SERVIZIO CLIENTI 0541.628200  Lunedì - Venerdì / 8.30-17.30

Durante il mese di agosto le spedizioni potranno subire rallentamenti.

Le spedizioni riprenderanno regolarmente a partire dal 27 agosto 2018

Sconto 20%
Persone non autosufficienti: responsabilità degli operatori e delle strutture

Persone non autosufficienti: responsabilità degli operatori e delle strutture

Autori Antonio Caputo
Editore Maggioli Editore
Formato Cartaceo
Dimensione 17x24
Pagine 128
Pubblicazione Novembre 2015 (I Edizione)
ISBN / EAN 8891613776 / 9788891613776
Collana Sociale & Sanità

*

Prezzo Online:

14,00 €

11,20 €

Lo scopo del volume – una vera e propria guida per professionisti, familiari, cittadini – è far conoscere lo stato delle normative che do- vrebbero condurre alla tutela del diritto alla salute e alla dignità della persona, in un confronto trasparente con le amministrazioni responsa- bili. E, nel contempo, specificare e precisare le responsabilità di ammini- strazioni, strutture e operatori, medici e personale tutto.
Il volume offre, in primo luogo, un quadro di riferimento normativo, internazionale, nazionale e anche regionale, per poi soffermarsi sulle maggiori criticità relative alla presa in carico della persona non au- tosufficiente, alle conseguenti responsabilità a carico di strutture e di operatori, con particolare riguardo alla condizione dei malati cronici non autosufficienti e di persone con disabilità fisica e intellettiva.
Ulteriore approfondimento è  dedicato  agli  strumenti (giurisdizionali e paragiurisdizionali) a disposizione delle persone non autosufficien- ti per far valere i loro diritti. Non da ultimo si è affrontato il tema dei temi: “Quale Welfare a protezione delle persone più deboli?”. Bertolt Brecht fa dire a Mackie Messer, nell’Opera da tre soldi: “Prima la pan- cia, poi vien la morale”. Ma la dignità delle persone, il rispetto dovuto a ciascuno sono elementi costitutivi delle società democratiche e la tutela dei diritti fondamentali, come la salute e la dignità personale, non può essere malinconicamente archiviata, in adorazione del ‘Dio denaro’, trasformando il pur corretto principio del vincolo di bilancio in alibi.
L’Italia spende poco e male per le persone non autosufficienti e invali- de. E si affida a trasferimenti monetari – peraltro modesti e insufficienti a garantire dignità e autonomia – mentre i servizi e gli interventi inclusivi sono scarsi o insufficienti e spesso inesistenti. Tutto questo aumenta emarginazione e anche dipendenza dal nucleo familiare e compromet- te in radice la possibilità di uscire da situazioni di esclusione.
Con il presente volume si offre un orientamento alle Amministrazioni nonché agli operatori professionali (uffici amministrativi di Azien- de Sanitarie, medici, personale paramedico, ausiliari) e, non da ulti- mo, alle Associazioni del volontariato privato sociale impegnato in tale ambito.


Scrivi la tua recensione

Solo gli utenti registrati possono scrivere recensioni. Accedi oppure Registrati

Prodotti consigliati

Back to top