento di una violazione da parte di un agente della Polizia Municipale fuori servizio
77. Corsia riservata - Mancata contestazione immediata dovuta alle caratteristiche della strada
78. Effetti dell’omessa esposizione del contrassegno invalidi
79. Sosta dei veicoli al servizio delle persone titolari del contrassegno invalidi - Deroghe - Limiti - Attraversamento pedonale (o spazi riservati agli organi di polizia, o altro)
80. Transito nelle corsie riservate ai mezzi pubblici - Prova della presenza del titolare dell’autorizzazione rilasciata agli invalidi ex articolo 381 del reg. esec. c.d.s. - Memoria autorizzata
81. Sosta a pagamento e riserva di posti liberi
82. Sosta a pagamento - Qualificazione della violazione
83. Parcheggiatori abusivi
84. Parcometro non dotato di POS
85. Accessi abusivi in ZTL
Codice della strada - Titolo II
86. Segnaletica poco visibile
87. Sosta carico e scarico - Segnaletica orizzontale e modalità delle operazioni
88. Mancanza delle indicazioni sul retro del segnale verticale
89. Ripetizione della segnaletica
90. Assenza della segnaletica di limite di velocità all’interno del centro abitato
91. Autorizzazione - Articolo 21 - Inapplicabilità del silenzio assenso
92. Omessa adozione delle cautele idonee a evitare il pericolo per la circolazione - Buche e avallamenti
93. Effettuazione di un deposito sulla strada con materiale trasportato per conto di un committente
94. Mantenere in esercizio un passo carrabile non autorizzato
95. Condono edilizio e passo carrabile abusivo
96. Passo carrabile a raso e necessità comunque dell’autorizzazione
97. Pubblicità - Variazione dei messaggi pubblicitari a cadenze inferiori a quelle regolamentari
98. Agenzie di pubblicità - Agenzia di affari
99. Mancanza delle indicazioni nella targhetta
100. Mancato rinnovo dell’autorizzazione - Effetti
101. Veicoli pubblicitari
102. Pubblicità effettuata con veicoli - Memoria
103. Inefficacia del silenzio assenso ai fini dell’autorizzazione ex articolo 23 del c.d.s.
104. Pubblicità collocata su transenne parapedonali in corrispondenza di una rotatoria
105. Pubblicità elettorale e presunzione di responsabilità per le affissioni abusive
106. Caduta di intonaco ed elemento soggettivo relativo alla conservazione dell’immobile
Codice della strada - Titolo III
107. Revisione non regolare o efficienza del veicolo - Veicolo in sosta
108. Cambio di proprietà del veicolo - Sanzioni al conducente e al proprietario
109. Targa prova e assicurazione del veicolo in sosta
110. Veicolo in sosta senza targa prova - Ulteriori memorie
111. Trasporto di persone su un autocarro
112. Ciclomotore alterato - Responsabilità del genitore
113. Circolazione di veicoli motorizzati a servizio delle persone invalide
114. Macchina operatrice non immatricolata utilizzata per lavori stradali
115. Velocipede a pedalata assistita
Codice della strada - Titolo IV
116. Patente comunitaria con scadenza illimitata e acquisizione della residenza in Italia
117. Obbligo di comunicare i dati del trasgressore - Patente a punti
118. Comunicazione dei dati del trasgressore oltre i termini - Sanzione ex articolo 126-bis, comma 2
119. Obbligo di comunicare i dati e pendenza del ricorso
120. Guida con patente conseguita all’estero successivamente all’acquisizione della residenza in Italia
121. Obbligo di comunicare i dati del conducente - Competenza territoriale per il ricorso
122. Omessa comunicazione dei dati del conducente/proprietario - Errore scusabile
123. Obbligo di comunicare i dati del conducente in base al verbale notificato per deposito o giacenza
124. Esercitazioni alla guida con autorizzazione su veicoli senza istruttore - Luoghi poco frequentati
125. Impossibilità di circolare con la patente non rinnovata, anche se con la prenotazione per la visita medica
Codice della strada - Titolo V
126. Articolo 192 - Obbligo di arrestarsi all’Alt
127. Copertura assicurativa e pagamento del premio successivamente all’accertamento della violazione
128. Obbligo di indossare le cinture di sicurezza ed esenzioni
129. Cellulare alla guida
130. Uso del cellulare accertato con veicolo in movimento - Possibile errore
131. Inversione in prossimità dell’intersezione - Necessità di segnaletica - Insussistenza
132. Sosta sulle isole di traffico
133. Marciapiede - Fermata e sosta
134. Sosta lasciando meno di un metro per i pedoni - Strada con marciapiede di larghezza inferiore al metro
135. Sosta sul marciapiede - Tassatività del divieto
136. Sosta sul marciapiede e veicolo al servizio di una persona titolare di autorizzazione rilasciata ai soggetti con grave difficoltà di deambulazione, ex articolo 381 del regolamento
