Facebook Pixel

RSA, oltre la pandemia

Ripensare la residenzialità collettiva e promuovere contesti abitativi accoglienti e sicuri
Prezzo speciale 27,55 €
SCONTO 5%
5%
Anzichè 29,00 €
Disponibile

Autori A cura di Carla Costanzi e Antonio Guaita

Pagine 282
Data pubblicazione Giugno 2021
Data ristampa
Autori A cura di Carla Costanzi e Antonio Guaita
ISBN 8891651686
ean 9788891651686
Tipo Cartaceo
Sottotitolo Ripensare la residenzialità collettiva e promuovere contesti abitativi accoglienti e sicuri
Editore Maggioli Editore
Dimensione 17x24
  • Spedizione in 48h
  • Paga alla consegna senza costi aggiuntivi

Autori A cura di Carla Costanzi e Antonio Guaita

Pagine 282
Data pubblicazione Giugno 2021
Data ristampa
Autori A cura di Carla Costanzi e Antonio Guaita
ISBN 8891651686
ean 9788891651686
Tipo Cartaceo
Sottotitolo Ripensare la residenzialità collettiva e promuovere contesti abitativi accoglienti e sicuri
Editore Maggioli Editore
Dimensione 17x24

I tragici eventi della primavera 2020, proseguiti per molti mesi successivi, hanno reso palese anche per l’opinione pubblica le carenze della soluzione RSA per assistere gli anziani fragili.

Di conseguenza si è riacceso il dibattito sulla necessità di ripensare complessivamente l’organizzazione di questa forma di assistenza, nonché la funzione svolta all’interno della rete dei servizi, come pure di riflettere sulle soluzioni alternative destinate a un’utenza meno compromessa.

Il libro intende offrire un contributo quanto più possibile concreto sulla gestione di una fase transitoria sia verso progressivi adattamenti delle residenze esistenti per renderle più vivibili per chi deve trascorrervi gli ultimi anni della propria vita e per chi opera al loro interno, sia nella direzione di un consistente adeguamento del patrimonio edilizio pubblico e privato alle esigenze di sicurezza, comfort e funzionalità della popolazione anziana, affinché sia realizzabile trascorrere in un alloggio la propria vecchiaia.

Particolare attenzione è rivolta, sempre nell’intento di offrire massima concretezza, al reperimento di esperienze innovative già realizzate e sperimentazioni significative. 

Tra gli assunti dai quali hanno preso forma i contributi raccolti nel volume rientra in primo luogo la convinzione che, dal momento che alcune gravi patologie richiedono assistenza e cura non praticabili in ambienti domestici, non sarà realistica la soppressione totale dei posti letto in RSA; si tratta ora di considerare le possibili alternative allo stato attuale.

Inoltre molte tra le soluzioni individuabili richiederanno tempi non brevi di realizzazione e pertanto sarà opportuno ipotizzare una sequenza graduale di trasformazione dell’esistente verso la creazione di nuove risposte.

Ulteriore criterio ispiratore è la necessità di elaborare un’ampia gamma di soluzioni alternative, data la grande eterogeneità delle situazioni e dei contesti dei destinatari, nonché l’esigenza di far maturare nei singoli e nelle famiglie forme di adattamento al nuovo, tenuto conto del fatto che non è consuetudine per i più riflettere per tempo su come trascorrere gli ultimi anni della propria esistenza.

Tutto ciò avendo ben presente il fine ultimo degli interventi, ovvero la garanzia della possibilità di scelta e di autonomia dell’utente.

Inoltre il carattere dinamico delle condizioni complessive di salute richiederà una grande flessibilità dei servizi, che li renda in grado di far fronte alle mutate esigenze dei singoli e delle famiglie.

 

Carla Costanzi
Sociologa, ha svolto la sua attività professionale prevalentemente in tre direzioni: la ricerca, la didattica, la Pubblica Amministrazione. Temi nettamente prevalenti all’interno di questi settori operativi sono stati l’invecchiamento e le condizioni di vita degli anziani.
Antonio Guaita
Geriatra, è Direttore della Fondazione Golgi Cenci di Abbiategrasso dal 2008, anno in cui ha lasciato la direzione dell’istituto Geriatrico Golgi iniziata nel 1990. La Fondazione si occupa di ricerca sull’invecchiamento cerebrale e sulle demenze, sia dal punto di vista clinico-epidemiologico che psicologico, biologico e neuropatologico.

Pubblicazione sostenuta dalla Fondazione Cenci Gallingani

Prefazione 
1. La genesi della residenzialità collettiva per gli anziani 
Carla Costanzi
2. La sensibilità artistica verso gli anziani ricoverati 
Flavia Cellerino
3. La transizione verso soluzioni abitative più appropriate all’invecchiamento attivo e sostenibile: dall’adeguamento degli alloggi al cohousing 
Assunta D’Innocenzo
4. Un’epidemia nell’epidemia: il caso delle RSA 
Ernesto Palummeri, Cristina Frabetti
5. Le residenze sanitarie assistenziali: per chi? Per quali bisogni continueranno ad essere la risposta necessaria? 
Antonio Guaita
6. Diversificare le soluzioni: il caso della Danimarca 
Fabrizio Giunco
7. La domiciliarità e i servizi sociali a suo corredo 
Salvatore Rao
• Allegato – La domiciliarità nelle aree montane: un’esperienza da riprodurre 
8. Il sostegno alla domiciliarità da parte dei servizi sanitari 
Alberto Cella
9. Progressivi adattamenti delle strutture residenziali: come modificare gli ambienti  
Carla Costanzi
10. Le RSA, non se, ma come… Criteri organizzativi e metodologici per nuove residenze 
Roberto Franchini
11. La riorganizzazione del patrimonio edilizio: una nuova vita per le strutture residenziali 
Carla Costanzi, Roberto Franchini
• Allegato – La casa di quartiere di Certosa 
12. Un caso di studio: la RSA Mater Dei di Tortona 
Benedetto Besio, Andrea Guiglia
Bibliografie 
Gli Autori 

Scrivi la tua recensione
Stai recensendo:RSA, oltre la pandemia