SERVIZIO CLIENTI 0541.628242 Lunedì - Venerdì / 8.30-17.30

Sconto 15%
Sintesi storica della topografia dal XVIII al XXI secolo

Sintesi storica della topografia dal XVIII al XXI secolo

Autori Carlo Monti, Attilio Selvini
Editore Maggioli Editore
Formato Cartaceo
Pagine 162
Pubblicazione Novembre 2017 (I Edizione)
ISBN / EAN 8891624918 / 9788891624918
*

Prezzo Online:

16,00 €

13,60 €


In meno di trent’anni, la topografia si è trasformata radicalmente. Operazioni e strumenti che per tre secoli all’incirca erano serviti all’uomo per misurare, rilevare e rappresentare il suolo e gli oggetti che vi erano posti sopra, sono stati sostituiti quasi totalmente. E’ rimasta in vita, seppur modificata, l’intuizione di un grande italiano: Ignazio Porro. La sua celerimensura è ancora viva e giornalmente applicata, anche se gli strumenti sono diversi da quelli da lui intuiti e costruiti, così come è totalmente cambiato il modo di calcolare. Ad essa si è aggiunta una novità che ai suoi tempi sarebbe stato difficile prevedere: la misura della Terra dallo spazio, non più restandone fisicamente connessi. Questo libro vuol essere una sintesi descrittiva di quanto è occorso ad una disciplina, senza la quale non ci sarebbe stato progresso, dal “secolo dei lumi” sino ai nostri giorni. 

Carlo Monti, Professore Ordinario al Politecnico di Mi-lano, Dipartimento BEST - Politecnico di Milano Nell’aprile 1986 è chiamato a coprire la Cattedra di Topografia presso la Facoltà di Ingegneria del Politecnico di Milano. Docente istituzionale al Politecnico ha coperto incarichi all’università di Brescia e allo IUAV di Venezia. È nel Collegio Docenti del Dottorato di Ricerca in Geodesia e Geomatica e tiene due corsi in detto dottorato. È responsabile Scientifico del Centro di Cartografia dell’ Istituto Universitario di Architettura (IUAV) di Venezia. È stato Direttore del Dipartimento IIAR dal 1996 al 2002. E stato Presidente della Società Italiana di Topografia e Fotogrammetria (SIFET) nel quadriennio 1991/94. È autore di 276 pubblicazioni scientifiche, fra cui alcuni libri, nel settore della Topografia teorica e pratica, del controllo geodetico delle grandi strutture, della fotogrammetria aerea e terrestre, del rilevamento delle architetture e dei monumenti, della cartografia a grande e grandissima sca-la, della epistemologia relativa al rilievo e alla misura.
Attilio Selvini, ingegnere civile, per 51 anni membro ordinario del “Verein Deutscher Ingenieure”. Chiamato nel 1990 come professore di elementi di fotogrammetria nella Facoltà di Architettura milanese, entrò del Dipartimento di Ingegneria Idraulica, Ambientale e del Rilevamento, assumendo anche per breve tempo la funzione di membro della giunta. Qui concluse la carriera per limiti di età nel 1998, continuando l’attività didattica come professore a contratto di topografia e cartografia. È stato per oltre vent’anni membro del consiglio direttivo della Società Italiana di Fotogrammetria e Topografia, SIFET, divenendone segretario (1983-1986), poi vice presidente (1991-1994) e infine presidente (1995-1998). È stato presidente di UNIGEO (Unione Imprese di Geomatica) e successivamente di “ANIAGEO”. Ha collaudato molte cartografie digitali a grande scala di comuni del milanese e del varesotto. È stato consulente dell’Unione Italiana Tiro a Segno (UITS) per i poligoni di tiro, nonché tira-tore di interesse nazionale (maestro di carabina standard, carabina libera e fucile d’ordinanza). Fra le sue molte pubblicazioni (più di trecento, fra le quali oltre trenta libri) va notata la sua collaborazione, con due capitoli sulla meccanica degli strumenti di misura e sulle armi portatili, ai due volumi “Storia della Meccanica” editi per conto della Conferenza dei Presidi delle Facoltà di Ingegneria Italiane.

 


Scrivi la tua recensione

Solo gli utenti registrati possono scrivere recensioni. Accedi oppure Registrati

Prodotti consigliati

Back to top