137. Stalli di sosta delimitati dalla segnaletica - Sosta al di fuori degli stessi
138. Sosta in prossimità dell’intersezione e necessità della quantificazione puntuale della distanza
139. Divieti di sosta temporanei
140. Sosta sul passo carrabile da parte del titolare
141. Inserimento del foglio di registrazione e responsabilità del proprietario del veicolo
142. Cronotachigrafo guasto
143. Attraversamento pedonale e precedenza di fatto del conducente
144. Accertamento con testimoni
145. Omessa contestazione immediata in occasione di un sinistro
146. Velocità pericolosa generica
147. Velocità e controllo del veicolo in caso di avverse condizioni atmosferiche
148. Velocità del veicolo circolante sulla strada favorita
149. Obbligo della massima prudenza nelle intersezioni
150. Apertura pericolosa della portiera
151. Obbligo di arrestarsi allo Stop - Difficoltà di avvistamento dei veicoli transitanti sulla strada favorita
152. Comportamento complesso allo Stop
153. Obbligo di cedere la precedenza in tutta l’area dell’intersezione
154. Veicolo proveniente da luogo non soggetto a pubblico passaggio
155. Striscia longitudinale continua - Divieto di superamento
156. Precedenza nelle rotatorie
157. Velocità in prossimità di un attraversamento pedonale - Investimento del pedone
158. Obbligo assoluto per il pedone di usare gli attraversamenti posti a meno di 100 metri
159. Esercitazioni di guida e sinistro stradale dovuto alla velocità
160. Velocità - Confutazione della tesi del C.T.P. e opposizione alla richiesta di C.T.U.
161. Sorpasso in corrispondenza di intersezione
162. Tamponamento e velocità
163. Distanza di sicurezza e manovre repentine dell’autoveicolo che precede
164. Distanza di sicurezza - Tamponamento e guasto alle luci di arresto del veicolo tamponato
165. Immissione nel flusso della circolazione
166. Cambiamento di direzione
167. Svolta a sinistra e intralcio a veicolo in fase di sorpasso
168. Fuga in caso di sinistro con danni alle persone
169. Opposizione all’ordinanza di sospensione della patente conseguente all’accertamento di un reato
170. Cinture di sicurezza e lesioni
171. Investimento di un soggetto che trasportava il carrello della spesa - Obbligo di circolare sul marciapiede
172. Ciclista che spinge a piedi il velocipede - Qualificazione a seguito di un sinistro
173. Trasporto di un bambino sul velocipede
174. Abilitazione all’uso degli apparecchi per l’accertamento delle violazioni
175. Contestazione omessa - Agenti impegnati in altra contestazione
176. Impossibilità di fermare il veicolo lanciato ad alta velocità (1)
177. Impossibilità di fermare il veicolo lanciato ad alta velocità (2)
178. Impossibilità di fermare il veicolo lanciato ad alta velocità (3)
179. Accertamenti con Telelaser (1)
180. Accertamenti con Telelaser (2)
181. Scadenza dell’omologazione del Telelaser
182. Sviluppo della fotografia
183. Difetto di funzionamento
184. Obbligo della contestazione immediata – Insussistenza
185. Funzione di prevenzione della polizia stradale e omessa contestazione immediata
186. Omessa indicazione della detrazione della tolleranza strumentale
187. Mancanza delle condizioni di sicurezza per fermare i veicoli
188. Inessenzialità della foto
189. Omessa indicazione della matricola dell’apparecchio di rilevamento
190. Unico agente presente sul posto - Insindacabilità delle scelte della p.a.
191. Sulla distanza della segnaletica di preavviso della postazione di controllo della velocità
