Ordinary landscape

 
Prezzo speciale 17,10 €
SCONTO 5%
5%
Anzichè 18,00 €
Disponibile

Autori Chiara Toscani, a cura di Chiara Bertoli

Autori Chiara Toscani, a cura di Chiara Bertoli
Pagine 156
Data pubblicazione Gennaio 2016
ISBN 8891615039
ean 9788891615039
Tipo Cartaceo
Collana Politecnica
Editore Maggioli Editore
Dimensione 16x22
  • Spedizione in 48h
  • Paga alla consegna senza costi aggiuntivi

Autori Chiara Toscani, a cura di Chiara Bertoli

Autori Chiara Toscani, a cura di Chiara Bertoli
Pagine 156
Data pubblicazione Gennaio 2016
ISBN 8891615039
ean 9788891615039
Tipo Cartaceo
Collana Politecnica
Editore Maggioli Editore
Dimensione 16x22

Chiara Bertoli Architetto, docente di Architettura del Paesaggio ed Elementie strategie per il disegno del paesaggio al Politecnico di Milano, è stata membro del primo Comitato scientifico di STEP, Scuola per il governo del territorio e del paesaggio, nonchè del Forum dell’Osservatorio del Paesaggio della PAT.  Membro del Comitato operativo e Supervisor di OC, International SummerSchooldiPiacenzaè relatrice in con- vegni e autrice di saggi scientifici tra cui “In between arte-fact and natural-fact: strategies for a new landscape” in M. Roda, OC_From landscapetoexteriordesign,2011e “Lo spazio pubblico dell’energia o l’energia dello spazio pubblico” in C.Toscani, E.Dedé, Rethinking Public Space, Maggioli Editore, 2014. Parteci- pa a numerosi concorsi e nel 2013 vince, con  il recuperodeiruderidiCastelBelforta Spor- maggiore, il premio di architettura Costruire il Trentino. I risultati del concorso sono stati pubblicati in un catalogo ed esposti al MART di Rovereto.

ChiaraToscaniArchitettodal2002,docentea contratto di Progettazione Architettonica pressolaScuoladiArchitetturae Società, dottore di ricerca in Progettazione Architettonica e Urbana presso il Dipartimento di Architettura e Studi Urbani (DAStU) del Politecnico di Milano, assegnista di ricerca. Si dedica alla ricerca universitaria, tra le sue pubblicazioni: “Rethinking Public Space”(2014), “L’invariante architettonico urbanodelPoché”(2012).Dal2006è senior architect presso lo studio Cino Zucchi Architetti di Milano.

Il testo affronta il tema del paesaggio ordinario,come chiave di lettura specifica,ma a nostro avviso cruciale, per una chiara comprensione della direzione che il progetto dello spazio pubblico può intraprendere e degli obiettivi che può perseguire nella trasformazione della città contem- poranea. Negli ultimi anni, si è cercato, infatti, di individuare nuovi ambiti di ricerca, maggior- mente definiti, tentando di tracciare i confini disciplinari che caratterizzano nello specifico il progetto dello spazio aperto e del paesaggio.

Iltitolosceltoperquestovolumeraccontaperciò,sial’ambitodiricercapiùgenerale,cheilca- rattere specifico del contesto territoriale prescelto. L’area industriale di Ala (TN), rappresenta intalsensouncasostudioparadigmaticopercomprenderee verificare, attraverso gli strumenti del progetto architettonico e urbano, le nuove possibilità trasformative rispetto alle specifiche condizioni contemporanee. Ciò è stato possibile grazie alla preziosa partecipazione delle studenti del Laboratorio di Progettazione Architettonica 3, presso il Politecnico di Milano, Scuola di Architettura e società.

Ilvolumeè suddiviso in due sezioni, la prima che raccoglie una serie di saggi di carattere multi- disciplinare sull’argomento e la seconda che rielabora le strategie proposte ed i risultati proget- tuali raggiunti dagli studenti ordinati secondo tre temi di approfondimento: Paesaggi produttivi, Paesaggi dello sport e della ricreazione, Paesaggi dell’energia e dell’ambiente.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nuovi scenari per le aree produttive ad ala

Scrivi la tua recensione
Stai recensendo:Ordinary landscape