192. Sufficienza dell’approvazione dell’apparecchio in luogo dell’omologazione
193. Non è necessario che nel verbale sia indicata la natura della postazione di controllo della velocità o la presenza della segnaletica fissa o temporanea
194. Obbligo di dare preavviso dell’utilizzo degli apparecchi per l’accertamento delle violazioni semaforiche
195. Taratura degli strumenti per l’accertamento delle violazioni semaforiche
196. Accertamenti del passaggio con luce rossa - Necessità di un nulla-osta per gli strumenti automatici
197. Violazioni semaforiche - Omessa contestazione immediata e tempo di giallo
198. La validità dell’accertamento del transito nelle corsie preferenziali - Sistemi automatici
199. Guida in stato di ebbrezza lieve e tamponamento - Assunzione di medicinali
200. Guida in stato di ebbrezza e accertamento sintomatico
201. Guida in stato di ebbrezza lieve - Centesimi di alcolemia - Rilevanza
202. Incidente provocato in stato di ebbrezza lieve - Perdita di controllo del veicolo - Prelievo ematico senza consenso
203. Incidente con autoambulanza con dispositivi supplementari inseriti
Codice della strada - Titolo VI
204. Pagamento tardivo e iscrizione a ruolo
205. Vizi propri della cartella esattoriale - Opposizione ai sensi dell’art. 617 c.p.c., nel termine di venti giorni
206. Sospensione della patente - Richiesta di dilazionamento del periodo di sospensione
207. Sospensione della patente - Unicità del documento
208. Sull’applicazione della decurtazione dei punti ai minorenni titolari di abilitazione alla guida
209. Sequestro del veicolo ai fini della confisca ed estraneità al reato
210. La responsabilità in concorso nel condominio senza amministratore
211. La procura a vendere non esclude la solidarietà del proprietario
212. Inapplicabilità della continuazione
213. Termini interruttivi per la notifica della cartella esattoriale
214. Illecito permanente e prescrizione
215. Provvedimento di fermo amministrativo e ritenuta prescrizione
216. Provvedimento di fermo amministrativo e ritenuto difetto di legittimazione passiva
217. Tardività della notifica della cartella rispetto alla consegna del ruolo al concessionario
218. Applicazione delle maggiorazioni del 10% semestrale in caso di riscossione mediante cartella di pagamento
219. Reiterazione con veicolo di soggetto diverso dal conducente
220. La sospensione dei termini nel periodo feriale non si applica non solo per le opposizioni all’esecuzione e agli atti esecutivi, ma anche per i successivi gradi di giudizio che interessano tali controversie
221. Locazione senza conducente e solidarietà
Conclusioni
1. ... di respingere il ricorso, con la condanna alle spese
2. ... di respingere il ricorso, con la condanna alle spese, con richiesta secondaria
3. ... di accogliere il ricorso, compensando le spese
4. ... di dichiarare cessata la materia del contendere, con compensazione delle spese
5. ... di dichiarare inammissibile l’opposizione (estinzione per avvenuto pagamento)
6. ... di dichiarare inammissibile l’opposizione (tardività)
7. ... di dichiarare l’incompetenza territoriale
8. ... di dichiarare l’incompetenza per materia
9. ... di dichiarare il difetto di giurisdizione
10. ... di dichiarare il difetto di legittimazione passiva
11. ... di dichiarare il difetto di legittimazione attiva

Scrivi la tua recensione
Stai recensendo:Opposizioni e ricorsi per violazioni al codice della strada